Pagina 25 di 35 PrimaPrima ... 152324252627 ... UltimaUltima
Risultati da 241 a 250 di 346
  1. #241
    Tempesta violenta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    27
    Messaggi
    13,646
    Menzionato
    65 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    anche il radiosondaggio di linate è eloquente

    Allegato 491999
    una +17 a 850hPa col 32% di ur che non è così bassa, e per la quota e per il fatto che ci sia il fohn.
    Si vis pacem, para bellum.

  2. #242
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    5,456
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    una +17 a 850hPa col 32% di ur che non è così bassa, e per la quota e per il fatto che ci sia il fohn.

    stessa considerazione che ho fatto io

  3. #243
    Tempesta violenta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    27
    Messaggi
    13,646
    Menzionato
    65 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio

    stessa considerazione che ho fatto io
    tra l'altro, non so se sei ancora uscito di casa, nel caso ti consiglio di farlo perché è una sensazione davvero strana. sembra di essere ad agosto, esci e ti arriva un pugno caldo in faccia. A suo modo è figo
    Si vis pacem, para bellum.

  4. #244
    Vento fresco
    Data Registrazione
    13/11/03
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    2,179
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    La cosa più notevole è quanto sia penetrato in profondità il favonio alpino, che ha investito l'Emilia occidentale e buona parte della pedemontana emiliana (Bologna inclusa) arrivando addirittura fino alla displuviale principale dell'Appennino Ligure, la stazione LIMET del Monte Beigua ha registrato una massima di +21,9°C con vento da WNW a quasi 1300 m di altitudine, più ad est valori anche più elevati (+26°C ai quasi 1100 m della stazione OMIRL di Alpe di Vobbia). Insomma si è arrivati a una passo dallo sfondamento verso il Mar Ligure del foehn alpino, che è una cosa decisamente inusuale, in tempi recenti mi vengono in mente solo il dicembre 2016 e il gennaio 2000, mentre in epoche più remote il gennaio 1983... oltretutto episodi di favonio di questa potenza in autunno sono del tutto inusuali...

  5. #245
    Tempesta violenta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    27
    Messaggi
    13,646
    Menzionato
    65 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da galinsoga Visualizza Messaggio
    La cosa più notevole è quanto sia penetrato in profondità il favonio alpino, che ha investito l'Emilia occidentale e buona parte della pedemontana emiliana (Bologna inclusa) arrivando addirittura fino alla displuviale principale dell'Appennino Ligure, la stazione LIMET del Monte Beigua ha registrato una massima di +21,9°C con vento da WNW a quasi 1300 m di altitudine, più ad est valori anche più elevati, si è arrivati a una passo dallo sfondamento verso il Mar Ligure del foehn alpino, che è una cosa decisamente inusuale, in tempi recenti mi vengono in mente solo il dicembre 2016 e il gennaio 2000, mentre in epoche più remote il gennaio 1983... oltretutto episodi di favonio di questa potenza in autunno sono inusuali...
    diciamo che è figlio di una configurazione inusuale, abbiamo un hp appena ad ovest pompatissimo da mesi e mesi di stazionarietà, aria già calda (per il periodo soprattutto) in partenza che va favonizzandosi, chiaro che se oltralpe hai aria più fredda il risultato sarà temperature più basse anche una volta favonizzata, ma così c'è poco da fare. si spera che una cosa del genere abbia tempi di ritorno di almeno 50anni, ecco
    Si vis pacem, para bellum.

  6. #246
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Ferrara (FE) 9 m s.l.m.
    Età
    27
    Messaggi
    32,777
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da galinsoga Visualizza Messaggio
    La cosa più notevole è quanto sia penetrato in profondità il favonio alpino, che ha investito l'Emilia occidentale e buona parte della pedemontana emiliana (Bologna inclusa) arrivando addirittura fino alla displuviale principale dell'Appennino Ligure, la stazione LIMET del Monte Beigua ha registrato una massima di +21,9°C con vento da WNW a quasi 1300 m di altitudine, più ad est valori anche più elevati (+26°C ai quasi 1100 m della stazione OMIRL di Alpe di Vobbia). Insomma si è arrivati a una passo dallo sfondamento verso il Mar Ligure del foehn alpino, che è una cosa decisamente inusuale, in tempi recenti mi vengono in mente solo il dicembre 2016 e il gennaio 2000, mentre in epoche più remote il gennaio 1983... oltretutto episodi di favonio di questa potenza in autunno sono del tutto inusuali...
    Per quanto riguarda l'Emilia la potenza di questo episodio è stata molto alta, nel senso che dove ha colpito ha fatto (come purtroppo era prevedibile) massime assai elevate, i trentelli in pianura sono stati diffusissimi tra Piacentino, Parmense e Reggiano, ma l'estensione ha fatto anche di peggio onestamente: su tutti per esempio il 2 Marzo 2008 o il 9 Aprile 2011 hanno coinvolto molto di più anche l'est della regione (i 31°C del 9 aprile 2011 qui la dicono lunga credo ), che oggi si è invece relativamente salvato.
    Avatar: Pianura Padana con le Alpi sullo sfondo.

  7. #247
    Tempesta violenta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    27
    Messaggi
    13,646
    Menzionato
    65 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Per quanto riguarda l'Emilia la potenza di questo episodio è stata molto alta, nel senso che dove ha colpito ha fatto (come purtroppo era prevedibile) massime assai elevate, i trentelli in pianura sono stati diffusissimi tra Piacentino, Parmense e Reggiano, ma l'estensione ha fatto anche di peggio onestamente: su tutti per esempio il 2 Marzo 2008 o il 9 Aprile 2011 hanno coinvolto molto di più anche l'est della regione (i 31°C del 9 aprile 2011 qui la dicono lunga credo ), che oggi si è invece relativamente salvato.
    sì, di molto peggio, ci sono episodi di fohn arrivati alle Marche se non erro, il punto è che sono molto rari così potenti in questo periodo dell'anno, questo intendeva dire il ligure
    Si vis pacem, para bellum.

  8. #248
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    5,456
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    @jack9 a proposito della massa d'aria e del 2011 in rapporto a quel che dicevamo poc'anzi

    Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche-schermata-2018-10-24-alle-18.15.25.png

    Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche-schermata-2018-10-24-alle-18.16.00.png

    alcune considerazioni:
    non so se quella del 2011 era record in quota per ottobre
    in ogni caso manca di pochi decimi quest'oggi con quasi 15 giorni di avanzamento stagionale in più
    allora avevamo quasi -10 di dp contro 0 e la metà dell'ur
    inoltre abbiamo ai 500hpa -9 contro -15 ma qui con il 18% di ur contro il 66% del 2011
    questo dato è particolarmente interessante

  9. #249
    Tempesta violenta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    27
    Messaggi
    13,646
    Menzionato
    65 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    @jack9 a proposito della massa d'aria e del 2011 in rapporto a quel che dicevamo poc'anzi

    Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche-schermata-2018-10-24-alle-18.15.25.png

    Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche-schermata-2018-10-24-alle-18.16.00.png

    alcune considerazioni:
    non so se quella del 2011 era record in quota per ottobre
    in ogni caso manca di pochi decimi quest'oggi con quasi 15 giorni di avanzamento stagionale in più
    allora avevamo quasi -10 di dp contro 0 e la metà dell'ur
    inoltre abbiamo ai 500hpa -9 contro -15 ma qui con il 18% di ur contro il 66% del 2011
    questo dato è particolarmente interessante
    è INDUBBIAMENTE più calda quella di oggi, basta guardare i DP. porta al 15% i 17° di oggi e ti viene un +19 facile. non c'è paragone, quella di oggi è sicuramente una massa da record per il periodo, penso anche assoluto. +17 col 32% ad 850hPaal 24 di ottobre è da fuori di testa, sarebbe sopra media anche per luglio praticamente.
    cioè, se questa situazione stazionasse anche solo 2/3 gg, ti verrebbero fuori giornate con estremi +18+30, praticamente 12° sopra la media.

    PS: noto solo ora la riprova, lo ZT. oggi a 4000m in libera atmosfera c'erano 3°, assurdo!!!!
    Si vis pacem, para bellum.

  10. #250
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    21
    Messaggi
    542
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    tra l'altro, non so se sei ancora uscito di casa, nel caso ti consiglio di farlo perché è una sensazione davvero strana. sembra di essere ad agosto, esci e ti arriva un pugno caldo in faccia. A suo modo è figo
    folate roventi nel pomeriggio da me... aria che scottava senza farti sudare (estremizzazione del concetto di "caldo torrido"). Mi sentivo "paonazzo" pur senza soffrire fisicamente il caldo: i miracoli del foehn! da me comunque si sono sfiorati i trenta gradi attorno alle 15:30, cielo che più terso non si poteva, vento sostenuto ma mai troppo intenso (20 km/h di media): giornata pazzesca, veniva davvero voglia di stare a petto nudo in giardino, giuro. (e non avrei certo sofferto il freddo, se lo avessi fatto). Tornare in casa dopo essere stato fuori anche solo alcuni minuti, oggi pomeriggio, ti dava una rinfrescata di quelle toste!
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •