Pagina 7 di 16 PrimaPrima ... 56789 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 157

Discussione: Antartide

  1. #61
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    401
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    10/01/2019 (4,140,351 km2) -102,121 km2 rispetto alla precedente estensione

  2. #62
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    401
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    11/01/2019 (4,028,842 km2) -111,509 km2 rispetto alla precedente estensione

  3. #63
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    401
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    12/01/2019 (3,924,066 km2) -104,776 km2 rispetto alla precedente estensione






  4. #64
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    401
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    Buona giornata a tutti gli utenti del forum di meteonetwork.di seguito l' aggiornamento relativo all estensione dei ghiacci marini antartici. dati e grafici gentilmente concessi dal Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA)ASI [ADS-NIPR-JAXA]
    13/01/2019 (3,840,057 km2) -84,009 km2 rispetto alla precedente estensione






  5. #65
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    401
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    14/01/2019 (3,762,336 km2) -77,721 km2 rispetto alla precedente estensione








  6. #66
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    401
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    15/01/2019 ( 3,684,642 km2) -77,694 km2 rispetto alla precedente estensione

  7. #67
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    401
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    16/01/2019 ( 3,630,716 km2) -53,926 km2 rispetto alla precedente estensione






  8. #68
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    401
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    di seguito l' aggiornamento relativo all estensione dei ghiacci marini antartici. dati e grafici gentilmente concessi dal Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA)ASI [ADS-NIPR-JAXA]
    17/01/2019 ( 3,576,600 km2) -54,116 km2 rispetto alla precedente estensione

  9. #69
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3,129
    Menzionato
    118 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide


  10. #70
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3,129
    Menzionato
    118 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide



    .. " Lo studio, condotto dal climatologo Tamsin Edwards del King's College di Londra e colleghi, contrasta un'ipotesi controversa che suggerisce che l'aumento delle emissioni di gas serra potrebbe destabilizzare quelle falesie e contribuire a far salire i livelli del mare di oltre 2,1 metri entro il 2100. Questa cifra è quasi il doppio del mare proiezioni di aumento di livello per la fine del secolo.
    Quanto rapidamente il riscaldamento globale causato dall'uomo sta causando la fusione delle grandi calotte glaciali che coprono la Groenlandia e l'Antartide, è una delle questioni più urgenti legate al futuro innalzamento del livello del mare.


    Alcuni scienziati temono che lo scioglimento potrebbe accelerare drammaticamente in futuro, grazie a un possibile ciclo di feedback noto come instabilità dei ghiacciai marini, o M.I.C.I. ( MARINE ICE CLIFF INSTABILITY )



    L'ipotesi è stata descritta dal geoscienziato Robert DeConto dell'Università del Massachusetts Amherst e dal paleoclimatologo David Pollard di Penn State in uno studio sulla Natura del 2016 . Usando simulazioni al computer delle proprietà meccaniche e strutturali del ghiaccio, i ricercatori hanno suggerito che le scogliere di ghiaccio ai bordi dei ghiacciai che si protendono verso il mare sono una fonte drammaticamente sottovalutata del futuro innalzamento del livello del mare .


    "Il ghiaccio che scorre nell'oceano essenzialmente finisce sempre in una scogliera", dice DeConto. "La fisica di base ci dice che le alte falesie, che si estendono per 100 metri o più sopra la superficie dell'acqua, inizieranno a produrre stress nel ghiaccio che può eccedere la sua forza." Quando ciò accade, il ghiaccio si rompe, o i polpacci e blocchi giganti di il ghiaccio precipita nel mare. Il crollo di tali falesie creerebbe quindi nuove scogliere dietro di loro che cadevano anch'esse, in una sorta di effetto domino.

    Ma gli scienziati hanno messo in discussione l'applicabilità del mondo reale dell'ipotesi MICI perché attualmente non ci sono tali gigantesche rocce ghiacciate da osservare.

    I ghiacciai dell'Antartide non si sbricioleranno. Sono sostenute dal basso da piattaforme di ghiaccio galleggianti che aiutano a sostenere il loro peso, anche se potrebbe cambiare in futuro con il riscaldamento globale che erode le piattaforme di ghiaccio. DeConto e Pollard hanno modellato il comportamento del ghiaccio della scogliera sul fragile parto e sulla rapida ritirata dei ghiacciai della Groenlandia che non sono supportati dai contrafforti galleggianti dei ghiacci, come Jacobshavn.

    Una delle ragioni per cui l'ipotesi della MICI era controversa è che ci sono molte incertezze sulla progressione e sugli effetti di tale crollo della scogliera, dice Edward. Tutti i blocchi finirebbero in mare? Quanta superficie di fusione del ghiaccio ci sarebbe, e in che modo quell'acqua di disgelo aiuterà a velocizzare le fratture? "Siamo tutti d'accordo sul fatto che le scogliere di ghiaccio potrebbero avere un'altezza massima e soprattutto che sono instabili, che la forza del ghiaccio ha un limite", dice. Ma la domanda è come ciò si traduca in innalzamento del livello del mare.
    Per capire se un feedback MICI potrebbe essere effettivamente accaduto nel passato della Terra, Edwards e i suoi colleghi hanno eseguito un'analisi statistica della simulazione MICI originale. Volevano determinare la probabilità che l'innalzamento del livello del mare durante gli episodi caldi potesse essere collegato al crollo della scogliera di ghiaccio in Antartide.



    I ricercatori si sono concentrati sul periodo medio del Pliocene caldo che è durato da circa 3,3 milioni a 3 milioni di anni fa, l'ultimo periodo interglaciale da 130.000 a 115.000 anni fa, e gli anni dal 1992 al 2017, che coprono il tempo per cui i dati satellitari del il tasso di perdita di massa di ghiaccio esiste.


    Le originali simulazioni al computer del crollo delle cascate di ghiaccio di DeConto e Pollard includevano solo circa 64 iterazioni. "Siamo rimasti limitati dal costo di quante simulazioni possiamo eseguire", afferma DeConto. Il team di Edwards, tuttavia, ha mappato statisticamente come la simulazione avrebbe risposto in 10.000 iterazioni diverse, modificando i parametri dal tasso stimato di riscaldamento atmosferico al livello stimato del livello del mare passato. L'ipotesi MICI, hanno scoperto i ricercatori, non era necessaria per riprodurre alcuno degli ultimi cambiamenti del livello del mare durante quei tre periodi di tempo.

    DeConto dice di essere felice che i ricercatori stiano provando a testare la teoria dell'instabilità del ghiaccio. "Penso che abbiamo scosso alcuni alberi", dice. "Il fatto che la gente stia spingendo indietro è una buona cosa." E lo studio del team di Edwards, aggiunge, ha evidenziato l'utilità di analizzare statisticamente molti possibili risultati per una simulazione al computer.
    Nel frattempo, lui, Pollard e altri colleghi hanno presentato una simulazione computerizzata aggiornata di come MICI potrebbe influenzare il futuro innalzamento del livello del mare a dicembre a Washington, in occasione della riunione annuale della American Geophysical Union. Le loro scoperte più recenti confermano la conclusione della squadra di Edwards secondo cui l'instabilità dei ghiacciai marini non raddoppierà i livelli del mare entro il 2100 - ma suggeriscono che è solo perché l'instabilità dei ghiacci non è ancora entrata nel vivo. Nel 2200, dicono, il quadro è molto meno roseo: se le emissioni di gas serra continuassero sulla loro attuale rotta, il MICI potrebbe aiutare a sollevare il livello del mare fino a 4 metri più in alto rispetto al 2000. " ..
    Ultima modifica di robertino; 08/03/2019 alle 18:07

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •