Pagina 3 di 33 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 326
  1. #21
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    17,294
    Menzionato
    109 Post(s)

    Predefinito Re: Dicembre 2019: Anomalie termiche e pluviometriche/nivometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    @burian br

    Come dicevamo, i mesi di dicembre sopra la media 1981-2010 di almeno un grado in Italia, dal 1900, sono:
    1) 2000 e 1915 (+1,9 °C).
    3) 1934 e 1955 (+1,5 °C).
    5) 1953 (+1,4 °C).
    6) 1916 (+1,3 °C).
    7) 2014, 2015, 1985, 2006, 1910 (+1,2 °C).
    12) 1958, 1911, 1932 (+1,1 °C).
    15) 1909, 1959, 1987, 1993, 2002, 2004, 2011 (+1,0 °C).

    I mesi di dicembre più freddi sempre dal 1900 in Italia (più di un grado e mezzo sotto la media 1981-2010) sono, invece:
    1) 1940 (-4,2 °C).
    2) 1917 (-2,7 °C).
    3) 1933, 1969 (-2,4 °C).
    5) 1946, 1962, 2001 (-2,3 °C).
    8) 1931, 1991 (-2,2 °C).
    10) 1906, 1941 (-2,1 °C).
    12) 1980 (-1,9 °C).
    13) 1928 (-1,8 °C).
    14) 1925, 1990 (-1,6 °C).

    Quanta roba che fu dicembre 1969,in particolare al nord.Al sud meglio dicembre 1980 ma anche dic.1991.
    La mia prima fonte di informazioni meteo è stata rappresentata delle pagine del Televideo. Milano, Algeri, Belfast, Roma..

  2. #22
    Brezza tesa L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Messaggi
    912
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Dicembre 2019: Anomalie termiche e pluviometriche/nivometriche

    Dicembre 2019: Anomalie termiche e pluviometriche/nivometriche-kkk.png

    Situazione nowcasting italiana:

    appare finalmente la prima anomalia negativa del mese di dicembre, e dopo settimane di media/sopra media nel profondo sud-est della Sicilia. Nulla di interessante nel resto d'Italia se non un ristretto sotto media all'estremo nord-ovest, tipico delle ultime settimane, Valle d'Aosta e arco alpino, mentre il rosso domina in quasi tutta la penisola, sst dei mari costantemente anomale.
    Da domani i colori della penisola saranno tendenzialmente azzurri in gran parte del centro-sud, proprio grazie all'ingresso d'aria fredda da N, cerchiamo di "stemperare" dunque l'inespugnabile sopra media il cui auspicio sarebbe che il bilancio positivo nazionale non si eccentui tanto come a novembre 2019, mese terminato con oltre 1°C sulla 1981/2010, ma purtroppo l'inevitabile non può essere evitato, come la prossima libecciata.

  3. #23
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    5,661
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Dicembre 2019: Anomalie termiche e pluviometriche/nivometriche

    Citazione Originariamente Scritto da dude79 Visualizza Messaggio
    Tutto questo ragionamento è ben poco chiaro.
    Dicembre ha "bassa" varianza rispetto a cosa? Che vuol dire "varianza orientata verso il basso"? Che significa che a Brindisi dicembre ha sempre la stessa scarsa varianza, e i mesi più caldi hanno anomalie più forti e i più freddi sono meno variegati?
    Bassa varianza rispetto alla sua media.
    Significa che mentre altri mesi dell'anno hanno numerosissimi casi con anomalie molto maggiori di +/-2° rispetto alla loro media, così non è per Dicembre.
    Comunque quando scrivevo "varianza orientata verso il basso" mi riferivo alla classifica di Perlecano che è nazionale. Se vedi la classifica, infatti, ci sono pochissimi mesi sopra +1° di anomalia, appena 14, e mai nessuno oltre i +2. Invece la varianza verso il basso, cioè i casi di anomalie sotto i -1°, è fatta da diversi esempi, addirittura ne abbiamo sotto i -2° (fino a -4°!). A ulteriore conferma il fatto che il 14° posto tra i più freddi sia occupato da mesi con anomalie di -1,6°. Questo lascia pensare che tra -1,6 e -1° ci siano altri numerosi Dicembre. Invece tutti i primi 14 Dicembre più caldi hanno anomalie superiori a +1. Non so se ho reso l'idea, altrimenti provo a rispiegarmi.

    A Brindisi invece la varianza è verso l'alto: significa che è più frequente avere anomalie positive molto marcate piuttosto che il contrario. Infatti i primi 14 Dicembre più caldi qui sono superiori all'anomalia +1°, contro appena 10 Dicembre sotto i -1° di anomalia.

    Quest'ultimo dato invece è molto interessante.

    Sì, lo è davvero. E' come se giunti a inizio Dicembre qualsiasi tendenza calda del periodo precedente si stemperasse improvvisamente. Oppure se inizia caldo poi termina con freddo intenso che riesce a compensare.
    Colpisce anche che non ci siano Dicembre degli anni 2010 nei primi posti più caldi, anzi, 2 di questi figurano tra i più freddi.
    Ultima modifica di burian br; 09/12/2019 alle 19:48

  4. #24
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    31
    Messaggi
    23,786
    Menzionato
    32 Post(s)

    Predefinito Re: Dicembre 2019: Anomalie termiche e pluviometriche/nivometriche

    01-08 dicembre 2019

    Media massime: +7,4°
    Media minime: -0,1°
    Media grezza: +3,7° (+2,9°)
    Precipitazioni: 56.2mm (-17,6%)

    Media minime negativa ancora per poco. Già da oggi con il fohn si vola in alto, per un bel pò non andrà più sottozero, prima e seconda decade che verosimilmente chiuderanno con media minime positiva.
    Lou soulei nais per tuchi

  5. #25
    Brezza tesa L'avatar di dude79
    Data Registrazione
    06/11/07
    Località
    Bologna sud-est
    Età
    40
    Messaggi
    686
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Dicembre 2019: Anomalie termiche e pluviometriche/nivometriche

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Bassa varianza rispetto alla sua media.
    Significa che mentre altri mesi dell'anno hanno numerosissimi casi con anomalie molto maggiori di +/-2° rispetto alla loro media, così non è per Dicembre.
    Varianza bassa rispetto alla propria media non vuol dire nulla, tu intendi che dicembre ha minore varianza rispetto ad altri mesi. È possibile, ma questi numeri non lo mostrano: per calcolare la varianza dovresti avere le anomalie di tutta la serie storica.

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Comunque quando scrivevo "varianza orientata verso il basso" mi riferivo alla classifica di Perlecano che è nazionale. Se vedi la classifica, infatti, ci sono pochissimi mesi sopra +1° di anomalia, appena 14, e mai nessuno oltre i +2. Invece la varianza verso il basso, cioè i casi di anomalie sotto i -1°, è fatta da diversi esempi, addirittura ne abbiamo sotto i -2° (fino a -4°!). A ulteriore conferma il fatto che il 14° posto tra i più freddi sia occupato da mesi con anomalie di -1,6°. Questo lascia pensare che tra -1,6 e -1° ci siano altri numerosi Dicembre. Invece tutti i primi 14 Dicembre più caldi hanno anomalie superiori a +1. Non so se ho reso l'idea, altrimenti provo a rispiegarmi.

    A Brindisi invece la varianza è verso l'alto: significa che è più frequente avere anomalie positive molto marcate piuttosto che il contrario. Infatti i primi 14 Dicembre più caldi qui sono superiori all'anomalia +1°, contro appena 10 Dicembre sotto i -1° di anomalia.
    Attento perché stai facendo confusione. Il fatto che le anomalie positive siano più basse di quelle negative, è indicativo del fatto che la serie è affetta da trend: la media 1981-2010 non è rappresentativa di tutta la serie, ma di un momento in cui le T sono più elevate. Rispetto a una media "calda", gli anni caldi si discostano di poco, mentre gli anni freddi, per la maggior parte appartenenti a un periodo mediamente più freddo, hanno anomalie marcate.
    Dovresti confrontare le T di ogni anno con la media su tutto il periodo, allora anomalie positive e negative sarebbero simmetriche (somma = 0).
    A Brindisi questo non succede perché, se i tuoi dati sono corretti, in quella particolare zona d'Italia non c'è trend per dicembre, quindi la media 1981-2010 rappresenta bene la distribuzione dell'intera serie di dati.
    Climate is what you expect
    Weather is what you get

  6. #26
    Vento moderato L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,386
    Menzionato
    185 Post(s)

    Predefinito Re: Dicembre 2019: Anomalie termiche e pluviometriche/nivometriche

    Citazione Originariamente Scritto da dude79 Visualizza Messaggio
    Varianza bassa rispetto alla propria media non vuol dire nulla, tu intendi che dicembre ha minore varianza rispetto ad altri mesi. È possibile, ma questi numeri non lo mostrano: per calcolare la varianza dovresti avere le anomalie di tutta la serie storica.



    Attento perché stai facendo confusione. Il fatto che le anomalie positive siano più basse di quelle negative, è indicativo del fatto che la serie è affetta da trend: la media 1981-2010 non è rappresentativa di tutta la serie, ma di un momento in cui le T sono più elevate. Rispetto a una media "calda", gli anni caldi si discostano di poco, mentre gli anni freddi, per la maggior parte appartenenti a un periodo mediamente più freddo, hanno anomalie marcate.
    Dovresti confrontare le T di ogni anno con la media su tutto il periodo, allora anomalie positive e negative sarebbero simmetriche (somma = 0).
    A Brindisi questo non succede perché, se i tuoi dati sono corretti, in quella particolare zona d'Italia non c'è trend per dicembre, quindi la media 1981-2010 rappresenta bene la distribuzione dell'intera serie di dati.
    esattamente. un conto è asserire che esista una skewness nella coda di sinistra della gaussiana, un altro conto è mettere in relazione l'intero periodo 1900-2018 (e non solo il sottoinsieme 1981-2010) notando se la gaussiana presenta una skewness significativa (in uno dei due estremi) oppure no.
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  7. #27
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    5,661
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Dicembre 2019: Anomalie termiche e pluviometriche/nivometriche

    Citazione Originariamente Scritto da dude79 Visualizza Messaggio
    Varianza bassa rispetto alla propria media non vuol dire nulla, tu intendi che dicembre ha minore varianza rispetto ad altri mesi. È possibile, ma questi numeri non lo mostrano: per calcolare la varianza dovresti avere le anomalie di tutta la serie storica.
    Spesso per semplicità tendo a considerare e identificare la varianza con la dispersione dei dati in un grafico.
    Ciò che intendevo è che l'eventuale curva è asimmetrica, con la coda di destra (anomalie positive) più lunga e più ampia perchè contiene più dati e più dispersi. Certo, includendo il dato del 1991 (del tutto fuori dal coro) avremmo la coda di sinistra più lunga...
    Preciso che mi sto riferendo a Brindisi.

    In ogni caso sì, Dicembre è il mese con la minore varianza, e la media 1951-2018 è identica a quella 81/10 al decimo di grado. Ma d'altronde si può già infierire dai dati, visto che la varianza è la sommatoria degli scarti (dunque delle anomalie) al quadrato diviso la numerosità campionaria, e questi scarti sono abbastanza esigui (appunto perchè in pochi casi -rispetto a quanto fanno altri mesi- scendono o salgono sopra/sotto i +1° di anomalia, e mai sotto/sopra i -2°, e questo credo sia facile desumere sia un comportamento che negli altri mesi non esiste proprio).

    Scusate il pasticcio, errore mio dovuto a una confusione sul termine varianza.
    Confondevo inoltre la mole di dati con la skewness appunto. Quando dicevo varianza verso l'alto per Brindisi intendevo che c'erano più dati per le anomalie verso l'alto che non il contrario. Naturalmente è sbagliato.

    A Brindisi questo non succede perché, se i tuoi dati sono corretti, in quella particolare zona d'Italia non c'è trend per dicembre, quindi la media 1981-2010 rappresenta bene la distribuzione dell'intera serie di dati.
    Esatto.

    Comunque a livello italiano la media 1900-2018 si scosta di -0,2° dalla 81/10 per Dicembre, diciamo quindi che la rappresenta bene tutto sommato. Io partivo da questo presupposto.
    Il discorso sulla bassa varianza vale comunque: è raro avere scarti superiori ai +/-1°, con la coda di dati più lunga a sinistra (cioè verso le anomalie negative) in questo caso. La varianza (o meglio, la deviazione standard) è in effetti (ma è una coincidenza, appurato che mi ero confuso) "rivolta verso il basso", nel senso che per includere i dati della coda di sinistra dovremmo prendere più deviazioni standard di quanto ci servirebbe per i dati di destra. Spero di non sbagliarmi stavolta
    Ultima modifica di burian br; 10/12/2019 alle 15:11

  8. #28
    Vento moderato L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila Roio Piano792mt
    Età
    47
    Messaggi
    1,481
    Menzionato
    1 Post(s)

    Thumbs down Re: Dicembre 2019: Anomalie termiche e pluviometriche/nivometriche

    L'Aquila Roio Piano (abitazione) prima decade dicembre 2019 anomalia termica positiva +1,5° sopra media su base decadale dicembre periodo 1968-2018

    L'Aquila Roio Piano temperature medie prima decade dicembre 2019 :

    min -0,5° max +10° media +4,8°

    L'Aquila Roio Piano temperature medie prima decade dicembre periodo 1968-2018 :

    min -1,6° max +8,2° media +3,3°
    Nato a Roma, trasferito da Roma zona Garbatella a L'Aquila Roio Piano il 17/12/2011. Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  9. #29
    Vento forte L'avatar di cut-off
    Data Registrazione
    15/10/05
    Località
    Trento Sud (m.190 s.
    Età
    54
    Messaggi
    3,664
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Dicembre 2019: Anomalie termiche e pluviometriche/nivometriche

    Qui a Trento Sud la prima decade di dicembre si chiude con una media integrale di 2.6°c, ossia mezzo grado oltre la norma di 2.1°c per l'intero dicembre; dopo un inizio mite la m.i. era scesa fino ai 2.3° di domenica, ma poi il föhn ha fatto la sua parte proprio nell'ultimo giorno della decade. Minima del periodo -3.3°c il giorno 6 e massima (media oraria) +12.6°c ieri col föhn, 8 gelate di fila (dal 3 in avanti, striscia tuttora attiva) e 7 brinate completano il quadro.

    A livello di prp al 10/12 son caduti 19.8 mm (dei quali 0.4 per brina fusa), con pioggia e anche qualche fiocco di neve solo nei primi 2 gg del mese, e per il resto asciutto; giunti a un terzo del mese il totale atteso dovrebbe essere sui 22 mm, per cui direi che grosso modo ci siamo.
    Saluti a tutti, Flavio

  10. #30
    Vento moderato L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,386
    Menzionato
    185 Post(s)

    Predefinito Re: Dicembre 2019: Anomalie termiche e pluviometriche/nivometriche

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    La varianza (o meglio, la deviazione standard) è in effetti (ma è una coincidenza, appurato che mi ero confuso) "rivolta verso il basso", nel senso che per includere i dati della coda di sinistra dovremmo prendere più deviazioni standard di quanto ci servirebbe per i dati di destra. Spero di non sbagliarmi stavolta Immagine
    ma se, mettiamo, al 10° percentile di una distribuzione di dati che partono dal 1900 hai -1,5 °C dalla 1981-2010, e al 90° percentile della stessa distribuzione hai +1,0 °C sulla 1981-2010, devi guardare quale è la media del macroperiodo 1900-2018: se essa è di circa -0,25 °C sulla 1981-2010 (come hai detto tu. Ma a proposito: la hai calcolata, oppure la hai dedotta spannometricamente?), noterai bene come la differenza tra la media del macroperiodo e il 10° percentile dello stesso è identica alla differenza tra la media del macroperiodo e il 90° percentile dello stesso: si tratta di 1,25 °C in entrambi i casi. A questo punto non bisogna parlare di coda di sinistra più ampia di quella di destra, dato che è dimostrato (empiricamente, ok, ma in una distribuzione di questa natura è normale doversi limitare alla constatazione empirica) che le code (e il loro sfumare verso l'estremo "di competenza") sono grossomodo equivalenti.

    per me si sta facendo confusione perchè la 1981-2010 e la 1900-2018 per dicembre non sono diversissime, e questo porta mentalmente a usare interscambiabilmente i due periodi di riferimento, quando invece non dovrebbe essere fatto. è un po' come quando nelle dimostrazioni geometriche di prima superiore (allo scientifico) i prof ti dicono che, per poter dimostrare una proprietà che valga per qualsiasi triangolo, devi evitare di disegnare triangoli con due lati lunghi quasi uguali (altrimenti rischi di dimostrare partendo da assunti validi solo per i triangoli isosceli), devi evitare di disegnare triangoli con un angolo vicino ai 90 gradi (se no ti viene inconsapevolmente la tentazione di usare il teorema di Pitagora), eccetera.

    Rimanendo nella metafora, il crearti graficamente un triangolo che non dia adito a bias ragionativi di questo tipo corrisponde a prendere un mese la cui norma 1981-2010 è MOLTO più elevata della media 1900-2018. Se prendi giugno, ad esempio, noti bene che una grande sovrabbondanza di mesi dal 1900 sotto i -2 °C dalla 1981-2010, contrapposti ai soli 5 mesi (sino ad ora) dai +2 °C in su sulla 1981-2010, non può essere giustificata dall'allungarsi di una coda rispetto al "mozzarsi" di un'altra. Non c'è assolutamente skewness che possa tenere. E difatti, adattando la serie di dati che va dal 1900 al 2019 alla norma di questo stesso centoventennio, otteniamo grossomodo la stessa distanza quantitativa tra la norma 1900-2019 (che penso sia all'incirca -0,8 °C dalla 1981-2010) e il, chessò, 95° percentile della distribuzione e il 5°. (La cosa "divertente" è che credo che in realtà il 95° percentile si discosti dalla norma anche più di quanto faccia il 5° percentile, quindi è un po' l'opposto di quanto tu asserivi per dicembre, ma secondo me significa poco, sono cose che possono derivare - ad esempio - da un trend nel brevissimo periodo che ha portato a mensilità caldissime che si fanno molto sentire all'estremo destro della gaussiana, nonostante esse siano numericamente ancora poche per poter spostare fortemente verso destra la media di un periodo lunghissimo come è quello di questi ultimi 120 anni).

    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •