Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 61
  1. #1
    Uragano L'avatar di Dream Design
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli coll. 249 mt.
    Età
    31
    Messaggi
    16,257
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Il GW aumenta realmente le possibilità di avere ondate di gelo severe ?

    Dell'oggetto della discussione se n'è parlato spesso in TD sparsi, ho deciso però di aprire un TD apposito per cercare di discuterne circa le cause se è possibile ... e le dinamiche, partendo da queste quattro carte:


    -cfsr_1_2012020206_2.png
    -cfsr_1_2014123018_2.png
    -cfsr_1_2017010618_2.png
    -cfsr_1_2018022618_2.png

    (e qui il buon @inocs mi ha dato un'idea )

    in sostanza: fino a che il Febbraio 2012 ebbe modo di svilupparsi in Europa, con l'evento nevoso di Roma, il gelo al Nord severo e tanti altri episodi sembrava un'evento fine a se stesso (complice anche il Marzo che ne seguì e l'interno anno caldissimo), tuttavia, col caldo in costante aumento nelle medie mensili e annuali, si è assistito anche al ritorno di ondate di freddo di un certo spessore più a Sud: ecco il fine Dicembre 2014 e la -10-13 che sbarca al Sud, fino alle regioni Tirreniche, isoterme che mancavano dal 1981 in tali zone.

    Nel Gennaio 2017 poi, apparentemente "dal nulla", un massiccio lago di aria gelida Artico-Continentale piomba su Balcani e Italia, regalando due settimane di freddo veramente tenace, torna la -10 e oltre al Sud con la -15 sulle Adriatiche

    E infine, quest'anno: uno SW imponente fa scivolare giù una massa d'aria Buranica imponente regalando la maggiore ondata di gelo per la terza decade di Febbraio dal dopoguerra in tutta Europa, di nuovo la neve a Roma e la neve su tutta la città di Napoli dopo 62 anni.

    dal 1988, cioè dall'ipotetico gradino in sù del GW sopratutto in Europa, fino al 2006 circa, gli Inverni sono stati caratterizzati in Italia da episodi o anche da lunghi periodi di freddo moderato (specie primi anni 2000) ma a parte sporadici casi, in nessuno di questi Inverni si sono registrati eventi cosi massicci e a latitudini anche Mediterranee; per carità, inverni di un certo spessore (tipo il 1990/91 o 2004/05, o anche il successivo) ma che, sopratutto negli ultimi due casi, hanno sempre faticato a portare eventi storici in Italia, ma spesso sfiorati

    Prima del 1988 invece, come la storia ci ha sempre insegnato, il freddo era "maggiore a disposizione" in giro e quindi si alternavano inverni comunque freddi a inverni con ondate di gelo storiche

    Da dove nasce il dubbio ? Il dubbio nasce che sia a livello italico che mondiale proprio dal 2012/14 la temperature media è aumentata paurosamente, ma allora come è possibile avere una quantità di freddo cosi ogni volta, seppur limitata nel tempo rispetto ad anni fa, con tutto "il caldo" presente in giro ?

    Partendo dal presupposto che questi episodi di gelo ultimi non li reputo un caso isolato, l'idea personale è che a supporto di più caldo in giro, che si manifesta principalmente non tanto in episodi di caldo intenso ma in una sorta di livella meteo con le configurazioni dislocate qualche migliaio di chilometro più a Nord, in mancanza di episodi di freddo più zonale o di Articate (negli ultimi inverni si contano sulle dita di una mano), il gelo è come si fosse "compressato" a latitudini settentrionali e quando viene liberato scende giù in blocco, senza episodi di mezzo

    Per la mia, che seguo la meteo dai primi anni 2000 e registro i dati dal 2002 circa, posso confermare che i picchi di gelo avuti durante queste ondate di gelo ultime erano assolutamente utopici: negli ultimi quattro anni, ho personalmente registrato, all'interno di un trend volto ad un massiccio riscaldamento:

    - la temperatura minima più bassa in zona presumibilmente dal 1981/1985
    - la temperatura massima più bassa dal 1988
    - l'accumulo di neve maggiore dal Gennaio 1985 (da me, al centro storico come detto dal 1956)

    Pertanto credo che questo genere di episodi o di mesi si possa reiterare col tempo, al di là degli indici che caratterizzano singolarmente ogni inverno ... voi cosa ne pensate ?
    Ultima modifica di Dream Design; 19/11/2018 alle 16:07


    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!
    estremi dal 2001: -3.7 (2014) +38.1 (2007)


  2. #2
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,580
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Il GW aumenta realmente le possibilità di avere ondate di gelo severe ?

    Giuseppe difficile da dirsi.
    Diciamo che il freddo alla fine arriva, se vuole, con un po' tutte le possibili combinazioni di TLC.
    Io credo che sia una discorso configurativo.
    Anche se, il rallentamento del jet stream (mediamente spalmato sui 12 mesi) e la stazionarietà delle onde troposferiche ( quindi minore zonalità sul nostro comparto) potrebbero esaltare i rientri da quadranti orientali....
    Tra l'altro una grande Scand+/EUH in estate porta un caldo becco su 2/3 della penisola.
    In inverno potrebbe essere la testa di ponte di irruzioni continentali.
    Detto ciò non vedo una correlazione lineare GW= freddo da noi.
    #SAVETHEBEAR

  3. #3
    Vento teso
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    34
    Messaggi
    1,620
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Il GW aumenta realmente le possibilità di avere ondate di gelo severe ?

    A mio modestissimo parere no.
    Per quanto mi riguarda le cause di questo improvviso aumento statistico ravvicinato delle ondate fredde di grande rilevanza sono da imputarsi al Sole, che proprio dal 2008 è entrato in una fase di rara ed estrema debolezza.
    Da allora abbiamo avuto:
    -dicembre 2009
    -dicembre 2010
    -febbraio 2012
    -gennaio 2017
    -febbraio 2018

    e, come parametro secondo me piuttosto attendibile, si potrebbe usare la neve su Roma.
    L'ultima nevicata sulla città nella sua interezza fu nel 1991 (6cm) poi una lunghissima pausa (condita da sporadici fiocchi, qualche locale spolverata ma niente più) fino agli anni presi in considerazione:
    12/02/2010
    Neve in tutta la città, forte dalle 10.30 alle 11.30. Al suolo 1/2 cm in centro, accumuli maggiori (4/5 cm) nelle zone sud. (Ciampino 1/4, Fiumicino 1/6)
    17/12/2010
    Neve dalle 12 nelle zone sud della città e a Fiumicino poi anche in centro e periferia nord. Dalle 16 mista, poi pioggia. Accumuli di circa 1/2 centimetri in centro, fino a 4 zone nord.
    (Ciampino -6/4, Fiumicino -5/5, Roma Urbe -5/2)
    03/02/2012
    Neve nella notte solo sui quartieri sud/est 1-2 cm.
    Dalle 10 sui quartieri nord, poi dalle 12 anche in centro. Pioggia nelle zone sud. Dalla tarda serata neve in tutta la città.
    04/02/2012
    Nella notte neve forte in tutta la città fino alle 6 del mattino. Accumuli di circa 10 centimetri zone sud, 15 in centro e fino a 30 zone nord (Cassia/Trionfale).
    (Ciampino 0/3, Fiumicino 1/3, Roma Urbe 0/2)
    10/02/2012
    Dalla tarda mattinata neve intermittente sui quartieri nord, fiocchi anche in centro. Dalla serata neve debole/moderata in tutta la città e vento gelido. Accumuli complessivi di circa 5 cm, più abbondanti nelle zone di nord/ovest
    11/02/2012
    Mattinata serena, poi alle 12 temporale nevoso specie sui quartieri a sud/ovest.
    Accumuli complessivi tra i 5 e i 10 cm
    26/02/2018
    Neve abbondante durante la notte, dalle ore 01:00 alle ore 11:00 del mattino. Accumuli importanti, variabili dai 10 cm del litorale e zone Ovest ai 15 cm degli altri quartieri (Temperature: 0/3).
    28/02/2018
    Fiocchi di neve su diversi quartieri nella tarda serata ed anche in diretta TV durante il match di coppa Italia Lazio-Milan. Leggero velo su auto e prati nei quartieri più a Nord. Trasformazione in pioggia nella notte.

    qui trovate tutta la serie MeteoMio: il tuo meteo attendibile per Roma e provincia
    Ultima modifica di marco85; 20/11/2018 alle 09:57
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  4. #4
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise e Latina
    Messaggi
    16,987
    Menzionato
    95 Post(s)

    Predefinito Re: Il GW aumenta realmente le possibilità di avere ondate di gelo severe ?

    Citazione Originariamente Scritto da Dream Design Visualizza Messaggio
    Dell'oggetto della discussione se n'è parlato spesso in TD sparsi, ho deciso però di aprire un TD apposito per cercare di discuterne circa le cause se è possibile ... e le dinamiche, partendo da queste quattro carte:


    -cfsr_1_2012020206_2.png
    -cfsr_1_2014123018_2.png
    -cfsr_1_2017010618_2.png
    -cfsr_1_2018022618_2.png

    (e qui il buon @inocs mi ha dato un'idea )

    in sostanza: fino a che il Febbraio 2012 ebbe modo di svilupparsi in Europa, con l'evento nevoso di Roma, il gelo al Nord severo e tanti altri episodi sembrava un'evento fine a se stesso (complice anche il Marzo che ne seguì e l'interno anno caldissimo), tuttavia, col caldo in costante aumento nelle medie mensili e annuali, si è assistito anche al ritorno di ondate di freddo di un certo spessore più a Sud: ecco il fine Dicembre 2014 e la -10-13 che sbarca al Sud, fino alle regioni Tirreniche, isoterme che mancavano dal 1981 in tali zone.

    Nel Gennaio 2017 poi, apparentemente "dal nulla", un massiccio lago di aria gelida Artico-Continentale piomba su Balcani e Italia, regalando due settimane di freddo veramente tenace, torna la -10 e oltre al Sud con la -15 sulle Adriatiche

    E infine, quest'anno: uno SW imponente fa scivolare giù una massa d'aria Buranica imponente regalando la maggiore ondata di gelo per la terza decade di Febbraio dal dopoguerra in tutta Europa, di nuovo la neve a Roma e la neve su tutta la città di Napoli dopo 62 anni.

    dal 1988, cioè dall'ipotetico gradino in sù del GW sopratutto in Europa, fino al 2006 circa, gli Inverni sono stati caratterizzati in Italia da episodi o anche da lunghi periodi di freddo moderato (specie primi anni 2000) ma a parte sporadici casi, in nessuno di questi Inverni si sono registrati eventi cosi massicci e a latitudini anche Mediterranee; per carità, inverni di un certo spessore (tipo il 1990/91 o 2004/05, o anche il successivo) ma che, sopratutto negli ultimi due casi, hanno sempre faticato a portare eventi storici in Italia, ma spesso sfiorati

    Prima del 1988 invece, come la storia ci ha sempre insegnato, il freddo era "maggiore a disposizione" in giro e quindi si alternavano inverni comunque freddi a inverni con ondate di gelo storiche

    Da dove nasce il dubbio ? Il dubbio nasce che sia a livello italico che mondiale proprio dal 2012/14 la temperature media è aumentata paurosamente, ma allora come è possibile avere una quantità di freddo cosi ogni volta, seppur limitata nel tempo rispetto ad anni fa, con tutto "il caldo" presente in giro ?

    Partendo dal presupposto che questi episodi di gelo ultimi non li reputo un caso isolato, l'idea personale è che a supporto di più caldo in giro, che si manifesta principalmente non tanto in episodi di caldo intenso ma in una sorta di livella meteo con le configurazioni dislocate qualche migliaio di chilometro più a Nord, in mancanza di episodi di freddo più zonale o di Articate (negli ultimi inverni si contano sulle dita di una mano), il gelo è come si fosse "compressato" a latitudini settentrionali e quando viene liberato scende giù in blocco, senza episodi di mezzo

    Per la mia, che seguo la meteo dai primi anni 2000 e registro i dati dal 2002 circa, posso confermare che i picchi di gelo avuti durante queste ondate di gelo ultime erano assolutamente utopici: negli ultimi quattro anni, ho personalmente registrato, all'interno di un trend volto ad un massiccio riscaldamento:

    - la temperatura minima più bassa in zona presumibilmente dal 1981/1985
    - la temperatura massima più bassa dal 1988
    - l'accumulo di neve maggiore dal Gennaio 1985 (da me, al centro storico come detto dal 1956)

    Pertanto credo che questo genere di episodi o di mesi si possa reiterare col tempo, al di là degli indici che caratterizzano singolarmente ogni inverno ... voi cosa ne pensate ?
    Eh,bella domanda...Forse una risposta ci verrà data dall'andamento degli inverni del prossimo decennio
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  5. #5
    Uragano L'avatar di Dream Design
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli coll. 249 mt.
    Età
    31
    Messaggi
    16,257
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Il GW aumenta realmente le possibilità di avere ondate di gelo severe ?

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Giuseppe difficile da dirsi.
    Diciamo che il freddo alla fine arriva, se vuole, con un po' tutte le possibili combinazioni di TLC.
    Io credo che sia una discorso configurativo.
    Anche se, il rallentamento del jet stream (mediamente spalmato sui 12 mesi) e la stazionarietà delle onde troposferiche ( quindi minore zonalità sul nostro comparto) potrebbero esaltare i rientri da quadranti orientali....
    Tra l'altro una grande Scand+/EUH in estate porta un caldo becco su 2/3 della penisola.
    In inverno potrebbe essere la testa di ponte di irruzioni continentali.
    Detto ciò non vedo una correlazione lineare GW= freddo da noi.
    nello specifico, non intendevo un'aumento del freddo, ma un aumento di ondate di gelo ficcanti e spalmate in un breve lasso temporale


    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!
    estremi dal 2001: -3.7 (2014) +38.1 (2007)


  6. #6
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,580
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Il GW aumenta realmente le possibilità di avere ondate di gelo severe ?

    Citazione Originariamente Scritto da Dream Design Visualizza Messaggio
    nello specifico, non intendevo un'aumento del freddo, ma un aumento di ondate di gelo ficcanti e spalmate in un breve lasso temporale
    Non so e ribadisco che comunque, qualora si potessero appurare delle eventuali correlazioni si tratterebbe di affinità non lineari.
    Qualche giorno fa facevo dei plot sul periodo 00-09 e 10- 18e , sbagliando, ho visto le anomalie dei periodi anziché le medie.
    Negli anni 10-18 anomalie positive di GPT su Europa
    Negli anni 00-09 anomalie negati di GPT su Europa

    Che molto a spanne potrebbe voler significare quello che ho detto prima:
    - EUH e Scand+ molto più presenti con caldo su mittel Europa e CN Italia nel semestre caldo.
    - Hp che veicolano più facilmente correnti fredda da E/NE su di noi.

    Ci vorrebbe una grafico NAO
    e uno sull'EA
    #SAVETHEBEAR

  7. #7
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    39
    Messaggi
    2,001
    Menzionato
    53 Post(s)

    Predefinito Re: Il GW aumenta realmente le possibilità di avere ondate di gelo severe ?

    No o quantomeno non è possibile dirlo, c'è troppa variabilità per gli estremi in particolare in inverno nell'interno dei continenti ed il recente aumento è poca cosa rispetto al trend di lungo termine che è verso una riduzione degli estremi di freddo.





  8. #8
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    6,961
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il GW aumenta realmente le possibilità di avere ondate di gelo severe ?

    hai il pdf di questi grafici?

  9. #9
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    39
    Messaggi
    2,001
    Menzionato
    53 Post(s)

    Predefinito Re: Il GW aumenta realmente le possibilità di avere ondate di gelo severe ?


  10. #10
    Uragano L'avatar di Dream Design
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli coll. 249 mt.
    Età
    31
    Messaggi
    16,257
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Il GW aumenta realmente le possibilità di avere ondate di gelo severe ?

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    No o quantomeno non è possibile dirlo, c'è troppa variabilità per gli estremi in particolare in inverno nell'interno dei continenti ed il recente aumento è poca cosa rispetto al trend di lungo termine che è verso una riduzione degli estremi di freddo.

    Immagine



    Immagine
    Ti posso chiedere se esiste un sito dove plottare i valori di temperatura o gpts alle medie altezze in Europa o su diversi quadri giornalmente ? Magari forse già quello classico del NOAA ma non riesco a fare uscire fuori la tabella dei valori

    Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk


    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!
    estremi dal 2001: -3.7 (2014) +38.1 (2007)


Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •