Pagina 7 di 14 PrimaPrima ... 56789 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 134
  1. #61
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 672m. -Far West-
    Età
    31
    Messaggi
    22,425
    Menzionato
    19 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Interessante il discorso del sigmoide.
    Per quanto può valere, posso mettere la temperatura media delle estati qui.
    1991-2000: +19,4°
    2001-2010: +20,8°
    2011-2018: +21,0°

    Dai precedenti non ne ho, dato che la stazione Arpa di riferimento è attiva dal 1988.
    Da quanto si vede, sembra effettivamente di notare un rallentamento del riscaldamento.
    Dai Novanta ai Duemila le estati si sono scaldate di +1,4°C, mentre dai Duemila ai Dieci "solo" di +0,2°C.
    Ipotizzando un'estate 2019 come l'estate 2003 (cosa che ritengo più che probabile, anzi, secondo me la superiamo), la media delle estati degli anni Dieci salirebbe a +21,3°, e dunque l'incremento sarebbe di +0,5°C, comunque inferiore a quanto accaduto dai Novanta ai Duemila.
    Lou soulei nais per tuchi

  2. #62
    Vento fresco L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    2,585
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Interessante il discorso del sigmoide.
    Per quanto può valere, posso mettere la temperatura media delle estati qui.
    1991-2000: +19,4°
    2001-2010: +20,8°
    2011-2018: +21,0°

    Dai precedenti non ne ho, dato che la stazione Arpa di riferimento è attiva dal 1988.
    Da quanto si vede, sembra effettivamente di notare un rallentamento del riscaldamento.
    Dai Novanta ai Duemila le estati si sono scaldate di +1,4°C, mentre dai Duemila ai Dieci "solo" di +0,2°C.
    Ipotizzando un'estate 2019 come l'estate 2003 (cosa che ritengo più che probabile, anzi, secondo me la superiamo), la media delle estati degli anni Dieci salirebbe a +21,3°, e dunque l'incremento sarebbe di +0,5°C, comunque inferiore a quanto accaduto dai Novanta ai Duemila.
    A proposito del sigmoide (e coinvolgo @buran br), mi chiedo come dobbiamo "tararlo".

    Potrebbe essere giusta la teoria, ma su quali basi possiamo dire che adesso siamo nella fase di "apice, stabilizzazione", e non invece per assurdo ai piedi del grafico con un ipotetico ulteriore accentuazione del riscaldamento prossimamente?

  3. #63
    Vento teso
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    1,966
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    A proposito del sigmoide (e coinvolgo @buran br), mi chiedo come dobbiamo "tararlo".

    Potrebbe essere giusta la teoria, ma su quali basi possiamo dire che adesso siamo nella fase di "apice, stabilizzazione", e non invece per assurdo ai piedi del grafico con un ipotetico ulteriore accentuazione del riscaldamento prossimamente?
    Ottima domanda. Una mia ipotesi l'ho scritta qualche pagina fa, te la riporto qui:

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Sì, hai ragione sul plateau. In teoria si potrebbe calcolare deducendo quale possa essere la massima media cui l'Italia può aspirare in estate. Mi sembra che il 4 Agosto 2017 sia stata la giornata più calda del secolo con una media nazionale di 29°. In teoria possiamo dunque affermare che l'estate italiana può al massimo aspirare a una media su 3 mesi di 29-30°. Ciò nel caso (del tutto improbabile a dire la verità) in cui ogni giorno dell'estate avesse una media nazionale identica a quella del 4 Agosto 2017.
    L'estate 2003, cercando sul web, ha avuto una media nazionale di 25,6°. Ben 3 gradi superiore alla media 81-10. Considerando l'eccezionalità di quell'estate, direi che è fortemente improbabile che sia superata sistematicamente da ogni estate nel futuro. Per cui rielaboriamo il grafico in questione:

    Questo grafico sarebbe quello della saturazione tra ossigeno e mioglobina, spero mi perdoniate , ma esprime al meglio a mio parere come potrebbe procedere la media termica italiana. E' una derivazione di quello sigmoideo, dove però la parte piatta in bassa è assente perchè l'incremento parte subito con massima pendenza (che poi è quanto accaduto tra gli anni 70 e quelli 80, con il massimo incremento di tutti i decenni, ben +0,8°, quindi questo grafico esprime meglio l'andamento ipotetico e osservato delle medie).
    Bene, considera l'asse delle ordinate, è quello della temperatura media.
    Si nota innanzitutto come il valore massimo ipotizzabile non venga raggiunto, perchè è una condizione ideale ma non reale. In effetti, considereresti plausibile un'estate italiana con tutti i giorni di media 29-30°?
    Salvo che non diventiamo il Sahara, ne dubito fortemente.
    L'estate 2003, nella sua eccezionalità, lo collocherei al posto di dove c'è scritto 0,80. Sostituisci a quel valore 25,6° (che è stata la media italiana quell'estate). Come puoi vedere, il grafico pende di meno sopra quel valore. Significa che è molto difficile che la media possa superare di molto i 25,6° nel caso in cui in futuro raggiungessimo ogni estate almeno quella media. In effetti ritieni possibile avere estati peggiori della 2003 in maniera sistemica? Che la 2003 diventi la norma? Io direi che è improbabile, semmai può aumentare la frequenza di estati come la 2003, ma difficilmente la media sul decennio potrà superare di molto quella della singola estate 2003.

    L'ultima estate (2018) è stata circa 2 gradi sotto la media della 2003 (quindi circa 23,5° a livello nazionale). Io collocherei questo valore (23,5°) al posto di dove c'è scritto 0,6 sull'asse delle ordinate. La pendenza della curva tra 0,6 e 0,8 come vedi cala, ciò significa un rallentamento del trend di riscaldamento precedente.
    In effetti già nel passaggio tra i decenni 2000-2010 e 2010-2020 l'aumento al momento risulta essere stato di soli +0,4° circa, invece dei +0,5° dei due decenni precedenti. C'è un rallentamento in effetti (posto che restano altre due estati da conteggiare però). Questo perchè la media attuale ha quasi raggiunto i 23,5°, valore oltre il quale potrebbe rallentare la progressione al riscaldamento.
    Questo è il mio punto di vista, fondato sulla considerazione che il clima italiano non è desertico, quindi c'è un limite a quanto potrebbe riscaldarsi, e quindi dovrà per forza rallentare. Anche perchè le ultime estati sono sempre state caratterizzate da pattern che non facevano altro che favorire il caldo in maniera costante per 3 mesi di fila. Per cui peggio di così non credo si possa fare più di tanto, o meglio sì, ma non ai livelli della 2003.
    Per cui ne deduco che in questi 2 gradi che separano la media delle attuali estati da quella del 2003 si collochi un rallentamento del trend, una curva a minore pendenza.

  4. #64
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    38
    Messaggi
    1,901
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Queste cose le abbiamo sentite un infinità di volte con le temperature globali (somiglia al picco degli anni '40, adesso si stabilizza ecc.) e non è finita bene, le temperature non conoscono i fit a delle curve, rispondono ai forcing radiativi ed alla variabilità interna che può sicuramente portare qualche fase di minore aumento/stallo/temporanea inversione specie a livello locale ma non è predittiva di cosa verrà in futuro.

    Questa è la media dell''intera regione mediterranea(30N-47N e 10W-40E) così si riducono un poco le fluttuazioni random/locali, semestre caldo (aprile settembre) in arancio con valori annuali ed una media mobile su 11 anni e freddo in blu; le temperature aumentano in modo quasi lineare con un poco più di fluttuazioni nel semestre freddo quando la variabilità interannuale è più grande.

    Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante-med.jpg

  5. #65
    Vento teso
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    1,966
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    Queste cose le abbiamo sentite un infinità di volte con le temperature globali (somiglia al picco degli anni '40, adesso si stabilizza ecc.) e non è finita bene, le temperature non conoscono i fit a delle curve, rispondono ai forcing radiativi ed alla variabilità interna che può sicuramente portare qualche fase di minore aumento/stallo/temporanea inversione specie a livello locale ma non è predittiva di cosa verrà in futuro.
    Dovrà per forza prima o poi rallentare. Non possiamo mica procedere finchè la temperatura media non raggiunga i 40° in estate (cosa impossibile persino nel deserto stesso), non può essere fisicamente possibile anche soltanto per motivi astronomici e di umidità (non siamo un deserto).
    Questa è la mappa delle isoterme medie al suolo a Luglio (datata 2007):


    Salvo che non diveniamo l'Africa sahariana, direi che c'è un limite a quanto possiamo riscaldarci.

  6. #66
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    38
    Messaggi
    1,901
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Smetterà di salire quando i forcing radiativi verranno meno altrimenti potremmo avere qualche temporanea fluttuazione ma quei valori non sono di sicuro un limite fisico, i massimi nell'interno del sahara in quella mappa sono simili alle temperature ricostruite negli oceani tropicali nel petm figurarsi una regione di terra arida.

    Extreme warmth and heat-stressed plankton in the tropics during the Paleocene-Eocene Thermal Maximum | Science Advances

  7. #67
    Vento teso
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    1,966
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    Smetterà di salire quando i forcing radiativi verranno meno altrimenti potremmo avere qualche temporanea fluttuazione ma quei valori non sono di sicuro un limite fisico, i massimi nell'interno del sahara in quella mappa sono simili alle temperature ricostruite negli oceani tropicali nel petm figurarsi una regione di terra arida.

    Extreme warmth and heat-stressed plankton in the tropics during the Paleocene-Eocene Thermal Maximum | Science Advances
    Nell'Eocene le temperature globali erano più alte di 8-9° rispetto a quelle precedenti (che erano a loro volta molto più alte di oggi). Quando la temperatura media globale sarà tanto alta, ne riparleremo. Per il momento si tratta di stime valevoli quanto quelle ben più moderate. Non ci sono stati al momento aumenti catastrofici.
    Ultima modifica di burian br; 19/03/2019 alle 02:45

  8. #68
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    38
    Messaggi
    1,901
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Le temperature globali aumentano e quelle del mediterraneo lo fanno anche più nel semestre caldo, non è che dobbiamo raggiungere i valori del petm, il petm mostra che non c'è nessun limite fisico al riscaldamento, è già successo e può capitare di nuovo, non deve per forza assestarsi. Per ogni decimo extra globale si scaldano anche più sia il sahara che il mediterraneo(e più in generale le aree aride anche se meno del mediterraneo/sahara/medio oriente).

    le cause dell'amplificazione nel sahara:
    https://journals.ametsoc.org/doi/ful...LI-D-16-0687.1

    il trend globale è in linea con le proiezioni:
    Analysis: How well have climate models projected global warming? | Carbon Brief
    Ultima modifica di elz; 18/03/2019 alle 23:29

  9. #69
    Vento teso
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    1,966
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    Ma il punto è proprio quello, le temperature globali aumentano e quelle del mediterraneo lo fanno anche più nel semestre caldo , non è che dobbiamo raggiungere i valori del petm, non c'è nessun limite fisico, si scalda il mondo e anche più sia il sahara che il mediterraneo ; gli aumenti sono in linea con le proiezioni dei modelli.

    Analysis: How well have climate models projected global warming? | Carbon Brief
    Il limite fisico ovviamente dipende dalla temperatura globale: se aumenta ovviamente aumenterà il limite fisico al nostro riscaldamento. Attualmente non c'è nulla che suggerisca scenari allarmistici. La temperatura mondiale cresce a ritmi non forsennati, non tali cioè da credere che prima del 2100 si possa vivere come nell'Eocene.
    Se poi nel 2030 la temperatura mondiale sarà 2° più alta di oggi, ne riparleremo.

    In ogni caso credo che l'uomo svilupperà una tecnologia che eliminerà la CO2 in eccesso anche se un domani la temperatura globale per colpa del forcing radiativo dovesse aumentare di 15°. E' solo questione di tempo.

  10. #70
    Brezza tesa L'avatar di Hertz
    Data Registrazione
    27/01/18
    Località
    Taranto (TA)~La Spezia (SP)
    Messaggi
    730
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Estati in Italia dagli anni '70 in poi: una progressione inquietante

    Secondo me non c'è limite al riscaldamento, il 4 Agosto 2017 potrebbe essere superato anche fra 4 mesi senza problemi.
    Colui che chiede è uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede è uno stolto per sempre~Confucio

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •