Pagina 12 di 12 PrimaPrima ... 2101112
Risultati da 111 a 119 di 119
  1. #111
    Vento teso
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    23
    Messaggi
    1,870
    Menzionato
    362 Post(s)

    Predefinito Re: Polonia: monitoraggio climatico

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Straordinario intervento, chapeau!

    PS: Sicuro che l'anomalia italica questo mese sarà +1°? Vedo che sul lato adriatico, da Trieste a Otranto, il mese ha chiuso non lontano dalle medie 81/10 o recenti.
    Grazie!! Dai miei calcoli sembrerebbe proprio di sì, in alternativa avrei potuto fare il raffronto tra maggio 2020 e maggio 2018 anzichè tra maggio 2020 e maggio 2019, ma non so come fossero, due anni fa, certe stazioni AM/ENAV che uso con il mio campionamento (medie integrali alterate per scarse rilevazioni notturne, sovrastime delle minime, sovrastime delle massime, escursione termica accentuata tra giorno e notte per via di una provvisoria ubicazione diversa da quella consueta, eccetera). Monitoro le stazioni ufficiali italiane dall'autunno 2018 circa, per cui (in merito ad eventuali discontinuità tra primavera 2018 e primavera 2020) sono molto poco ferrato e rischierei dunque di creare casini.

    La media integrale di maggio 2020 è di 3,4 °C più calda, su scala nazionale, della media integrale di maggio 2019, il quale chiuse a -2,3 °C dalla 1981-2010. Ecco perchè, come somma algebrica, ottengo +1,1 °C sulla 1981-2010. Fai conto che già lo faccio scendere a +1,0 °C perchè il confronto tra medie integrali presuppone una differenza "dopata" rispetto al confronto tra medie grezze (l'integrale è abbassata in caso di mesi perturbati ad alto irraggiamento, come maggio, perlomeno in buona parte del Paese); ok, avrei potuto togliere più del solo decimo di grado che ho tolto, ma non ho voluto spingermi oltre, in quanto come al solito ho sottorappresentato le quote medie e alte rispetto alla media altimetrica del territorio italiano... e dalla collina in su, la differenza tra il maggio di quest'anno e il maggio dell'anno scorso è anche maggiore di quella delle aree pianeggianti.
    Siete in ogni mio respiro, in ogni pulsazione del ventricolo, nell'inchiostro di questa biro.

  2. #112
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Polonia: monitoraggio climatico

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    Allegato 514223
    L'anomalia polacca per i primi 13 giorni di novembre, sulla norma progressiva, è stata questa: +2,53 °C su scala nazionale, con la stazione meteo meno anomala a +0,35 °C e quella più anomala a +4,52 °C. Si noti il gradiente longitudinale esasperato: tutto l'estremo occidente del Paese registrava un'anomalia progressiva inferiore al grado, mentre tutto l'estremo oriente dello stesso vedeva un'anomalia superiore a 4 gradi. Segnalo, il 13 novembre, un'anomalia giornaliera mostruosa in alcune località del sud-est della Polonia: 14 gradi sopra la norma giornaliera 1981-2010!

    Nei 3 giorni non inclusi nella mappa (14-15-16 novembre) l'anomalia nazionale sulla progressiva è anche aumentata (stanno susseguendosi giornate circa 6 gradi sopra la norma su scala nazionale), ma la giornata di domani e quella di dopodomani saranno assurde: è probabile un +9 °C circa di anomalia per 48 ore sul territorio polacco nel suo complesso.

    Nel medio termine (e probabilmente anche nel lungo) la solfa pare rimanere la stessa: sopramedia molto pesante e ininterrotto in tutta la Polonia (fuor di discussione che si schizzerà ad almeno 4 gradi di anomalia nazionale sulla 1981-2010 progressiva), anche se con gradiente longitudinale assai meno netto di quello visto nella prima metà del mese corrente.
    Lavoro da Oscar alla carriera, complimenti! Domani me lo rileggo con calma

  3. #113
    Banned
    Data Registrazione
    26/05/20
    Località
    Varese
    Messaggi
    227
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Polonia: monitoraggio climatico

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    Grazie!! Dai miei calcoli sembrerebbe proprio di sì, in alternativa avrei potuto fare il raffronto tra maggio 2020 e maggio 2018 anzichè tra maggio 2020 e maggio 2019, ma non so come fossero, due anni fa, certe stazioni AM/ENAV che uso con il mio campionamento (medie integrali alterate per scarse rilevazioni notturne, sovrastime delle minime, sovrastime delle massime, escursione termica accentuata tra giorno e notte per via di una provvisoria ubicazione diversa da quella consueta, eccetera). Monitoro le stazioni ufficiali italiane dall'autunno 2018 circa, per cui (in merito ad eventuali discontinuità tra primavera 2018 e primavera 2020) sono molto poco ferrato e rischierei dunque di creare casini.

    La media integrale di maggio 2020 è di 3,4 °C più calda, su scala nazionale, della media integrale di maggio 2019, il quale chiuse a -2,3 °C dalla 1981-2010. Ecco perchè, come somma algebrica, ottengo +1,1 °C sulla 1981-2010. Fai conto che già lo faccio scendere a +1,0 °C perchè il confronto tra medie integrali presuppone una differenza "dopata" rispetto al confronto tra medie grezze (l'integrale è abbassata in caso di mesi perturbati ad alto irraggiamento, come maggio, perlomeno in buona parte del Paese); ok, avrei potuto togliere più del solo decimo di grado che ho tolto, ma non ho voluto spingermi oltre, in quanto come al solito ho sottorappresentato le quote medie e alte rispetto alla media altimetrica del territorio italiano... e dalla collina in su, la differenza tra il maggio di quest'anno e il maggio dell'anno scorso è anche maggiore di quella delle aree pianeggianti.
    Complimenti per il lavoro.In Polonia com'è la copertura del territorio con le stazioni ufficiali?

  4. #114
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Polonia: monitoraggio climatico

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    Escalation forsennata e con coefficiente angolare anche superiore a quello italico, ma gli anni '80 non videro nemmeno l'ombra di un riscaldamento estivo (il quale partì dall'eccezionalmente calda 1992, come si vede nel grafico qui sotto) e pertanto il trend al rialzo è per ora un pelo inferiore di quello italiano in termini assoluti, ma giusto un pelo. In particolare, però:

    -Tra la media 1981-2010 e la 1961-1990 ci sono 0,75 °C di differenza in Polonia e quasi 1,05 °C in Italia: tra queste due trentennali si nota come l'Italia abbia visto un riscaldamento maggiore (peraltro in Polonia gli anni '80 a livello estivo sono stati ancora più freddi degli anni '60 e degli anni '70, in netta contrapposizione con l'evoluzione climatica italiana).

    -Tra la media 1991-2019 e la 1981-2010 la situazione si ribalta: la Polonia vede 0,62 °C di differenza, che tra due medie così vicine è tantissimo (per giunta tra le due trentennali ci sono solo 10 anni di "salto" e non 20 come nel confronto del precedente punto); anche l'Italia vede molta differenza, ma si ferma (per così dire) a 0,50 °C di differenza tra i due periodi di riferimento.


    L'estate 1992 (in particolare il pazzesco mese di agosto) fu antesignana delle più calde estati polacche del nuovo millennio. Il vero step (che portò una continuità su livelli di calore che fino a quel momento erano appannaggio solo di estati isolate) è visibile nel 2002, nonostante già le estati degli anni '90 fossero state assai più calde di quelle del decennio precedente. La coppia 2018-2019, che ha l'aria di aver rappresentato un nuovo step estivo ma che dovrà (per ovvie ragioni: non siamo dei veggenti) essere confermato o smentito dalle prossime estati, vede prima eguagliare la lontanissima 1811 a livello trimestrale (che fino ad allora era in solitaria in assoluto la più calda in Polonia, con un moderato margine sull'allora secondo posto della già citata 1992), ponendo la 2018 a condividere ex aequo il primato della 1811; poi, la 2019 è risultata nettamente la più calda di sempre, con quasi mezzo grado di vantaggio sulla coppia 1811-2018.
    Allegato 520801


    Breve divagazione: così come la 2018 e la 2019 hanno stabilito il record trimestrale estivo in due annate consecutive, nel 2018 e nel 2019 si è anche stabilito per due anni consecutivi il record di anomalia termica positiva annuale:
    Allegato 520802
    Probabilmente la cella di Handley negli anni 80' non era ancora così a nord da aggredire l'Europa centrale,mentre già nel 1992 si intravvedevano i sintomi dello spostamento, che sarebbe dilagato nel decennio successivo, segnatamente dalla fatidica estate 2003(per la peppa,oggi mi esprimo in maniera foianesca,datemi il cane che ride)

  5. #115
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    33
    Messaggi
    893
    Menzionato
    218 Post(s)

    Predefinito Re: Polonia: monitoraggio climatico

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Probabilmente la cella di Handley negli anni 80' non era ancora così a nord da aggredire l'Europa centrale,mentre già nel 1992 si intravvedevano i sintomi dello spostamento, che sarebbe dilagato nel decennio successivo, segnatamente dalla fatidica estate 2003(per la peppa,oggi mi esprimo in maniera foianesca,datemi il cane che ride)
    La cella di hadley non ci azzecca nulla né con le nostre estati né con quelle polacche, l'ITCZ si sarà alzata al massimo di un paio di gradi e non è certo in grado di fare la differenza, il problema principale è sempre l'andamento dal getto e il GW di fondo.

    A me quello polacco sembra semplicemente un trend da GW con un forte impatto AMO, ben visibile anche tra gli anni 30 e 50, che ha amplificato il calo dopo gli anni 50 e la crescita dai primi anni 90. Influenza AMO che passa sia dal bilancio termico emisferico per maggiore/minore trasporto di calore in Atlantico sia da cambiamenti alla circolazione atmosferica che portano ad una più frequente caduta del getto in Atlantico durante le fasi positive con l'Europa che si ritrova sul ramo ascendente.

    Il GW opera in modo piuttosto omogeneo, a parità di circolazione atmosferica aggiunge poco più di 1 grado dagli anni 40 del secolo scorso nelle zone continentali dove l'inerzia oceanica conta poco, i gas serra sono ovunque e il calore accumulato in atmosfera influenza tutte le zone.
    Poco più di un grado dagli anni 40 più o meno è anche quello che osserviamo in quel grafico, al netto della variabilità interannuali (ovviamente le estati fuori scala che allora erano poco sopra +1 di anomalia e adesso sono oltre i +2 come 2018 o 2019, mentre la media era poco sotto lo zero e adesso è salita a +1).

    Non c'è nessun bisogno di scomodare la cella di Hadley per giustificare queste variazioni.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Ultima modifica di snowaholic; 01/06/2020 alle 20:37

  6. #116
    Vento teso
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    23
    Messaggi
    1,870
    Menzionato
    362 Post(s)

    Predefinito Re: Polonia: monitoraggio climatico

    Citazione Originariamente Scritto da Alfredo89 Visualizza Messaggio
    Complimenti per il lavoro.In Polonia com'è la copertura del territorio con le stazioni ufficiali?
    Grazie! La copertura delle stazioni non è super-capillare ma è relativamente buona, ti lascio una mappa che mostra le centraline della rete nazionale "disseminate" sul territorio:
    Polonia: monitoraggio climatico-polska-stations.jpg

    52 stazioni (se le ho contate bene) sparse su un territorio dall'estensione paragonabile a quella italiana: non è tantissimo, ma l'importante è soprattutto che la manutenzione di esse sia adeguata. Inoltre, eccezion fatta per il Sud e parte dell'Ovest della Polonia, il territorio non presenta peculiarità orografiche tali da giustificare la presenza di molte stazioni relativamente vicine tra loro: una stazione è quindi in grado di "intercettare" bene l'anomalia di un territorio distante anche diverse decine di km, quindi l'interpolazione è già efficace con un numero non esorbitante di stazioni meteo funzionanti.
    Ultima modifica di Perlecano; 02/06/2020 alle 00:09
    Siete in ogni mio respiro, in ogni pulsazione del ventricolo, nell'inchiostro di questa biro.

  7. #117
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Polonia: monitoraggio climatico

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    La cella di hadley non ci azzecca nulla né con le nostre estati né con quelle polacche, l'ITCZ si sarà alzata al massimo di un paio di gradi e non è certo in grado di fare la differenza, il problema principale è sempre l'andamento dal getto e il GW di fondo.

    A me quello polacco sembra semplicemente un trend da GW con un forte impatto AMO, ben visibile anche tra gli anni 30 e 50, che ha amplificato il calo dopo gli anni 50 e la crescita dai primi anni 90. Influenza AMO che passa sia dal bilancio termico emisferico per maggiore/minore trasporto di calore in Atlantico sia da cambiamenti alla circolazione atmosferica che portano ad una più frequente caduta del getto in Atlantico durante le fasi positive con l'Europa che si ritrova sul ramo ascendente.

    Il GW opera in modo piuttosto omogeneo, a parità di circolazione atmosferica aggiunge poco più di 1 grado dagli anni 40 del secolo scorso nelle zone continentali dove l'inerzia oceanica conta poco, i gas serra sono ovunque e il calore accumulato in atmosfera influenza tutte le zone.
    Poco più di un grado dagli anni 40 più o meno è anche quello che osserviamo in quel grafico, al netto della variabilità interannuali (ovviamente le estati fuori scala che allora erano poco sopra +1 di anomalia e adesso sono oltre i +2 come 2018 o 2019, mentre la media era poco sotto lo zero e adesso è salita a +1).

    Non c'è nessun bisogno di scomodare la cella di Hadley per giustificare queste variazioni.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    La cella di Handley forse no ma toni meno acidi e professorali da parte tua sicuramente sì

  8. #118
    Moderatore MeteoNetwork Forum
    Data Registrazione
    04/06/02
    Località
    MeteoNetwork
    Messaggi
    1,511
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Polonia: monitoraggio climatico

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    La cella di Handley forse no ma toni meno acidi e professorali da parte tua sicuramente sì
    Non é possibile leggere ancora risposte del genere, poi leggere che imponi di usare toni meno acidi mi par risibile visto i tuoi toni. Sai bene che non è la prima volta che intervengo, oggi non ti sanziono, ma alle prossime sanzione sarà un ban piuttosto pesante; il tuo ultimo è stato di un mese.
    Moderatore MeteoNetwork Forum

  9. #119
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Polonia: monitoraggio climatico

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Fatte le mie scuse per quel pensiero, torniamo a noi


    Non sapevo che Febbraio 2002 fosse stato così caldo anche in Polonia
    In generale, Perlecano, dov'è che fu più anomalo quel mese? Nel settore orientale del Continente? Perchè qui a Brindisi Febbraio 2002 è il più caldo della serie, con 12.9° di media (il secondo mese invernale più caldo dal 1951, dopo Dicembre 2000), e in generale c'è un'ottima correlazione tra mesi molto caldi qui e mesi molto caldi in Polonia (relazione univoca ma non biunivoca: se un mese è molto caldo in Polonia, qui potrebbe essere anonimo se non freddo).

    E' anche vero che l'inverno è andato a male per via dell'AO super-iper-positivo. Come hai fatto notare, sarebbe bastata un po' di variabilità perchè il mese (e in generale l'inverno) restasse lontana dall'abominio che è stato.
    Anche in Spagna febbraio 2002 risulta caldo,è circa 1° sulla 81/10. Non è proprio i più eclatanti ma fino al 2017 era fra i primi 5/6 più caldi(poi si sono inseriti i caldi febbraio 2017 e 2019 ed il 2020 dei record).
    Invece in Portogallo è un altro discorso,febbraio 2002 è in media.
    In tutta l'Iberia ci furono intense fasi piovose nel finale,quasi alluvionali al nord.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •