Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 23

Discussione: Clima aree di servizio

  1. #11
    Vento moderato L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Messaggi
    1,096
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Clima aree di servizio

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Grazie per il contributo!

    Solo un appunto: sulla Valbelluna (e magari anche Valsugana) niente da eccepire: possono essere più fredde del nucleo padano.
    Ma la Valle dell'Adige no: è abbastanza mite, in particolare la ventosa Vallagarina (che mi piace tanto per la sua scenografia colossale, specie dalle aree "Adige Est e Adige Ovest" poste proprio sotto la parete Ovest del Corno d'Aquilio)
    Ci mancherebbe, hai aperto un capitolo interessantissimo!

    Allora, sulla Vallagarina concordo: immaginavo fosse ventosa visto che spesso Rovereto è più mite di qua e Besenello/Calliano non mi spaventano mai. Sulla Valle dell'Adige invece prevalentemente dissento, perché sebbene con est non siano al top, loro con uno strappetto artico scendono molto, gli basta anche poco per avere nevicate discrete (e albedo o comunque inerzia fredda successiva) e, come insegnano questi giorni, sono una roccaforte immune alle nubi basse ed ai casini umidi e miti che avengono in pianura.
    Per esempio, Lavis dall'1 al 18 dicembre sta viaggiando su estremi medi -2.8°/8.1°, mentre la pianura ''cuoce'': da me 0.9°/10.1° nello stesso arco, ma anche una delle stazioni più gelide della pianura Padana intera (Soragna) non se la passa troppo bene, con 0.7°/8.1° (dati lineameteo). Differenze così accentuate o simili ci sono anche in mesi estremamente anticiclonici con o senza bordate da est (dicembre 2015 e 2016), per cui lo dico e lo sottolineo, farei carte false per avere un clima come quello.

    Poi Bolzano non saprei, la stazione dell'aeroporto è gelida, mentre quella della rete agrometeo che non mi ricordo come si chiama nulla di che; perciò mi ''fermo'' a Mezzolombardo, non vado oltre perché non conosco.

  2. #12
    Vento moderato L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Messaggi
    1,096
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Clima aree di servizio

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    Villa Morosini di Altavilla penso sia la più fredda dell'A4 Veneta
    Il termometro dell'auto conferma?

  3. #13
    Vento fresco L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    38
    Messaggi
    2,867
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Clima aree di servizio

    Citazione Originariamente Scritto da DuffMc92 Visualizza Messaggio
    Il termometro dell'auto conferma?
    Abito a meno di un km da li in linea d'aria, confermo eheh

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk

  4. #14
    Vento forte L'avatar di Sneg
    Data Registrazione
    04/09/16
    Località
    Chiusa Pesio (CN) / Vallée d'Aoste
    Età
    33
    Messaggi
    3,547
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: Clima aree di servizio

    Nel Centro Italia non sottovaluterei alcuni tratti dell'A24 ed A25.
    Nei pressi di Avezzano (Aq) c'è da morire in certe situazioni.
    J'suis en train de...

  5. #15
    Vento moderato L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    59
    Messaggi
    1,076
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Clima aree di servizio

    Citazione Originariamente Scritto da DuffMc92 Visualizza Messaggio
    Ci mancherebbe, hai aperto un capitolo interessantissimo!

    Allora, sulla Vallagarina concordo: immaginavo fosse ventosa visto che spesso Rovereto è più mite di qua e Besenello/Calliano non mi spaventano mai. Sulla Valle dell'Adige invece prevalentemente dissento, perché sebbene con est non siano al top, loro con uno strappetto artico scendono molto, gli basta anche poco per avere nevicate discrete (e albedo o comunque inerzia fredda successiva) e, come insegnano questi giorni, sono una roccaforte immune alle nubi basse ed ai casini umidi e miti che avengono in pianura.
    Per esempio, Lavis dall'1 al 18 dicembre sta viaggiando su estremi medi -2.8°/8.1°, mentre la pianura ''cuoce'': da me 0.9°/10.1° nello stesso arco, ma anche una delle stazioni più gelide della pianura Padana intera (Soragna) non se la passa troppo bene, con 0.7°/8.1° (dati lineameteo). Differenze così accentuate o simili ci sono anche in mesi estremamente anticiclonici con o senza bordate da est (dicembre 2015 e 2016), per cui lo dico e lo sottolineo, farei carte false per avere un clima come quello.

    Poi Bolzano non saprei, la stazione dell'aeroporto è gelida, mentre quella della rete agrometeo che non mi ricordo come si chiama nulla di che; perciò mi ''fermo'' a Mezzolombardo, non vado oltre perché non conosco.
    Il periodo attuale è abbastanza eccezionale.
    Tutta la valle dell'Adige è refrattaria a inversioni durature, che trionfano invece lungo il Po.
    Tra Merano e Bolzano fanno belle minime ma poi non c'è mai la nebbia a tener basse le massime.
    Se ne parlò anche un paio d'anni fa sull'altro forum estinto, in un TD sulla nebbia, dove abbiamo cercato di spiegarci come mai tra Merano ed Affi quella idrometeora sia quasi impossibile.

  6. #16
    Vento moderato L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Messaggi
    1,096
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Clima aree di servizio

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Il periodo attuale è abbastanza eccezionale.
    Tutta la valle dell'Adige è refrattaria a inversioni durature, che trionfano invece lungo il Po.
    Tra Merano e Bolzano fanno belle minime ma poi non c'è mai la nebbia a tener basse le massime.
    Se ne parlò anche un paio d'anni fa sull'altro forum estinto, in un TD sulla nebbia, dove abbiamo cercato di spiegarci come mai tra Merano ed Affi quella idrometeora sia quasi impossibile.

    E' vero questo discorso delle massime, ma in inverno la media integrale è fatta abbastanza più dalle minime che dalle massime, in modo decrescente da dicembre a febbraio per via delle ore di luce, motivo per cui una località che fa un mese invernale a estremi medi -3/8 ha probabilmente una media integrale poco o moderatamente più bassa di una località che fa -1/5.
    Quella valle è refrattaria alle inversioni diurne, mentre quelle notturne le sfrutta notevolmente meglio della pianura, che è quanto basta per annientarla tranquillamente; se poi si conta che l'assenza stessa di nebbia è motivo di irraggiamento, le 9-11 ore che Trento trascorre con 3 gradi meno di Pavia (tanto per dirne una) contano abbastanza di più delle 2-4 ore in cui quest'ultima può avere anche 5 gradi in meno.

    Il periodo attuale è sì eccezionale, ma per le temperature, non per la situazione di per sé; mesi e periodi di mesi giocati tra Atlantico e hp o Atlantico e poco freddo se li è sempre aggiudicati la valle dell'Adige, perché là in mezzo alle montagne le nubi basse apportate da qualsiasi marciume o bordata da ovest praticamente non esistono: gennaio 2018, fine dicembre 2017, poi anche nel lieve cedimento dell'alta pressione di dicembre 2016, loro vanno sottozero con estrema facilità mentre le pianure sono sigillate sopra lo zero a oltranza con il mattone di nubi basse o nebbie alte fino al prossimo ricambio d'aria: così praticamente perdono 2/3 di una giornata con molti gradi più della valle dell'Adige e spuntano gradi su gradi di media integrale.
    Anche se le alte pressioni non vengono disturbate, lassù hanno comunque una pianura rialzata di 150-200 metri circondata da montagne, per cui è fuori discussione che dal tardo pomeriggio alla mattina distruggano la pianura.

    Prendendo sempre Lavis e Soragna nei 4 mesi citati:
    Dic 2015 (hp e basta): Lavis -3.4°/7.9° integrale 1.1° vs Soragna 1.9°/7.2° integrale 4.3°
    Dic 2016 (hp con ingerenze varie da est e una da ovest): Lavis -3.4°/8.2° integrale 1.5° vs Soragna -0.9°/6.3° integrale 2.3°
    Dic 2017 (articate, neve, una sciroccata, qualche pasticcio): Lavis -4.0°/5.6° integrale 0.3° vs Soragna -2.8°/6.1° integrale 1.4°
    Gen 2018 (continuo bordo Atlantico/hp): Lavis -1.2°/7.6° integrale 2.8° vs Soragna 0.4°/8.8° integrale 4.3°
    4 mesi, anche piuttosto ravvicinati, con differenze micidiali a favore della valle dell'Adige, che non possono non avere riscontri importanti sull'eventuale media trentennale; tra l'altro, Lavis, Gardolo, Zambana e amici sono tutte simili, mentre Soragna l'ho scelta apposta perché avendo le minime più basse di tutta la pianura (per quella quota lì e non solo) e massime buone ha una media integrale sicuramente più bassa degli standard padani.
    Ci sono dentro 3 dicembri più l'attuale, che fanno quasi 1/6 di media trentennale.
    Non c'è storia, servono dei rilievi intorno e una quota maggiore per abbassare la media integrale di ogni mese su qualsiasi lasso di tempo; io farei carte false per avere quel clima, non c'è pianura umidiccia che tenga
    Ultima modifica di DuffMc92; 20/12/2019 alle 15:02

  7. #17
    Vento moderato L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    59
    Messaggi
    1,076
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Clima aree di servizio

    Citazione Originariamente Scritto da DuffMc92 Visualizza Messaggio
    E' vero questo discorso delle massime, ma in inverno la media integrale è fatta abbastanza più dalle minime che dalle massime, in modo decrescente da dicembre a febbraio per via delle ore di luce, motivo per cui una località che fa un mese invernale a estremi medi -3/8 ha probabilmente una media integrale poco o moderatamente più bassa di una località che fa -1/5.
    Quella valle è refrattaria alle inversioni diurne, mentre quelle notturne le sfrutta notevolmente meglio della pianura, che è quanto basta per annientarla tranquillamente; se poi si conta che l'assenza stessa di nebbia è motivo di irraggiamento, le 9-11 ore che Trento trascorre con 3 gradi meno di Pavia (tanto per dirne una) contano abbastanza di più delle 2-4 ore in cui quest'ultima può avere anche 5 gradi in meno.

    Il periodo attuale è sì eccezionale, ma per le temperature, non per la situazione di per sé; mesi e periodi di mesi giocati tra Atlantico e hp o Atlantico e poco freddo se li è sempre aggiudicati la valle dell'Adige, perché là in mezzo alle montagne le nubi basse apportate da qualsiasi marciume o bordata da ovest praticamente non esistono: gennaio 2018, fine dicembre 2017, poi anche nel lieve cedimento dell'alta pressione di dicembre 2016, loro vanno sottozero con estrema facilità mentre le pianure sono sigillate sopra lo zero a oltranza con il mattone di nubi basse o nebbie alte fino al prossimo ricambio d'aria: così praticamente perdono 2/3 di una giornata con molti gradi più della valle dell'Adige e spuntano gradi su gradi di media integrale.
    Anche se le alte pressioni non vengono disturbate, lassù hanno comunque una pianura rialzata di 150-200 metri circondata da montagne, per cui è fuori discussione che dal tardo pomeriggio alla mattina distruggano la pianura.

    Prendendo sempre Lavis e Soragna nei 3 mesi citati, eslcuso dicembre 2017:
    Dic 2015 (hp e basta): Lavis -3.4°/7.9° integrale 1.1° vs Soragna 1.9°/7.2° integrale 4.3°
    Dic 2016 (hp con ingerenze varie da est e una da ovest): Lavis -3.4°/8.2° integrale 1.5° vs Soragna -0.9°/6.3° integrale 2.3°
    Gen 2018 (continuo bordo Atlantico/hp): Lavis -1.2°/7.6° integrale 2.8° vs Soragna 0.4°/8.8° integrale 4.3°
    3 mesi, anche piuttosto ravvicinati, con differenze micidiali a favore della valle dell'Adige, che non possono non avere riscontri importanti sull'eventuale media trentennale; tra l'altro, Lavis, Gardolo, Zambana e amici sono tutte simili, mentre Soragna l'ho scelta apposta perché avendo le minime più basse di tutta la pianura (per quella quota lì e non solo) e massime buone ha una media integrale sicuramente più bassa degli standard padani.
    La netta prevalenza di configurazioni sfigate e pasticciate di questi pochi anni cui seguo molte stazioni mi hanno dato un'idea abbastanza lampante su chi è più resiliente e chi meno.

    Non c'è storia, io farei carte false per avere quel clima
    Anch'io e non solo per il clima

  8. #18
    Vento moderato L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Messaggi
    1,096
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Clima aree di servizio

    Mi sovviene un altro tratto di autostrada che per anni mi ha fatto impallidire pensando alle punte di gelo toccate nei dicembri 2009 e 2010 (rispettivamente -19° e -15°): la A4 tra Portogruaro e San Giorgio di Nogaro.

  9. #19
    Bava di vento
    Data Registrazione
    11/07/17
    Località
    Trento
    Messaggi
    128
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Clima aree di servizio

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Il periodo attuale è abbastanza eccezionale.
    Tutta la valle dell'Adige è refrattaria a inversioni durature, che trionfano invece lungo il Po.
    Tra Merano e Bolzano fanno belle minime ma poi non c'è mai la nebbia a tener basse le massime.
    Se ne parlò anche un paio d'anni fa sull'altro forum estinto, in un TD sulla nebbia, dove abbiamo cercato di spiegarci come mai tra Merano ed Affi quella idrometeora sia quasi impossibile.
    In che senso la Val d'Adige è refrattaria a inversioni durature?

    D'inverno la Val d'Adige È INVERSIONE notturna, specialmente da Besenello andando verso Nord.

  10. #20
    Calma di vento
    Data Registrazione
    24/06/19
    Località
    Broni (PV)
    Età
    37
    Messaggi
    45
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Clima aree di servizio

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Oggi sono andato per lavoro nel Cuneese, un viaggio, interamente in destra Po, che non faccio quasi mai. Mi piace molto passare per la zona tra Castel San Giovanni e Broni, perchè è un punto molto significativo in geografia fisica. Infatti è lì che il Po, già grosso per aver appena ricevuto il Ticino, lambisce il piede dell'Appennino.
    Infatti dovrebbe essere la fascia più fredda della pianura padana in inverno, secondo una carta climatica dello scorso secolo addirittura sotto zero come media di gennaio.
    Ora se vi va, si potrebbe giocare a citare le aree di servizio autostradali, che vi sembrano più fredde in inverno.
    Naturalmente ce ne saranno molte di montagna, ma io vorrei cominciare con una di pianura: Stradella Sud e Nord sulla A21
    Io abito tra Broni e Stradella, zona leggermente collinare, sono a 3 km in linea d'aria con l'area di servizio Stradella (nord e sud) che tu citi.
    Non posso fare raffronti storici con il secolo scorso, di sicuro negli ultimi anni, percorrendo spesso l'autostrada nel tratto Broni-Tortona (A7), secondo me l'area di servizio Tortona nord e sud la batte. In generale la pianura alessandrina è più fredda di quella pavese e lo è anche in questo anomalo dicembre!

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •