Pagina 10 di 10 PrimaPrima ... 8910
Risultati da 91 a 96 di 96
  1. #91
    Vento fresco
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Mantova - Padova
    Messaggi
    2,594
    Menzionato
    35 Post(s)

    Predefinito Re: L' Optimum Climatico Medioevale

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    se non viene fatto un lavoro di omogenizzazione non è possibile raffrontare i valori del passato con quelli recenti tantomeno se sono presi ad orari fissi della giornata.

    Non c'è nessun mese estivo a fine '800 raffrontabile a quelli delle estati recenti, ed il massimo estivo della prima parte del secolo scorso si raggiunge proprio negli anni '40-inizio '50 questo è il gran san bernardo, serie omogenea meteosvizzera:

    Allegato 492847
    Allegato 492846
    Assolutamente d'accordo: ma a proposito, qual è l'ente certificatore? Battuta...ma non tanto: non mi aspetto certo (come ho sempre ripetuto) che il XXI secolo, ma anche il XX come media secolare, sia più fresco o fresco quanto il XIX. Diciamo che il concetto di base è chiaro e condiviso; quel che ancora non torna, è l'omogeneizzazione sempre "univoca" (che alcuni mesi estivi del XIX e XX secolo siano stati meno caldi di certe misure...non mi torna molto) e mai sottoposta a controlli qualità né controlli terzi (che non vuol dire, lo ripeto, fare 3 serie sugli stessi dati); e tanti grafici senza incertezze, o al massimo con incertezze troppo basse per essere reali. Sempre con il massimo rispetto e interesse per i tuoi interventi

  2. #92
    Vento fresco
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Mantova - Padova
    Messaggi
    2,594
    Menzionato
    35 Post(s)

    Predefinito Re: L' Optimum Climatico Medioevale

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Proprio in questi giorni sto mettendo mano agli archivi storici della città di Cuneo, i cui primi dati partono dal 1879.
    Siamo già a fine PEG, però risaltano alcuni mesi estivi decisamente molto molto caldi..
    Premessa: i dati erano rilevati in un locale di un campanile (presumo con un termometro a mercurio..), e ignoro la frequenza delle misurazioni (ipotizzo si misurasse una volta al mattino presto per la temperatura minima, una volta nel primo pomeriggio per la temperatura massima e così si ottenesse poi la media giornaliera) per cui mi raccomando prendere i dati con le pinze, hanno valore indicativo.
    Premesso questo, balzano all'occhio alcuni mesi estivi tra fine Ottocento e primo Novecento davvero caldi: Agosto 1879, con una temperatura media di +23,4° (presa così sarebbe 1,5° gradi più alta della media dell'ultimo decennio), e il valore "folle" di Luglio 1881: temperatura media di +25,4° (con addirittura una media massime di +31,2°.. una specie di copia di Luglio 2015), Luglio 1894 (+23,3°), Luglio 1897 (+23,7°), Luglio 1900 (+23,5°), Luglio 1902 (+23,3°), Luglio 1904 e 1905 (+23,3°), Agosto 1906 (+23,5°), Luglio 1911 (+23,6°) e Agosto 1911 (+23,4°), Agosto 1919 (+23,5°), Luglio e Agosto 1923 (rispettivamente +23,6° e +23,3°); una parte di estate rovente sembra anche essere stata quella del 1928, con giugno a +20,3°, luglio a +25,2° e agosto a +24,0° (viene una media identica all'estate 2017..). Caldo anche Luglio 1929 (+23,3°), Agosto 1932 (+23,5°), Luglio e Agosto del 1933 (+23,3° e +23,2°), Luglio 1934 (+23,4°), caldissimo Luglio 1935 (media +24,2°...).
    E proprio dalla fine degli anni Trenta sembrano "sparire" mesi estivi molto caldi (diciamo, superiori ai +23°). Due brevissime puntate nel 1950 e nel 1952 e poi basta, il nulla assoluto fino a Luglio 1983. Dagli anni Novanta iniziano a riesserci mesi estivi molto caldi, che poi diventano bollenti nei Duemila e nei Dieci.
    E dagli anni Quaranta fino ai Settanta/Ottanta assistiamo ad una serie di estati fredde: il culmine si ebbe negli anni Sessanta, con una temperatura media estiva di appena +18,8° (da battere i denti rispetto ai +21,7° delle attuali)..

    Questo sproloquio per dire che il ritiro dei ghiacciai alpini segue proprio passo passo questo andamento termico: dal 1850 e fino al 1940 circa si ebbe un ritiro glaciale consistente, proprio a causa delle estati molto più calde osservate. Dal 1940 al 1980 il ritiro si arrestò, e si ebbe un tenue avanzamento dei ghiacciai, che culminò proprio alla metà degli anni Ottanta, grazie alle estati più fredde. Dalla fine degli Ottanta in avanti nuovo ritiro glaciale che continua a durare tuttora a causa delle estati sempre più calde.

    Il Periodo Caldo Medievale potrebbe essere difficile da definire, perchè anche le cronache dell'epoca possono essere ingannevoli.
    Prendiamo un anno più vicino, il 1929: gennaio e febbraio furono gelidi, glaciali, ma l'estate fu molto calda: risultato: non fu un anno freddo nel complesso. Cronache di inverni glaciali tra l'800 e il 1200, laddove ci sono, non danno certezza di un periodo per forza freddo, poichè anche un periodo nel complesso mite può sfornare episodi di gelo intensi (ne siamo testimoni negli ultimi anni). Se il gelo "faceva notizia", è molto più difficile trovare cronache di estati, primavere o autunni molto miti..
    Non ho controllato tutto, ma mi sembra che siano in accordo con i dati di Milano

  3. #93
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    38
    Messaggi
    1,754
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: L' Optimum Climatico Medioevale

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Assolutamente d'accordo: ma a proposito, qual è l'ente certificatore? Battuta...ma non tanto: non mi aspetto certo (come ho sempre ripetuto) che il XXI secolo, ma anche il XX come media secolare, sia più fresco o fresco quanto il XIX. Diciamo che il concetto di base è chiaro e condiviso; quel che ancora non torna, è l'omogeneizzazione sempre "univoca" (che alcuni mesi estivi del XIX e XX secolo siano stati meno caldi di certe misure...non mi torna molto) e mai sottoposta a controlli qualità né controlli terzi (che non vuol dire, lo ripeto, fare 3 serie sugli stessi dati); e tanti grafici senza incertezze, o al massimo con incertezze troppo basse per essere reali. Sempre con il massimo rispetto e interesse per i tuoi interventi
    l'omogenizzazione non è univoca, si trovano trend profondamente differenti tra singole stazioni e tra diverse aree del mondo con una prevalenza di trend maggiori(nei dati omogenei) sulle aree di terra e minori sugli oceani ed in italia le estati variano di ben poco ma se prendete come riferimento serie storiche con misure ad orari fissi o quelle del ghcn (milano wetterzentrale) che mischiano gli osservatori storici con gli aeroporti come nulla fosse allora è inevitabile che succeda.

    Estati omogenea berkeley (est) vs raw (esth):

    L' Optimum Climatico Medioevale-selection_029.png





    Poi insomma se una serie ha estati molto calde a fine '800 che scompaiono proprio nei '40 è chiaro che c'è qualcosa che non va, gli anni '40 sono stati di forte regresso glaciale complice sia le temperature estive elevate seppur non quanto nel periodo recente ma anche ridotte precipitazioni e la forte insolazione al contrario del periodo recente in cui il regresso è completamente dominato dalle alte temperature.
    Ultima modifica di elz; 06/11/2018 alle 21:43

  4. #94
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 672m. -Far West-
    Età
    30
    Messaggi
    20,864
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: L' Optimum Climatico Medioevale

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    se non viene fatto un lavoro di omogenizzazione non è possibile raffrontare i valori del passato con quelli recenti tantomeno se sono presi ad orari fissi della giornata.

    Non c'è nessun mese estivo a fine '800 raffrontabile a quelli delle estati recenti, ed il massimo estivo della prima parte del secolo scorso si raggiunge proprio negli anni '40-inizio '50 questo è il gran san bernardo, serie omogenea meteosvizzera:

    Assolutamente, per questo dico di prendere i dati con le pinze.
    Però attenzione: che non ci sia nessun mese estivo raffrontabile a quelli delle estati recenti... bah, io non ci metterei la mano sul fuoco. Già non abbiamo dati affidabili per il periodo precedente agli anni Ottanta (prima delle varie reti Arpa e Agrometeo le stazioni erano gestite proprio alla buona in posizioni sicuramente non ottimali..)... affermare con assoluta certezza che a fine Ottocento non ci siano stati estati calde come quelle attuali... io non ne avrei la certezza assoluta.
    I dati del Gran San Bernardo sono sicuramente importanti, ma non è detto che valgano perfettamente anche per la zona sud-alpina e a bassa quota per tutto il NW (basti pensare alla piovosità estiva...).
    Non mi affido ciecamente alle ricostruzioni, però suppongo che quei mesi lì di fine Ottocento non siano stati propriamente freschi..

    L' Optimum Climatico Medioevale-archives-1881-7-14-12-0.png

    L' Optimum Climatico Medioevale-archives-1894-7-25-12-0.png

    L' Optimum Climatico Medioevale-archives-1897-7-12-12-0.png

    Non possiamo sapere se quei mesi chiusero effettivamente a +23,2° o a +23,6° e rotti.. a questa distanza è inutile perdersi nei decimali.
    Però, vedendo quelle temperature indicative e vedendo il ritiro dei ghiacciai molto pronunciato a fine Ottocento, mi porta a pensare che ci furono molto probabilmente delle estati più calde del periodo precedente... il quanto furono calde, con il massimo rispetto per le serie normalizzate, mi sembra veramente difficile saperlo con precisione...
    Matìn de prìmo passàt a-pensar pantai,paratge e libertàd!

  5. #95
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 672m. -Far West-
    Età
    30
    Messaggi
    20,864
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: L' Optimum Climatico Medioevale

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio


    Poi insomma se una serie ha estati molto calde a fine '800 che scompaiono proprio nei '40 è chiaro che c'è qualcosa che non va, gli anni '40 sono stati di forte regresso glaciale complice sia le temperature estive elevate seppur non quanto nel periodo recente ma anche ridotte precipitazioni e la forte insolazione al contrario del periodo recente in cui il regresso è completamente dominato dalle alte temperature.
    Non sono d'accordo : il regresso glaciale si è arrestato proprio negli anni Quaranta, e da lì in poi (soprattutto dopo i Sessanta-Settanta) ha segnato una lieve inversione di tendenza, con un parziale avanzamento.
    Matìn de prìmo passàt a-pensar pantai,paratge e libertàd!

  6. #96
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    38
    Messaggi
    1,754
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: L' Optimum Climatico Medioevale

    I dati omogenei ci sono anche in piemonte e non sono diversi dal gran san bernardo, gli anni '40 hanno avuto bilanci di massa molto negativi nei ghiacciai svizzeri, la variazione frontale può dipendere da altri fattori e non aver avuto tempo di rispondere all'anomalia ma la perdita di spessore fu molto rilevante.





Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •