Pagina 96 di 168 PrimaPrima ... 46869495969798106146 ... UltimaUltima
Risultati da 951 a 960 di 1678
  1. #951
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,830
    Menzionato
    385 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    Queste mi pare che le spari sempre tu, che dovresti essere un esperto! Era solo un esempio di come non sia una siccità eccezzionale, visto che indicano la quantità d'acqua che scende in quota
    per il NE forse, per il NW tutto è SICURAMENTE eccezionale.
    comunque al NE questo inverno non c'era acqua tanto quanto qui, a tal punto che gli invasi per sparare la neve erano completamente prosciugati.
    ora, non so dirti se sia eccezionale, ma da che vivo io è la prima volta che sento sta cosa.
    però sai, così come due fontane, il mio racconto conta poco. Si vuole discutere di eccezionalità di qualcosa su un forum meteo?
    DATI, GRAZIE. Tutto il resto è chiacchiera da bar, fontanelle comprese.
    Si vis pacem, para bellum.

  2. #952
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,830
    Menzionato
    385 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Sì sì, il 2020 non si può definire anno siccitoso, ma anno sottomedia (873.2mm), rientra nella variabilità climatica.
    Il problema è che è una variabilità che si è "rotta" proprio dal 2020: quell'anno è stato il punto di svolta.
    non mi sembra sufficiente un paio di anni per parlare di punto di svolta, onestamente.
    se proprio vogliamo parlare di svolte, sono i 9 anni di fila di NAO+ il problema. Poi, in un semestre freddo dominato da NAO+ può comunque farti quelle 2/3 botte piovose intense da evitare il deficit annuale, ma la sostanza non cambia granché, è solo andata bene. quando va male, o particolarmente male come quest'anno, fa il disastro se la configurazione è PERENNEMENTE bloccata in un solo senso.
    Si vis pacem, para bellum.

  3. #953
    Banned
    Data Registrazione
    12/05/21
    Località
    Pojanella(VI)
    Messaggi
    1,867
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Piccolo amacord: in Valpadana le ultime primavere si son spesso rivelate più fredde del normale e ci son stati vari inverni molto secchi. Esattamente 2 anni fà (eravamo in lockdown se ricordate), un giorno é irrotto da est un vento burrascoso che ha creato una vera e propria tempesta di polvere che da E verso W ha percorso l'intera Pianura Padana. I suoli ad Aprile sono ancora perlopiù spogli per cui si é alzata con più facilità la polvere specialmente dai terreni arati.
    Ho trovato un bel video di quel giorno.

  4. #954
    Tempesta L'avatar di millibar71
    Data Registrazione
    22/09/03
    Località
    torino est
    Età
    51
    Messaggi
    11,348
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Carta canta. Follia climatica

    IMG_20220430_205749_342.jpg

  5. #955
    Banned
    Data Registrazione
    26/09/21
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    286
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    per il NE forse, per il NW tutto è SICURAMENTE eccezionale.
    comunque al NE questo inverno non c'era acqua tanto quanto qui, a tal punto che gli invasi per sparare la neve erano completamente prosciugati.
    ora, non so dirti se sia eccezionale, ma da che vivo io è la prima volta che sento sta cosa.
    però sai, così come due fontane, il mio racconto conta poco. Si vuole discutere di eccezionalità di qualcosa su un forum meteo?
    DATI, GRAZIE. Tutto il resto è chiacchiera da bar, fontanelle comprese.
    Guarda ci ho provato anche io oltre che con i dati, in alcune zone d'Italia si parla di 150 anni praticamente da quando si fanno misurazioni, e quindi potrebbe essere anche un record negativo assoluto, ma ho postato anche foto che dovrebbero colpire di più di un freddo numero, penso che tu conosca la val Brembana, io posso dire che per il lavoro che faccio le valli Bergamasche come molte altre parti d'Italia le conosco e frequento da molti anni, la mia passione anche per il ciclismo mi ha fatto girtare in lugo e largo quelle valli da passo San Narco ad oltre il Colle passando per il giro della val Taleggio, fino a salire su a Foppolo.
    Bene il Brembo in quello stato come ho visto ad inizio Aprile con un rigagnolo di acqua che passava sotto le pietre come si evince dalla foto che ho fatto e postato il 10 di Aprile non lo ho mai visto, chi frequenta e gira le montagne sa che in primavera quando comincia lo scioglimento delle nevi torrenti e fiumi vari devono essere impetuosi dimostrare e sprigionare tutta la loro forza anche per alimentare le centrali idro elettriche, ci sono alcuni utenti penso che basta che aprendo il rubinetto dell'acqua di casa, vedono che l'acqua esce allora è tutto a posto, forse oltre allo studio ed ai dati che sono importanti sia ben chiaro, bisognerebbe aggiungere della sana esperienza sul campo per vedere e capire che cosa è la natura e come si comporta, stiamo perdendo il senso della realtà delle cose, non può essere normale un fiume lago o bacino idrico in secca ad inizio primavera, i dati sulle precipitazioni non vanno guardati da Gennaio 2022, ma da Febbraio 2021 e da li che è cominciata questa emergenza, ampliata dalla mancanza di precipitazioni autunnali, Ottobre era un mese che almeno in quota già faceva 2 metri di neve stima per difetto, in più ci mettiamo anche le anomalie positive registrate in quota quest'inverno ed il disastro è servito.

  6. #956
    Uragano L'avatar di Davide1987
    Data Registrazione
    08/04/03
    Località
    Trecate (Lavoro) - Corteno Golgi
    Età
    35
    Messaggi
    47,545
    Menzionato
    26 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da Belumat Visualizza Messaggio
    Piccolo amacord: in Valpadana le ultime primavere si son spesso rivelate più fredde del normale e ci son stati vari inverni molto secchi. Esattamente 2 anni fà (eravamo in lockdown se ricordate), un giorno é irrotto da est un vento burrascoso che ha creato una vera e propria tempesta di polvere che da E verso W ha percorso l'intera Pianura Padana. I suoli ad Aprile sono ancora perlopiù spogli per cui si é alzata con più facilità la polvere specialmente dai terreni arati.
    Ho trovato un bel video di quel giorno.
    Ricordo poco, del resto eravamo sempre in casa

    Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk

  7. #957
    Vento teso L'avatar di SnowBurian
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Nereto (TE)
    Età
    25
    Messaggi
    1,750
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    Queste mi pare che le spari sempre tu, che dovresti essere un esperto! Era solo un esempio di come non sia una siccità eccezzionale, visto che indicano la quantità d'acqua che scende in quota

    No, al NW è siccità eccezionale, mentre in moltissime altre parti d'italia c'è sottomedia.
    Dalle mie parti (forse tra le meno colpite in italia nell'ultimo mezzo anno) la terra è incredibilmente polverosa.
    Siccità al NW paragonabile a quella delle mie parti dell'anno scorso, dove erano caduti 150 mm tra gennaio 2022 e inizio ottobre 2022, poi 3 alluvioni in 3 mesi
    Immagine profilo:
    Io quando vedo un blocco atlantico.

  8. #958
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,830
    Menzionato
    385 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da edomat Visualizza Messaggio
    Guarda ci ho provato anche io oltre che con i dati, in alcune zone d'Italia si parla di 150 anni praticamente da quando si fanno misurazioni, e quindi potrebbe essere anche un record negativo assoluto, ma ho postato anche foto che dovrebbero colpire di più di un freddo numero, penso che tu conosca la val Brembana, io posso dire che per il lavoro che faccio le valli Bergamasche come molte altre parti d'Italia le conosco e frequento da molti anni, la mia passione anche per il ciclismo mi ha fatto girtare in lugo e largo quelle valli da passo San Narco ad oltre il Colle passando per il giro della val Taleggio, fino a salire su a Foppolo.
    Bene il Brembo in quello stato come ho visto ad inizio Aprile con un rigagnolo di acqua che passava sotto le pietre come si evince dalla foto che ho fatto e postato il 10 di Aprile non lo ho mai visto, chi frequenta e gira le montagne sa che in primavera quando comincia lo scioglimento delle nevi torrenti e fiumi vari devono essere impetuosi dimostrare e sprigionare tutta la loro forza anche per alimentare le centrali idro elettriche, ci sono alcuni utenti penso che basta che aprendo il rubinetto dell'acqua di casa, vedono che l'acqua esce allora è tutto a posto, forse oltre allo studio ed ai dati che sono importanti sia ben chiaro, bisognerebbe aggiungere della sana esperienza sul campo per vedere e capire che cosa è la natura e come si comporta, stiamo perdendo il senso della realtà delle cose, non può essere normale un fiume lago o bacino idrico in secca ad inizio primavera, i dati sulle precipitazioni non vanno guardati da Gennaio 2022, ma da Febbraio 2021 e da li che è cominciata questa emergenza, ampliata dalla mancanza di precipitazioni autunnali, Ottobre era un mese che almeno in quota già faceva 2 metri di neve stima per difetto, in più ci mettiamo anche le anomalie positive registrate in quota quest'inverno ed il disastro è servito.
    sicuramente è così. io l'altro ieri ero a Lecco a farmi un giro, mai visto il lago così basso e tutti i torrentelli che entrano sono ridicoli in portata.
    non solo, i monti attorno sopra ai 1000m sono GIALLI, anche questa cosa mai vista in vita mia a fine aprile. erba completamente bruciata (non dal fuoco, chiaramente, ma dal secco unitamente al freddo) e caso vuole ero con un amico i cui genitori hanno una serra, vendono piante e fanno giardini per lavoro da 50 anni. Mi ha detto che è anche possibile che rimangano gialli per un bel po', non è detto che rinasca tutto subito (difatti non sta succedendo).

    quando sono andato a Tignes per lavoro (attorno a metà aprile) i monti dell'alto Piemonte e del Piemonte occidentale sembravano quelli dell'Afghanistan, tutto giallo e arido.

    ora, non è necessariamente un disastro e ci mancherebbe, sono solo però piccole cose che ad occhio fanno capire l'eccezionalità della situazione.
    Si vis pacem, para bellum.

  9. #959
    Banned
    Data Registrazione
    26/09/21
    Località
    Roma
    Età
    59
    Messaggi
    286
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    sicuramente è così. io l'altro ieri ero a Lecco a farmi un giro, mai visto il lago così basso e tutti i torrentelli che entrano sono ridicoli in portata.
    non solo, i monti attorno sopra ai 1000m sono GIALLI, anche questa cosa mai vista in vita mia a fine aprile. erba completamente bruciata (non dal fuoco, chiaramente, ma dal secco unitamente al freddo) e caso vuole ero con un amico i cui genitori hanno una serra, vendono piante e fanno giardini per lavoro da 50 anni. Mi ha detto che è anche possibile che rimangano gialli per un bel po', non è detto che rinasca tutto subito (difatti non sta succedendo).

    quando sono andato a Tignes per lavoro (attorno a metà aprile) i monti dell'alto Piemonte e del Piemonte occidentale sembravano quelli dell'Afghanistan, tutto giallo e arido.

    ora, non è necessariamente un disastro e ci mancherebbe, sono solo però piccole cose che ad occhio fanno capire l'eccezionalità della situazione.
    Disastro è un modo di rimarcare l'eccezionalità del periodo, sono stato anche ad Abbadia Lariana tutto Febbraio e Marzo ed ho visto e fotografato i torrentelli di cui parli, così come il livello del lago dovrei tornare su la prox settimana, e vorrei approfittarne per qualche altra escursione.
    Per quanto riguarda la serra dei genitori del tuo amico, la natura ha i suoi tempi e ritmi, ecco perchè vado dicendo è importante anche quando cade l'acqua e come, ritornare in media pluvio non significa avere risolto i problemi se le riserve idriche non ci sono, vedi i monti simili all'Afghanistan come hai giustamente sottolineato.

  10. #960
    Vento fresco L'avatar di Tarcii
    Data Registrazione
    13/08/19
    Località
    Ambivere (BG)
    Età
    20
    Messaggi
    2,161
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoriamo le regioni d'Italia in crisi idrica

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    sicuramente è così. io l'altro ieri ero a Lecco a farmi un giro, mai visto il lago così basso e tutti i torrentelli che entrano sono ridicoli in portata.
    non solo, i monti attorno sopra ai 1000m sono GIALLI, anche questa cosa mai vista in vita mia a fine aprile. erba completamente bruciata (non dal fuoco, chiaramente, ma dal secco unitamente al freddo) e caso vuole ero con un amico i cui genitori hanno una serra, vendono piante e fanno giardini per lavoro da 50 anni. Mi ha detto che è anche possibile che rimangano gialli per un bel po', non è detto che rinasca tutto subito (difatti non sta succedendo).

    quando sono andato a Tignes per lavoro (attorno a metà aprile) i monti dell'alto Piemonte e del Piemonte occidentale sembravano quelli dell'Afghanistan, tutto giallo e arido.

    ora, non è necessariamente un disastro e ci mancherebbe, sono solo però piccole cose che ad occhio fanno capire l'eccezionalità della situazione.
    Vero, i monti delle Prealpi, ormai a maggio, non sono tornati verdi come al solito, infatti a Marzo salendoci avevo trovato tutto completamente secco. Almeno a Dicembre e Gennaio all'ombra c'erano le chiazze di neve, ma da Marzo con il sole alto e le temperature più miti era seccato tutto.
    Tu mi dici, "Ti guardi? Sbagli a paragonarti"

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •