Pagina 312 di 343 PrimaPrima ... 212262302310311312313314322 ... UltimaUltima
Risultati da 3,111 a 3,120 di 3423
  1. #3111
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    15/06/12
    Località
    san venanzo (TR)
    Età
    47
    Messaggi
    601
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: estate 2019: analisi modellistica

    Citazione Originariamente Scritto da Neve71 Visualizza Messaggio
    Ma scusami tanto Daredevil, ma doe la vedi la provocazione?
    Ma possibile che anche parlando di meteo bisogna usare il bilancino per evitare che qualcuno si offenda e non si legge con attenzione il post nella sua interezza?
    Lo ripeto: è meglio avere un rientro in media graduale, anche se questo comporta magari 2 o 3 giorni caldi, seppur con temperature vieppiù discendenti, piuttosto che una brusca variazione di svariati gradi in 24 ore, variazione che accellererebbe di 48-72 ore il rientro a temperature umane, se non nell'immediato addirittura fresche, ma comporterebbe quasi certamente, data l'energia in gioco, temporali, nubifragi, se non addirittura vere e proprie alluvioni lampo.
    Più chiaro di così non ce la faccio, come vedete non c'è provocazione alcuna.
    Nulla di personale ma tu parli della tua realtà geografica e la estendi a tutta Italia...è questo che non riesco a farti capire....se da te è stato un giugno ottimo non è per tutti così....se da te c'è abbondanza di acqua non è così per molti altri....per moltissimi di noi non vedere nei modelli uno sblocco serio con un break consistente ( che non significa passare da +25 a +19) senza perturbazioni significative sta diventando un problema non di gusti ma di necessità....dalla Toscana al Basso Lazio passando per l'Umbria ovest flora e fauna stanno cominciando ad avere uno stress significativo....le grandinate, ribadisco, spero non avvengano nè a Torino, nè a Palermo e in nessuna zona d'Italia e del mondo....ma è necessario ritornare a condizioni consone alle ns latitudini...non all'Africa sub sahariana ....spero di essere riuscito a spiegarmi.

  2. #3112
    Bava di vento
    Data Registrazione
    14/08/17
    Località
    Vignano (Muggia), 35mslm
    Età
    36
    Messaggi
    68
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: estate 2019: analisi modellistica

    Speriamo in un decente break fresco a luglio.
    Che il gran caldo (inteso come T medie giornaliere), ma sopratutto l'afa e le minime elevate facciano oramai parte (costante) del clima moderno estivo targato TS e`purtroppo vero.
    Pero`una pausa decente di qualche gg (e non sogno valori pomeridiani medi di Amburgo, bensi`di una decente giornata +27/+15) dovrebbe farla prima o poi..
    Va`bene che non siamo come Oviedo o Rotterdam, ma neanche stare sopra +25 gradi di Tmedia giornaliera per settimane intere eh...

  3. #3113
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,733
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: estate 2019: analisi modellistica

    Citazione Originariamente Scritto da Neve71 Visualizza Messaggio
    Ma scusami tanto Daredevil, ma doe la vedi la provocazione?
    Ma possibile che anche parlando di meteo bisogna usare il bilancino per evitare che qualcuno si offenda e non si legge con attenzione il post nella sua interezza?
    Lo ripeto: è meglio avere un rientro in media graduale, anche se questo comporta magari 2 o 3 giorni caldi, seppur con temperature vieppiù discendenti, piuttosto che una brusca variazione di svariati gradi in 24 ore, variazione che accellererebbe di 48-72 ore il rientro a temperature umane, se non nell'immediato addirittura fresche, ma comporterebbe quasi certamente, data l'energia in gioco, temporali, nubifragi, se non addirittura vere e proprie alluvioni lampo.
    Più chiaro di così non ce la faccio, come vedete non c'è provocazione alcuna.
    purtroppo ti debbo smentire: un rientro graduale non concluderebbe nulla
    per avere un rimescolamento deciso dell'aria anche nei bassi strati ci vuole una discesa brusca dei valori (almeno 6-7° in 24 ore - vado a spanne), altrimenti non ce ne accorgeremmo e rimaremmo in questo meraviglioso "brodo"
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

  4. #3114
    Vento teso L'avatar di Neve71
    Data Registrazione
    17/03/18
    Località
    Sagliano Micca (Bi) 591 mt
    Età
    47
    Messaggi
    1,596
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: estate 2019: analisi modellistica

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    purtroppo ti debbo smentire: un rientro graduale non concluderebbe nulla
    per avere un rimescolamento deciso dell'aria anche nei bassi strati ci vuole una discesa brusca dei valori (almeno 6-7° in 24 ore - vado a spanne), altrimenti non ce ne accorgeremmo e rimaremmo in questo meraviglioso "brodo"
    Oh, questo post mi piace, perché non da etichette ed entra nel merito della discussione. Quello che dici in effetti è vero, non ci avevo pensato al fatto del mancato rimescolamento.
    Una sola domanda: scalzare l'aria calda non è molto più facile di scalzare quella fredda, essendo la calda molto più leggera? È se la risposta è sì, è veramente necessario un ritorno alle medie " brusco"?
    "Le temperature minime si alzeranno fino a superare quelle massime" ( Nino Frassica, 7-4-2019)

  5. #3115
    Vento teso L'avatar di Neve71
    Data Registrazione
    17/03/18
    Località
    Sagliano Micca (Bi) 591 mt
    Età
    47
    Messaggi
    1,596
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: estate 2019: analisi modellistica

    Citazione Originariamente Scritto da daredevil71 Visualizza Messaggio
    Nulla di personale ma tu parli della tua realtà geografica e la estendi a tutta Italia...è questo che non riesco a farti capire....se da te è stato un giugno ottimo non è per tutti così....se da te c'è abbondanza di acqua non è così per molti altri....per moltissimi di noi non vedere nei modelli uno sblocco serio con un break consistente ( che non significa passare da +25 a +19) senza perturbazioni significative sta diventando un problema non di gusti ma di necessità....dalla Toscana al Basso Lazio passando per l'Umbria ovest flora e fauna stanno cominciando ad avere uno stress significativo....le grandinate, ribadisco, spero non avvengano nè a Torino, nè a Palermo e in nessuna zona d'Italia e del mondo....ma è necessario ritornare a condizioni consone alle ns latitudini...non all'Africa sub sahariana ....spero di essere riuscito a spiegarmi.
    No Daredevil, il mio non era un discorso ortocellistico ( i discorsi ortocellistici lo ammetto li faccio, ma solo in inverno) ma riguardava tutto il Paese, è non è questione di Giugno buono o pessimo o di tanta o poca acqua,ho solo detto il rientro alla normalità non debba essere accompagnato da temporali distruttivi.
    Quindi, se sei d'accordo su questo punto, siamo d'accordo su tutto
    "Le temperature minime si alzeranno fino a superare quelle massime" ( Nino Frassica, 7-4-2019)

  6. #3116
    Brezza tesa L'avatar di Roby
    Data Registrazione
    17/06/07
    Località
    Montecchio Maggiore (VI)
    Età
    48
    Messaggi
    536
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: estate 2019: analisi modellistica

    Normalmente un'irruzione fredda o fresca come dir si voglia non è "graduale" per definizione, dovremmo avere il colpo di bora la notte fra giovedì e venerdi. Sarebbe curioso vedere come risponde l'atmosfera con un geopotenziale così alto...


  7. #3117
    Vento teso L'avatar di Neve71
    Data Registrazione
    17/03/18
    Località
    Sagliano Micca (Bi) 591 mt
    Età
    47
    Messaggi
    1,596
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: estate 2019: analisi modellistica

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    @Neve71 non è un provocatore...semplicemente, è uno cui l'attuale trend estivo italiano non dispiace affatto(aiutato anche dal fatto che vive nelle zona in cui vive e non a Bologna o Caserta)
    La sua è una posizione per molti versi "gentista", nel senso che rispecchia il punto di vista di molte persone che non si intendono di meteo ed amano il caldo,anche se estremo e l'estate in genere.
    Che non sia molto addentrato ed esperto in fatto di medie termiche si vede lontano un miglio e mezzo. Non è quello l'aspetto della meterologia che gli interessa,probabilmente.
    A me chiaramente non piace quest'approccio ma è quello che si sta facendo strada nei forum, contrapposto a quello più rigoroso,statistico e quasi sempre di impronta freddofila/frescofila che è proprio dei "veterani".
    Josh, io sono nivofilo è moderatamente freddofilo d'inverno e moderatamente caldofilo d'estate. Non amo certamente ( se protratte nel tempo, poi onestamente se qualche volta mi capita di girare a mezzanotte in maniche corte a 1000 metri, la cosa personalmente ed egoisticamente non è che mi faccia schifo, così come penso per chi abita vicina vicino ai monti, ho detto qualche volta non per tre mesi di quel solito folle anno) il caldo estremo, spero che si ritorni nella norma, tenendo ben presente però che non siamo più negli anni 80 e che a Luglio avere uno zero termico verso i 4000 metri non è una roba dell'altro mondo.
    Non paragonarmi quindi all'uomo di strada a cui va bene tutto perché faccia caldo.
    Quanto alle medie è vero, non sono un intenditore, non ho un approccio puramente scientifico alla questione e non m'interessa neanche averlo e sai perché ? Perché qui leggo di gente molto preparata scientificamente che rimane ancorata ad un mondo che, ahimè, cambia con la velocità della luce, per cui si fanno paragoni e riferimenti con un passato anche recente che non hanno più ragion di essere.
    Da qui i continui stupori, sconvolgimenti per situazioni sempre più in divenire, in particolare per le medie, ormai fare riferimenti a medie trentennale rischia di essere corretto scientificamente ma obsoleto nella pratica, visto come ogni decennio ci porti a vedere come normali cose che magari nel decennio precedente erano impensabili.
    Ecco, lo dico , e nessuno si senta provocato ( anzi una piccola provocazione c'è, ma è costruttiva) od offeso: forse se si ragionasse meno da scienziati ed un po' più da uomini della strada che si basano semplicemente sulle sensazioni e sulla banale lettura dei termometri, si capirebbe meglio il periodo di cambiamento che stiamo vivendo a livello climatico e magari dire come ho scritto che dal giorno 3 si ritorna in media o cmq a condizioni molto più accettabili, non sarebbe più oggetto di accuse di blasfemia metereologica, ma solo una onesta analisi collegata ai tempi attuali.
    Chiudo ( la sintesi non è il mio forte, ehm ) dicendo che questa mia " accettazione" dello status quo ante vale solo per il semestre estivo. D'inverno è tutto un altro paio di maniche ( ma leggendo i l'inverno scorso lo avrete senz'altro capito. Insomma coerente solo 6 mesi su 12, abbiate pazienza.
    Ultima modifica di Neve71; 26/06/2019 alle 17:27
    "Le temperature minime si alzeranno fino a superare quelle massime" ( Nino Frassica, 7-4-2019)

  8. #3118
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Mantova - Padova
    Messaggi
    3,219
    Menzionato
    46 Post(s)

    Predefinito Re: estate 2019: analisi modellistica

    Citazione Originariamente Scritto da Roby Visualizza Messaggio
    Normalmente un'irruzione fredda o fresca come dir si voglia non è "graduale" per definizione, dovremmo avere il colpo di bora la notte fra giovedì e venerdi. Sarebbe curioso vedere come risponde l'atmosfera con un geopotenziale così alto...

    Immagine
    Rari, ma possibili temporali da est all'ingresso del fronte "pseudo-fresco": comunque a 850hPa perdiamo 10°C in 24-36h.

  9. #3119
    Banned
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,817
    Menzionato
    91 Post(s)

    Predefinito Re: estate 2019: analisi modellistica

    Citazione Originariamente Scritto da Neve71 Visualizza Messaggio
    Mi si, io sono nivofilo è moderatamente freddofilo d'inverno e moderatamente caldofilo d'estate. Non amo certamente ( se protratte nel tempo, poi onestamente se qualche volta mi capita di girare a mezzanotte in maniche corte a 1000 metri, la cosa personalmente ed egoisticamente non è che mi faccia schifo, così come penso per chi abita vicina vicino ai monti, ho detto qualche volta non per tre mesi di quel solito folle anno) il caldo estremo, spero che si ritorni nella norma, tenendo ben presente però che non siamo più negli anni 80 e che a Luglio avere uno zero termico verso i 4000 metri non è una roba dell'altro mondo.
    Non paragonarmi quindi all'uomo di strada a cui va bene tutto perché faccia caldo.
    Quanto alle medie è vero, non sono un intenditore, non ho un approccio puramente scientifico alla questione e non m'interessa neanche averlo e sai perché ? Perché qui leggo di gente molto preparata scientificamente che rimane ancorata ad un mondo che, ahimè, cambia con la velocità della luce, per cui si fanno paragoni e riferimenti con un passato anche recente che non hanno più ragion di essere.
    Da qui i continui stupori, sconvolgimenti per situazioni sempre più in divenire, in particolare per le medie, ormai fare riferimenti a medie trentennale rischia di essere corretto scientificamente ma obsoleto nella pratica, visto come ogni decennio ci porti a vedere come normali cose che magari nel decennio precedente erano impensabili.
    Ecco, lo dico , e nessuno si senta provocato ( anzi una piccola provocazione c'è, ma è costruttiva) od offeso: forse se si ragionasse meno da scienziati ed un po' più da uomini della strada che si basano semplicemente sulle sensazioni e sulla banale lettura dei termometri, si capirebbe meglio il periodo di cambiamento che stiamo vivendo a livello climatico e magari dire come ho scritto che dal giorno 3 si ritorna in media o cmq a condizioni molto più accettabili, non sarebbe più oggetto di accuse di blasfemia metereologica, ma solo una onesta analisi collegata ai tempi attuali.
    Chiudo ( la sintesi non è il mio forte, ehm ) dicendo che questa mia " accettazione" dello status quo ante vale solo per il semestre estivo. D'inverno è tutto un altro paio di maniche ( ma leggendo i l'inverno scorso lo avrete senz'altro capito. Insomma coerente solo 6 mesi su 12, abbiate pazienza.
    A tutto quello che dici si aggiunge il fatto che, per avere il caldo che definisci gradevole da te, 9/10 d'Italia devono letteralmente schiattare. Quindi diventa inevitabile che tutti ti vedano come provocatore e/o antiscientifico e/o "gentista".
    Ultima modifica di Josh; 26/06/2019 alle 17:22

  10. #3120
    Banned
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,817
    Menzionato
    91 Post(s)

    Predefinito Re: estate 2019: analisi modellistica

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    purtroppo ti debbo smentire: un rientro graduale non concluderebbe nulla
    per avere un rimescolamento deciso dell'aria anche nei bassi strati ci vuole una discesa brusca dei valori (almeno 6-7° in 24 ore - vado a spanne), altrimenti non ce ne accorgeremmo e rimaremmo in questo meraviglioso "brodo"
    Sì,il nocciolo è questo

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •