Pagina 137 di 183 PrimaPrima ... 3787127135136137138139147 ... UltimaUltima
Risultati da 1,361 a 1,370 di 1827
  1. #1361
    Brezza tesa L'avatar di dude79
    Data Registrazione
    06/11/07
    Località
    Bologna sud-est
    Età
    42
    Messaggi
    956
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da MarcoT Visualizza Messaggio
    Come ho scritto nella modifica del mio commento precedente, in realtà anche quei 441 mm di Bologna partono da ottobre 2021. In effetti guardando Borgo Panigale tra ottobre e maggio ha fatto 405 mm però non capisco il senso di considerare quel periodo lì.
    Vero, la tabella dice dal 1 ottobre, non me n'ero accorto. Il primo ottobre segna l'inizio dell'anno idrologico, ha un senso iniziare la serie da lì.
    Manca comunque la fonte della tabella e le stazioni di cui si parla (chiaramente non sono le AM, saranno gli osservatori cittadini? da specificare).
    Climate is what you expect
    Weather is what you get

  2. #1362
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Acquafredda (BS) 55 m /Ferrara (FE)
    Età
    30
    Messaggi
    35,761
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@@ Visualizza Messaggio
    Ma sì, assolutamente, il problema ce l'hai quando in un ventennio hai, dissiminate su parti ampie del territorio nazionale annate come 2007, 2012, 2017, 2022...
    E allora? Hai anche il 2008, il 2010, il 2013, il 2014 se per questo, annate piovosissime in modo diffuso (e qua ci metto pure il 2016, ma forse è un fatto locale). Possiamo accettare che ci sia un'alternanza ciclica in cui fasi decisamente secche si alternano a fasi decisamente piovose? Può fare parte della variabilità naturale ? Secondo me SI.
    «L'Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi, che non fanno nulla, spendono e se la godono» (Giuseppe Prezzolini, 1921)

  3. #1363
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    533
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    E allora? Hai anche il 2008, il 2010, il 2013, il 2014 se per questo, annate piovosissime in modo diffuso (e qua ci metto pure il 2016, ma forse è un fatto locale). Possiamo accettare che ci sia un'alternanza ciclica in cui fasi decisamente secche si alternano a fasi decisamente piovose? Può fare parte della variabilità naturale ? Secondo me SI.
    Sì, assolutamente lo possiamo accettare, ma diventa meno accettabile quando le fasi secche e le fasi piovose aumentano di magnitudo. E' dall'inizio degli anni 00 che qui si alternano record di piovosità a periodi siccitosi che nei due secoli precedenti avevano tempi di ritorno pluri-decennali... Fa abbastanza specie avere a distanza di due anni una siccità secolare (il 2017 in Liguria, Piemonte e W-Lombardia contende il record al 1921) e l'autunno più piovoso dal 1951 (e il secondo più piovoso dal 1870). Oltretutto sono fenomeni che tendono a modificare suolo ed ecosistemi e sono pure abbastanza in linea con le proiezioni dei modelli climatici IPCC, non in senso assoluto e non senza eccezioni, ma insomma ci siamo abbastanza vicini.

  4. #1364
    Brezza tesa L'avatar di dude79
    Data Registrazione
    06/11/07
    Località
    Bologna sud-est
    Età
    42
    Messaggi
    956
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    E allora? Hai anche il 2008, il 2010, il 2013, il 2014 se per questo, annate piovosissime in modo diffuso (e qua ci metto pure il 2016, ma forse è un fatto locale). Possiamo accettare che ci sia un'alternanza ciclica in cui fasi decisamente secche si alternano a fasi decisamente piovose? Può fare parte della variabilità naturale ? Secondo me SI.
    Anche secondo me la risposta è sì.
    Il tema è che, in un clima estremamemente non stazionario, con una forzante esterna molto importante che nel Mediterraneo causa un aumento di temperatura nell'ordine di 1 grado ogni 25 anni, la siccità non può essere trattata come una semplice mancanza di precipitazioni. L'evapotraspirazione è aumentata terribilmente e questo è un problema per l'agricoltura e gli ecosistemi, non è uguale avere forti deficit di pioggia in un maggio-giugno a +2 o +3 dalle medie, rispetto ad averli in un maggio-giugno in media. Anche l'evaporazione da superficie libera (fiiumi e invasi) aumenta naturalmente in seguito alle temperature più elevate.
    Questo è l'effetto diretto del global warming sulla siccità.
    Su come l'aumento generalizzato di temperatura influenzi i regimi precipitativi ci sono ancora grandi incertezze, in particolare sui processi, anche se le proiezioni IPCC sono concordi.
    Climate is what you expect
    Weather is what you get

  5. #1365
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    18,016
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@@ Visualizza Messaggio
    Non sono un geologo o un glaciologo, ma un naturalista e le mei competenze si fermano lì, però la causa del fenomeno in questi casi (crollo di seracchi o di ghiacciai pensili come il Coolidge del Monviso, citato in altro post) è essenzialmente la perdita di adesione tra ghiaccio e roccia, favorita sicuramente da temperature persistentemente alte e dall'infiltrazione di acque di fusione nella struttura profonda del ghiacciaio, anche diverse decine di metri sotto la superficie glaciale. La neve eventualmente presente aumenta solo la massa complessiva interessata dal crollo, può anche facilitare il distacco (chiaramente non in questo caso) ma sono le temperature elevate in alta quota che modificano la struttura della massa glaciale in profondità, rendendola instabile. Senza considerare che il ghiaccio è soggetto a fenomeni di dilatazione termica come qualsiasi solido cristallino. Tra l'altro i crolli non riguardano solo i ghiacciai, ma il parziale scioglimento del permafrost alpino favorisce pure frane e crolli in pareti e versanti.
    se il permafrost fosse stato più esteso e a parità di condizioni geologiche favorevoli al distacco della massa poteva succedere la stessa cosa a quote inferiori con altre temperature?

  6. #1366
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    533
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro(Foiano) Visualizza Messaggio
    se il permafrost fosse stato più esteso e a parità di condizioni geologiche favorevoli al distacco della massa poteva succedere la stessa cosa a quote inferiori con altre temperature?
    In teoria sì, con conseguenze diverse di cui è difficile valutare la portata, ma che potevano essere ugualmente catastofiche. Tra l'altro è un problema che non riguarda solo le aree glaciali, ma che provoca spesso grandi distacchi di materiale roccioso da versanti montani acclivi, perché il deterioramento del permafrost e il suo parziale scioglimento fa perdere di coesione alle pareti rocciose. Un esempio di questo tipo di fenomeni è quello della frana di Croda Marcora nel 2013. Per fortuna quella zona è pochissimo frequentata dagli escursionisti, un po' di più dagli alpinisti ma non c'erano cordate e non ci furono morti. Non sono situazioni in assoluto inedite, ma quado a 3000 m per 2, 3, 4 settimane continuativamente non hai né protezione dovuta alla neve né rigelo notturno, arrivi a queste situazioni, che negli ultimi anni stanno diventando molto frequenti.
    Ultima modifica di galinsog@@; 04/07/2022 alle 11:20

  7. #1367
    Vento teso L'avatar di Santana
    Data Registrazione
    06/04/11
    Località
    Mesero (mi)
    Messaggi
    1,965
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Davide1987 Visualizza Messaggio
    Qui siamo fermi a 88.5

    Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk
    Mi sembra veramente strano il dato, contando le stazioni attorno

    Immagine 2022-07-04 151310.png

  8. #1368
    Vento moderato L'avatar di frankie986
    Data Registrazione
    23/10/06
    Località
    Santa Maria Del Focallo (RG)
    Età
    36
    Messaggi
    1,260
    Menzionato
    31 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Da inizio anno a Legnano 110 mm, Rescaldina 133 mm. C'è qualcuno che ha fatto di peggio in Lombardia?

  9. #1369
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,932
    Menzionato
    386 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    E' tutto falso quello che non sostieni tu vero, anche questo articolo che non è scritto da qualche folle preso per la strada:
    Estremi meteo: i casi passati di grandi siccita in Italia | Climatologia | Il Tempo in media e agli estremi
    va beh ti identifichi da solo che fonti sono queste? che spiegazioni sono?


    Concludiamo con alcune puntualizzazioni sui "Cambiamenti Climatici": invece di pensare a come dovrebbe essere il "clima" perché così com'è magari non piace, ricordare sempre che:

    1) Il clima cambia sempre ed è sempre cambiato, non si vede perché non debba continuare a farlo, con o senza l'uomo
    2) Che le stagioni non sono più quelle "di una volta" lo diceva già Virgilio 2000 anni fa
    3) Che "non ci sono più le mezze stagioni" lo diceva anche Leopardi nello Zibaldone, come raccontiamo in questo articolo.

    Tutto questo non vi dice niente? A noi molto. Questo non deve in nessun modo farci abbassare la guardia e pensare che l'uomo allora possa far ciò che vuole "perché tanto..." Magari però cercare di guardare le cose nella giusta prospettiva s


    ridicolo che ti sia permesso anche solo citarle. ilmet.eo.it è più dignitoso, almeno è limpido: faccio acchiappaclick.
    questa roba qua è proprio MALSANA.
    Si vis pacem, para bellum.

  10. #1370
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,932
    Menzionato
    386 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Ma dove cavolo li hai presi questi dati? Almeno citare la fonte sarebbe prioritario, se vuoi avere un minimo di credibilità.

    Anche perchè francamente non tornano proprio.

    Poi se vogliamo dire che dare la colpa esclusivamente al GW della siccità è una castroneria immane sono d'accordo, infatti nel 2014 quando abbiamo diffusamente avuto uno degli anni più piovosi di sempre, il GW esisteva lo stesso e nessuno osava ipotizzare una correlazione GW-siccità...ma si sa che ormai va di moda dare la colpa al GW di tutto.
    il problema è che gli unici ad aver citato il GW in merito a questa siccità siete tu ed il posta-dati a tradimento.
    nessuno ha dato la colpa al GW, si sta solo parlando di quanto sia messa male una zona anziché l'altra.
    guarda caso, il più accanito negazionista del forum si sente chiamato in causa e tira fuori una tabella con dati palesemente falsi senza citare una fonte.
    chi ha quindi un atteggiamento scorretto? chi cita dati di osservatori pluri-centenari (Brera, Torino, Roma, Venezia etc) o chi mette tabelle a caso sostenendo che la siccità corrente per diverse regioni non è eccezionale?
    Si vis pacem, para bellum.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •