Pagina 89 di 131 PrimaPrima ... 3979878889909199 ... UltimaUltima
Risultati da 881 a 890 di 1305
  1. #881
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    23
    Messaggi
    4,614
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Santana Visualizza Messaggio
    Io prenderei anche la pedemontana nord Piemonte - Canton Ticino, @AbeteBianco ha statistiche aggiornatissime. Se non sbaglio, dal 2015 ha perso 1,5 anni di precipitazioni.
    Eccomi. Dal 2015 c’è stata una serie di annate che chiudevano dal -10% al -30% dalla norma a seconda delle zone, e quindi su più anni in effetti potrebbe esserci uno scarto dell’equivalente di un anno pluviometrico o anche più. Ti dirò, secondo le mappe in Ticino, dal 2015 in poi unicamente il 2019 ha chiuso oltre le norme pluviometriche.

    Un totale su più anni peggiore forse era stato riscontrato a inizio anni 2000 dove soprattutto 2003, 2005 e 2006 sono stati ben sotto le norme e ben più secchi delle singole annate recenti. In fondo poi quelli di adesso non sono tanto sotto le norme. Comunque prima di questi periodi abbiamo il 2002 e il 2014 piovosi.

  2. #882
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,472
    Menzionato
    371 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Eccomi. Dal 2015 c’è stata una serie di annate che chiudevano dal -10% al -30% dalla norma a seconda delle zone, e quindi su più anni in effetti potrebbe esserci uno scarto dell’equivalente di un anno pluviometrico o anche più. Ti dirò, secondo le mappe in Ticino, dal 2015 in poi unicamente il 2019 ha chiuso oltre le norme pluviometriche.

    Un totale su più anni peggiore forse era stato riscontrato a inizio anni 2000 dove soprattutto 2003, 2005 e 2006 sono stati ben sotto le norme e ben più secchi delle singole annate recenti. In fondo poi quelli di adesso non sono tanto sotto le norme. Comunque prima di questi periodi abbiamo il 2002 e il 2014 piovosi.
    insomma normale variabilità, niente di eccezionale.
    capita, è sempre capitato e sempre ricapiterà un periodo più o meno lungo un po' meno piovoso.
    la cosa eccezionale è quella che sta avvenendo in questa annata e nel finire della scorsa. per il resto appunto niente di strano, tolte alcune aree.
    Si vis pacem, para bellum.

  3. #883
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,472
    Menzionato
    371 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    No, attenzione: io sto parlando di altro.
    E' ovvio che la media è fatta di alti e bassi, ma io non sto parlando di media.
    Io sto parlando di lunghi periodi secchi e piogge che sono concentrate in brevi periodi: talvolta il 20-30-40% delle precipitazioni totali dell'anno cade in pochissime settimane, e questo non è affatto normale...
    certo, perché finché hai NAO+ fissa appena si sblocca la situazione viene giù il finimondo, poi ritorna il solito pattern e addio piogge.
    non è normale, o meglio, non lo era, io penso che si stia andando verso una nuova normalità ma qui siamo OT.

    la sostanza è: che ci siano zone che stiano patendo ben ddi più da qualche anno è innegabile, non è un discorso però generalizzabile.
    se vogliamo allargare lo sguardo il discorso è che abbiamo sempre a che fare con il SW in quota, ultimamente quasi mai con Ostro e Scirocco. le conseguenze sono appunto un calo di prp nelle zone che col SW sono più riparate.
    in più ci aggiungiamo il fatto che ad W delle alpi hai 9/10 volte hp e la frittata è fatta.
    Si vis pacem, para bellum.

  4. #884
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,247
    Menzionato
    886 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Salvo sorprese negli ultimi 3 giorni Aprile sembra destinato a chiudere con meno di 10 mm di pioggia, sotto persino alla media di Luglio, che con 11 mm è il mese più secco dell'anno.
    A seconda di come andrà a finire potrebbe inserirsi nella top 5, sembra essere certo che sarà alla fine nella top 10 dei più secchi dal 1951, salvo come detto sorprese negli ultimissimi giorni che i modelli non possono ancora cogliere.

  5. #885
    Uragano
    Data Registrazione
    06/01/16
    Località
    Sicilia, Palermo
    Messaggi
    17,818
    Menzionato
    130 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Salvo sorprese negli ultimi 3 giorni Aprile sembra destinato a chiudere con meno di 10 mm di pioggia, sotto persino alla media di Luglio, che con 11 mm è il mese più secco dell'anno.
    A seconda di come andrà a finire potrebbe inserirsi nella top 5, sembra essere certo che sarà alla fine nella top 10 dei più secchi dal 1951, salvo come detto sorprese negli ultimissimi giorni che i modelli non possono an
    cora cogliere.
    Qui ci siamo salvati grazie alla grecalata dell'altro giorno

    Comunque l'ovest Sicilia è messo discretamente.
    Ci sono stazioni già sui 300 mm e oltre dall'1 gennaio ma il sud e l'est Sicilia se la passano male.
    L'unica salvezza sarà anticiclone a W sulla Spagna e TS convettivi

  6. #886
    Vento moderato
    Data Registrazione
    15/05/20
    Località
    Milano Famagosta Parco Sud
    Età
    52
    Messaggi
    1,482
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    certo, perché finché hai NAO+ fissa appena si sblocca la situazione viene giù il finimondo, poi ritorna il solito pattern e addio piogge.
    non è normale, o meglio, non lo era, io penso che si stia andando verso una nuova normalità ma qui siamo OT.

    la sostanza è: che ci siano zone che stiano patendo ben ddi più da qualche anno è innegabile, non è un discorso però generalizzabile.
    se vogliamo allargare lo sguardo il discorso è che abbiamo sempre a che fare con il SW in quota, ultimamente quasi mai con Ostro e Scirocco. le conseguenze sono appunto un calo di prp nelle zone che col SW sono più riparate.
    in più ci aggiungiamo il fatto che ad W delle alpi hai 9/10 volte hp e la frittata è fatta.

    Concordo al 10000% e anche più

    @AbeteBianco qui la piovosità negli ultimi anni è stata "per settennio". Mi spiego facilmente con i dati.

    Settennio 2008-2014
    2008 1.208,9
    2009 1.154,1
    2010 1.680,8
    2011 825,3
    2012 971,1
    2013 1.190,5
    2014 1.602,3
    Media 1.233,3

    Settennio 2015-2021
    2015 708,8
    2016 1.063,2
    2017 645,2
    2018 1.074,8
    2019 1.115,8
    2020 1.088,4 (ma 259,5 solo in maggio, e di questi 167,6 caduti in 5/6 ore nella notte fra il 14 ed il 15)
    2021 838,3
    Media 933,5

    @Lou_Vall anche a Milano il 1937 fu parecchio piovoso, 1354 mm; il 1938 invece chiuse sotto media, 860 mm (ricordo che Milano ha una media che di trentennio in trentennio sta in un intorno di 1000 mm, più spesso nella parte destra).

  7. #887
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    23
    Messaggi
    4,614
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    insomma normale variabilità, niente di eccezionale.
    capita, è sempre capitato e sempre ricapiterà un periodo più o meno lungo un po' meno piovoso.
    la cosa eccezionale è quella che sta avvenendo in questa annata e nel finire della scorsa. per il resto appunto niente di strano, tolte alcune aree.
    Come somma annuale, nonostante teoricamente solo 1 anno in 7 abbia chiuso sopramedia non sembra nulla di particolarmente anomalo.
    Invece come notava @Lou_Vall, sul come questo cumulo annuale venga creato se ne può discutere.
    Soprattutto in annate recenti (2018, 2019, 2020) abbiamo avuto vari mesi consecutivi deficitari, compensati da pochi eventi, tipicamente a fine agosto od ottobre monsonico, dove poi ha fatto eventi molto notevoli sulla cui intensità alcuni di normale hanno poco (vedi Vaia in primis), il tutto in quegli anni in un contesto termico fuori di sé, ora molto parzialmente rientrato. Leggere la pluviometria è spesso complicato, in poche ore magari numericamente hai recuperato la siccità di mesi, però non si ha alcuna indicazione sul come la vegetazione, i terreni e tutto abbiano percepito questi quantitativi, aggiungiamoci poi la variabile del tempo e delle temperature.

  8. #888
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    23
    Messaggi
    4,614
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Gian1969 Visualizza Messaggio
    Concordo al 10000% e anche più

    @AbeteBianco qui la piovosità negli ultimi anni è stata "per settennio". Mi spiego facilmente con i dati.

    Settennio 2008-2014
    2008 1.208,9
    2009 1.154,1
    2010 1.680,8
    2011 825,3
    2012 971,1
    2013 1.190,5
    2014 1.602,3
    Media 1.233,3

    Settennio 2015-2021
    2015 708,8
    2016 1.063,2
    2017 645,2
    2018 1.074,8
    2019 1.115,8
    2020 1.088,4 (ma 259,5 solo in maggio, e di questi 167,6 caduti in 5/6 ore nella notte fra il 14 ed il 15)
    2021 838,3
    Media 933,5

    @Lou_Vall anche a Milano il 1937 fu parecchio piovoso, 1354 mm; il 1938 invece chiuse sotto media, 860 mm (ricordo che Milano ha una media che di trentennio in trentennio sta in un intorno di 1000 mm, più spesso nella parte destra).
    Ecco qua la pluviometria Bellinzona Nord:
    prp.png

  9. #889
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,472
    Menzionato
    371 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Ecco qua la pluviometria Bellinzona Nord:
    prp.png
    gli ultimi anni non mi sembrano così disastrosi. Non conosco la media ma azzardo attorno ai 14/1500mm, ci sono scostamenti ma niente di che. è appunto l'anno in corso ad essere disastroso, il 2021 ti ha chiuso a quasi 1500, direi più che sufficiente...
    sono le zone lontane dai monti ad aver visto scostamenti più importanti negli ultimi anni, lo si nota bene dai dati di Gian, se prendi gli stessi da zone di piena pianura è forse più lampante.
    Si vis pacem, para bellum.

  10. #890
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    34
    Messaggi
    26,452
    Menzionato
    142 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Cuneo, piovosità storica (1920-2020): 1003.5mm

    2002: 1631.8
    2003: 757.0
    2004: 769.4
    2005: 816.0
    2006: 743.6
    2007: 681.2
    2008: 1211.8
    2009: 1226.8
    2010: 1251.2
    2011: 1039.2
    2012: 889.6
    2013: 1001.2
    2014: 1222.4
    2015: 854.4
    2016: 1024.2
    2017: 584.4
    2018: 1355.8
    2019: 1168.4
    2020: 873.2
    2021: 678.5

    Nel 2016 il 25,9% della cumulata annua è caduta tra il 7 febbraio e il 28 marzo, ossia in 50 giorni.
    Il 2017 è stato un anno secchissimo, ma con precipitazioni sostanzialmente abbastanza ben distribuite, il 2018 anno piovoso e anche qui precipitazioni sostanzialmente ben distribuite fino a novembre, dopodichè gran periodo secco nell'inverno 2018/2019, con appena 56.8mm caduti dal 27 novembre 2018 al 3 aprile 2019. Altra siccità nell'inverno successivo, 2019/2020, con 80.6mm dal 23 dicembre 2019 al 19 aprile 2020.
    Nel 2020 il 37,3% della pioggia totale dell'anno è caduta tra il 20 aprile e il 31 maggio (in 41 giorni!); nel 2021 il 39,3% della pioggia annua è caduta tra l'1 e il 26 novembre: cioè più di 1/3 della pioggia dell'anno è caduta in 25 giorni, e il resto il nulla...

    Qui di "regolare" abbiamo avuto il 2017 (che è un anno sottomedia, ma come detto, ci sta perfettamente nella variabilità climatica), mentre già il 2018 e il 2019 hanno iniziato a mostrare anomale siccità invernali, e poi dal 2020 in avanti di "normale" c'è stato ancora meno, in quanto la distribuzione delle precipitazioni è andata completamente al diavolo...
    Lou soulei nais per tuchi

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •