Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 44
  1. #21
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    21
    Messaggi
    808
    Menzionato
    110 Post(s)

    Predefinito Re: Step dell'Italian Warming: le date

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    L'inverno dal 1998/99 al 2012/13 è andato in controtendenza nel sud Europa ed in parte nel centro Europa(in Germania lo fatto soprattutto nella seconda parte dello scorso decennio,ad esempio).Poi in parte ha ceduto,tanto è vero che gli inverni di questo decennio in Italia sono circa mezzo grado sopra la 81/10(in Spagna è andata meglio,ad esempio il 2014/15 ed il 2017/18 sono stati più freddi che da noi), se non ricordo male ma chiedo conferma a @Perlecano,anche se si sono moltiplicati gli eventi gelidi ma in un contesto mite.
    sì con l'inverno appena passato stiamo a +0,51 °C di media invernale sulla 1981-2010 per il decennio in corso, maggiori informazioni nel seguente thread (aggiornato però al dicembre 2018):
    Scarti termici mensili e stagionali sulla 1981-2010 dagli anni '70 in poi, decennio per decennio
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  2. #22
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    21
    Messaggi
    808
    Menzionato
    110 Post(s)

    Predefinito Re: Step dell'Italian Warming: le date

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Sì,infatti.In effetti gli autunni avevano visto un importante local trend rialzista al sud sin dal 1986,mentre al nord hanno tenuto botta fino al 1999.Ricordiamo che al sud l'autunno 1994 è ancora oggi fra i più caldi,non è poi molto diverso dal 2018 eh!
    beh tra 1994 e 2018 in Italia c'è una differenza di circa 0,8 °C a livello trimestrale, poco non è. L'abisso c'è ad ottobre, la differenza tra ottobre 1994 e ottobre 2018 è vicina ai due gradi. Anche a settembre c'è una certa differenza (quasi un grado in Italia; al Nord tra settembre 1994 e settembre 2018 c'è un divario molto ampio), mentre novembre 1994 risulta addirittura un filo più caldo di quello del 2018.
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  3. #23
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    21
    Messaggi
    808
    Menzionato
    110 Post(s)

    Predefinito Re: Step dell'Italian Warming: le date

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Effettivamente lo step del 1998 è molto sottovalutato ma quell'estataccia venne dopo 3 non particolarmente calde(soprattutto la 1996).Dopo,oltre a cessare le estati sotto la 71/00,ne abbiamo avute solo 3 sotto la 81/10 e sempre di poco.
    giusto, infatti io parlo di step quando dopo un certo evento si riscontra una continuità su livelli che invece prima erano raggiunti meno sistematicamente; ecco perchè non parlo di step per la 1994: per quanto sia stata la prima estate molto calda del periodo post-1952, le tre estati successive ad essa (1995-1996-1997) hanno chiuso tutte e tre a dei livelli che erano sovente raggiunti (e talvolta già superati) tranquillamente cinque, o anche dieci anni prima. Il 1998 invece ha spezzato una continuità, vale a dire che l'asticella dell'estate-tipo, dal 1999 (compreso) in poi, è stata più alta rispetto al periodo pre-1998. Quindi la 1998 ha creato una frattura tra un prima e un dopo, cosa che la 1994 non ha fatto con chiarezza, ecco perchè per la prima di esse parlo di step rialzista, mentre per la seconda non ne parlo.

    Per questi stessi motivi non parlo del 2003 come di uno step estivo: quel trimestre assurdo fu di certo favorito da un trend rialzista in corso di per sè già da un ventennio buono, ma subito dopo di esso tre estati consecutive, cioè 2004, 2005 e 2006 furono tra le più fresche dal 1998 ad oggi (la 2002 è meno calda della 2006 ma è al livello della 2004 e della 2005; la mosca bianca 2014 è la meno calda del periodo post-1996).
    Ultima modifica di Perlecano; 20/04/2019 alle 19:54
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  4. #24
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    21
    Messaggi
    808
    Menzionato
    110 Post(s)

    Predefinito Re: Step dell'Italian Warming: le date

    Comunque @Josh, parlando di eventi più gelidi come picchi ma in un contesto invernale mediamente più mite, penso che la NAO positiva stia incidendo molto in tal senso: lo stesso anticiclone che ultimamente è più ingombrante in inverno rispetto a qualche anno fa, portando sopra la media (al netto delle inversioni e delle nebbie) soprattutto i settori occidentali della penisola (ma spesso non solo), è quello che poi permette azioni di sponda delle masse gelide dall'est del Continente, e non parlo ovviamente solo di Burian o comunque di retrogressioni continentali: parlo anche di aria artica, o polare, dritto per dritto, che non si mitiga più di tanto spostandosi verso ovest, proprio perchè (tanto rapidamente quanto incisivamente) colpisce sul fianco orientale l'Italia, con attacchi spesso brevi ma in genere più intensi rispetto a, chessò, un freddo costante ma senza picchi particolari che coinvolga segnatamente il Nord Italia in "macroperiodi" con invadenza anticiclonica tendenzialmente minore.
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  5. #25
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    6,117
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Step dell'Italian Warming: le date

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    giusto, infatti io parlo di step quando dopo un certo evento si riscontra una continuità su livelli che invece prima erano raggiunti meno sistematicamente; ecco perchè non parlo di step per la 1994: per quanto sia stata la prima estate molto calda del periodo post-1952, le tre estati successive ad essa (1995-1996-1997) hanno chiuso tutte e tre a dei livelli che erano sovente raggiunti (e talvolta già superati) tranquillamente cinque, o anche dieci anni prima. Il 1998 invece ha spezzato una continuità, vale a dire che l'asticella dell'estate-tipo, dal 1999 (compreso) in poi, è stata più alta rispetto al periodo pre-1998. Quindi la 1998 ha creato una frattura tra un prima e un dopo, cosa che la 1994 non ha fatto con chiarezza, ecco perchè per la prima di esse parlo di step rialzista, mentre per la seconda non ne parlo.

    Per questi stessi motivi non parlo del 2003 come di uno step estivo: quel trimestre assurdo fu di certo favorito da un trend rialzista in corso di per sè già da un ventennio buono, ma subito dopo di esso tre estati consecutive, cioè 2004, 2005 e 2006 furono tra le più fresche dal 1998 ad oggi (la 2002 è meno calda della 2006 ma è al livello della 2004 e della 2005; la mosca bianca 2014 è la meno calda del periodo post-1996).
    approccio ineccepibile
    da stampare

  6. #26
    Vento fresco L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    2,589
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Step dell'Italian Warming: le date

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Partendo dai dati di Berkeley, possiamo individuare grossomodo 3 step rialzisti in Italia:
    1) il grande step del 1987,che maturò nel secondo semestre di quell'anno dapprima freddissimo,poi di colpo "new style" da luglio ma ancor più da settembre;
    2)lo step dell'aprile 2011,con una prima rarefazione dei mesi sottomedia,ancora presenti negli anni 90' e Duemila,pur in un contesto ben più caldo rispetto ai decenni precedenti,
    2) il local step del nord Italia del settembre 2014,non avvenuto al sud che rimane in continuità sostanziale con la situazione seguita allo step della primavera 2011.Al nord, invece,segnatamente al NW, si ha un nuovo,sensibile gradino rialzista, @Perlecano.
    Questo per gli anni...per le estati gli step principali sono purtroppo anticipati ed individuabili nel 1982 e 1998 ma si può delineare tranquillamente un local step per il nord Italia a partire dal 2003,mentre per il sud dal 1999 è proseguito il rialzo ma in termine più moderati e "continuisti". Un rialzo ulteriore è comunque in corso ovunque dall'estate 2012 in poi, con un ulteriore e preoccupante accorciamento del tempo di ritorno delle estati c.d. "da podio".
    Sostanzialmente non aggiungo molto. Il discorso riassume le date che già si conoscono. Anche dal mio punto di vista in Svizzera un primo step è collocabile nella seconda parte degli anni'80, e quello della primavera 2011 lo cito spesso perché è pure marcato. Per le estati vale anche quello palese del 2012 visto che 4 delle 5 estati più calde nella serie sudalpina secolare sono state registrate a partire da lì.

    Questi step recenti sono ancora da confermare in futuro date le ristrettezze temporali (parliamo di poche annate che non necessariamente possono essere rappresentative), mentre quello del 1987 è chiaro anche ai tombini.

    Sarà poi da valutare se in certe zone anche il 2018 abbia potuto rappresentare un ulteriore step.

  7. #27
    Vento fresco L'avatar di kima
    Data Registrazione
    10/10/12
    Località
    Glarus Nord
    Età
    40
    Messaggi
    2,860
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Step dell'Italian Warming: le date

    Citazione Originariamente Scritto da cristiano Visualizza Messaggio
    Si. Sono aumentati gli episodi gelidi ma il contesto mite rimane. Tempo fa mi sono messo ad analizzare solo ed esclusivamente le minime estreme di ogni mese e li ho sommate tra di loro. Anno per anno. Ebbene, la somma annuale non è poi tanto diversa negli ultimi 100 anni. Purtroppo non ho serie realmente omogenizzate. Per voi che abitate in luoghi con serie climatiche certificate potreste farlo per me. Insomma apparentemente sembrerebbe che gli estremi di freddo non sono poi tanto cambiati come lo hanno fatto le medie. Ma la mia analisi è stata fatta in maniera davvero superficiale... Quindi non so se realistica. Per il resto è stato un piacere leggere i vostri commenti.
    Avevo fatto questo lavoro per L’Aquila una decina di anni fa...
    https://www.meteoaquilano.it/archivi...0anno%20aq.JPG
    Dal 1951 al 2001 il trend rialzista è netto. Parliamo della minima assoluta annua, rappresentativa degli episodi di freddo estremo. Per gli anni successivi non ho dati completi, ma posso dirti che L’Aquila centro nel 2012 non si spinse oltre i-13,6, che fanno un baffo ai -16/-17 che si toccavano fino al 1985, mentre l aeroporto di Preturo segnò -18,6, nulla in confronto rispetto ai -23,4 del 1985.
    Va quindi sfatata questa cosa che adesso gli episodi gelidi possono essere estremi come in passato, cosa che magari può valere ancora per qualche località di mare del mediterraneo dove già vedere un fiocco o andare sotto zero vuol dire evento secolare. Per la montagna, zone continentali, e direi in genere per l Europa centro settentrionale non è così.

  8. #28
    Vento fresco L'avatar di appassionato_meteo
    Data Registrazione
    01/09/14
    Località
    Artegna (UD) 191 mslm
    Messaggi
    2,202
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Step dell'Italian Warming: le date

    Molto interessante questa discussione!

    Quali sono gli step mensili invece?
    In altre parole, prima si è prevalentemente di stagioni ed annate ma poco dei singoli mesi; quali sono invece le date cruciali per ogni mese?
    Due salti importanti che mi vengono in mente sono giugno 1996 ed aprile 2007, ma per il resto sono poco informato.
    Discussione che raccoglie medie e statistiche sulle grandezze in quota (principalmente medie ad 850 hPa, quota ZT, geopotenziali a 500 hPa) di Udine:
    http://forum.meteotriveneto.it/showt...tiche-in-quota

  9. #29
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    21
    Messaggi
    808
    Menzionato
    110 Post(s)

    Predefinito Re: Step dell'Italian Warming: le date

    Citazione Originariamente Scritto da appassionato_meteo Visualizza Messaggio
    Molto interessante questa discussione!

    Quali sono gli step mensili invece?
    In altre parole, prima si è prevalentemente di stagioni ed annate ma poco dei singoli mesi; quali sono invece le date cruciali per ogni mese?
    Due salti importanti che mi vengono in mente sono giugno 1996 ed aprile 2007, ma per il resto sono poco informato.
    sì per giugno il 1996 è stato notevole, il nuovo livello caldofilo si è consolidato dal giugno 1998 per non sparire più (anzi...). per aprile parlerei già del 2006, non ha certo costituito un record a livello nazionale ma è stato molto sopra la 1981-2010, poi l'anno successivo aprile fu clamoroso (fino al 2018 l'aprile più caldo era proprio quello del 2007), ma è dal 2006 che aprile ha sempre chiuso sopra la 1981-2010 come minimo di mezzo grado, mentre prima l'anomalia media era decisamente più contenuta (pure i vari 2003 e 2005 sono stati un po' sotto la trentennale).

    per maggio parlerei del 1999, anche prima si erano visti mesi di maggio relativamente caldi, ma il trittico 1999-2000-2001 ha mostrato un'asticella maggiolina improvvisamente alzata di molto (a prescindere dal maggio estremo del 2003). Per luglio parlerei della coppia 1982-1983, dato che fino al 1981 la media di luglio era sempre abbondantemente sotto la 1981-2010, invece nel biennio in questione la si superò in entrambi i casi (luglio 1983 ovviamente fu ben più clamoroso di luglio 1982). Altro step per luglio è quello del 2003 (quel luglio risulta tuttora il secondo più caldo in Italia, dietro al luglio 2015, ma è sottovalutatissimo poichè oscurato dai più estremi giugno e agosto 2003), dopo il quale mesi di luglio particolarmente freschi non si sono più visti (eccetto nel 2014 e, in parte, nel 2011). Temo tra l'altro che pure il luglio "monstre" del 2015 abbia alzato ulteriormente l'asticella: il successivo luglio 2016 risulta sopra la 1981-2010 di quasi un grado, luglio 2017 sta tra i dieci più caldi di sempre e luglio 2018 è praticamente identico a luglio 2017 (meno caldo al Sud ma più caldo al Nord).

    Agosto invece si è scaldato in modo progressivo, presentando micro-trend di raffreddamento (si pensi al trittico 1995-1997 e soprattutto alla coppia 2005-2006... per il Nord aggiungerei agosto 2007) in un contesto però di costante ascesa termica, il 1992 e il 1994 sono stati certamente antesignani degli standard agostani degli ultimi anni.

    Settembre si è raffreddato, mediamente, sia passando dagli anni '80 (con un poco convinto step rialzista nel 1982) ai '90, sia passando dai '90 ai Duemila: dal 2011 le cose sono cambiate radicalmente, da allora settembre stabilmente sopra la 1981-2010 su scala nazionale e nemmeno di pochissimo, il 2017 (a -0,7 °C dalla trentennale) è davvero isolato dal ripido trend recente.

    Per ottobre ravviso uno step rialzista nel 1986-1987 (da allora si sono avuti ottobre caldi - che prima non si vedevano - alternati ad ottobre pienamente old-style come il 1989 e il 1991, quindi è stato un gettare le basi per i successivi standard, ma senza costanza interannuale), per il resto l'aumento termico nel corso degli anni è stato abbastanza graduale.

    Per novembre uno step importante è stato quello del 2000. Per dicembre direi la stessa cosa, anche se il riscaldamento medio è assai meno forsennato di quello novembrino.
    Per gennaio e febbraio non mi piace parlare di step, il trend di riscaldamento invernale (molto blando fino al 2013-2014 e non intensissimo nemmeno ora, come detto in altre occasioni) esiste ma è poco "scomponibile", a causa di una ampia variabilità interannuale dei primi due mesi del calendario.

    Nel 1989 vedo un marzo caldissimo che ha portato uno step rialzista mensile (con altri mesi di marzo assai caldi come marzo 1994 e marzo 1997), nel 2001 si nota un secondo rialzo dell'asticella, dato che da allora, di marzo costantemente molto freddi in tutto il Paese, non se ne sono più visti.
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  10. #30
    Vento fresco L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    2,589
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Step dell'Italian Warming: le date

    Citazione Originariamente Scritto da appassionato_meteo Visualizza Messaggio
    Molto interessante questa discussione!

    Quali sono gli step mensili invece?
    In altre parole, prima si è prevalentemente di stagioni ed annate ma poco dei singoli mesi; quali sono invece le date cruciali per ogni mese?
    Due salti importanti che mi vengono in mente sono giugno 1996 ed aprile 2007, ma per il resto sono poco informato.
    Ottimo spunto. Ti dico come la penso io anche se può essere un ottica geografica limitata.
    Evidentissimo è lo step di aprile attorno al 2007 (potremmo già includere il 2006 in realtà). I mesi di giugno si sono scaldati fortissimo in Ticino nei primi anni '00, già proprio nel 2000 se vogliamo fissare una data. Agosto invece ha anticipato questo al 1990, con anche lì una serie di mensilità caldissime ravvicinate (1991, 1992, 1993, 1994). Difficile dire se ci sia stato un ulteriore step generale attorno il 2015.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •