Pagina 7 di 16 PrimaPrima ... 56789 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 156
  1. #61
    Vento moderato
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    25
    Messaggi
    1,190
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico

    Scusa robertì, ma le metropoli e gli aereoporti ecc., non esistono da dieci anni ma da molto piu' tempo. E poi sovrastimato oggi e correttissimo ieri? Mi pare illogico il tutto...

  2. #62
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3,233
    Menzionato
    127 Post(s)

    Predefinito Re: I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico

    Citazione Originariamente Scritto da Kou Visualizza Messaggio
    Scusa robertì, ma le metropoli e gli aereoporti ecc., non esistono da dieci anni ma da molto piu' tempo. E poi sovrastimato oggi e correttissimo ieri? Mi pare illogico il tutto...

    tra il XIX e XX secolo tra il 1800 e 1900 c' erano molto meno stazioni meteo , quindi su quali basi si puo sostenere con certezze che nel passato la media era molto inferiore rispetto adesso

    adesso , dopo decenni , le stazioni a livello globale si sono incrementate in modo esponenziale durante il grande sviluppo economico , industriale , urbanistico , demografico , con incremento dell inquinamento Ambientale , plastica che sommerge zone grandi quasi come stati , ect .
    il fattore antropico puo' alterare le rilevazioni terrestri per cui il trend e' sovrastimato

    nel mese di giugno del 1972 , parliamo di circa 50 anni fa , le Nazioni Unite organizzano a Stoccolma la PRIMA CONFERENZA MONDIALE sull AMBIENTE ,
    ma in questi circa 50 anni evidentemente si e' prodigati maggiormente alla crescita economica e probabilmente meno alla salvaguardia del sistema ecologico e ambientale ,

    le prime dimostrazioni per salvare gli animali , la flora marina , gli alberi , salvaguardare l ambiente e la Natura e per diminuire la CO2 ridurre il carbon dioxide , e' stata nel lontano 22 aprile 1970 negli USA con oltre 20 milioni di dimostranti.
    Ultima modifica di robertino; 02/07/2019 alle 14:51

  3. #63
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    39
    Messaggi
    2,001
    Menzionato
    55 Post(s)

    Predefinito Re: I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    6) gli scarti dell'ENSO sono riferiti ad una trentennale fissa, cioè la 1981-2010. Se il clima si sta scaldando di suo, è inevitabile che gli eventi di Nino siano superiori agli eventi di Nina, e che l'intensità media di un evento di Nino sia superiore all'intensità media, in senso opposto, di un evento di Nina. Già @elz ha postato più volte i grafici detrendizzati dell'ENSO, per vedere quale sarebbe il trend del Pacifico se lo svincolassimo dal trend planetario di riscaldamento. I grafici mostrano che l'ENSO, isolato dal contesto globale, avrebbe oscillato attorno alla neutralità, e questo da decenni, fin da quando il GW è partito. Ciò dimostra chiaramente come la tendenziale positività dell'ENSO sia conseguenza, e non causa, del riscaldamento globale.
    in realtà è così proprio da climatologia non solo per il trend al riscaldamento, c'è una skew positiva nella distribuzione delle ssta nel pacifico tropicale orientale, anche con il trend rimosso i nino possono raggiungere valori di picco maggiori mentre la nina più frequentemente è biennale o anche triennale. Non è certo la causa del gw, un evento di el nino è una perdita netta di calore dall'oceano ed un temporaneo riscaldamento della superficie non la causa di un trend; tanto più che al netto della variabilità interannuale/decennale c'è almeno negli ultimi 60 anni una tendenza verso la nina con un aumento del gradiente est-ovest delle sst ed un intensificazione anomala delle esterlies, è probabile che sia una risposta transiente al riscaldamento globale.
    I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico-g20190702_1858_13210_1.png
    e poi ci sono stati nino strong anche a fine '800 inizio '900 e nessun riscaldamento globale ne le estati calde nel mediterraneo giusto per citare un paio di cose che vengono a sproposito attribuite al nino.
    Ultima modifica di elz; 04/07/2019 alle 12:08

  4. #64
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    39
    Messaggi
    2,001
    Menzionato
    55 Post(s)

    Predefinito Re: I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico

    nino 3.4 dalle reanalisi soda, nell'immagine b) in nero l'anomalia rispetto alla media 1871-2008, in rosso rispetto ad una media mobile su 11 anni, non mancavano certo i nino strong tra fine '800 e inizio '900:




    il nuovo indice mei dal 1979 al 2018:

    I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico-meiv2.png

  5. #65
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3,233
    Menzionato
    127 Post(s)

    Predefinito Re: I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    nino 3.4 dalle reanalisi soda, nell'immagine b) in nero l'anomalia rispetto alla media 1871-2008, in rosso rispetto ad una media mobile su 11 anni, non mancavano certo i nino strong tra fine '800 e inizio '900:

    Immagine



    il nuovo indice mei dal 1979 al 2018:

    I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico-meiv2.png

    El Nino strong del 1878

  6. #66
    Vento forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    4,040
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Sì,come no...è iniziato il global cooling.Credici.
    Avevo letto di quella ricerca. Persino sui siti scettici tra i commenti di chi ne capiva abbastanza di statistica si lamentò il fatto che fosse una ricerca affetta da errori nella metodologia (non ricordo di che tipo, ma rammento bene come tra gli scettici si stesse criticando fortemente quella ricerca perchè sostenerla significava dare adito alle voci che vedono in loro degli antiserristi per partito preso).

  7. #67
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    17,141
    Menzionato
    103 Post(s)

    Predefinito Re: I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico

    Citazione Originariamente Scritto da robertino Visualizza Messaggio
    eppure durante il mese di maggio 2019 l opinione pubblica era piuttosto sorpresa

    un mese si maggio cosi freddo e piovoso non si vedeva da decenni

    molto simile al maggio 1957

    quello che contano sono i dati

    prevalgono mesi ed annate piu calde

    ma i dati dicono anche che in questo periodo tra il 1982 e 2016 ci sono stati il maggior numero di eventi El Nino di cui 3 in assoluto i piu intensi dal 1856 dati NOAA , e questo ha certamente contribuito nel warming trend di questi decenni

    mentre dal 2016 senza il Nino la temp. media e' diminuita di circa mezzo grado secondo i dati satellitari , dati piu affidabili , perche quelli terrestri sono condizionati e alterati dal fattore antropico , il grande progresso urbanistico , industriale , demografico , e inquinamento Ambientale .

    Negli anni '70 , prevalevano mesi ed annate piu ' fredde ' ma alcuni mesi caldi indicavano un cambiamento , come il caldo febbraio 1977 in assoluto tra i piu caldi , i miti inverni del 1976 , 1977 ,
    il grande caldo di settembre 1975 , 2a decade

    per poi consolidarsi ancora di piu tra gli anni '80 e '90 con una serie eventi El Nino come tra il 1982/1983 , '87/88 , 91 , 94 , 97/98 El Nino tra i piu intensi che hanno fatto impennare la Temp. media

    in contesto attuale in cui prevalgono mesi ed annate piu calde

    ci sono mesi freddi nevosi e piovosi di entita' storica , che potrebbero indicare un cambiamento , e questo dipendera' soprattutto dall andamento in futuro della attivita Solare , e periodi ENSO / PDO e AMO .
    Singoli mesi freddissimi ma isolati contano zero, se sono immersi in un contesto di sopramedia costante.
    Devi guardare le medie annue.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  8. #68
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    17,141
    Menzionato
    103 Post(s)

    Predefinito Re: I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico

    Citazione Originariamente Scritto da robertino Visualizza Messaggio
    si come a maggio 2019 , in assoluto tra i piu freddi , ci volevano ancora i riscaldamenti e stufe ,

    adesso con questo caldo , dopo un mese di giugno 2019 tra i piu caldi ' e' facile ' ironizzare

    evidente i forti scambi meridiani , come lo era durante il ' periodo Dalton ' , tra il 1780 e 1830 in cui si alternavano mesi molto caldi con mesi piu freddi e piovosi

    le estati tra le piu calde in Europa tra il 1760 e 1780 , molto calda estate del 1808 ,
    poi fresca estate del 1813 ,
    fredda estate del 1816 dopo la fortissima eruzione del Tambora del 1815
    in contesto bassa attivita Solare si riscontra un incremento della attivita Vulcanica

    caldo inverno del '25/1826 , poi gelido e nevoso inverno del '29/1830.
    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    1) opinione pubblica. ahahah, notoriamente attendibilissima. e soprattutto provvista di quello sguardo d'insieme rivolto al globo, mica all'orticello, hai proprio ragione. La sciura Maria su Retequattro ha detto che altro che riscaldamento globale, in questo maggio si battevano i denti. E gli studiosi naziserristi brutti e cattivi sono sistemati a colpi di buongiornissimocaffè (noncisonopiùlemezzestagioni). Tie'!

    2) proprio perchè contano i dati, devi smettere di argomentare in modo surrettizio, di falsare qua e là, di enfatizzare certe dinamiche del passato (o quelle del presente, quando si tratta di freddo), e tutto il resto. Ma questo tuo modus operandi (e loquendi) è arcinoto, in primis a te stesso. Chettelodicoaffa'. Ma almeno vuoi fare il disinformatore bravo a comunicare? Fatti furbo, imbroglia la matassa, fai una scrematura dei dettagli favolistici, dei dati improponibili, delle mappe più deliranti. E invece manco quello...

    3) mezzo grado? Dal 2016 siamo scesi di circa due decimi e dopo uno sconvolgimento tale in area ENSO, direi che era assolutamente il minimo sindacale. Che secondo l'UAH (con trend orizzontalizzato rispetto a tutti gli altri enti) un singolo mese del 2019 abbia chiuso mezzo grado sotto ad un singolo mese del 2016, tra l'altro considerando solo la libera atmosfera, che è solare che risenta molto maggiormente di eventi eccezionali in area ENSO rispetto alla superficie terrestre, sarebbe una prova della tua asserzione?

    4) con te si ironizza perchè le conversazioni con te sono al limite del surreale (anzi, superano tale limite). L'alternativa ad ironizzare è fingere di credere all'accozzaglia di panzane che semini in quasi ogni tuo post. E alla lunga è stancante, perchè la climatologia appassiona me e tanti altri di questo forum. Parlassi di gossip o di cucina, probabilmente ti si lascerebbe anche vaneggiare in tutta libertà. Ma buttare spazzatura sugli argomenti di cui ci interessiamo, no grazie.

    5) ponendo anche che i dati satellitari siano più affidabili di quelli a terra (io non credo proprio, viste le correzioni apportate a quelli a terra, e viste le marchiane discontinuità dei dati di alcune serie satellitari puntualmente riproposte - non tanto da te, va detto - in chiave minimizzatrice, ma lasciamo stare), la DIFFERENZA tra il 2016 e il 2019 non è condizionata da eventuali sovrastime legate all'urbanizzazione, dato che essa porterebbe un costante scarto verso l'alto rispetto ai valori depurati, ma non darebbe differenze nelle variazioni termiche in un lasso di tempo relativamente breve (nel 2016 non vivevamo nelle caverne). Questa è matematica di una banalità disarmante, robertino. A meno che tre anni fa la popolazione non vivesse di caccia e di pesca, in mezzo alla foresta, senza manco accendere un fuocherello per scaldarsi. E quindi, da allora, il fattore antropico è aumentato esponenzialmente, calmierando il delta termico negativo rispetto a soli tre anni fa.

    6) gli scarti dell'ENSO sono riferiti ad una trentennale fissa, cioè la 1981-2010. Se il clima si sta scaldando di suo, è inevitabile che gli eventi di Nino siano superiori agli eventi di Nina, e che l'intensità media di un evento di Nino sia superiore all'intensità media, in senso opposto, di un evento di Nina. Già @elz ha postato più volte i grafici detrendizzati dell'ENSO, per vedere quale sarebbe il trend del Pacifico se lo svincolassimo dal trend planetario di riscaldamento. I grafici mostrano che l'ENSO, isolato dal contesto globale, avrebbe oscillato attorno alla neutralità, e questo da decenni, fin da quando il GW è partito. Ciò dimostra chiaramente come la tendenziale positività dell'ENSO sia conseguenza, e non causa, del riscaldamento globale.

    7) mi interessa poco che tu legga (e ho poca speranza che tu comprenda e nessuna speranza che tu condivida, anche solo in parte) questo mio post... più che altro l'ho scritto affinchè possano leggerlo altri, che auspico abbiano una capoccia leggermente meno dura della tua. Più che curarmi di te e del tuo partitopresismo, io mi batto affinchè le tue illogicità e le tue aporie prendano meno piede possibile.
    Concordo con Perlecano. @robertino e il suo madrigalismo sono francamente imbarazzanti, ignoro il motivo per cui non si limita a scrivere su Meteolive, che è strapieno di negazionisti pari suoi
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  9. #69
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    17,141
    Menzionato
    103 Post(s)

    Predefinito Re: I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico

    Citazione Originariamente Scritto da Kou Visualizza Messaggio
    Scusa robertì, ma le metropoli e gli aereoporti ecc., non esistono da dieci anni ma da molto piu' tempo. E poi sovrastimato oggi e correttissimo ieri? Mi pare illogico il tutto...
    Esattamente
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  10. #70
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    17,141
    Menzionato
    103 Post(s)

    Predefinito Re: I mitici anni '60 dal ' punto di vista ' climatico e storico

    Citazione Originariamente Scritto da Kou Visualizza Messaggio
    Ma un mese non fa una tendenza….,,,
    Il nocciolo è quello
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •