Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 25
  1. #1
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    17,252
    Menzionato
    109 Post(s)

    Predefinito Il periodo giugno/novembre 2019 si aggiudica il record del sopramedia in Italia

    Ne parlavo con @Perlecano privatamente poco fa ed è proprio come da titolo: il periodo in oggetto in Italia ha battuto il record del 2003 come anomalia media, attestandosi a quasi +1,6° sulla 81/10. Sia l'analogo periodo del 2003 che l'omologo del 2012 si sono fermati intorno a +1,5°(anche se il secondo viene spesso ignorato su questo forum,forse perché le anomalie furono più meridionali/orientali o forse perché è venuto in un periodo in cui l'assuefazione alle super-anomalie positive era già cospicua). Fatto sta che dicembre non sembra per ora volersi discostare da questo trend.
    La mia prima fonte di informazioni meteo è stata rappresentata delle pagine del Televideo. Milano, Algeri, Belfast, Roma..

  2. #2
    Vento moderato L'avatar di GiagiKarl
    Data Registrazione
    04/02/19
    Località
    Gualdo Tadino (PG)
    Età
    15
    Messaggi
    1,408
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Il periodo giugno/novembre 2019 si aggiudica il record del sopramedia in Italia

    Semplicemente impressionante
    2012: 31 Gennaio - 15 Febbraio (120 cm) T. minima: -10,9°C
    2017: 5 - 19 Gennaio (40 cm)T. minima: -10,7°C
    2018: 24 - 28 Febbraio (30 cm) T. minima: -11,2°C



  3. #3
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    28
    Messaggi
    15,941
    Menzionato
    88 Post(s)

    Predefinito Re: Il periodo giugno/novembre 2019 si aggiudica il record del sopramedia in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Ne parlavo con @Perlecano privatamente poco fa ed è proprio come da titolo: il periodo in oggetto in Italia ha battuto il record del 2003 come anomalia media, attestandosi a quasi +1,6° sulla 81/10. Sia l'analogo periodo del 2003 che l'omologo del 2012 si sono fermati intorno a +1,5°(anche se il secondo viene spesso ignorato su questo forum,forse perché le anomalie furono più meridionali/orientali o forse perché è venuto in un periodo in cui l'assuefazione alle super-anomalie positive era già cospicua). Fatto sta che dicembre non sembra per ora volersi discostare da questo trend.
    beh, da giugno a settembre ci ha pensato il NI, principalmente, dopo il Sud. non mi stupisce e conferma il fatto che il 2003, da qualche anno, non è più un "nuovo" mostro. Siamo già nella preistoria climatologicamente parlando. e per il NI, questo nuovo record, era stato già battuto l'anno scorso (per un periodo più vasto in realtà, da aprile a novembre compresi) nonché per non meno di mezza Europa. Adesso è arrivato il record nazionale, e penso sia solo l'inizio
    Si vis pacem, para bellum.

  4. #4
    Brezza tesa L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Messaggi
    904
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Il periodo giugno/novembre 2019 si aggiudica il record del sopramedia in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    beh, da giugno a settembre ci ha pensato il NI, principalmente, dopo il Sud. non mi stupisce e conferma il fatto che il 2003, da qualche anno, non è più un "nuovo" mostro. Siamo già nella preistoria climatologicamente parlando. e per il NI, questo nuovo record, era stato già battuto l'anno scorso (per un periodo più vasto in realtà, da aprile a novembre compresi
    In futuro, anche in questo secolo, potrebbe spuntare un mostro di anno che raggrupperebbe un mix di stagioni record in un solo anno: l'inverno 2007, la primavera 2007, l'estate 2017 e l'autunno 2019. E così la media trentennale in cui cade quell'anno X salirà di brutto, discostandosi sempre più dalla nostra e vecchia 81/10.
    Qui al Sud le anomalie positive dominano per 10 mesi all'anno, al Nord 11 mesi su 12, ma se l'alta tropicale salirà verso nord nel periodo estivo, sia per motivi di attività convettiva equatoriale, o per l'innalzamento delle temperature sahariane, o per l'innalzamento del fronte perturbato, o l'ENSO ecc., il Sud rischierà di diventare realmente un'appendice del nord Africa, proprio come a Luglio/Agosto 2017, in cui l'alta africana era sbilanciata e protesa verso nord, questo a causa del limite di convergenza intertropicale molto a nord dell'Equatore.
    L'estate 2017 è l'esempio palese che un'estate simile al 2003 può ripetersi con una cadenza di una volta ogni 5 anni, 2012, 2017 (ma non solo questo) e che sicuramente in quel frangente di tempo (in quel quinquennio) vi saranno 4 estati su 5 sopra la media, senza considerare che ogni anno cadono record assoluti/mensili estivi in qualsiasi parte d'Europa.

    Per ripetersi un'estate tale e quale al 2003 non basta solo un fattore, un semplice ENSO positivo, bensì un'alta molto alta, gioco di parole, attività intertropicale molto a nord e isoterme costantemente altissime nella regione sahariana, oltre alla potenza, costanza e subsidenza delle avvezioni calde da S.
    La cella di Hadley dovrebbe "slittare" e prendere quasi quasi il posto di quella di Farrel, in tal modo l'hp è sempre a nord del Nord Africa e a due passi dall'Italia meridionale.
    Se pensassimo appunto al 2003, in cui il GW era minore, dovremmo spaventarci solo al pensiero di cosa potrà accadere la prossima estate, poiché se all'epoca non era normale e quasi impensabile che si ripetessero con frequenza e costanza tutti quegli eventi in tutta Europa, in un periodo dove gli scenari barici variabili e non fissi (mentre ai giorni d'oggi un periodo mite si prolunga mesi senza possibile sblocco circolatorio), a maggior ragione adesso dovremmo preoccuparci seriamente se ad esempio a giugno si presenta una fiammata africana, poiché potrebbe rappresentare un campanello di allarme e indicare che a più riprese avverranno delle altre ondate di caldo, proprio perché c'è il problema della ripresentazione degli eventi caldi e sempre nelle stesse zone! Un esempio lampante è quest'anno o meglio l'estate 2007, dove da giugno a settembre, almeno una volta al mese una libecciata dal Nord Africa ce la beccavamo in pieno... ripetitività appunto di eventi caldi...
    altro esempio per il meridione Agosto 1999, e il suo alter ego caldo Ottobre 1999...
    ...nella nostra Europa i recentissimi mesi di giugno e luglio 2019 sono sinonimo di record in Francia e altri states, mensili e assoluti! Ripetizione degli eventi caldi estremi anche lì..
    Ultima modifica di damiano23; 03/12/2019 alle 16:58

  5. #5
    Bava di vento
    Data Registrazione
    10/10/19
    Località
    Ronco Briantino (MB)
    Messaggi
    105
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il periodo giugno/novembre 2019 si aggiudica il record del sopramedia in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    beh, da giugno a settembre ci ha pensato il NI, principalmente, dopo il Sud. non mi stupisce e conferma il fatto che il 2003, da qualche anno, non è più un "nuovo" mostro. Siamo già nella preistoria climatologicamente parlando. e per il NI, questo nuovo record, era stato già battuto l'anno scorso (per un periodo più vasto in realtà, da aprile a novembre compresi) nonché per non meno di mezza Europa. Adesso è arrivato il record nazionale, e penso sia solo l'inizio
    Qui di sopramedia cé giugno (marcato) e Luglio, Agosto e Settembre sono stati leggermente sopra media ma nel range +1 -1.

  6. #6
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    5,571
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Il periodo giugno/novembre 2019 si aggiudica il record del sopramedia in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    beh, da giugno a settembre ci ha pensato il NI, principalmente, dopo il Sud. non mi stupisce e conferma il fatto che il 2003, da qualche anno, non è più un "nuovo" mostro. Siamo già nella preistoria climatologicamente parlando. e per il NI, questo nuovo record, era stato già battuto l'anno scorso (per un periodo più vasto in realtà, da aprile a novembre compresi) nonché per non meno di mezza Europa. Adesso è arrivato il record nazionale, e penso sia solo l'inizio
    Il fatto è che nel 2003 fu mostruosa solo l'estate, e forse il pentamestre Maggio-Settembre. Sarei curioso anzi del dato che si otterrebbe considerando solo questi mesi. Credo che il 2003 permarrebbe in prima posizione.

  7. #7
    Vento moderato L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,372
    Menzionato
    184 Post(s)

    Predefinito Re: Il periodo giugno/novembre 2019 si aggiudica il record del sopramedia in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Il fatto è che nel 2003 fu mostruosa solo l'estate, e forse il pentamestre Maggio-Settembre. Sarei curioso anzi del dato che si otterrebbe considerando solo questi mesi. Credo che il 2003 permarrebbe in prima posizione.
    pentamestre maggio-settembre 2003 in Italia: +2,14 °C sulla 1981-2010. Vince alla grandissima, nonostante un settembre addirittura un filo sotto la norma sul quadro nazionale. Al secondo posto per il pentamestre in questione c'è il 2015 a grande distanza (+1,36 °C sulla 1981-2010), poichè ha saputo coniugare un maggio molto caldo con un settembre comunque caldo (e si è pure permesso di togliere lo scettro di luglio più caldo di sempre al, guarda caso, 2003). Al terzo posto c'è il 2017, con +1,24 °C sulla trentennale. Al quarto c'è il 2012, con +1,20 °C sulla trentennale. Completa la top five il 2018, a +1,18 °C (quindi pressochè identico al 2012), che risulta l'unico pentamestre maggio-settembre ad avere avuto una anomalia pari o superiore a +1,0 °C sulla 1981-2010 per tutti e cinque i mesi che lo compongono.

    La tua domanda implicita è stata centrata dalla mia risposta? Chiedo. Ti riferivi al confronto interannuale tra i pentamestri maggio-settembre?

    P.S. non c'entra molto, ma le annate dal 1900 che hanno avuto tutti i singoli mesi del pentamestre maggio-settembre sopra la 1981-2010 in Italia sono le seguenti: 1947, 1950 (per il rotto della cuffia), 2009, 2015, 2018. Non sono poi molte, a ben pensarci.
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  8. #8
    Vento moderato L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,372
    Menzionato
    184 Post(s)

    Predefinito Re: Il periodo giugno/novembre 2019 si aggiudica il record del sopramedia in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Ne parlavo con @Perlecano privatamente poco fa ed è proprio come da titolo: il periodo in oggetto in Italia ha battuto il record del 2003 come anomalia media, attestandosi a quasi +1,6° sulla 81/10. Sia l'analogo periodo del 2003 che l'omologo del 2012 si sono fermati intorno a +1,5°(anche se il secondo viene spesso ignorato su questo forum,forse perché le anomalie furono più meridionali/orientali o forse perché è venuto in un periodo in cui l'assuefazione alle super-anomalie positive era già cospicua). Fatto sta che dicembre non sembra per ora volersi discostare da questo trend.
    ottimo, aggiungo una cosa: i semestri giugno-novembre più caldi, più sono recenti e più mostrano un'assenza di mesi sotto la media, o comunque vicini alla media. La persistenza diventa sempre più pesante. I semestri giu-nov più caldi di sempre in Italia sono, in ordine cronologico, il 2003 (+1,50 °C sulla 1981-2010), il 2012 (+1,48 °C), il 2018 (+1,28 °C) e il 2019 (+1,60 °C come minimo). Se il 2003 ha avuto un settembre un filo sotto la norma e un ottobre quasi un grado sotto la 1981-2010, caricando il sopramedia unicamente su 4 mesi su 6, già nel 2012 nessun mese del semestre seppe scendere sotto i +0,7 °C sulla 1981-2010 di settembre; nel 2018, nessun mese seppe scendere sotto i +1,0 °C sulla 1981-2010 di giugno e di agosto; nel 2019, nessun mese ha saputo scendere sotto i +1,2 °C di settembre.

    Questa estrema e progressiva difficoltà ad avere periodi anche solo vicini alla norma è, secondo me, degna di nota.
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  9. #9
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    5,571
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Il periodo giugno/novembre 2019 si aggiudica il record del sopramedia in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    pentamestre maggio-settembre 2003 in Italia: +2,14 °C sulla 1981-2010. Vince alla grandissima, nonostante un settembre addirittura un filo sotto la norma sul quadro nazionale. Al secondo posto per il pentamestre in questione c'è il 2015 a grande distanza (+1,36 °C sulla 1981-2010), poichè ha saputo coniugare un maggio molto caldo con un settembre comunque caldo (e si è pure permesso di togliere lo scettro di luglio più caldo di sempre al, guarda caso, 2003). Al terzo posto c'è il 2017, con +1,24 °C sulla trentennale. Al quarto c'è il 2012, con +1,20 °C sulla trentennale. Completa la top five il 2018, a +1,18 °C (quindi pressochè identico al 2012), che risulta l'unico pentamestre maggio-settembre ad avere avuto una anomalia pari o superiore a +1,0 °C sulla 1981-2010 per tutti e cinque i mesi che lo compongono.

    La tua domanda implicita è stata centrata dalla mia risposta? Chiedo. Ti riferivi al confronto interannuale tra i pentamestri maggio-settembre?

    P.S. non c'entra molto, ma le annate dal 1900 che hanno avuto tutti i singoli mesi del pentamestre maggio-settembre sopra la 1981-2010 in Italia sono le seguenti: 1947, 1950 (per il rotto della cuffia), 2009, 2015, 2018. Non sono poi molte, a ben pensarci.
    Sì, è stata centrata. Nasceva dal fatto che scegliere un semestre da Giugno a Novembre è convenzionale e arbitrario. Nulla esclude che si potrebbe scegliere qualsiasi altro semestre, in teoria 12 possibili semestri a seconda del mese di partenza che si sceglie.

    Nell'ottica dei semestri quindi può darsi che Giugno/Novembre 2019 non costituisca il semestre in assoluto più caldo. Già un possibile semestre Aprile-Settembre o Maggio-Ottobre 2003 (vista l'anomalia pentamestrale record) potrebbe essere più caldo di quest'ultimo semestre.

  10. #10
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    5,571
    Menzionato
    28 Post(s)

    Predefinito Re: Il periodo giugno/novembre 2019 si aggiudica il record del sopramedia in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    ottimo, aggiungo una cosa: i semestri giugno-novembre più caldi, più sono recenti e più mostrano un'assenza di mesi sotto la media, o comunque vicini alla media. La persistenza diventa sempre più pesante. I semestri giu-nov più caldi di sempre in Italia sono, in ordine cronologico, il 2003 (+1,50 °C sulla 1981-2010), il 2012 (+1,48 °C), il 2018 (+1,28 °C) e il 2019 (+1,60 °C come minimo). Se il 2003 ha avuto un settembre un filo sotto la norma e un ottobre quasi un grado sotto la 1981-2010, caricando il sopramedia unicamente su 4 mesi su 6, già nel 2012 nessun mese del semestre seppe scendere sotto i +0,7 °C sulla 1981-2010 di settembre; nel 2018, nessun mese seppe scendere sotto i +1,0 °C sulla 1981-2010 di giugno e di agosto; nel 2019, nessun mese ha saputo scendere sotto i +1,2 °C di settembre.

    Questa estrema e progressiva difficoltà ad avere periodi anche solo vicini alla norma è, secondo me, degna di nota.
    E' questa la principale differenza rispetto al passato e rispetto agli USA orientali: assenza totale o quasi di almeno qualche mese lievemente sotto media. Invece ce ne sno circa 10/12 sopra media, anche pesantemente, e 2 mesi a mala pena sotto la media e raramente molto sotto. C'è ormai assenza di varianza verso il basso.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •