Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 46
  1. #31
    Brezza tesa L'avatar di Daniel92
    Data Registrazione
    27/01/19
    Località
    Polverigi - AN - 140 mslm
    Età
    28
    Messaggi
    887
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica


    Caldo anomalo e niente piogge: torna il rischio siccita - Icona Clima
    La lunga fase di tempo stabile che sta interessando l’Italia sta generando anche un rischio siccità, con ripercussioni sulla portata di laghi e fiumi. Non siamo ancora in una situazione di emergenza per il bacino del Po, ma la situazione potrebbe peggiorare arrivando a uno stato di sofferenza se nelle prossime settimane non dovessero arrivare piogge significative. Secondo il bollettino dell’Osservatorio permanente dell’Autorità distrettuale del fiume Po la situazione generale sul distretto si mantiene stazionaria con i valori di portata al di sotto delle medie di riferimento e in lento e costante esaurimento ma comunque superiori ai valori minimi storici. Prezioso è stato l’apporto della neve caduta sui rilievi alpini ed appenninici in un inverno tra i più caldi di sempre.

    A Pontelagoscuro, sezione di chiusura del bacino, la portata attuale è di 920 mc al secondo, con una riduzione di circa 17-20% rispetto la media di periodo, a conferma del rischio di stato di “sofferenza”. L’acqua al momento c’è ma la combinazione tra temperature elevate e assenza di perturbazioni potrebbe aggravare la disponibilità delle riserve idriche. Un nuovo punto della situazione verrà effettuato dall’Autorità di bacino il prossimo 7 maggio.
    La situazione sta diventando difficile anche in Friuli dove le ultime piogge significative si sono verificate a inizio marzo e le temperature in aumento hanno reso necessario con largo anticipo l’avvio dell’irrigazione nei campi. La colture più colpite da questa siccità anticipata sono quelle di orzo e frumento, ma anche ortaggi e frutteti, oltre alle attività di semina del mais. Il Consorzio di Bonifica Pianura Friulana si è attivato sia nelle aree già servite da impianti irrigui a scorrimento o a pressione, sia in quelle attraversate da canali e corsi d’acqua in propria gestione nel Medio Friuli e nella Bassa Friulana.
    Ma le preoccupazioni arrivano anche dal Sud: in Puglia il Consorzio per la bonifica della Capitanata ha dovuto rinviare l’avvio della stagione irrigua al 15 aprile e solo per una parte delle utenze irrigue. Secondo Francesco Vincenzi presidente dell’Anbi, Associazione nazionale dei consorzi per la gestione e la tutela del territorio e delle acque irrigue: “La mancanza di certezza sull’avvio dell’irrigazione, a causa della crisi idrica, in una parte del Tavoliere delle Puglie è preoccupante non solo per l’economia agricola locale, ma perché colpisce uno dei giacimenti dell’agroalimentare italiano in un momento in cui l’emergenza Covid-19 dimostra l’importanza della produzione nazionale di cibo”.


  2. #32
    Brezza tesa L'avatar di Daniel92
    Data Registrazione
    27/01/19
    Località
    Polverigi - AN - 140 mslm
    Età
    28
    Messaggi
    887
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    https://www.iconaclima.it/italia/si...-secca-60-anni/

    A livello nazionale ad oggi si registra il 60% in meno della pioggia primaverile, al Nord l'anomalia raggiunge il 70% (-59% al Centro e -41% al Sud).

  3. #33
    Brezza tesa L'avatar di Daniel92
    Data Registrazione
    27/01/19
    Località
    Polverigi - AN - 140 mslm
    Età
    28
    Messaggi
    887
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Quest'anno almeno per qui , la situazione pluvio non sembra pessima, siamo oltre i 400 mm, certo indietro rispetto alla media annuale, ma comunque non lontanissimi dai parametri standard .. manca però come sempre la regolarità delle precipitazioni, i primi 20 giorni di Settembre per ora asciuttissimi a 0 , ad Agosto invece erano caduti quasi 120 mm (frutto di alcuni temporali intensi)

    Leggevo di alcune zone in forte crisi idrica con meno di 200 mm dall'inizio dell'anno (ad esempio Romagna e nord Marche) , però ci sono altre regioni nel centro-sud che non se la passano bene

  4. #34
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,166
    Menzionato
    66 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Per Padova, stazione ARPAV di Legnaro, siamo a 495.6mm da gennaio ad agosto (e ben...496.0mm con settembre finora), contro una media 1994-2019 di 522.8mm. Un lieve deficit pluviometrico, del -5%, che tuttavia potrebbe ri-aumentare con settembre. Come resoconto abbiamo:

    - molto secco il bimestre gennaio-febbraio, 19.6mm totali contro 96.2mm di media;
    - normale marzo, 59.8mm contro 56.6mm;
    - di nuovo secco aprile-maggio, 54.8mm contro 165.8mm;
    - eccezionalmente piovosa l'estate, 361.4mm contro 204.1mm; 3° posto dal 1994, dopo 2005 e 2002 e prima del 2014; luglio in realtà poco piovoso, 43.8mm contro 73.0mm, ma giugno 2° dopo il 2002 e agosto 1° dal 1994.
    (per fare un confronto, medie stagionali 1994-2019: primavera 222.4mm, estate 204.1mm, autunno 260.2mm, inverno 155.2mm)

    Insomma qui nessuna crisi idrica, nonostante i primi 5 mesi siano stati secchi/siccitosi con la 3° primavera più secca dal 1994 dopo 1997 e 2017: l'estate (sic) ha riequilibrato il deficit, per altro anche con un discreto numero di giorni piovosi (25 >1mm, su 92).
    Curiosità: dal 1994, solo 4 volte l'estate è stata la stagione più piovosa dell'anno, nel 1995-1997-2002-2018. Estati molto o eccezionalmente piovose non sono comunque state sufficienti a raggiungere il primo posto, nel 1999-2005-2010-2014 (superata dall'autunno, tranne che nel 2014 dall'inverno). Tolti il 1997, anno secco, e il 2018, normale, gli altri anni elencati sono stati tutti piovosi o eccezionalmente piovosi.

  5. #35
    Vento fresco L'avatar di basso_piave
    Data Registrazione
    08/05/09
    Località
    Silea/Roncade
    Età
    38
    Messaggi
    2,031
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    qui siamo indietro di circa 90 mm (515 vs 606) a fine agosto.
    Il problema è che siamo indietro di 100 mm a settembre.. ma attendo il 30 per capire come andrà a finire.
    Le migliori nevicate? GFS a 360 ore!

  6. #36
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,166
    Menzionato
    66 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da basso_piave Visualizza Messaggio
    qui siamo indietro di circa 90 mm (515 vs 606) a fine agosto.
    Il problema è che siamo indietro di 100 mm a settembre.. ma attendo il 30 per capire come andrà a finire.
    Onestamente, non è un gran problema. Settembre ottimo per la vendemmia e i lavori agricoli, senza essere in regime di siccità grazie all'estate. Fosse continuato il trend gennaio-maggio, allora sì che sarebbe stato un problema; per il futuro, non fasciamoci la testa prima di rompercela (soprattutto con le carte odierne).

  7. #37
    Vento fresco L'avatar di Alexios
    Data Registrazione
    18/01/12
    Località
    Palomonte (SA) 330 m
    Età
    33
    Messaggi
    2,938
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Qui siccità che comincia ad essere importante. Non ho a disposizione medie di riferimento ma alcune zone del Salernitano da inizio anno non hanno raggiunto i 200 mm di pioggia...
    Estremi da Marzo 2013:
    Min. più bassa : - 5,1°C (31 Dicembre 2014) Min. più alta: 24,1°C (4 Agosto 2017)
    Max. più bassa : -1,6°C (7 Gennaio 2017) Max. più alta: 36,7°C (10 Agosto 2017)

  8. #38
    Vento forte L'avatar di faggio58
    Data Registrazione
    16/06/05
    Località
    Fratta Terme-Bertino
    Età
    62
    Messaggi
    3,851
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica-2020-09-18_080409.jpg
    Penso sia eloquente.

  9. #39
    Brezza tesa L'avatar di Giuseppe 93
    Data Registrazione
    22/07/12
    Località
    Mottola (TA)
    Età
    26
    Messaggi
    658
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Qui da me 32,4 mm dal 15 Giugno ad oggi. Annuo fermo a 241,6 mm.

    Rispetto allo stesso periodo del 2019 siamo sotto di 150 mm.

    (dati protezione civile)
    Max 2017:+ 38,3°C (04/08) / Min 2017: -5,6°C (07/01)
    Max 2018:+ 34,1°C (22/07) / Min 2018: -6,1°C (28/02)
    Max 2019:+ 37,5°C (13/08) / Min 2019: -4,6°C (04/01) - (dati protezione civile)

  10. #40
    Tempesta
    Data Registrazione
    06/01/16
    Località
    PA
    Messaggi
    10,181
    Menzionato
    77 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Giuseppe 93 Visualizza Messaggio
    Qui da me 32,4 mm dal 15 Giugno ad oggi. Annuo fermo a 241,6 mm.

    Rispetto allo stesso periodo del 2019 siamo sotto di 150 mm.

    (dati protezione civile)
    Oddio
    Aspettando le ENS

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •