Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 33
  1. #21
    Brezza leggera L'avatar di olsen
    Data Registrazione
    27/11/06
    Località
    bisignano (cs) 350mt slm
    Età
    41
    Messaggi
    265
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Possiamo ora dire che la Valle di Crati e la nuova Valle della Morte Italiana?

    Citazione Originariamente Scritto da Julio Visualizza Messaggio
    Molto calda in estate va bene, ma come la mettiamo con il fatto che è una delle zone più nevose del Sud a parità di altitudine? Tra l'altro si formano cuscini freddi niente male, che favoriscono la neve da sovrascorrimento (Cosenza prende pochissimo o nulla con le irruzioni balcaniche, ma può prendere decine di cm di neve con un successivo scorrimento umido, più mite in quota).
    Ma avete idea di come sia il clima nella vera Valle della Morte, in California?
    E' la sua "continentalità" e come scrivevo prima, riesce a fare minime molto basse d'inverno. E' vero naturalmente anche il fatto che si formi il cuscino, ricordo delle nevicate spettacolari da addolcimento (30-40 cm nel 2001 ad esempio).
    Mi associo alla sdrammatizzazione su "valle della Morte" (che ricordiamo è oltretutto una depressione desertica a latitudini più meridionali) mentre la Valle Crati a dirla tutta è da sempre "l'orto" della provincia di Cosenza e non solo... pensa che negli anni della famosa "valle degli orti" pubblicitaria (prodotti surgelati di una notissima marca) quei prodotti venivano in parte anche da qui.

  2. #22
    Bava di vento
    Data Registrazione
    21/08/18
    Località
    Lamezia Cz
    Età
    56
    Messaggi
    57
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Possiamo ora dire che la Valle di Crati e la nuova Valle della Morte Italiana?

    Citazione Originariamente Scritto da Cristian Calabria Visualizza Messaggio
    Abbiamo studiato il clima di quella zona dal 2001 al 2017. Come ti ho scritto prima, nelle zone più calde si hanno temperature che nel mese più freddo sono di circa 14,5°C per le massime e 10°C per le minime. In estate le massime sono di circa 29°C e le minime di 23°C. Le altre zone hanno temperature molto simili, con la differenza di qualche decimo di grado rispetto alle temperature prima mostrate. Sicuramente quella zona è più fredda rispetto al palermitano (soprattutto per le massime, sia in inverno che in estate, ma anche per le minime), ma anche alla parte occidentale del messinese, ma anche rispetto alla Piana di Gioia Tauro, al vibonese, alle zone meridionali-occidentali della Sardegna e ad alcune isole tirreniche della Campania.
    Secondo tutti i dati storici vecchi e recenti
    che hai studiato quale sono le tre cifre piu alte mai registrate in Calabria?

    Lo Sapevi che il clima da Reggio sud fino a Saline e la zona di Bova sono le piu mite dinverno specialmente le minime? Superiore a Palermo Messina Donnalucata paragonabile a Lampedusa Hierapetra Karpathos Costa Andalusa.
    Prova: La Papaya sopravive fruttifica e matura senza qualsiasi protezione anche dinverno in questa zona. A Palermo Trapani Catania e Messina la Papaya soffre anche con serra fredda. Linverno passato ha danneggiato e ucciso quasi tutti alberi senza protezione in Sicilia e Sardegna.

  3. #23
    Brezza tesa L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Messaggi
    685
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Possiamo ora dire che la Valle di Crati e la nuova Valle della Morte Italiana?

    Mi sembra che quest'anno l'estate abbia bruciato il cervello al 99% degli italiani... ma come è possibile che molti sostengano che nelle zone in cui abitano ci siano state medie massime di 35/36 °C, in Calabria??? Cosa c'è? Effetto favonio a manetta da giugno a settembre?? E poi piuttosto definirei la "Death Valley italiana" la Val di Noto, d'estate può anche non piovere per 2 mesi o più, al massimo brevissimi rovesci e poi nuovamente sole, è una zona dove si registrano venti di caduta facilmente, massime >40 °C sicuri, minime alte, non c'è alcuna grande escursione se non 2 gradi in meno rispetto le minime di Catania. Inoltre Gela, e in generale l'entroterra pianeggiante non vede nevicare con accumulo dal 1956, quindi la possibilità che le coltivazioni di specie tropicali vadano in malora è bassa, almeno che non ci siano gradinate o piogge tempestose..

  4. #24
    Brezza leggera L'avatar di olsen
    Data Registrazione
    27/11/06
    Località
    bisignano (cs) 350mt slm
    Età
    41
    Messaggi
    265
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Possiamo ora dire che la Valle di Crati e la nuova Valle della Morte Italiana?

    Damiano in un estate come questa credimi che non c'è nulla di strano che stazioni come Torano facciano medie massime intorno a quei valori, subiscono una forte escursione giornaliera per cui avrai frequenti minime sotto i 20, ma tu non stai parlando di valori medi giornalieri per cui...
    Una preghiera che è allo stesso tempo un consiglio da "vecchietto" dei forum non c'è bisogno di esasperare il linguaggio mai, utilizza la freschezza della tua passione per mettere in dubbio, confrontarti, pungolare e imparare e non per essere oppositivo o categorico, c'è da imparare per tutti e sempre finchè siamo "qui".

  5. #25
    Bava di vento
    Data Registrazione
    21/08/18
    Località
    Lamezia Cz
    Età
    56
    Messaggi
    57
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Possiamo ora dire che la Valle di Crati e la nuova Valle della Morte Italiana?

    Citazione Originariamente Scritto da damiano23 Visualizza Messaggio
    Mi sembra che quest'anno l'estate abbia bruciato il cervello al 99% degli italiani... ma come è possibile che molti sostengano che nelle zone in cui abitano ci siano state medie massime di 35/36 °C, in Calabria??? Cosa c'è? Effetto favonio a manetta da giugno a settembre?? E poi piuttosto definirei la "Death Valley italiana" la Val di Noto, d'estate può anche non piovere per 2 mesi o più, al massimo brevissimi rovesci e poi nuovamente sole, è una zona dove si registrano venti di caduta facilmente, massime >40 °C sicuri, minime alte, non c'è alcuna grande escursione se non 2 gradi in meno rispetto le minime di Catania. Inoltre Gela, e in generale l'entroterra pianeggiante non vede nevicare con accumulo dal 1956, quindi la possibilità che le coltivazioni di specie tropicali vadano in malora è bassa, almeno che non ci siano gradinate o piogge tempestose..
    Anche nella piana di Sibari crescono tropicali e subtropicali, Maracuja/Passiflora, Dragon Fruit Agrumi ecc

  6. #26
    Vento forte
    Data Registrazione
    05/02/08
    Località
    Bernalda (Matera) - 130 m.s.l.m.
    Messaggi
    4,104
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Possiamo ora dire che la Valle di Crati e la nuova Valle della Morte Italiana?

    Dai, la Death Valley ha medie di 31/47°C a Luglio e di 4/19°C a Gennaio.
    Medie estive superiori di oltre 10°C rispetto anche alle aree più calde della Valle del Crati e d'Italia. Difficilissimo trovare aree in Italia dove le t medie max siano superiori a 36°C nel mese più caldo. Sarebbe già una media estremamente alta anche per le pianure interne della Basilicata e della Puglia, che si fermano tra i 32 e i 34°C. Facciamo 35°C in certe zone ma proprio per eccesso, a causa dei numerosi episodi degli ultimi anni.
    Ben superiori anche le medie invernali. Un paragone insensato.

  7. #27
    Calma di vento
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Milano
    Età
    22
    Messaggi
    6
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Possiamo ora dire che la Valle di Crati e la nuova Valle della Morte Italiana?

    Questi sono alcuni dati della costa sud ionica calabrese, credo siano del 1960-1990. Il sito è questo: Italia
    Possiamo ora dire che la Valle di Crati e la nuova Valle della Morte Italiana?-titolo-2.jpg

  8. #28
    Calma di vento
    Data Registrazione
    06/01/19
    Località
    Oppido Mamertina (RC)
    Età
    19
    Messaggi
    37
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Possiamo ora dire che la Valle di Crati e la nuova Valle della Morte Italiana?

    Citazione Originariamente Scritto da ADP Visualizza Messaggio
    Grazie per il benvenuto, io non sono un esperto di meteorologia, dalla tua stazione meteo ho fatto una media delle T max di agosto e risulta oltre i +37°. È veramente così calda?
    La media massime di Agosto è stata di +36,0°C a Oppido Mamertina. Su wunderground da un mese porta massime sovrastimate che non si riscontrano nella mia stazione: ad esempio quando ha portato 44°C in realtà ci sono stati 41°C

  9. #29
    Bava di vento L'avatar di Rednaxela1978
    Data Registrazione
    08/07/10
    Località
    Campagnano Di Roma , casalino (RM)
    Età
    41
    Messaggi
    201
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Possiamo ora dire che la Valle di Crati e la nuova Valle della Morte Italiana?

    Non mi stupisco delle medie di 35-36 di max nelle zone citate
    ad esempio a Rome Urbe stazione meteo sub urbana la media max di agosto è stata pari a 33,6 gradi , il che mi fa supporre
    che più vicini al centro zona vaticano castel sant'angelo la media possa essere stata anche di +o- 0,5/0,8 superiore portando la media max oltre i 34 abbondantemente ............

  10. #30
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,438
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Possiamo ora dire che la Valle di Crati e la nuova Valle della Morte Italiana?

    Citazione Originariamente Scritto da Rednaxela1978 Visualizza Messaggio
    Non mi stupisco delle medie di 35-36 di max nelle zone citate
    ad esempio a Rome Urbe stazione meteo sub urbana la media max di agosto è stata pari a 33,6 gradi , il che mi fa supporre
    che più vicini al centro zona vaticano castel sant'angelo la media possa essere stata anche di +o- 0,5/0,8 superiore portando la media max oltre i 34 abbondantemente ............
    Ti dirò che invece è più calda Roma urbe che le zone vicino al Vaticano (Roma urbe è nella parte più a nordest della città, sulla Salaria, il ponentino arriva attenuato e infuocato, andando più ad est, verso Guidonia, infatti le massime sono anche più alte)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •