Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 18 di 18
  1. #11
    Vento moderato
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    1,497
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Grande classifica (anomalia termica) degli autunni in Italia dal 1900 ad oggi

    Il 16 del Novembre '17 ci fu' una breve incursione artica.

  2. #12
    Vento moderato L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Messaggi
    1,044
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Grande classifica (anomalia termica) degli autunni in Italia dal 1900 ad oggi

    Confermo, qui al NE il 2007 fu un autunno davvero freddo ed io ero felicissimo nel notare una completa antitesi dell'autunno precedente.
    Il 21 ottobre minime fino a -1.5°/-2° in varie zone, dopo già numerosi risvegli con 2°/5° anche prima di metà mese; novembre non fu da meno, la mattina del 17 si arrivò fino a -5° e oltre in campagna aperta e poi il mese si inciampò rovinosamente dal 21-22 fino al 27-28 con scirocco e pioggiona, altrimenti si poteva acciuffare il gelido novembre 1998, dato che il recupero del freddo fu immediato, estremi intorno a -2°/11° il 30 novembre 2007.

    Fino a qualche anno fa ero fermamente convinto che autunni sottomedia portassero inverni scialbi (gennaio 2008 tragico), ma poi controllando man mano gli archivi ho notato che non è automatico e può essere vero anche il contrario.
    In particolare, ero condizionato sia dall'autunno 2007 che anticipò l'inverno 2007/08 piuttosto scarno, sia dai racconti di mia madre relativi alla brina e al freddo dei primi di novembre 1988, a cui seguì un inverno di cui avevo sempre letto ''mite'', ma in realtà due mesi su tre furono poco/moderatamente sottomedia in pianura a causa delle inversioni termiche.

  3. #13
    Uragano L'avatar di Dream Designer
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli coll. 249 mt.
    Età
    31
    Messaggi
    17,104
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Grande classifica (anomalia termica) degli autunni in Italia dal 1900 ad oggi

    L'autunno 2014 lo ricordo con un angoscia incredibile, a metà Ottobre era ancora estate.

    Mentre ricordo in maniera veramente piacevole quella del 2017 che veniva da un estate caldissima come l'attuale ma dal 1° Settembre cambiò tutto.


    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!
    estremi dal 2001: -3.7 (2014) +38.1 (2007)


  4. #14
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    5,499
    Menzionato
    25 Post(s)

    Predefinito Re: Grande classifica (anomalia termica) degli autunni in Italia dal 1900 ad oggi

    Citazione Originariamente Scritto da DuffMc92 Visualizza Messaggio
    In particolare, ero condizionato sia dall'autunno 2007 che anticipò l'inverno 2007/08 piuttosto scarno, sia dai racconti di mia madre relativi alla brina e al freddo dei primi di novembre 1988, a cui seguì un inverno di cui avevo sempre letto ''mite'', ma in realtà due mesi su tre furono poco/moderatamente sottomedia in pianura a causa delle inversioni termiche.
    Qui invece la tua correlazione autunno freddo/inverno mite non avrebbe trovato corrispondenza nell'andamento delle due stagioni 2007/08, anzi, avrebbe trovato correlazione opposta.
    Al freddo autunno 2007 seguì il mitico Dicembre 2007 (molto freddo in Puglia, con neve il 15, la mia prima nevicata con accumul da quando ero appassionato!) e il gelidissimo 17 Febbraio 2008 (avere 3° in pieno giorno con il sole e vento dal mare qui è roba degna da PEG e con pochissimi riscontri nella casistica storica). In generale Gennaio e Febbraio furono sotto media.

  5. #15
    Vento moderato L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Messaggi
    1,044
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Grande classifica (anomalia termica) degli autunni in Italia dal 1900 ad oggi

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Qui invece la tua correlazione autunno freddo/inverno mite non avrebbe trovato corrispondenza nell'andamento delle due stagioni 2007/08, anzi, avrebbe trovato correlazione opposta.
    Al freddo autunno 2007 seguì il mitico Dicembre 2007 (molto freddo in Puglia, con neve il 15, la mia prima nevicata con accumul da quando ero appassionato!) e il gelidissimo 17 Febbraio 2008 (avere 3° in pieno giorno con il sole e vento dal mare qui è roba degna da PEG e con pochissimi riscontri nella casistica storica). In generale Gennaio e Febbraio furono sotto media.
    Ah wow tutto un dritto

  6. #16
    Vento teso
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,586
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Grande classifica (anomalia termica) degli autunni in Italia dal 1900 ad oggi

    Citazione Originariamente Scritto da Dream Design Visualizza Messaggio
    L'autunno 2014 lo ricordo con un angoscia incredibile, a metà Ottobre era ancora estate.

    Mentre ricordo in maniera veramente piacevole quella del 2017 che veniva da un estate caldissima come l'attuale ma dal 1° Settembre cambiò tutto.
    Qui è meglio dimenticarsi ciò che fece quell'autunno...

  7. #17
    Brezza tesa L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Messaggi
    901
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Grande classifica (anomalia termica) degli autunni in Italia dal 1900 ad oggi

    La correlazione autunno-inverno è quasi inesistente proprio come il confronto estate-inverno, la situazione meteorologica a livello emisferico può cambiar anche in una settimana.
    Dunque per quanto riguarda la mia regione:

    - l'autunno 2014 parte malissimo con super libecciata il giorno prima dell'Equinozio (23) e prosegue una stagione all'insegna dell'hp, poche piogge, ottobre e novembre piatti per poi terminare quest'ultimo con un'ondata di caldo tra le più forti degli ultimi anni e dicembre, l'inizio dell'inverno meteorologico, parte similmente agli ultimi giorni di novembre, ma la mitezza fu straordinariamente interrotta dalla brusca ondata di freddo di fine 2014 che, dopo questo evento, si aprì la strada ad un inverno piovoso/nevoso e freddo, Febbraio 2015 da 10 e lode, (più di 20 giorni di pioggia e massima mensile di 13 °C oltre alla nevicata del 9) voto tra l'altro attribuibile anche all'intero trimestre dove, tecnicamente ogni mese vide una nevicata sulle coste (con o senza accumulo);

    - l'autunno 2015 parte con un settembre che presenta la peggiore ondata di caldo degli ultimi 30 anni, annessi nuovi record mensili con massime notevolmente > 40°C (entroterra), piogge nella media. Poi arriva ottobre, intervallato da punte di 30 °C e piogge anche fortissime, una delle più violente fu quella del 2 ottobre, lavine sulle strade. Poi arrivò l'evento clou e sensazionale dell'autunno ad Halloween ed una perturbazione atlantica scaricò 400 mm tra il 31 e il 2 Novembre; seguì un novembre piovoso ma non freddo. Inizio inverno meteorologico pessimo, dicembre 2015 il mese più monotono di sempre e come ringraziamento, il 31 dicembre arrivò una retrogressione artico continentale a due passi dell'estremo sud, praticamente in Grecia.... Gennaio 2016 inizia male, peggio di dicembre sotto l'aspetto termico con svariate punte di +20/+21 in pieno inverno.. solo un eccezionale evento salvò la memoria di quel lurido mese: l'articata del 18-19 apportò aria artico-marittima da NW mentre in Norvegia le temperature piombarono a -20 sulla capitale. Dopo quell'evento il mese si concluse all'incirca in media ma con l'inizio di febbraio iniziò in anticipo la primavera 2016, e si chiuse quell'inverno mediocre;

    - l'autunno 2016 lo ricordo come un periodo positivo e forse il miglior trimestre settembre-ottobre-novembre degli ultimi anni... settembre inizia sotto l'insegna dell'instabilità e come evento maggiore ci fu la perturbazione del 21, il mese chiuse sotto la media. Ottobre 2016 inizia un po' sulla falsariga del mese precedente con vari giorni moderatamente caldi e poche piogge rispetto alla media. Novembre inizia eccezionalmente mite con svariati giorni nuvolosi ma miti, di mattina c'erano all'incirca 20 gradi.. escursione termica 0. Ma fu un breve inizio caldo poiché susseguì una discesa fredda il 14 e a fine mese fummo sfiorati da una depressione dall'Europa orientale. Dicembre inizia piovoso, dinamico, freddo, anche se migliore a est, l'anticiclone russo era in gran forma. Molto freddi i giorni a partire dal 29 del mese. Gennaio 2017, presentò già subito, una grande potenzialità in termini di gelo su vasta scala, e, il giorno dell'Epifania ci fu infatti una fortissima ondata di freddo artico-continentale al centro-sud la cui magnitudo era incomparabile. In breve, l'Europa centrale uscì dalle prese del freddo settentrionale solo nella terza decade di gennaio, il 1° mese del XXI secolo per media massima bassa. Febbraio orribile ma non regge il confronto al Febbraio 2016. Inverno anche lì finito a gennaio;

    - l'autunno 2017 fu abbastanza noioso soprattutto a causa di novembre. Settembre uscì da un'estate 2017 rovente, non c'è quasi bisogno di ricordarla, ed uno degli eventi essenziali di quel mese d'inizio autunno fu l'8 con una giornata intera di piogge, peccato che riuscì a spuntare il sole alle 19... comunque in generale in mese non fu bellissimo anzi presentò dei connotati più estivi e meno autunnali come le diverse punte di 35 °C; ottobre indicò la totale rottura del caldo, 0 massime ≥30 °C e piogge. Il miglior giorno in termini di piogge fu il 31 a cui seguì l'1 novembre. Piuttosto normale novembre 2017. Dicembre 2017 iniziò mite e poco piovoso e via via più caldo, la stabilità fu interrotta tuttavia dall'ondata di freddo del 21 che non fu un granché, se non un semplice sotto media di 5 gradi. Gennaio 2018 per la prima volta fu il mese peggiore dell'inverno, l'antitesi dell'anno prima. Mese da incubo. Febbraio chiuse con un blando sotto media, piogge ok, ma potenzialmente avrebbe potuto ripristinare un inverno già deceduto. Il burian di fine mese resta impeccabile in zone come Campania, Lazio ecc. ma fu un occasione persa per l'estremo sud in quanto troppo lontano dall'aria artica continentale.

    - l'autunno 2018 non posso giudicarlo certamente come un trimestre anonimo e insulso visto il suo andamento. I tre mesi furono tutti piovosi e 2 due di essi anche tempestosi. Settembre inizia nella norma e con qualche pioggia dopo l'agosto migliore dal punto di vista pluviometrico. Il giorno più importante di settembre fu il 26, con un intensa perturbazione a seguito della formazione di un ciclone mediterraneo dirottato purtroppo in Grecia che coinvolse la Sicilia. Ottobre inizia subito con la tempesta del 2 e susseguì il mese poi con altri 20 giorni di pioggia, dato variabile da luogo a luogo. Mese sotto la norma. Novembre fu sempre ricco di piogge ma meno clemente parlando di temperature, non si può sempre avere tutto. Il giorno più importante il mio compleanno, scherzo, il 16 novembre compio gli anni e come regalo ci fu una bellissima grandinata pomeridiana intorno alle 17, buio pesto e vento fortissimo, accumuli grandinigeni al porto, vicino al centro. Dicembre 2018 fu anch'esso piovoso e per la prima volta dopo 8 anni pioggia a Natale, periodo in cui solitamente domina l'hp non russo ma africano. L'inverno che abbiamo appena trascorso, il 2018/19 è stato piuttosto strambo, i giorni migliori restano certamente il 4 e il 5 gennaio (fin'ora i più freddi di quest'anno) e un mese come gennaio 2019 non è certo da dimenticare, soprattutto a est Italia. L'unico handicap della stagione fu la NAO che si mantenne pressoché positiva e ciò favoriva continue colate fredde sui Balcani, ciò mi infastidì e mi infastidisce tutt'ora. Sud-est italiano a limite. Febbraio inizia mite e poi intorno al 4-5 sprofonda una depressione a sud di Malta e si intensificano i fenomeni piovosi su Sicilia e sud. Il 23 febbraio intorno alle 11 giunse un nucleo potente dalla Russia il quale imperversò sul Sud, prima entrando dalla Puglia. La temperatura in pieno giorno si mantenne 10 gradi al di sotto delle medie ma il problema era che la massima era già stata fatta alle 10 del mattino, una vergogna a confronto con la Grecia, dove addirittura la capitale il giorno seguente ebbe una max di 6 °C e nella sfonda orientale d'Italia le max erano >10 °C.

    Il mio riassunto mi conferma che non esiste una correlazione tra stagioni ma ogni mese/periodo dell'anno è indipendente climaticamente dall'altro, la circolazione europea in generale è l'unica influenza del nostro clima.

  8. #18
    Vento moderato L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,353
    Menzionato
    181 Post(s)

    Predefinito Re: Grande classifica (anomalia termica) degli autunni in Italia dal 1900 ad oggi

    L'autunno 2019 si piazza come minimo al quarto posto dal 1900 degli autunni più caldi in Italia, ma potrebbe insidiare almeno un esponente a caso del trio di testa 2014-2018-1926 (sono assai simili tra loro e il vincitore dipende molto da quale dataset usa l'ente che omogeneizza i dati: per Berkeley aggiornato a giugno 2017 vinceva il 1926 di pochissimo, per Berkeley aggiornato pochi mesi fa vinceva il 2018 - ma probabilmente per via di una sovrastima del mese di novembre -, per Berkeley aggiornato sei mesi prima vinceva il 2014, per il CNR vince il 2014, per Ispra Ambiente invece svetta su tutti l'autunno 2018).

    Però è fuor di dubbio che l'autunno 1987, che rimaneva il più caldo dal Secondo Dopoguerra fino al 2013 (compreso), passa ora ad essere il quarto più caldo dal Dopoguerra ad oggi (e il quinto dal 1900, essendo che appunto entra in gioco pure il 1926).

    P.S. dovessi sbilanciarmi io personalmente su quale sia il quartetto di testa, direi che al primo posto c'è l'autunno 2014, a pochi centesimi di distanza c'è il 2018 al secondo posto, al terzo posto c'è l'autunno 1926 (a circa un decimo dall'autunno 2018) e al quarto posto, con una media trimestrale quasi identica a quella dell'autunno 1926, c'è l'autunno 2019.
    Ultima modifica di Perlecano; 03/12/2019 alle 23:24
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •