Pagina 109 di 132 PrimaPrima ... 95999107108109110111119 ... UltimaUltima
Risultati da 1,081 a 1,090 di 1315
  1. #1081
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,473
    Menzionato
    372 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Qui son fermo a 40mm mensili, 1mm questo peggioramento…
    La vedo grigia…
    Si vis pacem, para bellum.

  2. #1082
    Uragano L'avatar di Davide1987
    Data Registrazione
    08/04/03
    Località
    Trecate (Lavoro) - Corteno Golgi
    Età
    35
    Messaggi
    46,710
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Qui ieri solo pioggerella ma 0mm, a 10km da qui a robbecchetto, circa 20mm...

    Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk

  3. #1083
    Vento forte
    Data Registrazione
    20/01/18
    Località
    Campobasso
    Messaggi
    3,885
    Menzionato
    25 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da edomat Visualizza Messaggio
    Ragazzi non facciamo l'errore di confondere le medie delle precipitazioni con la crisi idrica, non viaggiano insieme l'equazione più precipitazioni, risoluzione problema idrico non regge sono 2 cose totalmente diverse e vi spiego perchè.
    Prendiamo per esempio gli ultimi Temporali dove ci sono stati nelle località dove ha fatto 100mm sono per quella località magari a 20 km di distanza non ha fatto nulla, in più il temporale estivo che butta giù tanti mm in pochi minuti non da tempo al terreno di assorbire l'acqua permettendogli di penetrare in profondità, aggiungiamo le temperature estive elevate che fanno evaporare l'acqua ed asciugare prima i terreni.
    Con il temporale estivo puoi aggiustare le medie pluvio, ma il problema idrico lo risolvi in autunno con le grandi pertubazioni atlantice che mancano da più di un'anno, in autunno le piogge continue leggere permettono al terreno di assorbire l'acqua, ed in montagna l'acqua che cade sotto forma di neve di formare una riserva idrica che ritorna utile nella stagione estiva, se ci troviamo in questa situazione è per la mancanza di neve sui monti perchè non ci sono state le precipitazioni autunno/invernali, 100mm ad Ottobre valgono il triplo rispetto a 100mm estivi che cadono su una porzione limitata di territorio.
    Ma si, meglio che non piove, tanto non serve a niente...
    Che sfiga, crepo!

  4. #1084
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    37
    Messaggi
    12,619
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Ho guardato Cuneo, ma sono dati totalmente sballati. O, almeno, totalmente diversi da quanto pubblicato da tutti gli Annali Idrologici dal 1920 al 1991 e da Arpa post 2002. Anche gli anni recenti sono totalmente sballati: sono molti molti meno mm, ma parecchi proprio. Ogni anno ha 100-150-200mm in meno degli effettivi, anche nei dati recenti. Mi piacerebbe sapere da quale stazione siano stati presi, la cosa sicura è che sono completamente inattendibili, almeno per Cuneo.
    non saprei dirti
    mi è stato consigliato per la ricostruzione delle temperature ma anche lì a quanto pare ci sono errori più o meno grossolani
    evidentemente le ricostruzioni a cui ci si affida non sono inaffidabili solo per i complottisti
    C'ho la falla nel cervello


  5. #1085
    Banned
    Data Registrazione
    26/09/21
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    286
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Belumat Visualizza Messaggio
    Dipende, non é affatto detto sia come scrivi te, o meglio per l'appunto dipende.

    L'estate di norma é la stagione più piovosa specie per le Alpi interne, tanto che capitano spesso piene estive dei vari fiumi, grazie anche ai temporali ed anche quelli più localizzati magari solo su alcune valli.

    Nella mia zona per esempio, l'Astico, il Brenta o AdIge possono benissimo aver piene in piena estate, andando a "sanare" magari mancanze di acqua piú a valle (per esempio sulla bassa veronese dove passa l'Adige).
    É un esempio chiaramente
    Ma è tutto li l'errore, si continua a fare l'equazione media pluvio nella norma siccità risolta, non è cosi.
    Partiamo da un presupposto che io conosco l'Italia come pochi perchè sono a Roma solo nel fine settimana e nemmeno sempre, lo scorso anno mi sono fatto parte della Valsugana da Bassano fino a Primolano a fare giunzioni ottiche cosi come 2 anni prima da Jesolo a Lignano Sabbia d'oro. passando per il N/O dove sono stato quest'inverno scendendo fino alla Puglia dove ho visto tutti i castelli Svevi di Federico Secondo per arrivare in Sicilia ad Ibla i Siciliani sanno dove si trova passando per i giganti della Sila e giro l'italia da quasi 40 anni per cui conosco il clima di tutta Italia.
    Detto questo mi sembra di avere spiegato l'enorme differenza che ha un temporale estivo che dura un'ora e può fare anche 100mm che sicuramente aiutano e come dici tu possono gonfiare momentaneamente torrenti e fiumi, ma non danno la possibilità al terreno di assorbirli ed in più con il caldo evaporano molto più in fretta.
    Vuoi mettere quegli stessi 100mm che cadono in autunno molto più lentamente dando la possibilità al terreno di assorbire l'acqua e soprattutto cadono in montagna sotto forma di neve che diventa una importantissima riserva idrica per la stagione estiva, se ci troviamo in questa situazione adesso con molte regioni dove si parla di deficit che addirittura sono 150 anni che non si verificava, e stanno cominciando a razionare l'acqua anche in località dove non è mai successo, è proprio perchè sono mancate le precipitazioni autunnali, come ho già scritto questa che si sta per concludere è la quinta stagione sotto media pluvio, dalla primavera 2021 passando per l'estate e l'autunno sempre 2021 fino all'inverno e primavera 2022, questo è quanto a livello nazionale poi ci può essere anche la snigola località che sta soffrendo mene la siccità perchè in questo periodo è più soggetta ad altre a passate temporalesche, ma la siccità la risolvi con le grandi pertubazioni atlantiche che sono diventate una rarità, in autunno specie al nord Italia ne passavano anche più di 15 in un mese, adesso forse ne sono passate in un anno intero 15

  6. #1086
    Banned
    Data Registrazione
    12/05/21
    Località
    Pojanella(VI)
    Messaggi
    1,867
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da edomat Visualizza Messaggio
    Ma è tutto li l'errore, si continua a fare l'equazione media pluvio nella norma siccità risolta, non è cosi.
    Partiamo da un presupposto che io conosco l'Italia come pochi perchè sono a Roma solo nel fine settimana e nemmeno sempre, lo scorso anno mi sono fatto parte della Valsugana da Bassano fino a Primolano a fare giunzioni ottiche cosi come 2 anni prima da Jesolo a Lignano Sabbia d'oro. passando per il N/O dove sono stato quest'inverno scendendo fino alla Puglia dove ho visto tutti i castelli Svevi di Federico Secondo per arrivare in Sicilia ad Ibla i Siciliani sanno dove si trova passando per i giganti della Sila e giro l'italia da quasi 40 anni per cui conosco il clima di tutta Italia.
    Detto questo mi sembra di avere spiegato l'enorme differenza che ha un temporale estivo che dura un'ora e può fare anche 100mm che sicuramente aiutano e come dici tu possono gonfiare momentaneamente torrenti e fiumi, ma non danno la possibilità al terreno di assorbirli ed in più con il caldo evaporano molto più in fretta.
    Vuoi mettere quegli stessi 100mm che cadono in autunno molto più lentamente dando la possibilità al terreno di assorbire l'acqua e soprattutto cadono in montagna sotto forma di neve che diventa una importantissima riserva idrica per la stagione estiva, se ci troviamo in questa situazione adesso con molte regioni dove si parla di deficit che addirittura sono 150 anni che non si verificava, e stanno cominciando a razionare l'acqua anche in località dove non è mai successo, è proprio perchè sono mancate le precipitazioni autunnali, come ho già scritto questa che si sta per concludere è la quinta stagione sotto media pluvio, dalla primavera 2021 passando per l'estate e l'autunno sempre 2021 fino all'inverno e primavera 2022, questo è quanto a livello nazionale poi ci può essere anche la snigola località che sta soffrendo mene la siccità perchè in questo periodo è più soggetta ad altre a passate temporalesche, ma la siccità la risolvi con le grandi pertubazioni atlantiche che sono diventate una rarità, in autunno specie al nord Italia ne passavano anche più di 15 in un mese, adesso forse ne sono passate in un anno intero 15
    Non é molto corretto ció che scrivi.

    Mi fà piacere che te abbia girato tanto, ma se sei stato in Valsugana dovresti saper benissimo che c'é anche la Diga del Corlo (da cui proviene il torrente Cismon che poi si getta nel Brenta fra Primolano e Cismon del Grappa), per cui l'acqua non corre tutta via come fai intendere te.

    Esistono delle opere di presa su svariate valli alpine.

    Non esistono solo i temporali da 100 mm e nubifragi, esistono anche temporali normali che consentono ai terreni di assorbire.

    Conosci anche la Val d'Astico e la Val d'Adige per caso?

  7. #1087
    Vento moderato L'avatar di frankie986
    Data Registrazione
    23/10/06
    Località
    San Vittore Olona (MI), Rosolini (S
    Età
    35
    Messaggi
    1,108
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    Qui son fermo a 40mm mensili, 1mm questo peggioramento…
    La vedo grigia…
    Qua 33 mm...

  8. #1088
    Banned
    Data Registrazione
    26/09/21
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    286
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Belumat Visualizza Messaggio
    Non é molto corretto ció che scrivi.

    Mi fà piacere che te abbia girato tanto, ma se sei stato in Valsugana dovresti saper benissimo che c'é anche la Diga del Corlo (da cui proviene il torrente Cismon che poi si getta nel Brenta fra Primolano e Cismon del Grappa), per cui l'acqua non corre tutta via come fai intendere te.

    Esistono delle opere di presa su svariate valli alpine.

    Non esistono solo i temporali da 100 mm e nubifragi, esistono anche temporali normali che consentono ai terreni di assorbire.

    Conosci anche la Val d'Astico e la Val d'Adige per caso?
    Ho lavorato proprio a Cismon del Grappa conosco il torrente e la diga di cui parli, è chiaro che una zona Alpina in estate è più soggetta a temporali anche se la maggior parte di essi sono forti ed a una diga quando arriva troppa acqua tutta insieme alzano le paratie per sicurezza, e sicuramente le valli alpine soffrono meno la crisi idrica rispetto Padova o Treviso, per non parlare di Milano o Torino, Roma questo fine settimana non ha fatto una goccia di acqua perlomeno a Roma ovest dove risiedo io forse qualcosa a Roma nord, però il discorso sulla crisi idrica si fa a livello nazionale perchè riguarda tutto il territorio nazionale anche se con deficit diversi.
    la Val d'Astico e la val d'Adige le conosco ma non bene come la Valsugana, conosco molto bene Lavarone e la famosa diga del Vajont che ho visitato ed è impressionante vedere li la diga intatta ed immaginare la tragedia che c'è stata.

  9. #1089
    Vento moderato
    Data Registrazione
    15/05/20
    Località
    Milano Famagosta Parco Sud
    Età
    52
    Messaggi
    1,489
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    Qui son fermo a 40mm mensili, 1mm questo peggioramento…
    La vedo grigia…
    Siamo lì: 2 mm il peggioramento, 51 mm il mese, 132,5 l'anno.
    Se per me è eccezionale, figurarsi per il "pisciatoio" che è - o meglio, dovrebbe essere - Seregno

  10. #1090
    Bava di vento
    Data Registrazione
    02/09/20
    Località
    Fonte (TV)-97 m slm
    Età
    28
    Messaggi
    119
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Belumat Visualizza Messaggio
    @Atmos
    Dove si trovano i dati pre-2010?

    Comunque interessante notare che la media di precipitazioni (se presa negli anni '10 del 2000) é aumentata
    Sul sito dell'Arpav vai su Principali variabili meteorologiche.

    Comunque sì, la piovosità è aumentata rispetto agli anni '90, tieni conto però che il decennio '90 è stato mediamente più secco rispetto alla media 1930-2020. Poi abbiamo avuto un ciclo molto piovoso tra 2008 e 2014 e dal 2015 ad oggi abbiamo sperimentato un cielo circa in media tra alti e bassi.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •