Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Dicembre 1952 a Londra

  1. #1
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3,488
    Menzionato
    138 Post(s)

    Predefinito Dicembre 1952 a Londra

    In questi giorni dal 2 al 14 dicembre del 1952 fu un periodo terribile per i Londinesi

    per l inquinamento ambientale ,

    quattro anni dopo il Parlamento Britannico promulgo' il " Clean air act "

    Analoghi provvedimenti furono adottati negli USA nel 1970


    .." Mentre a Madrid va in scena il Cop25 – vertice internazionale sui cambiamenti climatici per cercare di rendere operativi gli Accordi di Parigi – cade oggi il 67esimo anniversario di una catastrofe ambientale che ha segnato la storia d’Europa.

    Era il
    5 dicembre 1952 quando Londra fu colpita dal “Grande Smog”, una coltre di fumo denso e maleodorante che avvolse la capitale inglese per quattro giorni.

    Le cause vanno ricercate in un brusco aumento del livello d’inquinamento verificatosi nei giorni precedenti, che coincise con alcune particolari condizioni meteorologiche.

    Il risultato fu che uno strato d’aria fredda e stagnante rimase intrappolato sotto uno strato d’aria più calda, causando la totale assenza di ventilazione e ricambio d’aria.

    La situazione fu aggravata dal freddo di quei giorni, che costrinse i londinesi a incrementare l’utilizzo delle stufe.

    Il combustibile più utilizzato era un carbone di bassa qualità, ad alto contenuto di zolfo. A questo fumo si aggiunse l’inquinamento derivante dagli scarichi dei veicoli e quello prodotto dalle ciminiere industriali.

    La nebbia era così fitta che rese impossibile la circolazione delle automobili. Si fermarono i trasporti pubblici e gli aeroplani. Le autorità chiesero di tenere i bambini in casa, non solo per minimizzare la loro esposizione ai fumi tossici, ma anche perché il rischio di perderli per strada era altissimo. Perfino i bovini allo Smithfield Market morirono di asfissia.

    Le prime stime parlarono di 4mila vittime, ma ricerche più recenti hanno portato a triplicare questo numero: il bilancio è salito fino a 12mila morti, cui si aggiunsero anche 100mila malati in condizioni gravi.


    Il “Grande Smog” è passato alla storia come il peggior evento d’inquinamento atmosferico mai conosciuto dalla Gran Bretagna. La catastrofe ebbe un notevole impatto sulla comunità scientifica e sull’opinione pubblica, portando in primo piano la questione ambientale.


    Nonostante le resistenze iniziali del governo, allora presieduto da Winston Churchill, negli anni successivi fu messa a punto una legge per ridurre le emissioni, il “Clean Air Act”, che fu promulgato dal Parlamento e approvato dalla Regina il 5 luglio del 1956. "...

  2. #2
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    17,247
    Menzionato
    109 Post(s)

    Predefinito Re: Dicembre 1952 a Londra

    Eh sì,la grande nebbia...
    La mia prima fonte di informazioni meteo è stata rappresentata delle pagine del Televideo. Milano, Algeri, Belfast, Roma..

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •