Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 24 di 24
  1. #21
    Vento fresco
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    2,712
    Menzionato
    97 Post(s)

    Predefinito Re: Se questi disastri meteo accadessero oggi si darebbe la colpa al GW

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Guarda, io ho una posizione moderata sul GW di origine antropica. Personalmente tendo a ritenere molto meno nette le influenze umane di quanto si creda. Ma è una posizione personale, e ammetto che potrei sbagliarmi e che per essere certi sulla natura del riscaldamento non possiamo che assistere a ciò che accadrà. Solo tra 40-50 anni circa a mio parere potremmo capire davvero la reale relazione tra CO2 e temperatura (anche meno anni se le emissioni aumenteranno ancor più nettamente e la temperatura varierà o meno di conseguenza).

    Detto questo, vorrei fare alcune precisazioni. Tra anni 50 e 80 le emissioni di CO2 aumentarono solo di 30-40 ppm.
    Dal 1980 a oggi (40 anni soltanto) sono cresciute invece di 70 ppm. Un ritmo di crescita più alto.
    In effetti c'è una correlazione significativissima tra livelli di CO2 e temperatura da quando la CO2 ha preso a crescere molto velocemente (da quando ha raggiunto le 330 ppm nel 1975, quando iniziò l'incremento termico). Da allora, le temperature globali sono aumentate di 0,8° (rispetto ai valori degli anni 60-70), e contemporaneamente la CO2 è aumentata di 80 ppm. Una relazione apparente di 0,1° ogni 10 ppm. Poi ovviamente i fattori naturali modulano questo ritmo di riscaldamento facendo sì che ogni tanto rallenti (come nel periodo 2001-2013) e poi acceleri (come ad esempio negli ultimi anni o negli anni 80-90).

    La teoria sarebbe valida, ma potrebbe essere una correlazione casuale (cosa che io spero e credo per le tue stesse ragioni). Ma per precisione bisogna riportarlo.
    Le incertezze con le stime del riscaldamento sembrano di varia grandezza,

    un resoconto della forzante da CO2 , Vulcani e Solare , tra il 1901 e 1912 in questo periodo la concentrazione atmosferica di CO2 è stata stimata tra i 290 e 301 ppm;

    nel 1950 era 311,3 ppm ,

    quindi il riscaldamento durante il periodo tra il 1910 e 1945 e' stato associato ad un aumento di CO2 di soli 10 ppm,
    ma in questo periodo , in particolare durante il trentennale tra il 1916 e 1945 c'e stato un sensibile incremento della temp. media Globale di circa + 0 , 8 C. , rispetto all aumento della CO2 .



    altri fattori Naturali hanno influito come i periodi associati Enso / PDO e AMO in prevalenza positiva


    Tra il 1950 e 2018 un aumento di 97 ppm nella concentrazione atmosferica di CO2 ,
    ma i dati mostrano anche una leggera diminuzione della Temperatura media globale concomitante questo periodo , in particolare tra il 1945 e 1975

    quindi attribuibili maggiormente a fattori Naturali , esempio Oceani mediamente piu freddi della serie Nina strong , e periodi associati Enso/PDO e AMO negativa .

    Tra il 2005 e 2014 nonostante oscillazioni della Temp. media globale risulta stabile ,
    poi un incremento in condizioni
    El Nino strong tra il 2015 e 2016 , con annata

    2016 piu calda a livello globale .

    un rilevante ' warming trend ' riscaldamento c'e stato , secondo i dati , anche tra il 1860 e 1882 .

  2. #22
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    49
    Messaggi
    7,090
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Se questi disastri meteo accadessero oggi si darebbe la colpa al GW

    Citazione Originariamente Scritto da ovestest Visualizza Messaggio
    Sono un sostenitore del riscaldamento globale causato, almeno in buona parte, dai gas serra immessi nell’atmosfera dalle attività umane ma allo stesso tempo penso che ormai sia diventata una “moda” spiegare con il GW ogni evento meteo violento, raro o eccezionale, come se in passato non ne capitassero. L’aumento delle temperature provoca un aumento di fenomeni meteo. Eventi che, quindi, ci sono sempre stati, soprattutto in un paese come il nostro. Del resto provate a immaginare anche solo per un secondo che cosa succederebbe oggi se si verificassero questi eventi:



    Torino 23 maggio 1953:
    dopo un periodo di caldo molto intenso e afoso (con massime fino a 36°) che colpisce il Piemonte il tardo del pomeriggio del 23 maggio del 1953 Torino viene sconvolta da un violentissimo temporale con venti violentissimi (qualcuno parla anche di tromba d’aria ma molto più probabilmente si trattò di un microburst) che provocarono molti danni ma soprattutto provocarono il crollo della guglia della Mole Antonelliana che sfiora i 168 metri di altezza; 47 metri e 400 tonnellate di metallo e muratura si schiantarono, fortunatamente senza colpire nessuno, sul giardino della Rai
    Sessanta anni fa crollo la guglia della Mole Antonelliana

    Allegato 505650
    guidatorino.com

    Allegato 505651 guidatorino.com

    Allegato 505652
    alicemate.wordpress.com
    Venezia 11 settembre 1970


    A settembre di cinque decenni fa parte del Veneto e in particolare il suo capoluogo furono devastati da un vero e proprio tornado che si era formato nella zona dei colli Euganei e che raggiunse una forza stimata F3/F4; tra Padova e la costa lascia una scia di lutti e distruzioni, le vittime furono 36 e i meriti superarono i 500. Dopo le 21 il "mostro" colpisce l'entroterra di Venezia distruggendo un campeggio ma subito dopo tocca alla laguna stessa dove nell'isola delle Grazie viene distrutto un ospedale. Subito dopo tocca al motoscafo Ancil che in quel momento stava attraversando un tratto lagunare e che viene lanciato in aria e rovesciato provocando la morte di 21 persone. Il tornado continua la sua corsa mortale toccando il quartiere, sempre sulla laguna, di S. Elena dove provoca altri morti e distruzioni. La corsa del turbine continua raggiungendo il litorale Cavallino, l'aeroporto veneziano Nicelli che subisce danni ingenti e un altro campeggio dove perdono la vita 12 persone e altre 141 vengono ferite.
    Allegato 505653
    attivitasolare.com
    Allegato 505654
    attivitasolare.com

    Ma potrei continuare con altri terribili eventi meteo del passato che presero in pieno le nostre città facendo numerosi morti come la tromba d'aria che nel 1772 colpì Favara, cittadina costiera della Sicilia meridionale

    Allegato 505632

    ....quello che nel 1773 devastò il porto di Ancora con altri morti e distruzioni

    Allegato 505633

    .....che nel 1867 fece stragi e distruzioni nel veneziano tra Chirignano e Burano
    Allegato 505634
    ......o che l'8 dicembre del 1851 colpi la Sicilia occidentale, zona di Marsala, provocando 500 vittime (anche se penso che in quel caso di deve essere trattato di una combinazione di più eventi come delle alluvioni), un vero record italiano, o che nel luglio del 1910 uccide 60 persone nella Brianza.
    I tornado in Italia: migliaia di morti negli ultimi 2 secoli, in Sicilia l’evento piu violento d’Europa
    |
    Mondo Tempo Reale
    Mi piace e sottoscrivo il tuo pensiero.

    Peccato vedere talvolta anche lo stesso mondo professionale cadere in queste tentazioni....
    Matteo

    Freelance

  3. #23
    Burrasca L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    22
    Messaggi
    5,784
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Se questi disastri meteo accadessero oggi si darebbe la colpa al GW

    Concordo col post e aggiungo che è anzi controproducente additare al riscaldamento globale la causa di ogni fenomeno estremo. Si finisce per edulcorare il problema, quasi a dire "è piovuto forte, colpa del gw. Non possiamo farci più nulla" quando, per dimostrare lo stesso, ci sono un sacco di prove e dati a supporto. Il problema nasce dall'informazione, fa sicuramente più effetto dire "tornado distruttivi, il gw sta accelerando" rispetto a "dall'ultimo studio emerge un aumento nella frequenza delle ondate di calore".

    Circa la natura di questo riscaldamento, se dovuto alle emissioni antropiche o meno, non dico "secondo me" ma sospendo il giudizio e lo rimando alla comunità scientifica, la cui quasi totalità sa bene quali siano le cause.
    "Non è la neve che non ho avuto a mancarmi, ma quella che avrei dovuto avere ancora."

  4. #24
    Brezza tesa L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    58
    Messaggi
    761
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Se questi disastri meteo accadessero oggi si darebbe la colpa al GW

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Applausi!
    E' quello che dico anch'io, che pure sono serrista come te (e chi non lo è ormai?)
    Aggiungo che, anche secondo quanto mi diceva il mio povero nonno Emerenzio classe 1894, in Emilia le semine primaverili si sono sempre fatte verso il centesimo giorno dell'anno, cioè più o meno come adesso. Se fossero veri i romanzi che alcuni scrivono sui tempi andati, avrebbero dovuto seminare in maggio, per schivare le gelate.
    Devo fare ammenda e correggere: attualmente nella valle del Po le due principali semine primaverili, mais e barbabietola, si fanno in marzo.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •