Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 17 di 17
  1. #11
    Brezza tesa L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV) 65 m s.l.m.
    Messaggi
    602
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: i dati del CNR chiudono i battenti ?

    Meglio, era ora!
    Il prossimo passo sarebbe che gli enti agrometeorologici regionali si mettessero d'accordo su marca e altezza dei sensori da terra, perché c'è ancora abbastanza anarchia da una regione all'altra (e talvolta anche all'interno della stessa regione).
    La mia stazione: http://coneglianometeo.altervista.org/
    Stazione installata il 13 luglio 2015, sito attivo dal 28 agosto 2015.
    Estremi assoluti: -10.4° (7.1.2017); 38.8° (22.7.2015).

  2. #12
    Bava di vento
    Data Registrazione
    09/12/03
    Località
    Reggio Emilia - Bologna
    Messaggi
    66
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: i dati del CNR chiudono i battenti ?

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Semplicemente perché hanno scritto un mese fa circa che molte stazioni che facevano capo alla loro rete erano starate e imprecise.... D'altronde c'è ne eravamo già accorti, perlomeno il sottoscritto ha sempre dubitato dei dati CNR.
    Basta leggere il comunicato per capire che il problema è nel numero di stazioni disponibili, non nella qualità del dato.
    Detto questo, il CNR non gestisce alcuna stazione meteo. Il CNR effettua(va), tra le varie analisi climatologiche, anche un'analisi climatologica basata sulla rete AM/Enav integrando anche gli osservatori più antichi. In particolare, i dati AM/Enav vengono archiviati sul sito della NOAA linkato nel comunicato stesso. Purtroppo, soprattutto per le precipitazioni, sul sito NOAA non giungono più dati da un numero sufficiente di stazioni e quindi non è più possibile continuare a fare le elaborazioni.

    Silvio
    Silvio
    Reggio Emilia (casa) Bologna (lavoro)

  3. #13
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    15,832
    Menzionato
    67 Post(s)

    Predefinito Re: i dati del CNR chiudono i battenti ?

    Citazione Originariamente Scritto da rafdimonte Visualizza Messaggio
    Scusate, domanda banale ma molto pratica, quindi ora non esiste più un ente che elargisca dati meteo ufficiali in italia?
    è terribile questa cosa.
    Ci sono le serie di Berkeley Earth. Di enti italiani no,non c'è rimasto nulla, se non l'ISPRA ,che considera solo le stazioni agrometeo.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  4. #14
    Bava di vento
    Data Registrazione
    20/08/16
    Località
    Calatabiano-Pasteria
    Messaggi
    78
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: i dati del CNR chiudono i battenti ?

    Citazione Originariamente Scritto da MonteVelino 91 Visualizza Messaggio
    Cosa intendi per misurazioni satellitari? Perchè innanzitutto i satelliti non misurano le temperature ma la radianza. Da lì fare un retrieval algoritmico per calcolarsi la temperatura non è affatto facile (anche se in qualche zona in condizioni ottimali si fa con una discreta precisione). Magari fosse semplicemente invertire la funzione di Planck! Poi avrebbe senso solo nelle zone non coperte da nubi. Per non parlare della risoluzione e di tutte le equazioni che governano il trasferimento radiativo che devi considerare (senza fare approssimazioni brutali come spesso si fa) per arrivare ad avere valori con errori comparabili con quelli delle stazioni meteo (sottolineo a norma! Immagine
    ).

    Direi che con i satelliti si possono fare lavori interessantissimi nel campo della meteorologia, ma non misurare temperature alle medie latitudini. Meglio le care vecchie struentazioni di una volta Immagine
    Intendo dire che studiare il fenomeno del global warming affidandosi ad un numero considerevoli di stazioni non a norma comporta sicuramente un errore nella valutazione dell'intensitÃ* dello stesso fenomeno.
    Allora, molto meglio analizzare i dati satellitari per lo studio dei termometria atmosferica globale che sicuramente sono molto più affidabili delle stazioni meteo che spesso sono affetti da errori macroscopici, derivanti dalla scarsa manutenzione delle stesse o dalle condizioni di contorno disturbate da fattori antropici-ambientali.
    Negli ultimi 40 anni il territorio italiano è stato fortemente urbanizzato e molte stazioni che prima si trovavano in ambiente aperto naturale sono state progressivamente inglobate negli ambienti urbani, con alterazione del microclima, specie dal punto di vista termico, che quasi sempre ha comportato una sovrastima delle temperature.
    In Sicilia, ho potuto constatare, inoltre, che molte stazioni sono carenti di manutenzione o posizionate in maniera irregolare, come Floridia SIAS, Augusta SIAS, Sigonella A.M., Catania SIAS, Catenanuova OA, Siracusa SIAS, Siracusa Ciane OA e altre ancora i cui dati vengono convalidati senza alcun criterio, proclamando addirittura record europei, come nel caso di Catenanuova OA e nessuno (a parte il sottoscritto) si è mai preso la briga di verificare la regolaritÃ* della stazione che misurano fantomatici record.
    Per non parlare di Sigonella A.M. gestita da un autorevole ente che ignora le incredibili sovrastime della stazione.
    Io sono allarmato da questa negligenza, perché su una dozzina di stazioni analizzate ne ho riscontrato 8 non in regola.

  5. #15
    Bava di vento L'avatar di MonteVelino 91
    Data Registrazione
    12/07/10
    Località
    Avezzano (AQ) - Bologna
    Età
    27
    Messaggi
    233
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: i dati del CNR chiudono i battenti ?

    Citazione Originariamente Scritto da alfio G Visualizza Messaggio
    Intendo dire che studiare il fenomeno del global warming affidandosi ad un numero considerevoli di stazioni non a norma comporta sicuramente un errore nella valutazione dell'intensitÃ* dello stesso fenomeno.
    Allora, molto meglio analizzare i dati satellitari per lo studio dei termometria atmosferica globale che sicuramente sono molto più affidabili delle stazioni meteo che spesso sono affetti da errori macroscopici, derivanti dalla scarsa manutenzione delle stesse o dalle condizioni di contorno disturbate da fattori antropici-ambientali.
    Negli ultimi 40 anni il territorio italiano è stato fortemente urbanizzato e molte stazioni che prima si trovavano in ambiente aperto naturale sono state progressivamente inglobate negli ambienti urbani, con alterazione del microclima, specie dal punto di vista termico, che quasi sempre ha comportato una sovrastima delle temperature.
    In Sicilia, ho potuto constatare, inoltre, che molte stazioni sono carenti di manutenzione o posizionate in maniera irregolare, come Floridia SIAS, Augusta SIAS, Sigonella A.M., Catania SIAS, Catenanuova OA, Siracusa SIAS, Siracusa Ciane OA e altre ancora i cui dati vengono convalidati senza alcun criterio, proclamando addirittura record europei, come nel caso di Catenanuova OA e nessuno (a parte il sottoscritto) si è mai preso la briga di verificare la regolaritÃ* della stazione che misurano fantomatici record.
    Per non parlare di Sigonella A.M. gestita da un autorevole ente che ignora le incredibili sovrastime della stazione.
    Io sono allarmato da questa negligenza, perché su una dozzina di stazioni analizzate ne ho riscontrato 8 non in regola.
    Come già ti ho spiegato, non è propriamente una passeggiata calcolare le temperature superficiali da un satellite geostazionario. Sarebbe più comodo e utile farlo da un satellite polare a bassa orbita che può avere strumentazione attiva a bordo, ma ha ahimè il grosso problema di avere solo un numero finito di passaggi sopra una specifica zona. Poi mi spieghi cosa significa "molto meglio analizzare i dati satellitari per lo studio dei termometria atmosferica globale". Magari si potesse ricostruire il campo di temperatura a vari livelli da misure satellitari.

    Sul discorso del Global Warming, è chiaro ed evidente che le stime possono essere affette da errori (che non dipendono solo dalle temperature, ma da mille altri fattori! Sottolineo inoltre che l'Italia è uno sputo in comparazione alla superficie terrestre: quindi avere una qualità di dati risibile non comporta chissà quali stravolgimenti in ambito di cambiamenti climatici). Comunque non è importante capire esattamente di quanto aumentano le temperature in un determinato posto (peraltro nessun climatologo esperto nel settore si prefigge tale obiettivo), ma di avere un'idea, tramite l'ausilio di modelli di circolazione generale, circa la tendenza di una certa variabile o parametro in un dato intervallo di tempo considerato (l'ho fatta molto breve e qualche esperto mi bacchetterà, ma alla fine il succo è quello).

    Poi sul discorso delle stazioni non a norma mi trovi d'accordo. Ma fidati, sarebbe più efficace e meno dispendioso sistemare le stazioni già vigenti (o utilizzare stazioni amatoriali) con l'aggiunta di qualche radiosondaggio in più di quelli che si fanno

  6. #16
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    38
    Messaggi
    1,811
    Menzionato
    38 Post(s)

    Predefinito Re: i dati del CNR chiudono i battenti ?

    I dati sat sono della troposfera, le serie satellitari di superficie sono fortemente disomogenee ed anche in troposfera sono comunque necessarie parecchie correzioni di omogenità, in ogni caso in italia la differenza tra il riscaldamento in superficie e bassa troposfera è molto contenuta e le regioni più urbanizzate dell'europa incluso il nord italia hanno un trend un poco superiore in troposfera mentre il centro-sud italia si è scaldato poco più in superficie, la differenza è comunque minima (<0.2°C in 39 anni) mentre è più forte sul mar mediterraneo dove il riscaldamento superficiale è più forte (isole di calore?), i dati sat di fatto raccontano la stessa storia di quelli di superficie ; nel resto del mondo ci sono differenze più ampie ma molte sono attese come il maggiore riscaldamento superficiale nell'artico ed in troposfera nell'oceano intorno all'antartide:


    i dati del CNR chiudono i battenti ?-selection_040.png

  7. #17
    Bava di vento
    Data Registrazione
    09/12/03
    Località
    Reggio Emilia - Bologna
    Messaggi
    66
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: i dati del CNR chiudono i battenti ?

    Almeno per le temperature, i dati delle elaborazioni CNR sono ritornati online.

    S.
    Silvio
    Reggio Emilia (casa) Bologna (lavoro)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •