Pagina 28 di 35 PrimaPrima ... 182627282930 ... UltimaUltima
Risultati da 271 a 280 di 346
  1. #271
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Pavia (PV) 82 m/ Ferrara (FE) 9 m
    Età
    27
    Messaggi
    33,547
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da rafdimonte Visualizza Messaggio
    Io sarò sempre il solito ma te credici che fa un novembre 2007 o dicembre 1998/2005. Credici mi raccomando!
    Ma il fatto è che te ti incaponisci su questa assurdità dell'anno più caldo solo per poter magari dire: avete visto? Moriremo tutti dal caldo a breve. Guarda che anche se non fa l'anno più caldo ma fa il 3° o 4° anno più caldo della serie storica, non cambia mica molto, rimane pur sempre un qualcosa di eccezionale, soprattutto inserito in un contesto di più lungo periodo, e mica abbiamo le fette di prosciutto davanti agli occhi sai? Ce ne accorgiamo anche noi di quanto si stia andando fuori di melone ultimamente (da 5 anni a sta parte, con la parzialissima eccezione degli inverni).
    Avatar: Bei tempi che non torneranno più.

  2. #272
    Vento moderato L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,116
    Menzionato
    151 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Per battere il 2015 su scala nazionale,deve fare almeno uno dei due mesi molto caldi e l'alto sopramedia di un bel poco.(tipo un novembre 2002 almeno seguito da un dicembre 2015 o un novembre 2012 e poi un dicembre 1994).
    Parlando di temperature, per esempio "comodo", a 850 hPa ti dò ragione senza problemi, il 2015 è un osso duro e non sarà facile per il 2018 surclassarlo entro i due mesi che gli rimangono. Se guardiamo le temperature al suolo temo invece che il 2018 si stia avviando di gran carriera per essere l'anno più caldo di sempre. Stavolta sono stato addirittura "schiscio" nelle mie stime (ho limato verso il basso pure i valori di Berkeley Earth), ma le anomalie per l'Italia sulla media 1981-2010 sono state le seguenti:
    Gennaio: +2,3 °C.
    Febbraio: -0,9 °C.
    Marzo: -0,5 °C.
    Aprile: +2,8 °C.
    Maggio: +1,1 °C.
    Giugno: +0,9 °C (ad esempio ho limato di un decimo il dato riportato da elz nel thread chiamato "anomalie termiche in Italia").
    Luglio: +1,0 °C.
    Agosto: +1,2 °C.
    Settembre: +1,6 °C.
    Per questi nove mesi la media è attestata a +1,06 °C sulla 1981-2010, dando un minimo di variabilità rispetto alle mie stime siamo comunque in un range tra i +1,0 e i +1,1 sopra quella trentennale. Posto che da vari dati parrebbe che in quota la situazione sia stata leggermente meno eccezionale (e secondo me a 850 hPa siamo per ora al terzo posto, dietro al caldissimo 2015 e a un passo dal 1994 - antesignano dell'epoca più recente con +0,84 °C da dati satellitari - entrambi gli anni presi fino a dicembre), al suolo il record da battere sono i +0,97 °C registrati tra gennaio e dicembre nel 2015, sempre secondo Berkeley (ma non è che con altri enti la sostanza cambi tanto, direi). Siccome questo ottobre pare destinato senza problemi a chiudere ben sopra la già pesante anomalia accumulata nel periodo gennaio-settembre, aggravandola ulteriormente di circa un decimo di grado, servirebbe indicativamente un bimestre novembre-dicembre (un sesto dell'anno solare) perfettamente nella media 1981-2010 nel suo complesso sul quadro nazionale. Ecco perchè, pur ritenendo che - con un po' di fortuna - questa annata possa grossomodo appaiarsi al 2015 rientrando nei ranghi di una certa normalità storica nei suoi due mesi finali, ritengo che non ci sia bisogno di quello che ipotizzi tu (due mesi con sopramedia generalizzato e pesante anche su medie recenti) per battere il 2015 e balzare in testa alla classifica del caldo annuale. Ovviamente questo messaggio è scritto senza polemica.
    Ultima modifica di Perlecano; 25/10/2018 alle 16:06
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  3. #273
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise e Latina
    Messaggi
    16,987
    Menzionato
    95 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    Parlando di temperature, per esempio "comodo", a 850 hPa ti dò ragione senza problemi, il 2015 è un osso duro e non sarà facile per il 2018 surclassarlo entro i due mesi che gli rimangono. Se guardiamo le temperature al suolo temo invece che il 2018 si stia avviando di gran carriera per essere l'anno più caldo di sempre. Stavolta sono stato addirittura "schiscio" nelle mie stime da limare verso il basso anche alcune anomalie di Berkeley Earth, ma le anomalie per l'Italia sulla media 1981-2010 sono state le seguenti:
    Gennaio: +2,3 °C.
    Febbraio: -0,9 °C.
    Marzo: -0,5 °C.
    Aprile: +2,8 °C.
    Maggio: +1,1 °C.
    Giugno: +0,9 °C (ad esempio ho limato di un decimo il dato riportato da elz nel thread chiamato "anomalie termiche in Italia").
    Luglio: +1,0 °C.
    Agosto: +1,2 °C.
    Settembre: +1,6 °C.
    Per questi nove mesi la media è attestata a +1,06 °C sulla 1981-2010, dando un minimo di variabilità rispetto alle mie stime siamo comunque in un range tra i +1,0 e i +1,1 sopra quella trentennale. Posto che da vari dati parrebbe che in quota la situazione sia stata leggermente meno eccezionale (e secondo me a 850 hPa siamo per ora al terzo posto, dietro al caldissimo 2015 e a un passo dal 1994 - antesignano dell'epoca più recente con +0,84 °C da dati satellitari - entrambi gli anni presi fino a dicembre), al suolo il record da battere sono i +0,97 °C registrati tra gennaio e dicembre nel 2015, sempre secondo Berkeley (ma non è che con altri enti la sostanza cambi tanto, direi). Siccome questo ottobre pare destinato senza problemi a chiudere ben sopra la già pesante anomalia accumulata nel periodo gennaio-settembre, aggravandola ulteriormente di circa un decimo di grado, servirebbero indicativamente un bimestre novembre-dicembre (un sesto dell'anno solare) perfettamente nella media 1981-2010 nel suo complesso sul quadro nazionale. Ecco perchè, pur ritenendo che - con un po' di fortuna - questa annata possa grossomodo appaiarsi al 2015 rientrando nei ranghi di una certa normalità storica nei suoi due mesi finali, ritengo che non ci sia bisogno di quello che ipotizzi tu (due mesi con sopramedia generalizzato e pesante anche su medie recenti) per battere il 2015 e balzare in testa alla classifica del caldo annuale. Ovviamente questo messaggio è scritto senza polemica.
    Ma queste considerazioni si fanno a posteriori.Fino al 30/9,il 2018 non è l'anno più caldo.Poi ci aggiorniamo ad ogni scadenza mensile.
    Potrebbe farcela ma i mesi sono 12 e non abbiamo ancora un quadro definitivo.
    Cm il concetto è quello che ha espresso Federico, è il trend rialzista che è sconcertante e lo sarebbe pure se il 2018 chiudesse secondo.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  4. #274
    Vento moderato L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,116
    Menzionato
    151 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Ma queste considerazioni si fanno a posteriori.Fino al 30/9,il 2018 non è l'anno più caldo.
    Se fai il confronto in proiezione con il 2015 ti dico che matematicamente non servono i mesi così "tosti" che hai ipotizzato tu, tutto qua, non c'entra il confronto fino a settembre (perchè nella tua ipotesi ti sei espresso fin su dicembre). 2018 per ora (gennaio-settembre) un po' meno caldo anche al suolo del periodo omologo del 2017 ed è grossomodo sui livelli del 2007, appena davanti a 2015 e 2016, con un discreto margine su tutti i periodi omologhi delle altre annate. Poi sono d'accordo con te che il 2018 può non chiudere come l'anno più caldo di sempre in Italia, soltanto dico che non basta avere altri due mesi non troppo sopramedia affinchè non cada il primato del 2015, serve molto di più, cioè un novembre-dicembre 2018, consentimi di dire, "old-style".
    Ultima modifica di Perlecano; 25/10/2018 alle 16:03
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  5. #275
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/02
    Località
    Milano Isola
    Messaggi
    16,615
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    non è niente per Sassello e Calizzano, per queste zone ti assicuro che 24° di DT giornaliero sono una rarità (sicuramente record assoluto della stazione).
    Segnalo a questo riguardo anche Albano Vercellese, in piena pianura... ieri +4.4/+30.0, stamani +7.7. Notevole.


  6. #276
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise e Latina
    Messaggi
    16,987
    Menzionato
    95 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    Se fai il confronto in proiezione con il 2015 ti dico che matematicamente non servono i mesi così "tosti" che hai ipotizzato tu, tutto qua, non c'entra il confronto fino a settembre (perchè nella tua ipotesi ti sei espresso fin su dicembre). 2018 per ora (gennaio-settembre) un po' meno caldo anche al suolo del periodo omologo del 2017 ed è grossomodo sui livelli del 2007, appena davanti a 2015 e 2016, con un discreto margine su tutti i periodi omologhi delle altre annate. Poi sono d'accordo con te che il 2018 può non chiudere come l'anno più caldo di sempre in Italia, soltanto dico che non basta avere altri due mesi non troppo sopramedia affinchè non cada il primato del 2015, serve molto di più, cioè un novembre-dicembre 2018, consentimi di dire, "old-style".
    Ma il discorso è diverso. Il nostro @rafdimonte è aduso dire che l'anno in corso sarà il più caldo di cui ci sono dati già ad agosto,per partito preso, così come altri fanno il contrario per partito preso, cioè minimizzano qualunque periodo bollente "perché sono scettico sull'AGW". Sono posizioni preconcette che non fanno bene alla discussione.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  7. #277
    Vento moderato L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,116
    Menzionato
    151 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Ma il discorso è diverso. Il nostro @rafdimonte è aduso dire che l'anno in corso sarà il più caldo di cui ci sono dati già ad agosto,per partito preso, così come altri fanno il contrario per partito preso, cioè minimizzano qualunque periodo bollente "perché sono scettico sull'AGW". Sono posizioni preconcette che non fanno bene alla discussione.
    Non ho mai detto che i preconcetti non fossero "deleteri", mi sono limitato a valutare il tuo dato matematico che, per i dati in mio pos*****, presenta delle inesattezze. Nient'altro, OT chiuso, per quel che mi riguarda.
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  8. #278
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    2,874
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Intanto mese a circa +2.7°C dalla norma progressiva 81-10. Pluviometria mensile ancora a -90% ma dovrebbe compensare prossimamente.


    Stazione Davis Vantage Pro 2 -> Dati live su altre piattaforme

  9. #279
    Burrasca
    Data Registrazione
    29/01/14
    Località
    Alpignano(TO)
    Età
    25
    Messaggi
    6,361
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Andrea92 Visualizza Messaggio
    La Sicilia, oggi, vista dai satelliti della Nasa. Le abbondanti piogge, localmente alluvionali, di questo mese di ottobre si riflettono sul territorio che presenta un bel verde un pò dappertutto. Si parla di accumuli che in alcune località del catanese e nel versante orientale dell'Etna viaggiano mediamente sui 250-300 mm con punte localmente over 350-400 mm. Nelle zone dove ha piovuto meno gli accumuli comunque spaziano tra i 100 e i 200 mm.
    E menomale che eravamo sulla strada della desertificazione

    Allegato 492045

    oddio la zona da enna verso agrigento mi pare abbia un colore tendente al marrone che al verde ma può essere dovuto proprio al terreno diverso?
    Ci sono stato l'anno scorso ad agosto a enna e il paesaggio era clamorosamente giallo su ogni cosa verso l'orizzonte

  10. #280
    Vento moderato L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,116
    Menzionato
    151 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre 2018: anomalie termiche e pluviometriche

    Scarto tra il periodo 1-25 ottobre 2018 e il periodo 1-31 ottobre 2017 in varie località italiane:
    Milano Linate: circa +2,0 °C.
    Torino Caselle: +1,1 °C.
    Genova Sestri Ponente: +1,2 °C.
    Venezia Tessera: +1,9 °C.
    Trieste Barcola: +3,0 °C (non è per problemi di sovrastima: Ronchi dei Legionari e Udine Rivolto viaggiano all'incirca sullo stesso livello).
    Bologna Borgo Panigale: +1,3 °C.
    Totale Nord Italia: +1,75 °C.
    Firenze Peretola: +3,0 °C (altro dato che, seppur "esuberante" rispetto ad altri, pare attendibile).
    Rimini Miramare (la ascrivo al Centro Italia anche per sostituire i dati di Ancona Falconara che non sono attendibili): +0,3 °C.
    Perugia Sant'Egidio: +1,8 °C.
    Roma Ciampino: +2,0 °C.
    Pescara: +1,2 °C.
    Totale Centro Italia: +1,66 °C.
    Grazzanise: +2,8 °C.
    Bari Palese: +1,2 °C.
    Gioia del Colle: +2,4 °C.
    Lamezia Terme: +1,3 °C
    Palermo Punta Raisi: +0,7 °C.
    Cagliari Elmas: +0,4 °C.
    Totale Sud Italia e Isole Maggiori: +1,47 °C.

    Totale Italia: +1,62 °C. Tale è finora lo scarto dell'ottobre 2018 rispetto al mese intero (giorni 1-31) ottobre 2017. Mancano ancora 6 giorni a finire il mese. Ho calcolato l'anomalia complessiva del periodo 26-31 ottobre 2018 secondo quanto prospettato dalle ensembles di ecmwf (in generale piuttosto affidabili) sulla 1981-2010 delle termiche a 850 hPa: parrebbe che nel complesso tale periodo finirà a -0,6 °C rispetto alla media per l'intero mese di ottobre sul quadro italico: difficile stabilire al suolo come si comporteranno le temperature, essendo che una certa divergenza tra libera atmosfera ed effetti alle quote più basse di tutto il trambusto che ci aspetta (ingresso nord-atlantico, richiamo caldo-umido, sottomedia che penetra in Italia, successivo stemperamento abbastanza rapido dello stesso) ci sarà di sicuro. Un sottomedia molto lieve per nemmeno una settimana non dovrebbe avere troppo peso. Di quanto scenderanno, specie al suolo, le medie integrali di ottobre da qui alla fine del mese in Italia? Secondo me, di ben poco! Se adesso stiamo a +1,6 °C circa rispetto all'ottobre 2017 che a livello nazionale chiuse al suolo, stando ai dati di Berkeley Earth, 0,3 °C sopra la media 1981-2010, è verosimile pensare che il mese in corso chiuderà parecchio vicino ai 2 °C di anomalia positiva sulla stessa trentennale. Sempre secondo Berkeley Earth, i cinque mesi più caldi di ottobre in Italia sono stati, dal 1900 ad oggi:
    1) 2001 (+2,2 °C sulla 1981-2010).
    2) 2004 (+1,6 °C '' '').
    3) 2014 (+1,5 °C).
    4) 2013 (+1,4 °C).
    5)-6) 1990, 2006 (+1,4 °C).

    In altre parole, il mese in corso avrebbe tutte le carte in regola per chiudere al secondo posto tra gli ottobre più caldi di sempre. Specifico che questo dato va preso a mio avviso con serenità di giudizio, va accettato per quello che è, ma non tanto perchè siamo tutti dei fessi che devono sorridere di fronte ad un'ipotetico sopramedia mensile di venti gradi o giù di lì, ma proprio perchè parliamoci chiaro, a livello umano, di percezione soggettiva, davvero avere un mese un paio di gradi più caldo del normale può portare a sconquassi di chissà quale entità? La risposta, evidentemente, è no. Dello stesso global warming ci si preoccupa per numerose forme di vita, per le piante, per gli animali, in una parola: per gli ecosistemi. Essi sono palesemente sovrastrutture rispetto a noi, beni naturali più preziosi e "totalitari" rispetto ad un'umanità che, malgrado tutto, di fronte alla natura rimane circoscritta (che è ben diverso da "isolata", si badi bene). Dal canto nostro, visto che siamo pesci grossi in senso causativo se diamo credito alle ipotesi dell'AGW, ma siamo in ogni caso pesci piccoli per quel che riguarda gli effetti sulla natura in generale del riscaldamento globale stesso (gli ecosistemi è facile che si danneggino prima che l'umanità venga spazzata via, e paradossalmente un ecosistema ferito fa più danni di un'umanità annientata), perlomeno accontentiamoci che le cose, per noi umani, ancora non vadano così tragicamente. Perdonatemi per l'OT, probabilmente tedioso.
    Ultima modifica di Perlecano; 26/10/2018 alle 00:31
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •