Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 21
  1. #11
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    787
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Domanda: la CO2 prodotta dai vulcani come va considerata?

    I gas serra trattengono la radiazione termica emessa dal suolo ma se tu mascheri il suolo in quota il calore emesso dal suolo è inferiore perché arriva meno energia solare.
    Però poi le polveri ricadono al suolo, prima o poi, non so la SO2. La CO2 se non viene assorbita dai silicati rimane in atmosfera o intrappolata per qualche decennio in organismi viventi. A meno che gli organismi vengono poi seppelliti.

  2. #12
    Vento moderato
    Data Registrazione
    24/04/05
    Località
    savignano s/p formic
    Età
    59
    Messaggi
    1,077
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Domanda: la CO2 prodotta dai vulcani come va considerata?

    la SO2 è un riflettente dei raggi solari, se è in gran quantità in stratosfera può fare abbassare la T terrestre, come è avvenuto con il Pinatubo
    -16,1 il 6 e il 14/02/2012 +39,7 il 04/08/2018
    www.meteosystem.com/stazioni/savignanosulpanaro/

  3. #13
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    787
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Domanda: la CO2 prodotta dai vulcani come va considerata?

    Quello che non so e cosa succede alla SO2 nel tempo.

  4. #14
    Vento teso
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    1,559
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Domanda: la CO2 prodotta dai vulcani come va considerata?

    Si trasformano in particelle di acido solforico che riflettono i raggi solari, in parte riducendo le radiazioni che raggiungono il suolo terrestre.

  5. #15
    Banned
    Data Registrazione
    02/10/19
    Località
    Italia
    Età
    47
    Messaggi
    7
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Domanda: la CO2 prodotta dai vulcani come va considerata?

    Durante le eruzioni vulcaniche di inizio ottocento la radiazione solare fu filtrata a causa delle particelle di polvere eruttate dai vulcani quali il Tambora (1815) che emise un volume di tephra di circa 100 km3 (eruzione categoria VEI-7)
    Un'eruzione potente può sì causare un effetto climatico, ecologico ecc. ma in maniera locale, più ridotta, che tende presto a svanire, ma una serie di eruzioni legate ad una forte attività vulcanica, complice un periodo di bassa attività della nostra stella, porto dunque ad un drastico calo delle temperature, ma specialmente diminuì sensibilmente la radiazione solare, sia per la carenza/assenza di macchie solari sia per la presenza di pulviscolo in atmosfera.

  6. #16
    Vento moderato L'avatar di Aldo Meschiari
    Data Registrazione
    24/12/05
    Località
    Carpi (Mo)
    Messaggi
    1,261
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Domanda: la CO2 prodotta dai vulcani come va considerata?

    grazie delle risposte autorevoli

  7. #17
    Burrasca forte L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    23
    Messaggi
    7,651
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Domanda: la CO2 prodotta dai vulcani come va considerata?

    Citazione Originariamente Scritto da WinterLove Visualizza Messaggio
    Durante le eruzioni vulcaniche di inizio ottocento la radiazione solare fu filtrata a causa delle particelle di polvere eruttate dai vulcani quali il Tambora (1815) che emise un volume di tephra di circa 100 km3 (eruzione categoria VEI-7)
    Un'eruzione potente può sì causare un effetto climatico, ecologico ecc. ma in maniera locale, più ridotta, che tende presto a svanire, ma una serie di eruzioni legate ad una forte attività vulcanica, complice un periodo di bassa attività della nostra stella, porto dunque ad un drastico calo delle temperature, ma specialmente diminuì sensibilmente la radiazione solare, sia per la carenza/assenza di macchie solari sia per la presenza di pulviscolo in atmosfera.
    Effettivamente la colpa maggiore sarebbe dei vulcani più che la bassa attività solare. Non a caso se avete notato nell’ultimo secolo l’attività vulcanica, specie di quelli major, si è notevolmente ridotta. Sono sicuro che se fosse continuata sulla falsa riga dei secoli precedenti non avremmo avuto questo riscaldamento assurdo, ma è una personale considerazione.
    Last phase of the Little Ice Age forced by volcanic eruptions | Nature Geoscience
    Avatar: Io che penso all'imminente primavera.

  8. #18
    Bava di vento
    Data Registrazione
    07/06/16
    Località
    Varese
    Età
    47
    Messaggi
    195
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Domanda: la CO2 prodotta dai vulcani come va considerata?

    Citazione Originariamente Scritto da Cristiano96 Visualizza Messaggio
    Effettivamente la colpa maggiore sarebbe dei vulcani più che la bassa attività solare. Non a caso se avete notato nell’ultimo secolo l’attività vulcanica, specie di quelli major, si è notevolmente ridotta. Sono sicuro che se fosse continuata sulla falsa riga dei secoli precedenti non avremmo avuto questo riscaldamento assurdo, ma è una personale considerazione.
    Last phase of the Little Ice Age forced by volcanic eruptions | Nature Geoscience
    Il riscaldamento però è arrivato come reazione ad un periodo freddo durante il quale le temperature sono diminuite rispetto al periodo precedente.
    Quindi, qual è la normalità sia a livello di temperature, che di radiazione solare, che di eruzioni vulcaniche, che di concentrazione di CO2?

    Come osservazioni dirette si hanno dati solo degli ultimi 100 anni, ad essere larghi, per il resto si possono solo fare congetture con osservazioni indirette; un po’ poco.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Ultima modifica di MeTeo72; 04/10/2019 alle 10:43

  9. #19
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    793
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Domanda: la CO2 prodotta dai vulcani come va considerata?

    Citazione Originariamente Scritto da MeTeo72 Visualizza Messaggio
    Il riscaldamento però è arrivato come reazione ad un periodo freddo durante il quale le temperature sono diminuite rispetto al periodo precedente.
    Quindi, qual è la normalità sia a livello di temperature, che di radiazione solare, che di eruzioni vulcaniche, che di concentrazione di CO2?

    Come osservazioni dirette si hanno dati solo degli ultimi 100 anni, ad essere larghi, per il resto si possono solo fare congetture con osservazioni dirette; un po’ poco.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Ma scherzi? Ti aiutano gli esoscheletri dei celenterati fossili, i peli dei ragni rimasti intrappolati nell'ambra, i batteri dei laghi subglaciali antartici, i pollini, le carote di ghiaccio della base Concordia ecc. ecc. ecc. . Ci sono tantissimi studi che fanno capire bene il passato climatico del nostro pianeta.
    A parte l'ironia, sicuramente la scienza, la biologia e la tecnologia di cui disponiamo oggi aiutano anche nello studio del passato climatico. Certo che le variabili rimangono moltissime e le analisi empiriche rigorose si eseguono, effettivamente, da pochissimo tempo.
    Ultima modifica di Ghiacciovi; 04/10/2019 alle 09:35

  10. #20
    Vento fresco L'avatar di paolo zamparutti
    Data Registrazione
    08/10/03
    Località
    manzano
    Età
    47
    Messaggi
    2,429
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Domanda: la CO2 prodotta dai vulcani come va considerata?

    stanco delle continue balle sul fatto che "una eruzione emette piu' co2 di quanta ne produce l'uomo" ho iniziato a cercare paper e curiosamente sono finito qui, grazie per i contributi
    whatever it takes

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •