Pagina 13 di 14 PrimaPrima ... 311121314 UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 134
  1. #121
    Vento teso
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    1,931
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Comunque, mi spiegate questo grafico?


    E' attendibile? Lo chiedo perchè lo avevo trovato un mese fa, e alla luce della nostra conversazione mi chiedevo che ne pensate.

    Questo è RSS:



    Come mai questa differenza tra i due? Scusate l'OT. Ci sarebbero anche i grafici di GISS, NCDC e HADCRUT4. Sostanzialmente simili a RSS.

  2. #122
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    21
    Messaggi
    792
    Menzionato
    107 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Comunque, mi spiegate questo grafico?

    Immagine

    E' attendibile? Lo chiedo perchè lo avevo trovato un mese fa, e alla luce della nostra conversazione mi chiedevo che ne pensate.

    Questo è RSS:

    Immagine


    Come mai questa differenza tra i due? Scusate l'OT. Ci sarebbero anche i grafici di GISS, NCDC e HADCRUT4. Sostanzialmente simili a RSS.
    a me paiono studiate a tavolino due cose: una è il punto in cui il creatore del grafico decide di modificare la derivata della funzione lineare in questione. L'altra è la scarsa corrispondenza generale delle linee grigie con quanto l'andamento blu lascia vedere, specialmente il primo grafico è abbastanza clamoroso in tal senso. però non insisto con questa visione, ammetto di avere solo impressioni personali, di dati comprovati a riguardo non ne ho.
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  3. #123
    Vento teso
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    1,931
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    a me paiono studiate a tavolino due cose: una è il punto in cui il creatore del grafico decide di modificare la derivata della funzione lineare in questione. L'altra è la scarsa corrispondenza generale delle linee grigie con quanto l'andamento blu lascia vedere, specialmente il primo grafico è abbastanza clamoroso in tal senso. però non insisto con questa visione, ammetto di avere solo impressioni personali, di dati comprovati a riguardo non ne ho.
    Il sito pare attendibile (climate4you). Poi non saprei, sul web trovi di tutto.

    PS: da una rapida occhiata sembrerebbe un sito scettico, comunque i dati sono attendibili e non manipolati. A parte (forse) le pendenze dei grafici.
    Ultima modifica di burian br; 19/03/2019 alle 20:54

  4. #124
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    21
    Messaggi
    792
    Menzionato
    107 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Il sito pare attendibile (climate4you). Poi non saprei, sul web trovi di tutto.
    guarda le incongruenze, a prescindere dall'attendibilità o meno del sito: nel primo grafico la linea grigia parte sotto al valore medio dei primi anni considerati, e smette di avere quella derivata ad un punto che supera la media del 2005 e degli anni temporalmente contigui; dal 2005 inizia l'altra derivata della linea grigia, essa termina senza alcun motivo sotto a praticamente tutte le mensilità che vanno dal 2016 in poi. Nel secondo grafico la prima derivata si interrompe nel 2002 (e anche quella parte di linea, iniziata nel 1979, mi pare un filo più pendente di quello che il trend medio di quel periodo suggerirebbe), per poi ignorare bellamente il sopramedia assai intenso visibile dal tardo 2015 in poi (un po' perchè la linea nel 2002 si trovava già più in alto "del dovuto" e ciò la rende orizzontalizzabile, un po' perchè è come se non si considerassero affatto gli ultimi quattro anni della serie storica in esame).
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  5. #125
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    21
    Messaggi
    792
    Menzionato
    107 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Il sito pare attendibile (climate4you). Poi non saprei, sul web trovi di tutto.

    PS: da una rapida occhiata sembrerebbe un sito scettico, comunque i dati sono attendibili e non manipolati. A parte (forse) le pendenze dei grafici.
    esatto i dati sono attendibili e non manipolati, ma le pendenze dei grafici mi fanno sorridere, quelle sì che sono pilotate. In ogni caso non condanno a priori lo scetticismo, se si è scettici sull'esistenza degli alieni o su altro non c'è alcun problema, ma il riscaldamento globale esiste ed è incontrovertibile pure la prosecuzione di un trend rialzista di un certo calibro. (Non alludo a te ovviamente eh, alludo ai gestori di quel sito e di siti simili).
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  6. #126
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    6,089
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    può darsi che il tracciatore fosse strabico

  7. #127
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    38
    Messaggi
    1,900
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    ed anche questa è robaccia che abbiamo già visto un infinità di volte, non c'è nessun motivo per spezzare il trend proprio in quel punto e non un altro; oltre a questo si nota anche ad occhio che il fit lineare è sbagliato e non ci sono incertezze inesorabilmente ampie se si prende un periodo breve specie nei dati sat dove le fluttuazioni enso sono più ampie.

    Ad es. per RSS (°C/decennio):

    1979-2002 +0.190 +- 0.130
    2003-2018 +0.185 +- 0.220
    1979-2018 +0.198 +- 0.059

    non c'è nessuna variazione significativa del trend ed è comunque del tutto arbitrario spezzarlo al 2002-3

    La relazione temperature globali/co2 è chiara basta metterla nella giusta scala:

    Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante-imageoftheweek.jpg

  8. #128
    Vento teso
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    1,931
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    ed anche questa è robaccia che abbiamo già visto un infinità di volte, non c'è nessun motivo per spezzare il trend proprio in quel punto e non un altro; oltre a questo si nota anche ad occhio che il fit lineare è sbagliato e non ci sono incertezze inesorabilmente ampie se si prende un periodo breve specie nei dati sat dove le fluttuazioni enso sono più ampie.

    Ad es. per RSS (°C/decennio):

    1979-2002 +0.190 +- 0.130
    2003-2018 +0.185 +- 0.220
    1979-2018 +0.198 +- 0.059

    non c'è nessuna variazione significativa del trend ed è comunque del tutto arbitrario spezzarlo al 2002-3

    La relazione temperature globali/co2 è chiara basta metterla nella giusta scala:

    Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante-imageoftheweek.jpg
    Non ci resta a questo punto che attendere. A questo trend di crescita, raggiungeremo le 460 ppm nel 2040 e le 520 ppm nel 2060 circa. Se le temperature mondiali saranno più alte di oggi di 0,5° nel 2040 e di 1,2° nel 2060, avremo la risposta definitiva. Attualmente io personalmente ad esempio non me la sento di dire che c'è una relazione causale stretta, oltre alla mera correlazione che questo grafico evidenzia, sento sia troppo presto.

  9. #129
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    38
    Messaggi
    1,900
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    l'UAH ha invece effettivamente un trend inferiore ed è un outlier nelle ricostruzioni di temperatura, in particolare i trend nella troposfera tropicale sono sempre stati più difficili da ricostruire sia per i sat che nelle radiosonde e richiedono grosse correzioni di omogenità.

    Il trend nella troposfera tropicale è interessante per diversi motivi, ad es. se avesse ragione uah il feedback di lapse rate sarebbe positivo anzichè negativo come prevedono i modelli e le altre ricostruzioni.

    Questa ricostruzione è stata contestata nella letteratura scientifica, il motivo del trend inferiore è complesso ed è legato alle correzioni al target factor nel satellite noaa9 (i satelliti vengono calibrati effettuando una rilevazione delle temperature dello spazio profondo ed una ad un target interno che dovrebbe rimanere a t costante ma i sat hanno drift nel tempo che portano ad una diversa ombreggiatura del target interno nel tempo e può indurre trend spuri che devono essere corretti) e la correzione per il drift diurno (la variazione nel tempo dell'orario del giorno in cui il satellite attraversa l'equatore) uah è un estremo con un amplificazione tra alta troposfera e superficie <1 a differenza delle altre ricostruzioni.

    Tutto questo è molto interessante ma alla fine noi viviamo in superficie, gli ecosistemi non risentono delle t in alta troposfera percui avessero anche ragione loro per noi cambia nulla direttamente.


    Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante-selection_061.png
    Ultima modifica di elz; 19/03/2019 alle 21:58

  10. #130
    Vento teso
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    1,931
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Ti ringrazio infinitamente @elz. Dico davvero. Se sono qui è anche per imparare.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •