Visualizza Risultati Sondaggio: Come vedete il futuro del clima italiano?

Partecipanti
77. Non puoi votare in questo sondaggio
  • 1

    14 18.18%
  • 2

    7 9.09%
  • 3

    5 6.49%
  • 4

    3 3.90%
  • 5

    3 3.90%
  • 6

    4 5.19%
  • 7

    5 6.49%
  • 8

    13 16.88%
  • 9

    20 25.97%
  • 10

    3 3.90%
Pagina 25 di 43 PrimaPrima ... 15232425262735 ... UltimaUltima
Risultati da 241 a 250 di 427
  1. #241
    Vento moderato L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    59
    Messaggi
    1,168
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Come ci approcciamo al GW

    Citazione Originariamente Scritto da slaiervale Visualizza Messaggio
    Be il sondaggio prevede 9 posizioni che fanno riferimento praticamente a 2 con diverse sfumature, contro 1 posizione contraria. Sondaggio tutto sommato poco meritevole in quanto è l'ipotesi in sè ad essere vacillante, o meglio la sua formulazione. Se il metodo di conoscenza delle dinamiche è alquanto parziale agli strumenti quantitativo-matematici e non sovrapponibili sempre ed in maniera sistematica ad univoca interpretazione, esistono gli spazi scientifici per cui la problematica è inquadrata male. In verità esistono notevoli dubbi proprio sul fatto che l'approccio gnoseologico sia quello giusto, non solo sul tema ma nell'analisi ed interpretazione del quadro generale e di tutte le sue possibili ed effettive interazioni. Il Global Warming ritengo sia un tema effettivamente esistente, in quanto le rilevazioni termiche indicano un effettivo riscaldamento, ma ritengo si tratti di uno dei grandissimi temi della "Fisica" che non siamo propriamente in grado di spiegare e comprendere con il nostro modello scientifico di conoscenza, se siamo in grado di conoscere tutti i dati, se questi sono esplicabili,analizzati e predittibili in ordine quantitativo-matematico, allora avremmo anche una assoluta certezza previsionale ( intesa come eventi di consequenzialità certi al 100% ed una "tendenza" futura che diventa certezza futura). Secondo me il nostro modello è incompleto seppur pare adeguato nella lettura e nell'analisi solo di alcuni parametri presi in considerazione, ne deriva quindi non assolutezza logica e di conseguenza scientifica nella sua esplicazione quantitativo-matematica, quindi ancora aperta sia nell'approccio conoscitivo e sia alle sue future e reali conseguenze.
    Eeeee???

  2. #242
    Vento teso L'avatar di dennis96
    Data Registrazione
    27/11/17
    Località
    san salvo (CH) 100m
    Età
    24
    Messaggi
    1,859
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Come ci approcciamo al GW


  3. #243
    Vento forte L'avatar di terence88z
    Data Registrazione
    01/02/07
    Località
    Paglieta (CH)
    Età
    32
    Messaggi
    4,539
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Come ci approcciamo al GW

    Citazione Originariamente Scritto da dennis96 Visualizza Messaggio
    L'articolo è interessante, si. Condivido con l'autore il pensiero sullo stile di vita e sul catastrofismo di certi giornalismi. L'anticiclone a Gennaio è una cosa normale, vero, così come il garbino invernale, la siccità, ecc... ma questi fenomeni si presentano con frequenza ed intensità maggiori, e guai a far passare per normale questo aspetto. Alcuni negazionisti tendono a collegare il fatto che questi fenomeni sono successi nel passato al fatto. "non è colpa dell'uomo il GW".
    Sinceramente non mi sorprende questo, vedendo che in giro è sempre piu' pieno di antivaccinisti, sciechimichisti, terrapiattisti, ecc... Vedere magari persone che "capiscono" sia di clima e che di meteo sposare certe teorie, quello mi sorprende un pò di piu. Tuttavia non è il caso di quell'autore.

  4. #244
    Burrasca forte L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    23
    Messaggi
    8,136
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Come ci approcciamo al GW

    Visto che molti usano Rubbia con un suo intervento in Parlamento (interpretato malissimo), lo stesso Rubbia pochi giorni fa ha postato questa sua intervista su FOCUS sul suo profilo personale, giusto per fugare ogni dubbio su "come Rubbia si approccia al GW".

    Rubbia afferma nell'introduzione: "Non possiamo continuare a produrre CO2, responsabile dei cambiamenti climatici". E questo credo basti per farlo uscire dalla cerchia di matrice Zichichiana.

    Come ci approcciamo al GW-rubbia.jpg
    Gruppo Meteo per il Nowcasting Pugliese->https://t.me/joinchat/AWWeBBx5LPSuQ1uDBQFdTA

  5. #245
    Vento teso L'avatar di dennis96
    Data Registrazione
    27/11/17
    Località
    san salvo (CH) 100m
    Età
    24
    Messaggi
    1,859
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Come ci approcciamo al GW

    Citazione Originariamente Scritto da terence88z Visualizza Messaggio
    L'articolo è interessante, si. Condivido con l'autore il pensiero sullo stile di vita e sul catastrofismo di certi giornalismi. L'anticiclone a Gennaio è una cosa normale, vero, così come il garbino invernale, la siccità, ecc... ma questi fenomeni si presentano con frequenza ed intensità maggiori, e guai a far passare per normale questo aspetto. Alcuni negazionisti tendono a collegare il fatto che questi fenomeni sono successi nel passato al fatto. "non è colpa dell'uomo il GW".
    Sinceramente non mi sorprende questo, vedendo che in giro è sempre piu' pieno di antivaccinisti, sciechimichisti, terrapiattisti, ecc... Vedere magari persone che "capiscono" sia di clima e che di meteo sposare certe teorie, quello mi sorprende un pò di piu. Tuttavia non è il caso di quell'autore.
    Esattamente, concordo.
    Il cambiamento climatico è certo.
    Ma c'è da dire che è ingigantita la cosa, ci si fa business... Col fatto del GW. È diventata una moda, anche uno che non ne capisce nulla della materia dice subito Global Warming.
    Poi anche il fatto che prima non c'erano i riscaldamenti come adesso aiuta a dire che prima era più freddo, anche il fatto che prima non ci si spostava con la macchina per fare spesa o ecc... Ma si andava a piedi, così come chi lavorava nei campi d'inverno, ci andava a piedi, Ora prendiamo sempre la macchina e accendiamo i riscaldamenti.
    Gli anziani dicono che era più freddo prima, sarà pur vero, ma c'è da dire che non avevano tutti i comfort che abbiamo attualmente noi, ciò sicuramente aiuta a dire che era più freddo prima.

  6. #246
    Burrasca forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,765
    Menzionato
    339 Post(s)

    Predefinito Re: Come ci approcciamo al GW

    Citazione Originariamente Scritto da dennis96 Visualizza Messaggio
    Esattamente, concordo.
    Il cambiamento climatico è certo.
    Ma c'è da dire che è ingigantita la cosa, ci si fa business... Col fatto del GW. È diventata una moda, anche uno che non ne capisce nulla della materia dice subito Global Warming.
    Poi anche il fatto che prima non c'erano i riscaldamenti come adesso aiuta a dire che prima era più freddo, anche il fatto che prima non ci si spostava con la macchina per fare spesa o ecc... Ora prendiamo sempre la macchina e accendiamo i riscaldamenti.
    Gli anziani dicono che era più freddo prima, sarà pur vero, ma c'è da dire che non avevano tutti i comfort che abbiamo attualmente noi, ciò sicuramente aiuta a dire che era più freddo prima.
    Il like lo metto per il concetto, ma ci tengo a stabilire le mie distanze su una cosa, onde evitare che esso sembri appoggiare in toto la tua considerazione, cioè che la cosa sia ingigantita. Se i dati mostrano un riscaldamento intenso,non c'è nulla che è stato ingigantito. Semmai è vero che ci si affida al GW come spiegazione per tutto, ma questo deriva dall'ignoranza (incolpevole) della gente che dice la prima cosa che le viene in mente.

  7. #247
    Vento teso L'avatar di dennis96
    Data Registrazione
    27/11/17
    Località
    san salvo (CH) 100m
    Età
    24
    Messaggi
    1,859
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Come ci approcciamo al GW

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Il like lo metto per il concetto, ma ci tengo a stabilire le mie distanze su una cosa, onde evitare che esso sembri appoggiare in toto la tua considerazione, cioè che la cosa sia ingigantita. Se i dati mostrano un riscaldamento intenso,non c'è nulla che è stato ingigantito. Semmai è vero che ci si affida al GW come spiegazione per tutto, ma questo deriva dall'ignoranza (incolpevole) della gente che dice la prima cosa che le viene in mente.
    Bravo, sisi.
    Sul fatto degli anziani credo mi trovi d'accordo... Ora abbiamo giacche giacconi, tute particolari, ecc... Le case si costruiscono con impianti di riscaldamento sofisticati, anche le mura vengono isolate.

  8. #248
    Burrasca forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,765
    Menzionato
    339 Post(s)

    Predefinito Re: Come ci approcciamo al GW

    Citazione Originariamente Scritto da dennis96 Visualizza Messaggio
    Bravo, sisi.
    Sul fatto degli anziani credo mi trovi d'accordo... Ora abbiamo giacche giacconi, tute particolari, ecc... Le case si costruiscono con impianti di riscaldamento sofisticati, anche le mura vengono isolate.
    Verissimo, anzi, non ci avevo mai pensato.

    Ciononostante credo che qualche informazione si possa ricavare. Dobbiamo anche imparare però a contestualizzare. Ad esempio mia nonna visse la sua adolescenza negli anni 40, e facendo la contadina mi diceva che quelli inverni faceva sempre freddo con neve frequente. Viveva all'aperto, quindi sa di che parlava. Può sembrare una prova che prima l'inverno fosse più tosto, ma in realtà sappiamo dalle ricostruzioni che gli anni 40 ebbero la serie di inverni più freddi del Novecento.

  9. #249
    Vento teso L'avatar di dennis96
    Data Registrazione
    27/11/17
    Località
    san salvo (CH) 100m
    Età
    24
    Messaggi
    1,859
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Come ci approcciamo al GW

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Verissimo, anzi, non ci avevo mai pensato.

    Ciononostante credo che qualche informazione si possa ricavare. Dobbiamo anche imparare però a contestualizzare. Ad esempio mia nonna visse la sua adolescenza negli anni 40, e facendo la contadina mi diceva che quelli inverni faceva sempre freddo con neve frequente. Viveva all'aperto, quindi sa di che parlava. Può sembrare una prova che prima l'inverno fosse più tosto, ma in realtà sappiamo dalle ricostruzioni che gli anni 40 ebbero la serie di inverni più freddi del Novecento.
    Sisi, dici bene, quello furono anni tosti.

  10. #250
    Brezza tesa L'avatar di onlysnow
    Data Registrazione
    24/12/13
    Località
    BARI JAPIGIA MT.21
    Messaggi
    555
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Come ci approcciamo al GW

    Premessa: dobbiamo ridurre le emissioni, con urgenza e determinazione.
    Detto questo non ho certezze sul riscaldamento, né posso negarlo. La gente però dovrebbe comprendere che, se davvero è in corso, non è un qualcosa di percettibile dai nostri sensi.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •