Pagina 20 di 20 PrimaPrima ... 10181920
Risultati da 191 a 198 di 198
  1. #191
    Vento moderato L'avatar di tarcisio
    Data Registrazione
    31/08/14
    Località
    Campobasso - 640 slm
    Messaggi
    1,330
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Seconda decade di Febbraio ( Campobasso - 640 m circa ):

    TMax media: 10,6 °C
    Tmin media: 1,4 °C


    Terza decade di Febbraio:

    TMax media: 9,8 °C
    Tmin media: 0,9 °C
    "Quando incontrerete le prime ulivelle magre, solitarie, in bilico sui dirupi, coi rami stenti tormentati dalla bufera, sarete nel Contado di Molise" - F. Iovine

    Webcam streaming Piazza Municipio a Campobasso - 701 mslm http://www.meteoinmolise.com/webcam-campobasso-live/

  2. #192
    Vento moderato L'avatar di tarcisio
    Data Registrazione
    31/08/14
    Località
    Campobasso - 640 slm
    Messaggi
    1,330
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Dati del mese di Febbraio ( Campobasso - 640 m circa ):

    TMax media: 10,3 °C
    Tmin media: 1,8 °C
    Tmedia: 6 °C ( media matematica )

    TMax: 18,2 °C ( 28 Febbraio )
    Tmin: -4,1 °C ( 23 Febbraio )

    TMax più bassa: 3,4 °C ( 24 Febbraio )
    Tmin più alta:7,8 °C ( 2 Febbraio )

    Giorno con maggiore escursione termica: 28 Febbraio / 15,8 °C ----- Estremi: 18,2 / 2,4
    Giorno con minore escursione termica: 13 Febbraio / 2,9 °C ----- Estremi: 4,1 / 1,2

    Giorni di gelo: 3

    Giorni con precipitazioni >= 1 mm: 5
    Giorni con precipitazioni >= 0,1 mm: 10

    Neve caduta: 9 cm ( 17,4 mm equivalenti )

    Precipitazioni mensili: 46 mm
    "Quando incontrerete le prime ulivelle magre, solitarie, in bilico sui dirupi, coi rami stenti tormentati dalla bufera, sarete nel Contado di Molise" - F. Iovine

    Webcam streaming Piazza Municipio a Campobasso - 701 mslm http://www.meteoinmolise.com/webcam-campobasso-live/

  3. #193
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    2,706
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Febbraio 2019

    Consueto riassunto dove dobbiamo considerare una forte componente anticiclonica soprattutto nella seconda parte del mese, ne consegue che a livello svizzero è uscito un mese caldissimo non lontano dai primi posti (probabilmente al livello di 1998 e 2007, mentre il primo posto è saldamente nelle mani del 1990) anche se per questo dobbiamo attendere dati ufficiali. In quota localmente è stato un mese che ha eguagliato i precedenti record e sono caduti pure alcuni record di temperature giornaliere, in parte pure a quote più basse sul versante sudalpino per motivi di föhn. Non è comunque normale registrare queste temperature con questa facilità. Mese estremamente soleggiato e complessivamente piuttosto secco sull'insieme del territorio svizzero.

    Venendo ai miei dati notiamo un'anomalia mensile di +1.2°C dalla 81/10, valore relativamente contenuto ma tipico dei mesi anticiclonici invernali nel mio microclima (visto che lavorano le inversioni termiche) e poi il föhn ci ha messo del suo. In collina le anomalie sono state maggiori e in quota invece si viaggiava anche ben oltre +3°C/+4°C. A Lugano con un'anomalia di circa +2°C è il quinto febbraio più mite dal 1864, al livello del 2016. Da me invece il 2016 era risultato ben 1.5°C più mite e il 2017 di 0.8°C, questioni locali appunto.

    Il 1° febbraio in Ticino è stata registrata una nevicata di 20 cm fino in pianura e già lì il mese si era portato localmente in norma pluviometrica. Poi come noto, progressivamente le condizioni sono diventate anticicloniche. Il 22 febbraio in occasione di föhn con 22.6°C c'è stata una delle temperature più elevate mai registrate in febbraio (nel 2012 si fece 24°C, ma sono valori estremamente rilevanti).

    Consueti grafici mensili con pure quello delle anomalie sulla norma giornaliera 81/10. Notiamo che c'è stato un po' di freddo minimale a inizio mese, poi le condizioni anticicloniche hanno portato temperature in norma (ma sopramedia in quota) e qualche episodio di föhn ha innalzato le temperature.
    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-3-.pngFebbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-4-.pngFebbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-5-.pngFebbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-febr.png

    Link alle tabelle: Climatologie mensuelle en fevrier 2019 a Preonzo | climatologie depuis 1900 - Infoclimat

    Temperature minime abbastanza in linea con la norma, gelate piuttosto numerose seppure minimali e livellate (tipico stile anticiclonico). Massime invece ben sopramedia con pure tendenza a föhn e punte anche rilevanti.
    Decadi a -0.2°C/+1.4°C/+2.3°C dalla norma 81/10.


    Stazione Davis Vantage Pro 2 -> Dati live su altre piattaforme

  4. #194
    Vento fresco L'avatar di appassionato_meteo
    Data Registrazione
    01/09/14
    Località
    Artegna (UD) 191 mslm
    Messaggi
    2,255
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Riepilogo della terza decade di febbraio ad Udine:



    • Media minime -1°C, -1.8°C dalla media 1992/2018, estremi -5.1°C/2.2°C, undicesimo posto su 28 tra le più fredde insieme al 2001, sei valori negativi di cui uno sotto i -5°C.
    • Media medie 6.6°C, +1°C dalla media, estremi 2.6°C/10.1°C, decimo posto tra le più calde, due valori sotto i cinque gradi ed uno sopra i dieci.
    • Media massime 15°C, +4.5°C dalla media, estremi 9.1°C/21.3°C (nuovo record, battuti i 19.3°C del 29/02/1992), terzo posto tra le più calde, due valori sotto i dieci gradi e ben sei sopra i quindici (di cui uno oltre i venti).
    • Escursione termica giornaliera media 16°C, +6.3°C dalla media, estremi 12.5°C/19.3°C, nuova media record (battuta la coppia 2003-2012 di un decimo).
    • Radiazione solare media 12187 KJ/mq, +3722 dalla media, estremi 7679/14108 KJ/mq, terzo posto tra le più soleggiate.
    • Non ci sono state precipitazioni.
    • Pressione media 1017 hPa, +13 hPa dalla media 1993/2018, estremi 1007.3/1026 hPa (nuovo record, battuti i 1023.9 hPa del 28/02/1997), terzo posto su 26 tra le più alte.
    • Media ad 850 hPa 4.7°C, +5.6°C dalla media 1991/2018, estremi -2.1°C/8.6°C, secondo posto su 39 tra le più calde, due valori sottozero e sette sopra i cinque gradi.
    • Quota media ZT 2177 metri, +714 dalla media, estremi 714/2982 metri, quinto posto tra le più alte, due valori sotto i mille metri e tredici sopra i duemila (di cui sei oltre i 2500).



    Davvero una decade che ha fatto indubbiamente parlare di sé, sembrava di essere in aprile.
    Il record di temperatura massima è particolarmente importante, non lo è solamente per la parte finale di febbraio ma addirittura mensile e stagionale!
    Da notare anche l’escursione termica media: è seconda assoluta tra tutte le decadi invernali dietro al 1998 di sette decimi ed in compagnia dei periodi 1-10 febbraio 2011 e 21-31 dicembre 2016, è settima assoluta considerando anche quelle di tutti gli altri mesi.
    Ovviamente anche la pressione al suolo è stata elevata, i geopotenziali poi sono stati da record per la fine di febbraio; le minime sono state all’altezza del periodo e le medie non sono state tanto alte proprio perché le nottate sono ancora lunghe e sono state serene.

    Ora il riassunto dell’intero mese:



    • Media minime -0.4°C, -0.4°C dalla media 1992/2018, estremi -5.1°C/7.6°C, dodicesimo posto su 28 tra i più freddi insieme al 2013 e 37° su 83 mesi invernali, 19 valori negativi (di cui uno inferiore a -5°C) ed uno sopra i cinque gradi.
    • Media medie 6.2°C, +1.4°C dalla media, estremi 2.6°C/10.1°C, sesto posto tra i più caldi e decimo tra tutti i mesi invernali, sette valori sotto i cinque gradi ed uno sopra i dieci.
    • Media massime 13.1°C, +3.4°C dalla media, estremi 7.6°C/21.3°C (nuovo record, battuti i 21°C del 14/02/1998), secondo posto tra i più caldi anche tra i mesi invernali, quattro valori sotto i dieci gradi e ben dieci sopra i quindici (di cui uno oltre i venti).
    • Escursione termica giornaliera media 13.5°C, +3.8°C dalla media, estremi 3.6°C/19.3°C, secondo posto tra le più alte insieme al 1993.
    • Radiazione solare media 9633 KJ/mq, +2032 dalla media, estremi 354/14108 KJ/mq, quarto posto tra i più soleggiati anche tra i mesi invernali.
    • Caduti 106.5 mm, +22.1 mm (+26.2%) dalla media, nono posto tra i più piovosi e 28° tra i mesi invernali; cinque giorni piovosi, -1 dalla media, 14° posto tra i valori più alti insieme a 1996 e 2008 e 48° tra i mesi invernali. Non ci sono state nevicate in pianura.
    • Pressione media 1011.7 hPa, +6.7 hPa dalla media 1993/2018, estremi 986.5/1026 hPa, sesto posto su 27 tra le più alte e 15° su 79 mesi invernali.
    • Media ad 850 hPa 3°C, +4.1°C dalla media 1991/2018, estremi -5.1°C/8.6°C, secondo posto tra i più caldi insieme al 1990 e settimo su 115 mesi invernali insieme al gennaio 1983 (il più caldo nella sua classifica), 14 valori negativi (di cui uno sotto i -5°C) e sedici sopra i cinque gradi.
    • Quota media ZT 2044 metri, +636 dalla media, estremi 706/3132 metri, terzo posto tra le medie più alte e dodicesima tra tutti i mesi invernali, tredici valori sotto i 1500 metri (di cui tre sotto i mille) e 33 sopra i duemila (di cui un paio oltre i tremila).



    Come prevedibile, il bilancio parla di un mese parecchio sopramedia di giorno ed in quota; non è stato secco per via della sciroccata dei primi giorni, ma poi non ha fatto praticamente nulla.
    Solo le temperature minime sono state sottomedia, per il resto siamo stati pesantemente sopra (con la parziale eccezione della pioggia) proprio per quanto detto prima; anche i geopotenziali sono stati rilevanti (terzo posto tra i più alti).

    Ora metto i grafici per le temperature medie:

    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-medie.png Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-decennimedie.png

    Mese decisamente mite, anche se non insidia i più caldi; un febbraio mite non è una novità di questi tempi, di fatto il periodo 2014-2017 ha fatto segnare medie simili o più alte di questo mese.
    Febbraio si è scaldato di otto decimi rispetto agli anni ’90, è il mese invernale che lo ha subito di più: dicembre è salito di mezzo grado (da 4.2°C a 4.7°C) mentre gennaio di soli due decimi (da 3.7°C a 3.9°C).
    A differenza degli altri due mesi, il riscaldamento di febbraio è causato dall’incremento delle temperature minime; esse sono passate da -0.8°C a +0.8°C, nel caso di dicembre e gennaio sono leggermente diminuite (0.4°C -> 0.1°C e -0.2°C -> -0.4°C).

    Dato che le massime hanno fatto parlare di sé, metto anche queste:

    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-max.png Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-decennimax.png

    Come prevedibile, è stato un mese caldissimo nelle ore diurne; è secondo solo al 1998 e per trovarne uno paragonabile dobbiamo tornare indietro al 2007.
    Il secondo grafico evidenzia però che la media delle massime è cambiata molto poco dagli anni ’90; l’unica differenza rilevante è la media dei picchi minimi.
    Gli altri due mesi hanno un comportamento differente: gennaio è salito di mezzo grado (da 8°C a 8.5°C), dicembre addirittura di quasi due (d(da 8.2°C a 10°C) raddoppiando il numero di valori sopra i dieci gradi (passati da otto a sedici).
    Ora il grafico ad 850 hPa:

    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-t850hpa.jpg Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-decenni850hpa.png

    Anche in quota ha fatto molto caldo, un febbraio così mancava proprio dal 1998; di recente abbiamo avuto altri febbrai un po' deludenti (2014, 2016 e 2017), ma non così caldi.
    Questo è stato a livello del peggior gennaio (1983) e di alcuni pessimi dicembri del recente passato (2013 e 2016); l’anno scorso invece aveva fatto segnare una prestazione ineguagliabile per dicembre (il migliore è il 2001 con -3°C) e per gennaio (1985 a parte).
    Al momento non si intravedono cambiamenti radicali per questo mese a differenza di altri, ma un’alternanza di decenni buoni ad altri meno.
    Adesso lo zero termico:

    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-zt.jpg Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-decennizt.png

    Il discorso è simile a quello delle temperature: alcuni febbrai insipidi del recente passato non sono stati così pessimi come questo, un febbraio del genere mancava dal 1998 (ma anche il 2002 lo ha avvicinato parecchio).
    IL febbraio 2018 è stato uno dei dodici mesi invernali (su 115) ad avere una media mensile inferiore a mille metri, risultato ottenuto da otto febbrai e tre gennai (1985, 2010 e 2004); questo invece è uno dei tredici mesi invernali ad aver superato la media di duemila metri (cinque dicembri, quattro gennai e febbrai).
    Pure qui non sembra esserci una tendenza netta nel corso dei decenni.
    Infine la pioggia:

    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-pioggia.png

    Mese sopra la media, ma con pochi giorni di pioggia; di fatto il tutto è stato portato dalla sciroccata di inizio mese, poi poco e niente (e di neve in pianura manco l’ombra).
    Le medie decennali sono di 32.1, 87.6 e 135.5 mm; l’incremento della piovosità è stato quindi molto alto (quattro volte), indubbiamente i piovosissimi 2014 e 2016 hanno influenzato parecchio la media di questo decennio ma già quella di quello precedente era salita parecchio.
    Discussione che raccoglie medie e statistiche sulle grandezze in quota (principalmente medie ad 850 hPa, quota ZT, geopotenziali a 500 hPa) di Udine:
    http://forum.meteotriveneto.it/showt...tiche-in-quota

  5. #195
    Brezza tesa L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    927
    Menzionato
    130 Post(s)

    Predefinito Re: Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    @appassionato_meteo notevole che il febbraio 2018 sia stato quello con le massime più basse in assoluto da quasi 30 anni a questa parte!
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  6. #196
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    2,706
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da appassionato_meteo Visualizza Messaggio
    Riepilogo della terza decade di febbraio ad Udine:



    • Media minime -1°C, -1.8°C dalla media 1992/2018, estremi -5.1°C/2.2°C, undicesimo posto su 28 tra le più fredde insieme al 2001, sei valori negativi di cui uno sotto i -5°C.
    • Media medie 6.6°C, +1°C dalla media, estremi 2.6°C/10.1°C, decimo posto tra le più calde, due valori sotto i cinque gradi ed uno sopra i dieci.
    • Media massime 15°C, +4.5°C dalla media, estremi 9.1°C/21.3°C (nuovo record, battuti i 19.3°C del 29/02/1992), terzo posto tra le più calde, due valori sotto i dieci gradi e ben sei sopra i quindici (di cui uno oltre i venti).
    • Escursione termica giornaliera media 16°C, +6.3°C dalla media, estremi 12.5°C/19.3°C, nuova media record (battuta la coppia 2003-2012 di un decimo).
    • Radiazione solare media 12187 KJ/mq, +3722 dalla media, estremi 7679/14108 KJ/mq, terzo posto tra le più soleggiate.
    • Non ci sono state precipitazioni.
    • Pressione media 1017 hPa, +13 hPa dalla media 1993/2018, estremi 1007.3/1026 hPa (nuovo record, battuti i 1023.9 hPa del 28/02/1997), terzo posto su 26 tra le più alte.
    • Media ad 850 hPa 4.7°C, +5.6°C dalla media 1991/2018, estremi -2.1°C/8.6°C, secondo posto su 39 tra le più calde, due valori sottozero e sette sopra i cinque gradi.
    • Quota media ZT 2177 metri, +714 dalla media, estremi 714/2982 metri, quinto posto tra le più alte, due valori sotto i mille metri e tredici sopra i duemila (di cui sei oltre i 2500).



    Davvero una decade che ha fatto indubbiamente parlare di sé, sembrava di essere in aprile. Immagine

    Il record di temperatura massima è particolarmente importante, non lo è solamente per la parte finale di febbraio ma addirittura mensile e stagionale!
    Da notare anche l’escursione termica media: è seconda assoluta tra tutte le decadi invernali dietro al 1998 di sette decimi ed in compagnia dei periodi 1-10 febbraio 2011 e 21-31 dicembre 2016, è settima assoluta considerando anche quelle di tutti gli altri mesi.
    Ovviamente anche la pressione al suolo è stata elevata, i geopotenziali poi sono stati da record per la fine di febbraio; le minime sono state all’altezza del periodo e le medie non sono state tanto alte proprio perché le nottate sono ancora lunghe e sono state serene.

    Ora il riassunto dell’intero mese:



    • Media minime -0.4°C, -0.4°C dalla media 1992/2018, estremi -5.1°C/7.6°C, dodicesimo posto su 28 tra i più freddi insieme al 2013 e 37° su 83 mesi invernali, 19 valori negativi (di cui uno inferiore a -5°C) ed uno sopra i cinque gradi.
    • Media medie 6.2°C, +1.4°C dalla media, estremi 2.6°C/10.1°C, sesto posto tra i più caldi e decimo tra tutti i mesi invernali, sette valori sotto i cinque gradi ed uno sopra i dieci.
    • Media massime 13.1°C, +3.4°C dalla media, estremi 7.6°C/21.3°C (nuovo record, battuti i 21°C del 14/02/1998), secondo posto tra i più caldi anche tra i mesi invernali, quattro valori sotto i dieci gradi e ben dieci sopra i quindici (di cui uno oltre i venti).
    • Escursione termica giornaliera media 13.5°C, +3.8°C dalla media, estremi 3.6°C/19.3°C, secondo posto tra le più alte insieme al 1993.
    • Radiazione solare media 9633 KJ/mq, +2032 dalla media, estremi 354/14108 KJ/mq, quarto posto tra i più soleggiati anche tra i mesi invernali.
    • Caduti 106.5 mm, +22.1 mm (+26.2%) dalla media, nono posto tra i più piovosi e 28° tra i mesi invernali; cinque giorni piovosi, -1 dalla media, 14° posto tra i valori più alti insieme a 1996 e 2008 e 48° tra i mesi invernali. Non ci sono state nevicate in pianura.
    • Pressione media 1011.7 hPa, +6.7 hPa dalla media 1993/2018, estremi 986.5/1026 hPa, sesto posto su 27 tra le più alte e 15° su 79 mesi invernali.
    • Media ad 850 hPa 3°C, +4.1°C dalla media 1991/2018, estremi -5.1°C/8.6°C, secondo posto tra i più caldi insieme al 1990 e settimo su 115 mesi invernali insieme al gennaio 1983 (il più caldo nella sua classifica), 14 valori negativi (di cui uno sotto i -5°C) e sedici sopra i cinque gradi.
    • Quota media ZT 2044 metri, +636 dalla media, estremi 706/3132 metri, terzo posto tra le medie più alte e dodicesima tra tutti i mesi invernali, tredici valori sotto i 1500 metri (di cui tre sotto i mille) e 33 sopra i duemila (di cui un paio oltre i tremila).



    Come prevedibile, il bilancio parla di un mese parecchio sopramedia di giorno ed in quota; non è stato secco per via della sciroccata dei primi giorni, ma poi non ha fatto praticamente nulla.
    Solo le temperature minime sono state sottomedia, per il resto siamo stati pesantemente sopra (con la parziale eccezione della pioggia) proprio per quanto detto prima; anche i geopotenziali sono stati rilevanti (terzo posto tra i più alti).

    Ora metto i grafici per le temperature medie:

    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-medie.png Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-decennimedie.png

    Mese decisamente mite, anche se non insidia i più caldi; un febbraio mite non è una novità di questi tempi, di fatto il periodo 2014-2017 ha fatto segnare medie simili o più alte di questo mese.
    Febbraio si è scaldato di otto decimi rispetto agli anni ’90, è il mese invernale che lo ha subito di più: dicembre è salito di mezzo grado (da 4.2°C a 4.7°C) mentre gennaio di soli due decimi (da 3.7°C a 3.9°C).
    A differenza degli altri due mesi, il riscaldamento di febbraio è causato dall’incremento delle temperature minime; esse sono passate da -0.8°C a +0.8°C, nel caso di dicembre e gennaio sono leggermente diminuite (0.4°C -> 0.1°C e -0.2°C -> -0.4°C).

    Dato che le massime hanno fatto parlare di sé, metto anche queste:

    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-max.png Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-decennimax.png

    Come prevedibile, è stato un mese caldissimo nelle ore diurne; è secondo solo al 1998 e per trovarne uno paragonabile dobbiamo tornare indietro al 2007.
    Il secondo grafico evidenzia però che la media delle massime è cambiata molto poco dagli anni ’90; l’unica differenza rilevante è la media dei picchi minimi.
    Gli altri due mesi hanno un comportamento differente: gennaio è salito di mezzo grado (da 8°C a 8.5°C), dicembre addirittura di quasi due (d(da 8.2°C a 10°C) raddoppiando il numero di valori sopra i dieci gradi (passati da otto a sedici).
    Ora il grafico ad 850 hPa:

    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-t850hpa.jpg Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-decenni850hpa.png

    Anche in quota ha fatto molto caldo, un febbraio così mancava proprio dal 1998; di recente abbiamo avuto altri febbrai un po' deludenti (2014, 2016 e 2017), ma non così caldi.
    Questo è stato a livello del peggior gennaio (1983) e di alcuni pessimi dicembri del recente passato (2013 e 2016); l’anno scorso invece aveva fatto segnare una prestazione ineguagliabile per dicembre (il migliore è il 2001 con -3°C) e per gennaio (1985 a parte).
    Al momento non si intravedono cambiamenti radicali per questo mese a differenza di altri, ma un’alternanza di decenni buoni ad altri meno.
    Adesso lo zero termico:

    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-zt.jpg Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-decennizt.png

    Il discorso è simile a quello delle temperature: alcuni febbrai insipidi del recente passato non sono stati così pessimi come questo, un febbraio del genere mancava dal 1998 (ma anche il 2002 lo ha avvicinato parecchio).
    IL febbraio 2018 è stato uno dei dodici mesi invernali (su 115) ad avere una media mensile inferiore a mille metri, risultato ottenuto da otto febbrai e tre gennai (1985, 2010 e 2004); questo invece è uno dei tredici mesi invernali ad aver superato la media di duemila metri (cinque dicembri, quattro gennai e febbrai).
    Pure qui non sembra esserci una tendenza netta nel corso dei decenni.
    Infine la pioggia:

    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-pioggia.png

    Mese sopra la media, ma con pochi giorni di pioggia; di fatto il tutto è stato portato dalla sciroccata di inizio mese, poi poco e niente (e di neve in pianura manco l’ombra).
    Le medie decennali sono di 32.1, 87.6 e 135.5 mm; l’incremento della piovosità è stato quindi molto alto (quattro volte), indubbiamente i piovosissimi 2014 e 2016 hanno influenzato parecchio la media di questo decennio ma già quella di quello precedente era salita parecchio.
    Ottimo come sempre.

    Mi trovo abbastanza con quei dati.

    In pratica la componente anticiclonica ha influito parecchio. Oltretutto anche qua le precipitazioni sono tutte collocate in prima decade, poi non ha più fatto nulla in pratica. Anche qui sono caduti record di temperatura massima giornaliera (o sono stati avvicinati parecchio). Notare appunto che essendo febbraio, automaticamente ci si avvicina molto anche ai record stagionali.
    Ultima modifica di AbeteBianco; 03/03/2019 alle 15:14

  7. #197
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Milano (MI) 122 m/ Ferrara (FE) 9 m
    Età
    27
    Messaggi
    33,338
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Dato del CNR: +1,38 di anomalia sul quadro Italia (riferimento 1971/00).

    +0,70 x le minime,+2,08 x le massime.

    L'inverno chiude a +0,40.
    Avatar: Bei tempi che non torneranno più.

  8. #198
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    2,706
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Febbraio 2019

    Consueto riassunto dove dobbiamo considerare una forte componente anticiclonica soprattutto nella seconda parte del mese, ne consegue che a livello svizzero è uscito un mese caldissimo non lontano dai primi posti (probabilmente al livello di 1998 e 2007, mentre il primo posto è saldamente nelle mani del 1990) anche se per questo dobbiamo attendere dati ufficiali. In quota localmente è stato un mese che ha eguagliato i precedenti record e sono caduti pure alcuni record di temperature giornaliere, in parte pure a quote più basse sul versante sudalpino per motivi di föhn. Non è comunque normale registrare queste temperature con questa facilità. Mese estremamente soleggiato e complessivamente piuttosto secco sull'insieme del territorio svizzero.

    Venendo ai miei dati notiamo un'anomalia mensile di +1.2°C dalla 81/10, valore relativamente contenuto ma tipico dei mesi anticiclonici invernali nel mio microclima (visto che lavorano le inversioni termiche) e poi il föhn ci ha messo del suo. In collina le anomalie sono state maggiori e in quota invece si viaggiava anche ben oltre +3°C/+4°C. A Lugano con un'anomalia di circa +2°C è il quinto febbraio più mite dal 1864, al livello del 2016. Da me invece il 2016 era risultato ben 1.5°C più mite e il 2017 di 0.8°C, questioni locali appunto.

    Il 1° febbraio in Ticino è stata registrata una nevicata di 20 cm fino in pianura e già lì il mese si era portato localmente in norma pluviometrica. Poi come noto, progressivamente le condizioni sono diventate anticicloniche. Il 22 febbraio in occasione di föhn con 22.6°C c'è stata una delle temperature più elevate mai registrate in febbraio (nel 2012 si fece 24°C, ma sono valori estremamente rilevanti).

    Consueti grafici mensili con pure quello delle anomalie sulla norma giornaliera 81/10. Notiamo che c'è stato un po' di freddo minimale a inizio mese, poi le condizioni anticicloniche hanno portato temperature in norma (ma sopramedia in quota) e qualche episodio di föhn ha innalzato le temperature.
    Febbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-3-.pngFebbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-4-.pngFebbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-5-.pngFebbraio 2019: anomalie termiche e pluviometriche-febr.png

    Link alle tabelle: Climatologie mensuelle en fevrier 2019 a Preonzo | climatologie depuis 1900 - Infoclimat

    Temperature minime abbastanza in linea con la norma, gelate piuttosto numerose seppure minimali e livellate (tipico stile anticiclonico). Massime invece ben sopramedia con pure tendenza a föhn e punte anche rilevanti.
    Decadi a -0.2°C/+1.4°C/+2.3°C dalla norma 81/10.
    Devo fare una piccola rettifica nel commento svizzero perché avevo sbagliato una somma provvisoria stimata.

    In realtà febbraio 2019 in Svizzera ha chiuso a ben +3°C sulla 81/10 al 9° rango dal 1864 ma non vicino al podio come indicato erroneamente in precedenza (il 1998 che citavo chiuse a +3.3°C mentre sapevamo già che il record del 1990 era saldamente al sicuro dato che risultò a ben +4.4°C).

    Avevo però detto che stavo attendendo i dati ufficiali.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •