Pagina 125 di 246 PrimaPrima ... 2575115123124125126127135175225 ... UltimaUltima
Risultati da 1,241 a 1,250 di 2456
  1. #1241
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    649
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Inverno 2018-19: analisi modelli

    Non per essere pessimisti, ma bisogna pur guardare in faccia la realtà...

  2. #1242
    Uragano L'avatar di Dream Design
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli coll. 249 mt.
    Età
    30
    Messaggi
    15,078
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Inverno 2018-19: analisi modelli

    quella che va in deriva in GFS12 // è una blanda saccatura Polare-Marittima che niente ha a che fare col mostro gelido in formazione in questo run sulla Russia, ma in questo run parte tutto dislocato nettamente più a W in uscita dal Labrador, non c'entra nulla lo split in se per se

    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!

    www.faceweather.it

  3. #1243
    Vento fresco L'avatar di Articorusso
    Data Registrazione
    04/08/07
    Località
    castiglione del lago(pg) 304 mt
    Età
    35
    Messaggi
    2,329
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Inverno 2018-19: analisi modelli

    Sì il rischio del tutto ad ovest è abbastanza forte, l'ufficiale si mantiene ancora su una linea salvabile...
    Anno 1830. A stento può credersi quanto incostante sia stata la stagione invernale, poichè dal novembre alla metà di febbraio corrente non si sono vedute due godibili giornate consecutive, mentre le nevi sono state replicatissime e magiori di quelle del 1790 e dei freddi del 1813 e 1814.


  4. #1244
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    649
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Inverno 2018-19: analisi modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Dream Design Visualizza Messaggio
    quella che va in deriva in GFS12 // è una blanda saccatura Polare-Marittima che niente ha a che fare col mostro gelido in formazione in questo run sulla Russia, ma in questo run parte tutto dislocato nettamente più a W in uscita dal Labrador, non c'entra nulla lo split in se per se
    E' chiaro che stiamo guardando carte interessanti, però credo che invece lo split ma più in generale tutta la dinamica strato abbia contribuito a generare una disposizione dei flussi emisferici sfavorevole per le avvezioni gelide sull'Italia. A breve posto uno schema per far capire cosa si rischia, specie se si innescano elevazioni azzorriane troppo "premature"...

  5. #1245
    Uragano L'avatar di Dream Design
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli coll. 249 mt.
    Età
    30
    Messaggi
    15,078
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Inverno 2018-19: analisi modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    E' chiaro che stiamo guardando carte interessanti, però credo che invece lo split ma più in generale tutta la dinamica strato abbia contribuito a generare una disposizione dei flussi emisferici sfavorevole per le avvezioni gelide sull'Italia. A breve posto uno schema per far capire cosa si rischia, specie se si innescano elevazioni azzorriane troppo "premature"...
    è un rischio che si deve correre, queste dinamiche includono moti antizonali dove questo "pericolo" è incluso perchè non abitiamo in Norvegia o a Dublino ma in Italia e non è ne il Gennaio 1985 e nel il Febbraio 2018 quando gli spit sono divenuti veramente tali tanto da garantire una discesa del freddo in maniera quasi meridiana, che è un'evento raro

    comunque quello che innesca la fase successiva è quanto avviene a 144-180h, l'anticiclone è costretto a erigersi troppo ad ovest, questo non avviene nell'ufficiale dove però comunque il flusso d'aria fredda, stavolta coadiuvato da aria veramente fredda alle spalle, poichè l'aggancia, scivola verso SW ma comunque in grado di coinvolgere il paese

    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!

    www.faceweather.it

  6. #1246
    Tempesta violenta L'avatar di Knopflertemporalesco
    Data Registrazione
    23/10/09
    Località
    Roma Ovest/Santa Marinella
    Età
    25
    Messaggi
    13,157
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Inverno 2018-19: analisi modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Dream Design Visualizza Messaggio
    quella che va in deriva in GFS12 // è una blanda saccatura Polare-Marittima che niente ha a che fare col mostro gelido in formazione in questo run sulla Russia, ma in questo run parte tutto dislocato nettamente più a W in uscita dal Labrador, non c'entra nulla lo split in se per se

    già, le carte potenzialmente importanti per noi ancora non sono (forse) nemmeno nel range delle 384 ore, o comunque prima di iniziare a vedere solo a livello emisferico qualcosa di interessante dovranno passare altri 3 4 giorni

  7. #1247
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    649
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Inverno 2018-19: analisi modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Dream Design Visualizza Messaggio
    è un rischio che si deve correre, queste dinamiche includono moti antizonali dove questo "pericolo" è incluso perchè non abitiamo in Norvegia o a Dublino ma in Italia e non è ne il Gennaio 1985 e nel il Febbraio 2018 quando gli spit sono divenuti veramente tali tanto da garantire una discesa del freddo in maniera quasi meridiana, che è un'evento raro

    comunque quello che innesca la fase successiva è quanto avviene a 144-180h, l'anticiclone è costretto a erigersi troppo ad ovest, questo non avviene nell'ufficiale dove però comunque il flusso d'aria fredda, stavolta coadiuvato da aria veramente fredda alle spalle, poichè l'aggancia, scivola verso SW ma comunque in grado di coinvolgere il paese
    Siamo d'accordo che è comunque una manovra complessa che può riuscire o non riuscire però, osserva questo schema circolatorio (molto schema!)...
    Ci troviamo con questa situazione che è figlia anche dei moti in strato...in pratica ci sono dei flussi molto intensi e bassi in latitudine con direttrice nordovest-sudest e in realtà i 2 lobi del vp sono disposti con quell'angolo...ora, l'evoluzione della propagazione S-T farà sì che se permane questa situazione "ci arriva il polo addosso" perchè i gpt crollano, e nel frattempo si svilupperà l'anticiclone euroasiatico anch'esso figlio della propagazione S-T che forzerà ulteriormente verso sud questo tipo di circolazione...nel frattempo la seconda onda potrebbe persino chiudere il wejkoff

    ...se invece il contributo della seconda onda arriva anzitempo si forma quel zig zag che ho segnato e addio!

    in quel caso saremmo interessati solo da ritornanti fugaci e da risalite piuttosto miti e arrivederci a febbraio se va bene...
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Inverno 2018-19: analisi modelli-gfsnh-0-228_bko2.png  

  8. #1248
    Vento fresco L'avatar di Lake
    Data Registrazione
    12/10/14
    Località
    CARAVATE
    Messaggi
    2,483
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Inverno 2018-19: analisi modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Anche il parallelo conferma il forte rischio di derive occidentali...lo split ci porterebbe le margherite!
    Quello che scrivono nel regionale modelli del centro nord e proprio vero, e un peccato che questo paese sia diviso anche dal punto di vista metereologico.

  9. #1249
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    649
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Inverno 2018-19: analisi modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Lake Visualizza Messaggio
    Quello che scrivono nel regionale modelli del centro nord e proprio vero, e un peccato che questo paese sia diviso anche dal punto di vista metereologico.
    sarebbero margherite da nord a sud, anche bello se vogliamo...

  10. #1250
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    649
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Inverno 2018-19: analisi modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Siamo d'accordo che è comunque una manovra complessa che può riuscire o non riuscire però, osserva questo schema circolatorio (molto schema!)...
    Ci troviamo con questa situazione che è figlia anche dei moti in strato...in pratica ci sono dei flussi molto intensi e bassi in latitudine con direttrice nordovest-sudest e in realtà i 2 lobi del vp sono disposti con quell'angolo...ora, l'evoluzione della propagazione S-T farà sì che se permane questa situazione "ci arriva il polo addosso" perchè i gpt crollano, e nel frattempo si svilupperà l'anticiclone euroasiatico anch'esso figlio della propagazione S-T che forzerà ulteriormente verso sud questo tipo di circolazione...nel frattempo la seconda onda potrebbe persino chiudere il wejkoff

    ...se invece il contributo della seconda onda arriva anzitempo si forma quel zig zag che ho segnato e addio!

    in quel caso saremmo interessati solo da ritornanti fugaci e da risalite piuttosto miti e arrivederci a febbraio se va bene...
    concludo il
    mio intervento dicendo che l'asse più favorevole in condizioni di split è ortogonale a quello mostrato, altrimenti si fa tutto più complicato...il secondo split potrebbe in parte rimediare e imprimere una maggior componente meridiana...

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •