Pagina 3 di 40 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 398
  1. #21
    Vento forte L'avatar di cut-off
    Data Registrazione
    15/10/05
    Località
    Trento Sud (m.190 s.
    Età
    54
    Messaggi
    3,567
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Ecco le mie medie per il mese di novembre qui a Trento Sud: media integrale recente 2008-2018 -> 7.5°c, media "storica" (aritmetica) 1983-2005 -> 6.3°c e media delle precipitazioni 1982-2018-> 124,1 mm, con progressivo annuo atteso al 30 novembre di 999.4 mm, a un passo quindi da quota 1000 (attualmente nel 2019 siamo a 941,0 mm).

    Per un paragone recente, novembre 2018 vide una media integrale di 8.8°c (quindi a +1.3° dalla media recente e a +2.5°c dalla media storica), frutto di una prima decade molto calda per il periodo chiusa a 12.2°c di m.i. e in parte poi compensata da una 2^ decade e una parte finale del mese molto più fresche, con medie attorno a 5-6°c e una media giornaliera minima di 1.9°c nell'ultimo giorno di novembre.

    Ecco comunque la <top five> recente dei più caldi mesi di novembre qui a Trento Sud (il più fresco dal 2008 è stato invece lo stesso 2008 con una media integrale di 5.9°c, seguito dal novembre 2017 chiuso a 6,3°c di media integrale):

    1) 2014 -> 9.7°c​
    2) 2018 -> 8.8°c
    3) 2013 -> 8.2°c
    4) 2012 -> 7.8°c
    5) 2010 -> 7.6°c

    Per curiosità è da notare come 4 anni su 5 figurino anche nella top 5 di ottobre, i primi 3 addirittura nelle stesse posizioni e il 2012 che qui è 4° era invece 5° nella classifica di ottobre; unico “intruso” il 2008, qui sostituito dal 2010.


    Per quanto riguarda invece le piogge il novembre più secco della serie iniziata nel 1982 risulta il recente 2015 con 1,0 mm di accumulo (frutto peraltro di sola brina fusa, visto che fu un mese totalmente secco e anticiclonico), seguito dai 5,6 mm del novembre 1983; il più piovoso invece finora è il novembre 2002 con 388,0 mm finiti nel pluviometro, seguito a breve distanza (sia temporale che di mm) dal 2000 chiuso con 375,6 mm di accumulo. Infine altre 2 volte sono stati superati i 300 mm nel mese di novembre ed entrambe nell'ultimo decennio, cioè nel 2012 con 310,6 mm e nel 2014 (anche qui a 2 soli anni di distanza quindi) con 327,6 mm finiti nel pluviometro.


    Chiudo col capitolo neve: a partire dal 1969 nel mese di novembre la neve si è vista a Trento in 26 anni su 50 (per una media di 3,36 cm all'anno), quindi mediamente circa una volta ogni 2 anni (anche se gli anni con accumulo > 1 cm si riducono a 13, con un max di 50 cm nel nov. 2008); l’ultimo novembre in cui nevicò con accumulo però inizia a farsi lontano nel tempo (fu il 2010 con 12 cm), mentre l’ultimo anno con fiocchi novembrini è stato il 2017.

    Riusciremo nell'impresa di vedere finalmente una bella imbiancata novembrina di almeno qualche cm anche in città dopo così tanto tempo? Sarebbe auspicabile, visto che la serie ancora aperta di 8 anni di fila senza neve con accumulo è finora la più lunga per novembre a pari merito col periodo 1982-1989, per cui un altro anno a zero significherebbe record assoluto, cosa che eviterei volentieri. Fra un mesetto lo saprò…
    Saluti a tutti, Flavio

  2. #22
    Vento moderato
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,171
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Questa la situazione:
    1/11/2019, estremi termici +8,9°C/+13,2°C, cielo parzialmente nuvoloso
    2/11/2019, estremi termici +9,0°C/+10,5°C, cielo coperto ma senza fenomeni
    3/11/2019, estremi termici +9,2°C/?, pioggia, circa 34 mm di cumulata parziale (ore 9.45).

    In sostanza, raffrontata alla progressiva della prima decade di novembre (2004/2018) persiste una significativa anomalia (+1,7°C) nei valori minimi, che ovviamente è compensata dalle massime (i primi 2 giorni chiudono a -1,5°C). Trattandosi di giornate nuvolose/coperte, con livellamento dell'escursione tra notte e dì, si può dire che il mese apre circa in media termica.

  3. #23
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona/Riviera (TI, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    2,976
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da cut-off Visualizza Messaggio
    Ecco le mie medie per il mese di novembre qui a Trento Sud: media integrale recente 2008-2018 -> 7.5°c, media "storica" (aritmetica) 1983-2005 -> 6.3°c e media delle precipitazioni 1982-2018-> 124,1 mm, con progressivo annuo atteso al 30 novembre di 999.4 mm, a un passo quindi da quota 1000 (attualmente nel 2019 siamo a 941,0 mm).

    Per un paragone recente, novembre 2018 vide una media integrale di 8.8°c (quindi a +1.3° dalla media recente e a +2.5°c dalla media storica), frutto di una prima decade molto calda per il periodo chiusa a 12.2°c di m.i. e in parte poi compensata da una 2^ decade e una parte finale del mese molto più fresche, con medie attorno a 5-6°c e una media giornaliera minima di 1.9°c nell'ultimo giorno di novembre.

    Ecco comunque la <top five> recente dei più caldi mesi di novembre qui a Trento Sud (il più fresco dal 2008 è stato invece lo stesso 2008 con una media integrale di 5.9°c, seguito dal novembre 2017 chiuso a 6,3°c di media integrale):

    1) 2014 -> 9.7°c​
    2) 2018 -> 8.8°c
    3) 2013 -> 8.2°c
    4) 2012 -> 7.8°c
    5) 2010 -> 7.6°c

    Per curiosità è da notare come 4 anni su 5 figurino anche nella top 5 di ottobre, i primi 3 addirittura nelle stesse posizioni e il 2012 che qui è 4° era invece 5° nella classifica di ottobre; unico “intruso” il 2008, qui sostituito dal 2010.


    Per quanto riguarda invece le piogge il novembre più secco della serie iniziata nel 1982 risulta il recente 2015 con 1,0 mm di accumulo (frutto peraltro di sola brina fusa, visto che fu un mese totalmente secco e anticiclonico), seguito dai 5,6 mm del novembre 1983; il più piovoso invece finora è il novembre 2002 con 388,0 mm finiti nel pluviometro, seguito a breve distanza (sia temporale che di mm) dal 2000 chiuso con 375,6 mm di accumulo. Infine altre 2 volte sono stati superati i 300 mm nel mese di novembre ed entrambe nell'ultimo decennio, cioè nel 2012 con 310,6 mm e nel 2014 (anche qui a 2 soli anni di distanza quindi) con 327,6 mm finiti nel pluviometro.


    Chiudo col capitolo neve: a partire dal 1969 nel mese di novembre la neve si è vista a Trento in 26 anni su 50 (per una media di 3,36 cm all'anno), quindi mediamente circa una volta ogni 2 anni (anche se gli anni con accumulo > 1 cm si riducono a 13, con un max di 50 cm nel nov. 2008); l’ultimo novembre in cui nevicò con accumulo però inizia a farsi lontano nel tempo (fu il 2010 con 12 cm), mentre l’ultimo anno con fiocchi novembrini è stato il 2017.

    Riusciremo nell'impresa di vedere finalmente una bella imbiancata novembrina di almeno qualche cm anche in città dopo così tanto tempo? Sarebbe auspicabile, visto che la serie ancora aperta di 8 anni di fila senza neve con accumulo è finora la più lunga per novembre a pari merito col periodo 1982-1989, per cui un altro anno a zero significherebbe record assoluto, cosa che eviterei volentieri. Fra un mesetto lo saprò…
    Ottime considerazioni che condivido. La prima decade dello scorso anno fu caldissima sopratutto a carico delle minime. Un dato simbolico, fare delle minime a 10°C a inizio novembre significa superare la relativa norma di 4/6°C. Nella mia serie che parte nel 2003 in novembre sono state registrate solamente circa 20 minime >10°C (sono al 5° percentile nella serie), ebbene dal 5 al 13 novembre tutte le giornate entrano in questa classifica: Climatologie mensuelle en novembre 2018 a Preonzo | climatologie depuis 1900 - Infoclimat
    In realtà nemmeno il resto del mese fu freddo dato che tutte le decadi fecero almeno circa +2°C dalla norma.

    A livello di piogge furono fortissimi novembre 2000, 2002 e 2014, da fondoscala come si dice in gergo.

    Mi interessa il capitolo neve, ricordo di nevicate a fine novembre 2005 (durante una portentosa ondata di gelo con minime addirittura di -9°C!, localmente tra i valori novembrini più bassi su scala multidecennale), poi ci fu un'ondata notevole a metà novembre 2007 (fino a -7°C), ma senza neve a basse quote, poi nel 2008 neve il 24/11 e soprattutto il 28/11 (questa tra le più importanti del mese su scala multidecennale). Qualcosa fece anche a fine novembre 2010 con pure molto freddo. In questo decennio penso invece non ci sia stato nulla.


    Stazione Davis Vantage Pro 2 -> Dati live su altre piattaforme

  4. #24
    Uragano L'avatar di Dream Design
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli coll. 249 mt.
    Età
    31
    Messaggi
    16,785
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Fino al 6/7 le temperature si manterranno mediamente sopramedia sopratutto al Sud e versante Adriatico (seppur in assenza di termiche elevatissime e localmente ci sarà garbino, il mare pure é troppo caldo), più riparato il NW che vedrà sopratutto valori massimi contenuti (tranne domani), poi sfonderá l'aria più fredda e caleranno in maniera netta i valori anche sulle restanti regioni, fa parte dello schema proprio.

    Qui da me oggi clima mite nonostante la pioggia, domani calerà momentaneamente la temperatura, sono già cascati 43 mm sto mese, entro il 10 sicuramente raggiungeremo al media mensile.

    Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

  5. #25
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    17,189
    Menzionato
    106 Post(s)

    Predefinito Re: Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    Si sta chiudendo un ottobre molto caldo anche se lontano dal primato del 2001: l'anomalia sarà di circa +1,3/+1,4 °C sulla 1981-2010 a livello nazionale. Passando a novembre, a prescindere da come evolverà la situazione per la prima decade a livello termico (i modelli vedono ormai con chiarezza una fase sopramedia, in particolare al Centro-Sud, ma forse non estrema in termini nè di intensità, nè di persistenza), il trend mensile degli ultimi 20 anni circa è di riscaldamento molto intenso nel comparto mediterraneo: in Italia, nella fattispecie, soltanto aprile e giugno hanno un trend paragonabile a quello di novembre, perlomeno limitando lo sguardo alla differenza tra gli anni '90 e le annate più recenti. Considerando invece la differenza tra il decennio in corso (periodo 2011-2018) e il decennio 1971-1980, cioè l'ultimo rimasto incontaminato, perlomeno su scala europea, rispetto al GW, novembre diventa il quinto mese dell'anno con trend rialzista più forte. Oltre ai già citati aprile e giugno, infatti, lo "battono" anche luglio e agosto, mentre ottobre è quasi al livello dello stesso novembre.

    Ecco le anomalie termiche sulla 1981-2010 in Italia per novembre, decennio per decennio, partendo dagli anni '70:
    1971-1980: -0,86 °C.
    1981-1990: -0,43 °C (+0,43 °C rispetto al decennio precedente).
    1991-2000: +0,04 °C (+0,47 °C rispetto al decennio precedente).
    2001-2010: +0,41 °C (+0,37 °C rispetto al decennio precedente).
    2011-2019: +1,11 °C (+0,70 °C rispetto al decennio precedente).

    Soltanto aprile, con un bestiale +1,57 °C, mostra un'anomalia sulla 1981-2010 per il periodo 2011-2018 superiore a quella, di appunto +1,11 °C, mostrata da novembre. Vero peraltro che, includendo il 2019 nella media decennale "in progress", giugno in questo decennio passa direttamente da +1,00 °C a +1,19 °C sulla 1981-2010, superando così anch'esso lo scarto decennale di novembre rispetto alla trentennale di riferimento.

    Come è andato il mese di novembre nel decennio in corso?
    2011: +0,5 °C sulla 1981-2010. Mese più siccitoso del normale, anche se non dappertutto. Surplus termico più evidente sui settori occidentali della Penisola, ma non eclatante da nessuna parte.
    2012: +2,0 °C sulla 1981-2010, quarto novembre più caldo dal 1900 insieme al 2002. Sopramedia costante e spesso intenso, mese estremamente piovoso salendo di latitudine, situazione tipicamente autunnale (piogge ad ovest e richiamo caldo da Sud) ma esasperata e persistente. Suggestivo, ma assai spiacevole negli effetti, il tornado del 28 novembre nei pressi di Taranto.
    2013: +0,6 °C sulla 1981-2010. Nulla da segnalare per le prime due decadi, sopramedia monotono ma senza acuti particolari, svolta molto effimera in terza decade con alcune giornate fredde, specie al Nord, ed episodi nevosi padani reiterati fino a quote di pianura, anche se con accumuli molto ridotti.
    2014: +2,7 °C sulla 1981-2010, secondo novembre più caldo dal 1900. Uno dei tre sopramedia-colosso del 2014 nel semestre freddo (insieme a gennaio e febbraio, che ovviamente afferiscono allo stesso anno solare ma al semestre freddo precedente), piovosità eclatante (eccezionale in svariate zone del Paese), correnti caldo-umide sparate, per non farci mancare niente sciroccata il 30 novembre con media giornaliera da annali all'estremo Sud, fosse arrivata un giorno dopo sarebbero caduti record dicembrini di caldo come birilli.
    2015: +1,2 °C sulla 1981-2010. Fortemente anticiclonico con rubinetti completamente chiusi in gran parte d'Italia, molto nebbioso in Valpadana, situazione inversionale testimoniata dall'anomalia in bassa troposfera di +3,0 °C sulla 1981-2010, quindi molto più alta che al suolo. Segnalo l'ingresso (grossomodo) della +16 °C a 850 hPa in Valpadana il giorno 10 (!).
    2016: +0,9 °C sulla 1981-2010. Mese spesso sottovalutato nei forum ma non vedo una sovrastima nel dato, visto che la stima del CNR e quella di Berkeley Earth coincidono. Sopramedia notevole in terza decade, soprattutto al Centro-Nord, ad alzare un'anomalia mensile che fino a quel momento era molto ridotta.
    2017: -0,2 °C sulla 1981-2010. In realtà al Nord ci fu un sopramedia leggero sulla 1981-2010, ma scendendo di latitudine l'anomalia risulta volgere al negativo, anche se non si tratta di un novembre memorabile per nessun luogo d'Italia. Secondo mese sottomedia su tre (settembre e appunto novembre, con in mezzo il sopramedia di ottobre) a dare l'autunno più freddo e l'unico sottomedia del decennio in corso (ricordo che l'ancor più freddo autunno 2010 è da ascrivere per convenzione al decennio scorso).
    2018: +1,5/+1,6 °C sulla 1981-2010. Altro mese passato in sordina, forse per l'esasperazione di un sopramedia nazionale pressochè ininterrotto da inizio aprile. Prima decade eccezionale con minime fissamente in doppia cifra anche in Valpadana, pioggia costante e correnti sciroccali con caldo al Centro-Sud, parziale attenuazione del sopramedia dal 15 del mese in poi, finale invece nuovamente sopramedia ma non certo ai livelli di inizio mese.
    Mi sa che novembre 2016 fino al 20 era proprio sottomedia in varie zone,poi cambiò tutto,con una terza decade degna di metà ottobre.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  6. #26
    Bava di vento
    Data Registrazione
    14/08/17
    Località
    Muggia (TS) 35mslm
    Età
    37
    Messaggi
    143
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Fresco in gran parte del Paese non lo fara`in questa decade. Poi vedremo.

    Ultima modifica di Dagur; 03/11/2019 alle 11:31

  7. #27
    Vento moderato
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,171
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Mi sa che novembre 2016 fino al 20 era proprio sottomedia in varie zone,poi cambiò tutto,con una terza decade degna di metà ottobre.
    Qui sull'anomalia positiva del novembre 2016 (poco meno di 1°C) incise principalmente la prima settimana del mese, la sciroccata del 20-24/11 (alluvione nell'alta Val Tanaro e in Valle Arroscia) fu compensata dagli ultimi 3 giorni del mese che furono abbastanza invernali...

  8. #28
    Vento forte L'avatar di cut-off
    Data Registrazione
    15/10/05
    Località
    Trento Sud (m.190 s.
    Età
    54
    Messaggi
    3,567
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Ottime considerazioni che condivido. La prima decade dello scorso anno fu caldissima sopratutto a carico delle minime. Un dato simbolico, fare delle minime a 10°C a inizio novembre significa superare la relativa norma di 4/6°C. Nella mia serie che parte nel 2003 in novembre sono state registrate solamente circa 20 minime >10°C (sono al 5° percentile nella serie), ebbene dal 5 al 13 novembre tutte le giornate entrano in questa classifica: Climatologie mensuelle en novembre 2018 a Preonzo | climatologie depuis 1900 - Infoclimat
    In realtà nemmeno il resto del mese fu freddo dato che tutte le decadi fecero almeno circa +2°C dalla norma.

    A livello di piogge furono fortissimi novembre 2000, 2002 e 2014, da fondoscala come si dice in gergo.

    Mi interessa il capitolo neve, ricordo di nevicate a fine novembre 2005 (durante una portentosa ondata di gelo con minime addirittura di -9°C!, localmente tra i valori novembrini più bassi su scala multidecennale), poi ci fu un'ondata notevole a metà novembre 2007 (fino a -7°C), ma senza neve a basse quote, poi nel 2008 neve il 24/11 e soprattutto il 28/11 (questa tra le più importanti del mese su scala multidecennale). Qualcosa fece anche a fine novembre 2010 con pure molto freddo. In questo decennio penso invece non ci sia stato nulla.
    A proposito delle minime a 2 cifre in novembre pensa che qui a Trento dal 1977 la prima la registrai solo 10 anni dopo, cioè nel 1987, e più in generale fino agli anni '90 credo che queste si possano contare sulle dita di una o al massimo 2 mani; altra musica invece nel nuovo secolo, soprattutto poi nell'ultimo decennio.

    Nel novembre scorso ad esempio qui le minime in doppia cifra furono 6 (5 di fila fra il 3 e il 7 e poi il giorno 11), ma ci si andò molto vicini anche negli altri giorni del periodo da te citato, per dire l'8, 10 e 12/11 la minima fu di 9.8°c e il 9/11 di 9.3°c, con la prima decade che chiuse a 12.2°c di media integrale (valore più tipico di ottobre) e non di più grazie alle massime piuttosto contenute; l'intero mese poi chiuse appunto a +1.3° dalla media recente e +2.5° da quella storica nonostante il raffreddamento finale.


    Per quanto riguarda le nevicate novembrine qui a Trento Sud, già detto che dal 1969 ci sono stati 26 anni in cui è nevicato almeno una volta, di cui 13 con accumulo > 1 cm, entrando un po' più nello specifico aggiungo che i mesi di novembre che hanno chiuso con un accumulo in doppia cifra sono stati 6 di cui 3 nel nuovo millennio, e precisamente (in ordine cronologico) il 1972 (22 cm), il 1977 (20 cm), il 1999 (15 cm), il 2005 (26 cm), il 2008 (50 cm) e il 2010 (12 cm); è possibile che pure nel Canton Ticino almeno alcuni di questi anni coincidano anche andando a ritroso nel tempo, date le dinamiche spesso piuttosto simili alle nostre (e in effetti vedo che anche tu citi il 2005, 2008 e 2010).

    Venendo appunto a questi ultimi 3 episodi più recenti in ordine di tempo, personalmente nonostante il 2008 rappresenti di gran lunga il novembre più nevoso degli ultimi 50 anni, almeno come accumulo totale in cm (esattamente 50, frutto di un primo episodio di 16 cm il 24/11 e di un altro più importante di 31 cm il 28/11, seguiti da altri 3 cm bagnati negli ultimi gg del mese) il novembre che preferisco è il 2005, nel quale nevicò meno in termini di cm ma ci fu il giusto mix fra temperature e precipitazioni, con tempistiche pressoché perfette per il mantenimento della neve al suolo anche a fondovalle, ossia nevicate diurne attorno a 0°c con schiarite notturne e conseguenti forti gelate seguite da nuove nevicate: dal giorno 25 a fine mese andò così, e giorno dopo giorno il manto si accumulò al suolo tanto che poi, grazie alle nuove nevicate dicembrine e a un gennaio molto freddo chiuso dalla mega nevicata del 26-27-28/1/2006, riuscì a resistere compatto anche in città fino a oltre metà febbraio 2006, per un totale di 91 giorni consecutivi da me a Trento Sud e anche di più in zona nord, con la zona collinare che superò agevolmente i 100 giorni di tenuta al suolo.

    Nel 2008 invece dopo la bellissima nevicata del 28/11 seguirono alcuni giorni con pioggia mista a neve che fecero discreti danni a bassa quota, con colpo di grazia finale alla tenuta del manto a fondovalle dato poi dalla settimana di pioggia a seguito della nuova bella nevicata del 10 dicembre (33 cm), per cui diciamo che di quell'evento mi è rimasto un retrogusto amaro, ecco.

    Discorso simile per il 2010, quando nevicò al limite in pratica tutti i gg negli ultimi 5 giorni di novembre; seguì poi una bella nevicata di circa 23 cm a inizio dicembre, vanificata in seguito anch'essa (in termini di tenuta del manto) dal diluvio pre-natalizio.

    In ogni caso da allora qui a novembre non si è più vista una nevicata degna di tal nome, per cui... avercene!!
    Saluti a tutti, Flavio

  9. #29
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona/Riviera (TI, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    2,976
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da cut-off Visualizza Messaggio
    A proposito delle minime a 2 cifre in novembre pensa che qui a Trento dal 1977 la prima la registrai solo 10 anni dopo, cioè nel 1987, e più in generale fino agli anni '90 credo che queste si possano contare sulle dita di una o al massimo 2 mani; altra musica invece nel nuovo secolo, soprattutto poi nell'ultimo decennio.

    Nel novembre scorso ad esempio qui le minime in doppia cifra furono 6 (5 di fila fra il 3 e il 7 e poi il giorno 11), ma ci si andò molto vicini anche negli altri giorni del periodo da te citato, per dire l'8, 10 e 12/11 la minima fu di 9.8°c e il 9/11 di 9.3°c, con la prima decade che chiuse a 12.2°c di media integrale (valore più tipico di ottobre) e non di più grazie alle massime piuttosto contenute; l'intero mese poi chiuse appunto a +1.3° dalla media recente e +2.5° da quella storica nonostante il raffreddamento finale.


    Per quanto riguarda le nevicate novembrine qui a Trento Sud, già detto che dal 1969 ci sono stati 26 anni in cui è nevicato almeno una volta, di cui 13 con accumulo > 1 cm, entrando un po' più nello specifico aggiungo che i mesi di novembre che hanno chiuso con un accumulo in doppia cifra sono stati 6 di cui 3 nel nuovo millennio, e precisamente (in ordine cronologico) il 1972 (22 cm), il 1977 (20 cm), il 1999 (15 cm), il 2005 (26 cm), il 2008 (50 cm) e il 2010 (12 cm); è possibile che pure nel Canton Ticino almeno alcuni di questi anni coincidano anche andando a ritroso nel tempo, date le dinamiche spesso piuttosto simili alle nostre (e in effetti vedo che anche tu citi il 2005, 2008 e 2010).

    Venendo appunto a questi ultimi 3 episodi più recenti in ordine di tempo, personalmente nonostante il 2008 rappresenti di gran lunga il novembre più nevoso degli ultimi 50 anni, almeno come accumulo totale in cm (esattamente 50, frutto di un primo episodio di 16 cm il 24/11 e di un altro più importante di 31 cm il 28/11, seguiti da altri 3 cm bagnati negli ultimi gg del mese) il novembre che preferisco è il 2005, nel quale nevicò meno in termini di cm ma ci fu il giusto mix fra temperature e precipitazioni, con tempistiche pressoché perfette per il mantenimento della neve al suolo anche a fondovalle, ossia nevicate diurne attorno a 0°c con schiarite notturne e conseguenti forti gelate seguite da nuove nevicate: dal giorno 25 a fine mese andò così, e giorno dopo giorno il manto si accumulò al suolo tanto che poi, grazie alle nuove nevicate dicembrine e a un gennaio molto freddo chiuso dalla mega nevicata del 26-27-28/1/2006, riuscì a resistere compatto anche in città fino a oltre metà febbraio 2006, per un totale di 91 giorni consecutivi da me a Trento Sud e anche di più in zona nord, con la zona collinare che superò agevolmente i 100 giorni di tenuta al suolo.

    Nel 2008 invece dopo la bellissima nevicata del 28/11 seguirono alcuni giorni con pioggia mista a neve che fecero discreti danni a bassa quota, con colpo di grazia finale alla tenuta del manto a fondovalle dato poi dalla settimana di pioggia a seguito della nuova bella nevicata del 10 dicembre (33 cm), per cui diciamo che di quell'evento mi è rimasto un retrogusto amaro, ecco.

    Discorso simile per il 2010, quando nevicò al limite in pratica tutti i gg negli ultimi 5 giorni di novembre; seguì poi una bella nevicata di circa 23 cm a inizio dicembre, vanificata in seguito anch'essa (in termini di tenuta del manto) dal diluvio pre-natalizio.

    In ogni caso da allora qui a novembre non si è più vista una nevicata degna di tal nome, per cui... avercene!!
    Mi trovo con i tuoi resoconti. Purtroppo non riesco a risalire nei dettagli ed episodi su cosa è stata la meteo prima di inizio anni'2000, non ho nessuna idea di cosa e come abbia nevicato prima. 24/11/2008 fece una prima spolverata seguiti da 30 cm il 28/11, successivamente è vero che ci fu un'altra nevicata verso il 10/12 con ulteriori 20 cm, e quel periodo è uno dei pochi casi nel nuovo millennio, almeno da me (salvo unicamente fine gennaio/inizio febbraio 2006) in cui lo strato di neve misurabile al suolo superava i 30 (sui 35) cm (dato che c'erano due strati sommati). Invece alcune nevicate singole da 30 cm ci sono state, ma noto che è una soglia "psicologica" difficile da oltrepassare, perché ho senz'altro tante nevicate da 15/20/30 cm, ma mai di più (tranne appunto eccezioni). Invece penso che negli anni'60/70/80 capitavano anche singoli episodio da almeno 30/40/50 cm, e non pochi.

    Il peggio nel dicembre 2008 fu la föhnata molto calda verso il 21 che cancellò tutta la neve, però almeno rinevicò in seguito.

    Dell'inverno 05/06 non ricordo se la tenuta della neve al suolo fosse consecutiva fino a febbraio, probabilmente no perché ci fu qualche episodio di föhn. Fu problematico quello di inizio gennaio perché poi dovettimo aspettare fine mese per qualsiasi tipo di precipitazioni (ma direi che il santo è valso ampiamente la candela con quegli 80 cm in due giorni...).

    Per questo aiutano le immagini satellitari, molto utili per scorgere la neve al suolo a seconda della data! :
    EOSDIS Worldview


    Stazione Davis Vantage Pro 2 -> Dati live su altre piattaforme

  10. #30
    Vento forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    4,353
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche

    Esco fuori sul balcone, ho voglia di vedere che tempo c’è fuori e anche di rinfrescarmi un poco. In camera ho 23°, e anche se si sta bene, mi viene il desiderio di provare un po’ di fresco.
    4 del mattino, 4 Novembre. Fuori però solo un gran vento, e con mia somma sorpresa se non fosse per quello la temperatura sarebbe degna di una sera estiva. Nessun fresco reale, solo quello generato dal vento forte.

    Fuori ci sono 21,5°.

    In questo momento, Brindisi, ma in generale il Salento e la Puglia adriatica, sono tutte sopra i 20°. Nel leccese in particolare 22° costanti da ieri sera. 21° a Leuca, o poco più, a solo 2° dal suo record di massima novembrina. Gallipoli addirittura tocca i 22,7°.

    In questi istanti il Salento è la zona più calda dell’emisfero Nord a questa latitudine, e in generale sopra i 35°N. Ma non solo. Lo è anche rispetto a tutte le località continentali e costiere del Mediterraneo, dell’Africa settentrionale inclusa gran parte del Sahara, nonché del Medio Oriente e dell’Arabia Saudita.
    Per trovare valori simili o superiori bisogna cercare sulla costa del mar Rosso, o in India, o Indocina. Le temperature sono persino più basse sebbene di pochi decimi nella Cina Meridionale. Solo le isole pacifiche di Ryukyu sono più miti, ma di un paio di gradi (e nemmeno).
    In America Centrale dobbiamo spingerci in Messico o Florida per trovare valori superiori.
    Considerando che in Cina è anche sorto il sole da un po’, e che è notte in USA, questo dice tutto sulle anomalie.

    Brindisi e Lecce stanno giocandosi il titolo di notte più calda della storia di Novembre. Brindisi probabilmente ha già perso la possibilità del primo posto, ma un podio non glielo strappa nessuno.
    Lecce invece rischia di migliorare il record di due gradi.

    Direte che è normale che faccia caldo con queste configurazioni meteorologiche.
    Ma posso chiamare io questo “autunno”?

    Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche-37aab218-1a26-41c2-96a0-bd303ac94699.jpegNovembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche-35310c03-2359-4426-bc0b-872a44a698a7.jpeg
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche-3f970c55-5b99-4a85-b175-e70dca40da30.jpeg   Novembre 2019: anomalie termiche e pluviometriche-20764ef1-7cfb-42af-88b4-ed400dbdca12.jpeg  
    Ultima modifica di burian br; 04/11/2019 alle 04:28

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •