Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 43
  1. #21
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    6,101
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Estati più calde della 2003 in alcune zone d'Italia: dove e quando?

    negli ultimi anni si è limata per ragini che in buona parte sono già state discusse la tendenza alla snao- e così i maggiori centri di anomalia barica sono passati dall'europa dell'est alla mittel penalizzando tra le altre ulteriormente le aree del nw italico

    -schermata-2019-03-28-alle-10.40.00.png

    -schermata-2019-03-28-alle-10.39.32.png

  2. #22
    Vento forte L'avatar di cut-off
    Data Registrazione
    15/10/05
    Località
    Trento Sud (m.190 s.
    Età
    53
    Messaggi
    3,359
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Estati più calde della 2003 in alcune zone d'Italia: dove e quando?

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    ............................................................ ....................
    Estati fresche del tutto sparite. Le più fresche dal 2000 in avanti, la 2002 e la 2014, sono state in perfetta media col decennio '90. E' incredibile a dirsi, ma è così: non sperimentiamo un'estate sottomedia dal 1997, cioè da 22 anni.
    Più o meno quel che accade qua; aggiungo che stanno diminuendo in modo drammatico le minime a una cifra della stagione estiva. Fino agli anni '90 infatti la minima assoluta dell'estate era abitualmente "single figure", di solito grazie a giugno, ma in alcuni casi questo riguardava anche 2 singoli mesi su 3 e talvolta, anche se più raramente (ad esempio nel 1988, 1996, 1997 e 1998) tutti e 3 i mesi estivi.

    In particolare appunto in giugno, normalmente il meno caldo dei 3 mesi estivi, fra il 1979 e il 2001 solo una minima assoluta risultò in doppia cifra, precisamente nel 1993 con +11 (a luglio però la minima scese fino a 8°, e quindi anche quell'estate <si salvò> da questo punto di vista). La prima estate in cui la minima assoluta risultò a 2 cifre per tutti e 3 i singoli mesi fu la 2002 (per curiosità non la 2003 invece, in cui a luglio la minima assoluta raggiunse i 9°c), e da allora è andata sempre peggio.

    Per farla breve, dal 2015 compreso fino ad oggi la minima assoluta estiva non è più scesa sotto la doppia cifra (minima assoluta di questi 4 anni +10.7° nel 2018), e per quanto riguarda i singoli mesi l'ultima minima "single figure" di giugno è stata di 9.9° nel 2014 (per un pelo quindi), mentre per agosto bisogna risalire al 2010 con 9.1°c e per luglio addirittura fino al 2007 con 9.8°c!!

    Proprio a luglio la situazione sta particolarmente degenerando, nel senso che è ormai dal 2009 che la minima assoluta non scende sotto i 12 gradi; l'ultima volta infatti fu nel 2008 con 11.9°c, mentre nel rovente 2015 addirittura si fermò solo a 15.7°c, la più alta minima finora da me registrata a luglio dal 1977. Oltretutto poi dal 2012 in avanti è scesa sotto i 13 gradi una sola volta, nel 2017 (12.3°c); una vera escalation quindi, che mi auguro possa almeno rallentare un po' in futuro, anche se dubito.

    Il tutto con pesanti conseguenze sulla vivibilità delle notti estive in città: Trento infatti è sempre stata più o meno un forno di giorno durante l'estate, ma almeno fino a un certo periodo di notte si dormiva abbastanza bene (salvo alcune notti particolarmente fastidiose che ci sono sempre state, ma relativamente poche) grazie appunto al buon calo delle minime notturne; ultimamente questo accade sempre meno e purtroppo le notti con disagio fisico sono in continuo aumento. Insomma, personalmente mi preoccupa più l'aumento delle minime notturne rispetto a quello delle massime, che pure è piuttosto evidente.
    Saluti a tutti, Flavio

  3. #23
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 672m. -Far West-
    Età
    31
    Messaggi
    22,425
    Menzionato
    19 Post(s)

    Predefinito Re: Estati più calde della 2003 in alcune zone d'Italia: dove e quando?

    Citazione Originariamente Scritto da cut-off Visualizza Messaggio
    Più o meno quel che accade qua; aggiungo che stanno diminuendo in modo drammatico le minime a una cifra della stagione estiva. Fino agli anni '90 infatti la minima assoluta dell'estate era abitualmente "single figure", di solito grazie a giugno, ma in alcuni casi questo riguardava anche 2 singoli mesi su 3 e talvolta, anche se più raramente (ad esempio nel 1988, 1996, 1997 e 1998) tutti e 3 i mesi estivi.

    In particolare appunto in giugno, normalmente il meno caldo dei 3 mesi estivi, fra il 1979 e il 2001 solo una minima assoluta risultò in doppia cifra, precisamente nel 1993 con +11 (a luglio però la minima scese fino a 8°, e quindi anche quell'estate <si salvò> da questo punto di vista). La prima estate in cui la minima assoluta risultò a 2 cifre per tutti e 3 i singoli mesi fu la 2002 (per curiosità non la 2003 invece, in cui a luglio la minima assoluta raggiunse i 9°c), e da allora è andata sempre peggio.

    Per farla breve, dal 2015 compreso fino ad oggi la minima assoluta estiva non è più scesa sotto la doppia cifra (minima assoluta di questi 4 anni +10.7° nel 2018), e per quanto riguarda i singoli mesi l'ultima minima "single figure" di giugno è stata di 9.9° nel 2014 (per un pelo quindi), mentre per agosto bisogna risalire al 2010 con 9.1°c e per luglio addirittura fino al 2007 con 9.8°c!!

    Proprio a luglio la situazione sta particolarmente degenerando, nel senso che è ormai dal 2009 che la minima assoluta non scende sotto i 12 gradi; l'ultima volta infatti fu nel 2008 con 11.9°c, mentre nel rovente 2015 addirittura si fermò solo a 15.7°c, la più alta minima finora da me registrata a luglio dal 1977. Oltretutto poi dal 2012 in avanti è scesa sotto i 13 gradi una sola volta, nel 2017 (12.3°c); una vera escalation quindi, che mi auguro possa almeno rallentare un po' in futuro, anche se dubito.

    Il tutto con pesanti conseguenze sulla vivibilità delle notti estive in città: Trento infatti è sempre stata più o meno un forno di giorno durante l'estate, ma almeno fino a un certo periodo di notte si dormiva abbastanza bene (salvo alcune notti particolarmente fastidiose che ci sono sempre state, ma relativamente poche) grazie appunto al buon calo delle minime notturne; ultimamente questo accade sempre meno e purtroppo le notti con disagio fisico sono in continuo aumento. Insomma, personalmente mi preoccupa più l'aumento delle minime notturne rispetto a quello delle massime, che pure è piuttosto evidente.
    Capisco, anche qui la stessa cosa.
    Fino ad una ventina di anni fa di sera accendevamo la stufa fino alle prime settimane di giugno, e riaccendevamo subito dopo Ferragosto. Ora lasciamo perdere, il riscaldamento è diventato completamente inutile da aprile ad ottobre, tanto è il caldo che fa. Addirittura siamo arrivati a dormire di notte con le finestre spalancate in luglio e in agosto, una roba che 20 anni fa non ti saresti sognato ma neanche nei peggiori incubi.
    Ad ogni modo, al N (e al NW soprattutto) sembra che abbiamo fatto male a qualcuno in alto. Non solo per il caldo folle da cui siamo bersagliati da vent'anni, ma anche ora per questa siccità catastrofica da cui non se ne uscirà più..
    Lou soulei nais per tuchi

  4. #24
    Vento teso
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    1,966
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Estati più calde della 2003 in alcune zone d'Italia: dove e quando?

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Capisco, anche qui la stessa cosa.
    Fino ad una ventina di anni fa di sera accendevamo la stufa fino alle prime settimane di giugno, e riaccendevamo subito dopo Ferragosto. Ora lasciamo perdere, il riscaldamento è diventato completamente inutile da aprile ad ottobre, tanto è il caldo che fa. Addirittura siamo arrivati a dormire di notte con le finestre spalancate in luglio e in agosto, una roba che 20 anni fa non ti saresti sognato ma neanche nei peggiori incubi.
    Ad ogni modo, al N (e al NW soprattutto) sembra che abbiamo fatto male a qualcuno in alto. Non solo per il caldo folle da cui siamo bersagliati da vent'anni, ma anche ora per questa siccità catastrofica da cui non se ne uscirà più..
    E' evidente come il NW italiano sia tra le zone più sensibili al riscaldamento (e, viceversa, se fosse in atto un raffreddamento globale sono convinto sarebbe una delle zone più sensibili ad un netto calo delle temperature medie). Il contrario invece direi del Sud.
    Ne sono convinto anche alla luce delle narrazioni sul Periodo Caldo Medievale e sulla PEG sulle Alpi.

    Le estati in realtà sono diventate più calde ovunque, senza eccezioni. In ogni luogo proporzionalmente rispetto al clima di partenza. Vedendo le medie storiche, ad esempio, risulta come di notte a Brindisi fosse usuale scendere sotto i 20°. D'altronde le stesse medie minime erano per Luglio e Agosto di circa 20,0 e 20,2° nel trentennio 51-80. Oggi invece (e attendo ancora la media 1991-2020, che sarà ancora più alta, ne sono certo) scendere sotto i 20° è diventato rarissimo: nel corso di quei due mesi, in particolare, capiterà al massimo 5 volte, e mai sotto i 19°. Le minime medie si aggirano ormai sui 22°, temperature peraltro raggiunte solo all'alba. E' diventato normale fino alle 2 del mattino avere ancora 25°.
    Anche di giorno fa molto caldo, ma per fortuna la presenza del mare limita ancora il riscaldamento diurno, che tuttavia risulta 1° sopra la media 51-80 e 61-90.

  5. #25
    Vento teso
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    1,966
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Estati più calde della 2003 in alcune zone d'Italia: dove e quando?

    Comunque, @Perlecano, l'estate 1994 è stata molto simile in Puglia alla 2003, se non fosse per Giugno. A Brindisi la media di Luglio 2003 è sì la più alta della storia, ma a pari merito con quella del Luglio 1994. Agosto 1994 ebbe qui inoltre media 27,9°, battuto dal 2003 solo per un soffio (28,1°).
    Quindi il dato di Bari Palese non mi stupisce più di tanto: potrebbe davvero essere stata l'estate 1994 da primo posto per quella stazione meteorologica. In generale Luglio e Agosto non furono secondi ai rispettivi mesi del 2003 nemmeno a Brindisi. La principale differenza la fece Giugno, che risultò molto più fresco nel 1994.

  6. #26
    Burrasca L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    22
    Messaggi
    5,778
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Estati più calde della 2003 in alcune zone d'Italia: dove e quando?

    Qui la 2003 continua ad essere la più calda, segue la 2012 (mi pare, devo andare a rivedere). Poi la 2015 e la 2017, la 2008 mi sembra al quinto posto. No perché la 2008 è molto snobbata ma è stata una signora estate qui
    "Non è la neve che non ho avuto a mancarmi, ma quella che avrei dovuto avere ancora."

  7. #27
    Vento forte L'avatar di cut-off
    Data Registrazione
    15/10/05
    Località
    Trento Sud (m.190 s.
    Età
    53
    Messaggi
    3,359
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Estati più calde della 2003 in alcune zone d'Italia: dove e quando?

    Citazione Originariamente Scritto da Cristiano96 Visualizza Messaggio
    Qui la 2003 continua ad essere la più calda, segue la 2012 (mi pare, devo andare a rivedere). Poi la 2015 e la 2017, la 2008 mi sembra al quinto posto. No perché la 2008 è molto snobbata ma è stata una signora estate qui
    Discorso molto diverso quassù per quanto riguarda l'estate 2008, che è stata la 2^ più fresca (o meno calda) delle ultime 11 con 22.1°c (media del periodo considerato 23.2°c) e discretamente piovosa, con 310 mm caduti fra giugno e agosto (108+110+92).

    Per il resto siamo lì, con la 2018 che qui a Trento a grandi linee prende il posto della 2008 a Fasano.

    Saluti a tutti, Flavio

  8. #28
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,463
    Menzionato
    85 Post(s)

    Predefinito Re: Estati più calde della 2003 in alcune zone d'Italia: dove e quando?

    Citazione Originariamente Scritto da Cristiano96 Visualizza Messaggio
    Qui la 2003 continua ad essere la più calda, segue la 2012 (mi pare, devo andare a rivedere). Poi la 2015 e la 2017, la 2008 mi sembra al quinto posto. No perché la 2008 è molto snobbata ma è stata una signora estate qui
    Assieme alla 2007 ed alla 2012, l'estate 2008 è stata una delle poche nel nuovo millennio con anomalie maggiori al CS(specie lato adriatico e jonico).
    Fu molto calda anche oltre Adriatico(vari record assoluti nella ex Jugoslavia,solo in parte battuti nell'agosto 2017),mentre fu in media o sottomedia in Iberia(soprattutto in Portogallo fu fresca).
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  9. #29
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,463
    Menzionato
    85 Post(s)

    Predefinito Re: Estati più calde della 2003 in alcune zone d'Italia: dove e quando?

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    E' evidente come il NW italiano sia tra le zone più sensibili al riscaldamento (e, viceversa, se fosse in atto un raffreddamento globale sono convinto sarebbe una delle zone più sensibili ad un netto calo delle temperature medie). Il contrario invece direi del Sud.
    Ne sono convinto anche alla luce delle narrazioni sul Periodo Caldo Medievale e sulla PEG sulle Alpi.

    Le estati in realtà sono diventate più calde ovunque, senza eccezioni. In ogni luogo proporzionalmente rispetto al clima di partenza. Vedendo le medie storiche, ad esempio, risulta come di notte a Brindisi fosse usuale scendere sotto i 20°. D'altronde le stesse medie minime erano per Luglio e Agosto di circa 20,0 e 20,2° nel trentennio 51-80. Oggi invece (e attendo ancora la media 1991-2020, che sarà ancora più alta, ne sono certo) scendere sotto i 20° è diventato rarissimo: nel corso di quei due mesi, in particolare, capiterà al massimo 5 volte, e mai sotto i 19°. Le minime medie si aggirano ormai sui 22°, temperature peraltro raggiunte solo all'alba. E' diventato normale fino alle 2 del mattino avere ancora 25°.
    Anche di giorno fa molto caldo, ma per fortuna la presenza del mare limita ancora il riscaldamento diurno, che tuttavia risulta 1° sopra la media 51-80 e 61-90.
    Ieri ne parlavo privatamente con @Perlecano: lo spostamento della cella di H. sempre più a nord è una mazzata per le medie latitudini europee più che per quelle medio-basse, che la cella ce l'avevano in testa già negli anni 90',per cui è cambiato di meno. Ma è una mazzata soprattutto per il nord Italia(soprattutto il NW),che è una terra di mezzo semicontinentale,che non ha molti elementi stabilizzatori né inerzie marittime e sta in un catino naturale a causa di un'orografia complicatissima.
    E infatti,mentre per il sud Italia l'aumento termico nel semestre caldo a decennio è stimabile intorno a +0,2°, mentre per il NW e la Svizzera meridionale si va su di almeno +0,6° a decennio.Non è proprio la stessa cosa...
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  10. #30
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,463
    Menzionato
    85 Post(s)

    Predefinito Re: Estati più calde della 2003 in alcune zone d'Italia: dove e quando?

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Comunque, @Perlecano, l'estate 1994 è stata molto simile in Puglia alla 2003, se non fosse per Giugno. A Brindisi la media di Luglio 2003 è sì la più alta della storia, ma a pari merito con quella del Luglio 1994. Agosto 1994 ebbe qui inoltre media 27,9°, battuto dal 2003 solo per un soffio (28,1°).
    Quindi il dato di Bari Palese non mi stupisce più di tanto: potrebbe davvero essere stata l'estate 1994 da primo posto per quella stazione meteorologica. In generale Luglio e Agosto non furono secondi ai rispettivi mesi del 2003 nemmeno a Brindisi. La principale differenza la fece Giugno, che risultò molto più fresco nel 1994.
    Giugno 1994 me lo ricordo bene,ricorda molto giugno 2009 sinotticamente: gocce fredde perlopiù balcaniche, temporali pomeridiani,soprattutto nelle zone interne,afa davvero passeggera.Già a fine mese,però,si ebbero le avvisaglie di uno dei mesi di luglio più caldi in mezza Europa(in Spagna è ancora indimenticato ed è stato battuto solo da luglio 2015).
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •