Pagina 2 di 15 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 141
  1. #11
    Uragano
    Data Registrazione
    16/12/09
    Località
    Igea marina(rimini) sul mare
    Età
    37
    Messaggi
    19,849
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli: Dicembre 2019

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Sarà pur deleteria ma è quella che consentirà, probabilmente, all’aria gelida siberiana dì avvicinarsi al settore europeo. Una volta compiuta tale dinamica, stimabile verso la fine della seconda decade, sarà da valutare la divergenza del getto in ingresso sul Vecchio Continente e sappiamo benissimo che in questi casi i modelli faticano enormemente con contrapposizione del blocco gelido che spesso viene gradualmente rivista verso ovest col passare dei run
    non credo proprio il moto antizonale nel medio impedisce qualsivoglia raffreddamento di tutto il continente
    ore 1.00 del 08/08/2013
    temperatura 31 gradi
    umidità 43%

  2. #12
    Brezza tesa L'avatar di fabriziokk
    Data Registrazione
    17/10/12
    Località
    Parma 6 km sud
    Messaggi
    650
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli: Dicembre 2019

    Cmq è sotto le Festività che potremmo assistere a cambiamenti decisivi di attacchi invernali degni di nota verso il vecchio Continente...prima non c'è trippa per gatti...gli ultimi pannelli di GFS12 vanno in quella direzione..certo..tempi biblici in sede previsionale ma sono pur sempre "segnali".

  3. #13
    Brezza tesa L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Messaggi
    905
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli: Dicembre 2019

    Analisi modelli: Dicembre 2019-kk.png

    Analisi modelli: Dicembre 2019-hhgg.png

    Indice NAO in forte calo, sintomo del ritorno di un'attività di bassa pressione in Atlantico da metà mese in poi... dopo questa carta GFS a +192h, non dissimile dagli altri modelli, scordiamoci la possibilità di formazioni di un hp delle Azzorre solido a occidente e di un pattern scand+ per almeno i prossimi 15 giorni, proprio perché l'Atl impedirà ogni possibile svolta dall'Europa continentale settentrionale. E a quanto pare il mese vuole concludere peggio del 2018.
    La NAO negativa sarà difficile da debellare se il FP si manterrà basso in Atlantico, l'opposto dell'anno scorso!

  4. #14
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,836
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli: Dicembre 2019

    Citazione Originariamente Scritto da lucawsb Visualizza Messaggio
    non credo proprio il moto antizonale nel medio impedisce qualsivoglia raffreddamento di tutto il continente
    Bah, insomma.. solitamente un moto antizonale porta correnti da est a raffreddare le zone occidentali
    E infatti
    Analisi modelli: Dicembre 2019-b6bced5d-cb68-41ac-9388-d72be3c99605.pngAnalisi modelli: Dicembre 2019-98574b8f-d12e-4c6e-b2f2-1add0ea1f75d.pngAnalisi modelli: Dicembre 2019-aecc08f0-fead-4701-88ef-ae9484e74ca1.png
    e in forma minore anche gfs
    Analisi modelli: Dicembre 2019-66461838-2299-45c9-9074-a03651855055.png

  5. #15
    Vento teso L'avatar di japigia
    Data Registrazione
    27/05/14
    Località
    Mola/Bari
    Messaggi
    1,539
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli: Dicembre 2019

    Citazione Originariamente Scritto da damiano23 Visualizza Messaggio
    Analisi modelli: Dicembre 2019-kk.png

    Analisi modelli: Dicembre 2019-hhgg.png

    Indice NAO in forte calo, sintomo del ritorno di un'attività di bassa pressione in Atlantico da metà mese in poi... dopo questa carta GFS a +192h, non dissimile dagli altri modelli, scordiamoci la possibilità di formazioni di un hp delle Azzorre solido a occidente e di un pattern scand+ per almeno i prossimi 15 giorni, proprio perché l'Atl impedirà ogni possibile svolta dall'Europa continentale settentrionale. E a quanto pare il mese vuole concludere peggio del 2018.
    La NAO negativa sarà difficile da debellare se il FP si manterrà basso in Atlantico, l'opposto dell'anno scorso!
    Pensavo peggio,una Nao tra il neutro e -1 non dovrebbe essere eccessivamente esasperata da impedire l’erigersi di alte pressioni, in quella sede
    Stazione di riferimento
    http://www.meteomola.com/

  6. #16
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,836
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli: Dicembre 2019

    Citazione Originariamente Scritto da damiano23 Visualizza Messaggio
    Analisi modelli: Dicembre 2019-kk.png

    Analisi modelli: Dicembre 2019-hhgg.png

    Indice NAO in forte calo, sintomo del ritorno di un'attività di bassa pressione in Atlantico da metà mese in poi... dopo questa carta GFS a +192h, non dissimile dagli altri modelli, scordiamoci la possibilità di formazioni di un hp delle Azzorre solido a occidente e di un pattern scand+ per almeno i prossimi 15 giorni, proprio perché l'Atl impedirà ogni possibile svolta dall'Europa continentale settentrionale. E a quanto pare il mese vuole concludere peggio del 2018.
    La NAO negativa sarà difficile da debellare se il FP si manterrà basso in Atlantico, l'opposto dell'anno scorso!
    E invece per avere lo scand + la nao è preferibile che sia negativa e soprattutto il getto deve stare basso in Atlantico

  7. #17
    Brezza tesa L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Messaggi
    905
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli: Dicembre 2019

    Citazione Originariamente Scritto da japigia Visualizza Messaggio
    Pensavo peggio,una Nao tra il neutro e -1 non dovrebbe essere eccessivamente esasperata da impedire l’erigersi di alte pressioni, in quella sede
    Ok, ma certamente non è la teleconnessione più a favore in questo momento se dovessimo parlare di scand+, se non vantaggiosa per aree occidentali e settori nord-occidentali, tutt'ora sotto la media. Il freddo può liberamente scivolare verso SW senza alcun bisogno che la NAO sia troppo negativa, un esempio lo sono stati ottobre/novembre 2019, in cui 9 volte su 10 gli affondi hanno bersagliato il Mediterraneo/sud Europa occidentale, considerando inoltre che nella mappa postata da me sopra, la NAO dal 16 agosto a oggi non è mai scesa oltre i -1,5, per cui mai fortemente negativa, nel caso fosse scesa sotto i -1 è perché si distaccava un vortice di lp dal flusso perturbato nord Atlantico con destinazione Azzorre, ovviamente con la pressione bassa sulle Azzorre si ottiene una NAO certamente negativa.
    Molti in questo tred sperano in un inverno con NAO negativa, visti anche gli ultimi 5 con NAO+, ma i pessimi risultati fin'ora li abbiamo visti, dunque non trovo affatto il bisogno di un indice negativo, non solo perché il meridione è sfavorito, ma anche perché l'attività di bassa pressione è solamente concentrata a W, non si scomoda da lì e non ci lambisce mai. Una NAO- potrebbe potenzialmente essere un tesoro in Italia in una stagione fredda, specialmente per il Nord, come a Maggio 2019 che ha geograficamente una posizione più occidentale e che quindi sarebbe ben colpito qualora gli impulsi da Nord est fossero diretti in Europa occidentale, Francia e Spagna in primis.
    Ultima modifica di damiano23; 13/12/2019 alle 19:27

  8. #18
    Vento moderato
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    1,051
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli: Dicembre 2019

    Citazione Originariamente Scritto da Pavel[11] Visualizza Messaggio
    Infatti... Almeno una volta ci si poteva rifare gli occhi con delle carte assurde a 300h... Ora manco quello... Non vedo un singolo spago sottomedia da 7 mesi... Veramente allucinante quello che stiamo vivendo...
    Non ti nascondo che anche a me viene lo sconforto a vedere simili carte...Non tanto per le dinamiche complessive ma per la sistematica difficoltà nel vedere i flussi freddi sfondare nel mediterraneo. Sicuramente ci sono degli aspetti configurativi ai vari piani dell'atmosfera che sfavoriscono i meccanismi classici di intrusione delle masse di aria fredda nel mediterraneo.

    Sono sempre più convinto però che sia una sorta di bias dei GM. Probabilmente in GFS devono aver corretto negli ultimi anni alcuni parametri in modo tale da enfatizzare maggiormente alcuni meccanismi (mi viene da pensare al thermal forcing oceanico); al punto tale però da essere finiti all'opposto..quindi potrebbero essere presenti bias, che agiscono in senso opposto a prima, tali per esempio da sfavorire eccessivamente alcuni meccanismi come la formazione di blocking o l'opposizione termica degli hp in presenza di aree innevate. Magari è solo una mia sensazione, però c'è stato indubbiamente un cambiamento troppo drastico nel "fanta" dei modelli...

    Questo poi va incidere sulla "percezione" complessiva degli inverni che stiamo vivendo, dato che non si può più neppure parlare di "ondata di freddo mancata"...

    La cosa migliore sarebbe non girare la pagina di GFS, ma come è ovvio la tentazione è sempre troppo forte!

  9. #19
    Brezza tesa L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Messaggi
    905
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli: Dicembre 2019

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    E invece per avere lo scand + la nao è preferibile che sia negativa e soprattutto il getto deve stare basso in Atlantico
    Analisi modelli: Dicembre 2019-jj.png

    Il getto non deve esserci in Atlantico, poiché vi è l'elevazione dell'hp che attraversa con direttrice SW-NE la Penisola Iberica, Francia, Isole Britanniche fino a toccare la Scandinavia. Getto forte in questo caso in Atlantico occidentale, in uscita dalla East Coast americana che improvvisamente ondula all'altezza dell'Irlanda e assume una forma a U..
    Ultima modifica di damiano23; 13/12/2019 alle 19:51

  10. #20
    Vento moderato
    Data Registrazione
    06/12/16
    Località
    Catanzaro Lido (CZ)
    Età
    33
    Messaggi
    1,405
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli: Dicembre 2019

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Non ti nascondo che anche a me viene lo sconforto a vedere simili carte...Non tanto per le dinamiche complessive ma per la sistematica difficoltà nel vedere i flussi freddi sfondare nel mediterraneo. Sicuramente ci sono degli aspetti configurativi ai vari piani dell'atmosfera che sfavoriscono i meccanismi classici di intrusione delle masse di aria fredda nel mediterraneo.

    Sono sempre più convinto però che sia una sorta di bias dei GM. Probabilmente in GFS devono aver corretto negli ultimi anni alcuni parametri in modo tale da enfatizzare maggiormente alcuni meccanismi (mi viene da pensare al thermal forcing oceanico); al punto tale però da essere finiti all'opposto..quindi potrebbero essere presenti bias, che agiscono in senso opposto a prima, tali per esempio da sfavorire eccessivamente alcuni meccanismi come la formazione di blocking o l'opposizione termica degli hp in presenza di aree innevate. Magari è solo una mia sensazione, però c'è stato indubbiamente un cambiamento troppo drastico nel "fanta" dei modelli...

    Questo poi va incidere sulla "percezione" complessiva degli inverni che stiamo vivendo, dato che non si può più neppure parlare di "ondata di freddo mancata"...

    La cosa migliore sarebbe non girare la pagina di GFS, ma come è ovvio la tentazione è sempre troppo forte!
    Discorso molto interessante e pienamente condivisibile... Concordo soprattutto sull'ultimo rigo... Se i modelli arrivassero massimo a 120h sarebbe meglio per tutti noi...

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •