Pagina 361 di 420 PrimaPrima ... 261311351359360361362363371411 ... UltimaUltima
Risultati da 3,601 a 3,610 di 4198
  1. #3601
    Vento teso L'avatar di Lake
    Data Registrazione
    12/10/14
    Località
    CARAVATE
    Messaggi
    1,772
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Autunno 2018: analisi modelli meteorologici

    Citazione Originariamente Scritto da Tornado78 Visualizza Messaggio
    D'inverno potrà cambiare tutto, e poi pensandoci molto bene meglio che continui su questa falsariga, così la gente in massa apre gli occhi sul fatto che è stata lei a rovinare il clima e a non rispettare la natura in nome di un falso mito di progresso. Se invece arrivano ondate di gelo, ecco che i negatori del riscaldamento globale alzano subito la cresta per negare il GW stesso.

    Non ci sono più le mezze stagioni, e quando piove senza ombrello ci si bagna, a quando il reato di negazionismo del gw, da 10 a 30 anni.???

  2. #3602
    Vento teso L'avatar di Lake
    Data Registrazione
    12/10/14
    Località
    CARAVATE
    Messaggi
    1,772
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Autunno 2018: analisi modelli meteorologici

    Citazione Originariamente Scritto da giofelix Visualizza Messaggio
    ma perchè, chiedo, si ripropongono sempre le stesse dinamiche che favoriscono gli usa e mai l'europa? Gli americani credo sarebbero anche contenti, di non beccarsi quelle botte di gelo e neve a ripetizione e darle a noi...
    Perché e una questione puramente geografica.., continentale....., e oceano a ovest, noi siamo all'opposto...., una -20 850 a novembre come negli usa in Europa non la vedrai mai..

  3. #3603
    Vento forte L'avatar di BoreaSik
    Data Registrazione
    06/01/16
    Località
    P a
    Messaggi
    4,068
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Autunno 2018: analisi modelli meteorologici

    Citazione Originariamente Scritto da Lake Visualizza Messaggio
    Perché e una questione puramente geografica.., continentale....., e oceano a ovest, noi siamo all'opposto...., una -20 850 a novembre come negli usa in Europa non la vedrai mai..
    e infatti nessuno vorrebbe una -20
    vorremmo temperature in media...

  4. #3604
    Tempesta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    27
    Messaggi
    11,931
    Menzionato
    55 Post(s)

    Predefinito Re: Autunno 2018: analisi modelli meteorologici

    Citazione Originariamente Scritto da BoreaSik Visualizza Messaggio
    e infatti nessuno vorrebbe una -20
    vorremmo temperature in media...
    ah, nessuno?

    Si vis pacem, para bellum.

  5. #3605
    Vento forte L'avatar di BoreaSik
    Data Registrazione
    06/01/16
    Località
    P a
    Messaggi
    4,068
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Autunno 2018: analisi modelli meteorologici

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    ah, nessuno?

    Beh..Beh... E' l'enfasi del momento. Aspettiamo dicembre magari

  6. #3606
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    3,948
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Autunno 2018: analisi modelli meteorologici

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    ah, nessuno?

    Tra poco, anche se verrà un nuovo 2006/2007 qualche run epico uscirà.....
    E allora dobbiamo adottare un trend di riferimento

    #wewantlospaccatubi

    #SAVETHEBEAR

  7. #3607
    Vento forte L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    21
    Messaggi
    4,820
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Autunno 2018: analisi modelli meteorologici

    Citazione Originariamente Scritto da BoreaSik Visualizza Messaggio
    Beh..Beh... E' l'enfasi del momento. Aspettiamo dicembre magari
    A me vasta una -5 a patto che nevichi.

    Cribbio, che nevichi. No che faccia finta.

    Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk
    prospetticamente le carte mostrano una potenziale tendenza verso alte potenzialità di prospettiva....

  8. #3608
    Vento teso
    Data Registrazione
    10/09/13
    Località
    Putignano
    Età
    44
    Messaggi
    1,653
    Menzionato
    19 Post(s)

    Predefinito Re: Autunno 2018: analisi modelli meteorologici

    Citazione Originariamente Scritto da giofelix Visualizza Messaggio
    ma perchè, chiedo, si ripropongono sempre le stesse dinamiche che favoriscono gli usa e mai l'europa? Gli americani credo sarebbero anche contenti, di non beccarsi quelle botte di gelo e neve a ripetizione e darle a noi...
    Spero di riuscire a "trasferire" il concetto. Sono conscio che italiano ci sono persone più preparate di me:

    - Gradiente termico orizzontale
    Questo parametro che indica essenzialmente la differenza di temperatura di due masse d'aria ad altitudine costante.
    Detto questo quando il gradiente è molto basso i venti zonali si attenuano, le basse pressioni diventano meno profonde e prevalgono le circolazioni meridionali e convettive. Un pò ciò che accade in estate alle medie latitudini.

    Il gradiente termico orizzontale tra polo e le zone temperate /temperate-subtropicali, in questi anni si va sempre più riducendo. Questo provoca due cose:

    - nelle zone continentali il jet stream non riesce a penetrare o è molto alto a causa di scarso scontro tra masse d'aria di diversa origine e soprattutto temperatura. La russia è in un immenso brodo caldo che azzera praticamente i gradienti orizzontali e la formazione quindi delle basse pressioni. Guardacaso c'è una ostinata alta pressione di tipo dinamico e guardacaso penso proprio che non è li per caso.

    - il basso gradiente allunga le rossby e la circolazione meridionale, provocando strappi profondi e baroclini. Tali strappi sono più possibili e attivi dove è più attiva la circolazione, dovuta essenzialmente all'umidità latente. La zona favorita a questa attività è l'oceano il quale, oltre ad avere un forte contenuto di heat content, funge da sfogo alla circolazione atmosferica creando intensi cicloni extratropicali.

    riguardo la seconda che è l'effetto di tutto ciò che ci siamo detti prima noi l'oceano ce lo abbiamo ad ovest, quindi approfondimenti ciclonici, scarsa penetrazione del jet stream verso il continente, affondo meridionale --> risposta calda subtropicale a volte umida a volte secca, cicloni mediterranei, fenomeni estremi.

    Giusto per dirla tutta neanche in Banghladesh fanno 300 mm in 12 ore. In alcune zone si raggiungono anche 5000 mm annui ma distribuiti in quasi 300 giorni l'anno, difatti da quelle parti piove quasi tutti i giorni con una media di circa 20 mm/giorno... magari ti fa qualche giorno 100 mm ma 300 mm in 12 ore anche li sono rari, quindi quando vi dicono: "ci stiamo tropicalizzando" è una grossa puxxanata.

    America: oceano ad est, forte attività in oceano assecondano basse pressioni profonde e richiami da nord (siamo al nord emisfero e le basse pressioni muovono i venti in senso antiorario, non è colpa ne nostra ne loro).

    Quando finirà sta storia? Quando le zone polari seppur con fatica, molta fatica, si raffredderà, creando quell'innesco necessario a far ripartire un pò di attività depressionaria nelle zone continentali e quindi smuovere per quel che si può i patterns ma visto l'andazzo....

  9. #3609
    Tempesta L'avatar di giofelix
    Data Registrazione
    16/06/02
    Località
    Savignano sul Rubicone (FC)
    Età
    59
    Messaggi
    12,265
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Autunno 2018: analisi modelli meteorologici

    Citazione Originariamente Scritto da fabio.campanella Visualizza Messaggio
    Spero di riuscire a "trasferire" il concetto. Sono conscio che italiano ci sono persone più preparate di me:

    - Gradiente termico orizzontale
    Questo parametro che indica essenzialmente la differenza di temperatura di due masse d'aria ad altitudine costante.
    Detto questo quando il gradiente è molto basso i venti zonali si attenuano, le basse pressioni diventano meno profonde e prevalgono le circolazioni meridionali e convettive. Un pò ciò che accade in estate alle medie latitudini.

    Il gradiente termico orizzontale tra polo e le zone temperate /temperate-subtropicali, in questi anni si va sempre più riducendo. Questo provoca due cose:

    - nelle zone continentali il jet stream non riesce a penetrare o è molto alto a causa di scarso scontro tra masse d'aria di diversa origine e soprattutto temperatura. La russia è in un immenso brodo caldo che azzera praticamente i gradienti orizzontali e la formazione quindi delle basse pressioni. Guardacaso c'è una ostinata alta pressione di tipo dinamico e guardacaso penso proprio che non è li per caso.

    - il basso gradiente allunga le rossby e la circolazione meridionale, provocando strappi profondi e baroclini. Tali strappi sono più possibili e attivi dove è più attiva la circolazione, dovuta essenzialmente all'umidità latente. La zona favorita a questa attività è l'oceano il quale, oltre ad avere un forte contenuto di heat content, funge da sfogo alla circolazione atmosferica creando intensi cicloni extratropicali.

    riguardo la seconda che è l'effetto di tutto ciò che ci siamo detti prima noi l'oceano ce lo abbiamo ad ovest, quindi approfondimenti ciclonici, scarsa penetrazione del jet stream verso il continente, affondo meridionale --> risposta calda subtropicale a volte umida a volte secca, cicloni mediterranei, fenomeni estremi.

    Giusto per dirla tutta neanche in Banghladesh fanno 300 mm in 12 ore. In alcune zone si raggiungono anche 5000 mm annui ma distribuiti in quasi 300 giorni l'anno, difatti da quelle parti piove quasi tutti i giorni con una media di circa 20 mm/giorno... magari ti fa qualche giorno 100 mm ma 300 mm in 12 ore anche li sono rari, quindi quando vi dicono: "ci stiamo tropicalizzando" è una grossa puxxanata.

    America: oceano ad est, forte attività in oceano assecondano basse pressioni profonde e richiami da nord (siamo al nord emisfero e le basse pressioni muovono i venti in senso antiorario, non è colpa ne nostra ne loro).

    Quando finirà sta storia? Quando le zone polari seppur con fatica, molta fatica, si raffredderà, creando quell'innesco necessario a far ripartire un pò di attività depressionaria nelle zone continentali e quindi smuovere per quel che si può i patterns ma visto l'andazzo....

    grazie, certamente è così, ma non me la posso davvero mandar giù sta storia...Se penso poi alla latitudine di NY. Tutta colpa del GW? Io che ho vissuto gli anni 60 e 70, quando la brina nei campi la si vedeva già a metà ottobre, respirare questa aria fradicia, malsana e calda, è un incubo
    Ma quando la neve si scioglie, il bianco dove va a finire?

  10. #3610
    Vento forte L'avatar di BoreaSik
    Data Registrazione
    06/01/16
    Località
    P a
    Messaggi
    4,068
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Autunno 2018: analisi modelli meteorologici

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Tra poco, anche se verrà un nuovo 2006/2007 qualche run epico uscirà.....
    E allora dobbiamo adottare un trend di riferimento

    #wewantlospaccatubi

    Ho pensato la stessa cosa..
    E lì inizieranno la fibrillazione, la febbre, i deliri, le isterie collettive
    Quelle colatone dirette sull'Italia che nel 95% dei casi finiranno tra Turchia e Cina
    Poi i pugliesi apriranno qualche discussione per calcolare 1-2 km di shift tra un run e l'altro

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •