Pagina 3 di 6 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 60

Discussione: Australia

  1. #21
    Vento teso
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    1,688
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Australia


  2. #22
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3,680
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: Australia


  3. #23
    Vento teso
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    1,688
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Australia

    Bella salita.

  4. #24
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3,680
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: Australia


  5. #25
    Vento teso
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    1,688
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Australia

    Dagli anni duemila, nuovo trend in forte salita.

  6. #26
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,383
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Australia

    Record di freddo addirittura secolari in alcune località:

    Meteo in Australia: i record di freddo tra Agosto e Settembre - MeteoGiornale.it

  7. #27
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3,680
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: Australia

    .. ' RISCALDAMENTO STRATOSFERICO SUDDEN
    "Il riscaldamento è iniziato nell'ultima settimana di agosto, quando le temperature nella stratosfera sopra il Polo Sud hanno iniziato a riscaldarsi rapidamente", si legge nell'articolo pubblicato su The Conversation . Lo hanno compilato quattro esperti dell'ufficio di meteorologia.
    "Grazie ai miglioramenti apportati alla modellazione e al nuovo supercomputer dell'Ufficio di presidenza, questi tipi di eventi possono essere previsti meglio che mai."
    Prevede un incombente scioglimento del ghiaccio marino più forte del solito .
    Prevede uno spostamento delle temperature e dei modelli tipici del vento che escono dal continente antartico.
    "Nelle prossime settimane si prevede che il riscaldamento si intensificherà e i suoi effetti si estenderanno verso il basso sulla superficie terrestre, colpendo gran parte dell'Australia orientale nei prossimi mesi", avvertono i meteorologi.
    È probabilmente il più grave evento di riscaldamento antartico registrato .
    Le temperature atmosferiche antartiche più alte precedenti erano nel settembre 2002. Ciò ha portato al quarto inverno più secco dell'Australia, con temperature massime medie primavera-autunno le più alte "con margini considerevoli" . '..


  8. #28
    Vento teso
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    1,688
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Australia

    Comportera' uno stratwarming al polo sud , chissa'……

  9. #29
    Calma di vento
    Data Registrazione
    25/09/19
    Località
    Torino
    Messaggi
    2
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Australia

    Citazione Originariamente Scritto da robertino Visualizza Messaggio
    .. " I mari e gli oceani ad est dell'Australia formano il più grande specchio d'acqua sulla Terra. Questo vasto specchio d'acqua ampiamente connesso presenta un vero livello del mare. La Sydney Fort Denison Recording Station fornisce dati sul livello del mare medio stabili, accurati e autentici. La tabella seguente mostra i livelli medi del mare a intervalli di 10 anni e questi livelli sono correlati al dato grafico che è al livello più basso della marea primaverile.

    100 ANNI DI LIVELLI DEL MARE SIGNIFICATIVO A FORT DENISON, SYDNEY:

    1914 - 1.11 metri

    [...]

    2014-1,12 metri

    2019-1,05 metri


    Di conseguenza, il livello medio del mare a Sydney nel 2019 è di 6 centimetri inferiore al livello medio del mare a Sydney nel 1914, quando il Bureau Of Meteorology iniziò a registrare il livello medio del mare.

    Livelli di alto mare durante gli eventi di tempesta, ciclone ed bassa pressione.
    I commentatori poco informati hanno affermato che il livello del mare potrebbe innalzarsi permanentemente da 1 a 2 metri nei prossimi 100 anni. 100 anni di registrazioni sul più grande corpo idrico sulla Terra indicano che ciò non è corretto.
    Ci sono sempre stati temporali di breve durata e aumenti di bassa pressione nei livelli del mare. Il livello più alto del mare registrato a Sydney si è verificato durante la tempesta di bassa pressione del 1974. Il livello del mare è salito a 30 cm sopra l'alta marea primaverile per un giorno. Durante la storia registrata non vi è stata alcuna indicazione di un aumento permanente del livello del mare da 100 a 200 cm.
    Ci saranno sempre temporali di breve durata, cicloni e aumenti di bassa pressione nei livelli del mare in prossimità del ciclone e dei centri di tempesta. Questi aumenti del centro di tempesta nei livelli del mare non sono permanenti.
    Onde oceaniche e onde di tempesta possono superare i 16 metri durante i maggiori eventi di tempesta. Sono queste enormi onde che in passato hanno causato danni significativi alle comunità costiere e insulari. È certo che in futuro si verificheranno enormi ondate di eventi di tempesta che causeranno danni significativi all'isola e alle comunità basse. La protezione della costa e della zona di inondazione è la risposta sana al danno di un evento di tempesta.

    È educato ed essenziale che la popolazione mondiale eviti assurdità climatiche errate. Dobbiamo deviare l'energia allarmista alla cura del pianeta. Smettere di inquinare gli oceani. Prevenire lo sviluppo di terreni a rischio di alluvione e zone costiere minacciate che sono state e saranno sempre soggette a inondazioni. "..
    Buongiorno,
    sono iscritto da poco in questo forum, novello appassionato di metereologia e mi ha particolarmente incuriosito questo post.
    Le conclusioni alla base di questo articolo smentiscono i proclami catastrofici, riguardo un livello del mare in costante e grande aumento, che vanno per la maggiore presso i media "generalisti".

    Mi interessa particolarmente sapere se queste conclusioni sono state confutate da altri studi, invece e che livello di attendibilità hanno.

    Se non confutate in maniera autorevole, si può solo ridurre a fenomeno propagandistico "di moda" continuare ad ululare alle inondazioni disastrose venture (simili alle previsioni "attendibili" di petrolio esaurito "in poco tempo" negli anni '70) ?

  10. #30
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,383
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Australia

    Citazione Originariamente Scritto da marc86 Visualizza Messaggio
    Buongiorno,
    sono iscritto da poco in questo forum, novello appassionato di metereologia e mi ha particolarmente incuriosito questo post.
    Le conclusioni alla base di questo articolo smentiscono i proclami catastrofici, riguardo un livello del mare in costante e grande aumento, che vanno per la maggiore presso i media "generalisti".

    Mi interessa particolarmente sapere se queste conclusioni sono state confutate da altri studi, invece e che livello di attendibilità hanno.

    Se non confutate in maniera autorevole, si può solo ridurre a fenomeno propagandistico "di moda" continuare ad ululare alle inondazioni disastrose venture (simili alle previsioni "attendibili" di petrolio esaurito "in poco tempo" negli anni '70) ?
    Ci sarebbe tanto da dire sul livello del mare. Ad esempio al tempo dei Romani il litorale adriatico pugliese era fino a 4 metri più in basso del livello del mare di oggi. Lo testimoniano i ritrovamenti della mia area (ad esempio i ritrovamenti archeologici sul lungomare di Brindisi, con strutture del tempo dei Romani che oggi sarebbero sommerse perchè sotto il livello del mare; oppure i resti subacquei del porticciolo di Torre S.Sabina, una località marina turistica a 20 km a nord di Brindisi). E ancora, il livello del mare era più basso anche nel secondo millennio avanti Cristo, come dimostrano i resti di un villaggio preistorico scoperto su quella che oggi è un'isoletta al largo di Apani/Torre Guaceto, a 10 km a nord di Brindisi.

    Viceversa, circa 7000 anni fa il livello del mare era più alto di oggi, come si suppone dalle dune costiere e da altri particolari geologici della costa.

    Ora, come si spiega tutto questo? Non credo che c'entri il clima, anche perchè il fenomeno della trasgressione marina (cioè dell'innalzamento del livello del mare) si sta realizzando da migliaia di anni, e al tempo dei Romani c'era un Optimum climatico, e 3/4 metri in meno non sono pochi!

    Prima di tirare in ballo il clima, dunque, dovremmo guardare alla geologia.
    Ultima modifica di burian br; 01/10/2019 alle 21:45

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •