Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 33
  1. #11
    Vento teso
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,980
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: I (vostri) record/estremi del 2019

    Stazione ARPAL/OMIRL di Mele (località Fado Basso, stazione FFSS, 278 m).

    Temperatura minima più bassa: -2,5°C (23/01/2019).
    Temperatura minima più alta: +21,9°C (07/07/2019).

    Temperatura massima più bassa: +1,3°C (23/01/2019).
    Temperatura massima più alta: +34,4°C (26/06/2019).

    Giornata più fredda (media integrale): -0,7°C (23/01/2019).
    Giornata più calda (media integrale): +24,7°C (23/07/2019).

    Mese più freddo: +4,3°C (gennaio 2019).
    Mese più caldo: +21,8°C (luglio 2019).

    Mese meno piovoso (giugno 2019): 4 mm
    Mese più piovoso (ottobre 2019): 955,6 mm
    Giornata più piovosa: 296,4 mm (15/10/2019, che sommati ai 186,0 mm della serata precedente fanno 482,4 mm in meno di 12 ore).
    Valore massimo di rateo orario (mm/1 ora): 120,6 mm (15/10/2019).
    Totale giornate con precipitazioni: 109 (la media quindicennale è di 111, evidentemente hanno pesato i mesi di gennaio, marzo, maggio, agosto e settembre).
    Totale precipitazione cumulata: 3087 mm

  2. #12
    Vento forte L'avatar di cut-off
    Data Registrazione
    15/10/05
    Località
    Trento Sud (m.190 s.
    Età
    54
    Messaggi
    3,765
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: I (vostri) record/estremi del 2019

    In attesa dei dati definitivi per chi ha tempo e voglia ecco il mio riepilogo mese x mese del 2019 a Trento Sud; le anomalie termiche fra parentesi sono calcolate in base alla recente media 2008-2018, quelle pluviometriche invece sulla media 1982-2018. Ho sottolineato o evidenziato i record o i <quasi record>, sempre che non me ne sia dimenticato qualcuno per strada, e direi che non sono stati pochi. I voti li ho assegnati da amante in linea di massima del fresco e delle prp, naturalmente.

    GENNAIO – media integrale 2.2°c (+0.1°), prp 17.2 mm (-31.0 mm)
    Sagra del föhn da N (13 gg favonici in gennaio e 23 dall’inizio della stagione), con parziale riscatto nell’ultima settimana del mese. Primi 16 gg totalmente asciutti con prime gocce dell’anno il 17/1 (2.4 mm) e neve solo a 800-1000 m, poi di nuovo secco ma finalmente più fresco e il 27/1 la sorpresa: quella che doveva/poteva essere una fugace fioccata è di fatto diventata la nevicata più importante dell’inverno, con 10 cm caduti in poche ore in città (e fino a 15 cm a Trento Nord e 20 nei sobborghi collinari); nuova breve nevicata da 2 cm nella notte fra il 30 e il 31, in attesa di quella più importante di inizio febbraio, rovinata però in parte dalla pioggia a bassa quota. Estremi termici -6.5°/15.6° con 24 gelate, 11 brinate, 12 cm di neve, 4 gg con neve al suolo e come dicevo sopra ben 13 gg con föhn; 7 medie giornaliere negative (min -1.1° il 21/1) e 4 oltre i 5°c (max 6.7° il 6/1).
    ***VOTO: 6- (grazie al riscatto finale, altrimenti era al massimo un 4)

    FEBBRAIO – media integrale 5.4°c (+0.9°), prp 101.8 mm (+51.5 mm)
    Mese particolare, con quasi tutte le prp concentrate nei primi 3 giorni e totale siccità dal 12/2 sino al termine del mese, ma che alla fine chiude in netto surplus; a livello termico invece chiude sopramedia soprattutto grazie alle massime, che complice ancora una volta il föhn (altri 9 episodi, 32 da inizio stagione) superano i 20°c per ben 2 volte, con un picco di 23.1°c il 27/2 che risulta il 2° valore più alto per febbraio almeno dal 1977 dopo i 23.7°c del 29/2/2012 (già, il famoso febbraio 2012 che in queste lande passò alla storia più per il caldo che per il freddo precedente). Da salvare resta la nevicata del giorno 1, con 6 cm vanificati però dal diluvio successivo (94.4 mm in 3 gg), anche se dove il profilo verticale ha retto (Val di Non e Alto Adige in primis, nonché in quota oltre i 1000-1200m) la nevicata è risultata molto abbondante, con diversi problemi per la neve pesante. Per il resto, dal 4 in avanti a parte un breve episodio piovoso fra il 10 e l’11/2 calma piatta con scaldata finale. Estremi termici -2.7°/23.1° con 17 gelate, 13 brinate, 6 cm di neve, 5 gg con neve al suolo e come dicevo 9 gg con föhn; 0 medie giornaliere negative (min 0.6° l’1/2) e 2 oltre i 10°c (max 11.6° il 27/2).
    ***VOTO: 5- (e dal 4/2 in poi tranquillamente un 3…)

    MARZO – media integrale 10.1°c (+0.8°), prp 33.6 mm (-28.1 mm)
    Altro mese decisamente secco, che non fosse stato per i temporali a catena del giorno 7 (circa 2-3 ore con grandine piccola, 88 fulminazioni, 26.4 mm caduti e max rain-rate di 117.6 mm/h) avrebbe chiuso a circa 7 mm. Ancora una volta predomina il föhn, con altri 13 episodi e 45 da inizio stagione; di conseguenza le max superano i 20°c per ben 9 volte e i 25 per due, con un picco di 25.7°c il 24/3 (non troppo lontano dal record di 27.4°c del 2012). Unico episodio pseudo-invernale una breve nevicata sui 700 m durante il temporale notturno del 18/3, a parte le poche gelate e brinate, ma si può dire che a dispetto del calendario astronomico il mese abbia avuto una connotazione più simil-estiva che invernale. Estremi termici -0.3°/25.7° con 2 sole gelate, 8 brinate, 2 temporali, 9 max over 20°c; 0 medie giornaliere sotto i 5°c (min 7.0° il 13-14/3) e 16 oltre i 10°c (max 14.1° il 24-25/3) e come dicevo sopra 9 gg con föhn; particolarmente forte quello del giorno 11, in cui viene battuto il record dal 2010 per la mia DVV con 74.0 km/h, con u.r. crollata al 13% e dew-point a -12.2°c.
    ***VOTO: 4

    APRILE – media integrale 12.9°c (-1.0°), prp 244.0 mm (+155.5 mm)
    Mese decisamente movimentato e fresco, che chiude sotto la media recente anche se non sotto quella storica 1983-2005 di 12.2°c; da rimarcare l’incredibile temporale autorigenerante del 4, con una serie continua di rovesci temporaleschi fra le 10 e le 17 circa, 157 fulminazioni rilevate (dato notevolissimo per questo periodo dell’anno) e valori quasi da record di prp nelle 24 ore: da me a Trento Sud 123.8 mm, valore che si piazza al 2° posto almeno dal 1982 dopo i 132.6 mm di soli 7 mesi prima (ottobre 2018) con la tempesta Vaia, e questa è una cosa che dà da pensare, unita al successivo record assoluto mensile di novembre 2019; qualche km più a S ed E valori ancora più alti, con 135.0 mm a TN Sud Iasma-Mattarello e 146.4 mm a Villazzano, 200 m sopra casa mia. In seguito il tempo rimane instabile fino a metà aprile con frequenti piogge e neve mediamente oltre i 1600 m, poi dopo una pausa asciutta di una settimana nel finale ci sono nuovi temporali con neve anche a quote piuttosto basse, tanto che fra il 28 e il 29 fiocca fino a 900 m da noi (fra i 10 e i 25 cm a 1500 m, fino a 40 cm a Passo Vézzena) e nel vicino Veneto localmente fino a fondovalle, come per esempio a Feltre. Estremi termici 3.6°/28.7°, con 6 temporali (per 268 fulminazioni), 19 giorni con pioggia di cui 3 senza accumulo e 5 max over 25°c; 3 medie giornaliere sotto i 10°c (min 7.4° il 4/4) e 7 oltre i 15°c (max 17.1° il 21/4).
    ***VOTO: 8

    MAGGIO – media integrale 15.2°c (-2.6°), prp 139.8 mm (+32.7 mm)
    Altro mese instabile e decisamente fresco, che oltre a risultare nettamente inferiore alla media recente riesce a chiudere anche ben sotto alla media storica di 17.0°c, uno dei rarissimi casi in questo decennio. Da rimarcare l’episodio del 5/5 quando a suon di temporali la quota neve è crollata da 1800 a 4-500 m, fino ad avere i fiocchi fino in valle a metà mattina, evento davvero notevole; altro temporale da segnalare fra l’11 e il 12/5, con grandine piccola (max 1 cm di ø) e neve oltre i 1300 m, con 10 cm a 1600 m e sui 20-25 cm in cima a Vigolana e Paganella. Da segnalare infine anche la lieve brinata del giorno 16, che chiude la fase più fredda del mese dopo alcuni giorni di föhn, gli ultimi della stagione (55 episodi in tutto da ottobre 2018, quasi 2 mesi su 8).
    Estremi termici 3.6°/28.9°, con 3 temporali (per 67 fulminazioni), 19 giorni con pioggia di cui 2 senza accumulo, 1 episodio di neve mista, 1 brinata, 2 min sotto i 5°c, 7 max over 25°c, nessun <trentello>, 1 media giornaliera sotto i 10°c (min 7.9° il 5/5) e 1 oltre i 20°c (max 21.0° il 24/5).
    ***VOTO: 8

    GIUGNO – media integrale 25.2°c (+3.2°), prp 20.8 mm (-81.5 mm)
    Giugno fa pagare con gli interessi i 2 precedenti mesi freschi, come si conviene a quest’epoca climaticamente folle, facendo registrare diversi record assoluti di caldo e quello di giugno più secco almeno dal 1982; da salvare restano i temporali, anche se spesso senza pioggia o quasi. I 40°c almeno dal 1977 non li avevo mai raggiunti (ma nemmeno sfiorati) a giugno, mentre quest’anno li ho superati 2 volte stabilendo addirittura con 40.8°c il record assoluto, che batte di un decimo i 40.7° dell’agosto 2003. Ecco ad ogni modo tutti i record di questo folle mese per la mia serie di dati (dal 1977, e dal 2010 per la DVV); in neretto i record assoluti, cioè non solo di giugno ma di tutto l’anno:
    temper. MAX assol.*= 40.8°c (precedente 37.6°c dell’11/6/2014) * max media oraria
    temper. MIN più alta = 23.9°c (precedente 22.6°c del 23/06/2017)
    indice di calore max = 50.6°c (precedente 45.1°c del 24/06/2017)
    temp.media giornaliera = 31.7°c (precedente 28.8°c del 23/06/2017)
    temp.med.integr.mensile= 25.2°c (precedente 24.5°c del giugno 2003)
    N° di notti tropicali = 9 (preced. 7 del giugno 2012 -> gg con minime => 20°c)
    Min acc. di prp mensili = 20.8 mm (precedente minimo di 30.8 mm del giugno 1994)
    Ed ecco i record assoluti, cioè quelli sopra evidenziati in neretto:
    temper. MAX assol.*= 40.8°c (precedente 40.7°c dell’11/8/2003) * max media oraria
    indice di calore max = 50.6°c (precedente 47.8°c del 07/07/2015)
    temp.media giornaliera = 31.7°c (precedente 31.2°c del 07/07/2015)
    NB – per la max assoluta mi risulterebbe un +43° del famoso luglio 1983, ma i dati ufficiali non superarono i 40°c, pur avvicinandovisi molto, per cui qui non lo considero.

    Infine per pura curiosità ecco i miei dati medi dell’ultima settimana (24->30/6/2019): media MINIME = 21.1°c, media MASSIME = 37.5°c, media integrale = 29.3°c
    Ricordo che la mia media integrale di giugno sarebbe di 22.0°c per il 2008-2018 (e di 20.3°c per il periodo 1983-2005).
    Riassumendo: Estremi termici 10.6°/40.8°, con 9 temporali (395 fulminazioni), 3 soli giorni con pioggia oltre 1 mm, nessuna minima sotto i 10°c, 9 min oltre i 20°c (notti tropicali), 28 max over 30°, 9 max over 35°, 2 max over 40°c, 1 media giorn. sotto i 20°c (18.9° il 22/6) e 14 m.g. over 25°c di cui 2 oltre i 30°c (max 31.7° il 28/6).
    ***VOTO: 3 (e se non era per i temporali anche meno…)

    LUGLIO – media integrale 24.2°c (+0.2°), prp 166.0 mm (+57.9 mm)
    Mese sempre caldo (con picchi molto alti a inizio 3^ decade fino a sfiorare di nuovo i 40°c) ma molto meno anomalo del precedente e con diversi temporali <produttivi> e rinfrescanti, alcuni dei quali anche sotto forma di nubifragi e/o con grandine (il 6, 7, 8, 26 e 31/7); per fortuna si è trattato sempre di grandine medio-piccola, al max sui 2 cm di ø. Notevoli a livello di fulminazioni i temporali del 7/7 con 730 scariche rilevate nel raggio di circa 30 km, del 26/7 (705 s.), del 25/7 (516 s.), dell’1/7 (432 s.) e dell’8/7 (325 scariche); da segnalare infine il nubifragio del 31/7, con vento forte e danni per alberi abbattuti, una casa scoperchiata e allagamenti a Trento città; da me la max raffica si è <limitata> a 51.5 km/h (valore cmq notevole per la mia DVV) con alcuni danni all’orto per vento e grandine, mentre il rain-rate ha raggiunto i 349.0 mm/h, record per la DVV a pari merito col 7/7/2014.
    Estremi termici 12.8°/39.5°, con 16 temporali (per 3526 fulminazioni), 5 giorni con grandine, 22 giorni con pioggia di cui 1 senza accumulo, nessuna minima sotto i 10°c, 5 min oltre i 20°c (notti tropicali), 25 max over 30°, 10 max over 35°, 2 m.g. sotto i 20°c con un min di 19.2° il 15/7 e 11 m.g. over 25°c con un max di 29.1°c il 24/7.
    ***VOTO: 7

    AGOSTO – media integrale 24.0°c (+0.4°), prp 54.2 mm (-41.2 mm)
    Altro mese con diversi temporali, ma a differenza di luglio e un po’ come a giugno molti dei quali di striscio o con poca pioggia, per cui agosto alla fine ha chiuso nettamente sotto la media pluviometrica; a livello termico non ci sono stati per fortuna i picchi esagerati di giugno e in parte luglio, ma la media è rimasta alta superando la vecchia 1983-2005 (22.7°c) di oltre un grado. Il mese si è aperto con un discreto temporale da 19.4 mm, 76 mm/h di max rain-rate e 272 fulminazioni, ma andando avanti gli episodi pluvio-temporaleschi sono stati sempre più <stitici>, tanto che tranne una volta (il 7/8 con 14 mm) non sono più stati superati i 10 mm giornalieri di accumulo nonostante sia piovuto poco o tanto in 17 gg su 31, ma quasi sempre roba da “zero virgola”.
    Estremi termici 13.7°/35.9°, con 11 temporali (per 789 fulminazioni), nessuna grandinata, 17 giorni con pioggia di cui ben 5 senza accumulo, nessuna minima sotto i 10°c, 7 min oltre i 20°c (notti tropicali), 22 max over 30°, 1 max over 35°, 0 medie giornaliere sotto i 20°c con un min di 21.1° il 16/8 e 7 m.g. over 25°c con un max di 27.3°c il 10 e 11/8.
    ***VOTO: 6-

    SETTEMBRE – media integrale 18.7°c (+0.0°), prp 99.4 mm (+ 9.4 mm)
    Mese termicamente chiuso in perfetta media recente (ma a +0.5°c dalla vecchia 1983-2005) e leggermente sopra la media di prp per merito quasi esclusivo di 2 episodi ravvicinati il 6 e 8/9 con rispettivamente 39.8 e 35.8 mm cumulati; per il resto poco da segnalare, se non la prima timida spruzzata di neve sui 2000 m il giorno 8 e 3 temporali dei quali uno piuttosto intenso e prolungato (quello del già citato 6/9) ma con sole 62 fulminazioni, non molte in oltre 5 ore di prp.
    Estremi termici 7.4°/32.8°, con 3 temporali (per 135 fulminazioni), nessuna grandinata, 9 giorni con pioggia di cui 2 senza accumulo, 5 minime sotto i 10°c, 0 min oltre i 20°c (notti tropicali), 16 max over 25°, 6 max over 30°, 4 medie giorn. sotto i 15°c con un min di 13.7°c l’8/9 e 13 m.g. over 20°c con un max di 23.6°c l’1/9.
    ***VOTO: 6,5

    OTTOBRE – media integrale 14.2°c (+1.1°), prp 64.2 mm (- 59.5 mm)
    Mese piuttosto anonimo, chiuso termicamente con un sopramedia abbastanza marcato (+1.4° sulla media storica) e sottomedia a livello di prp, nonostante poco o tanto sia piovuto per 15 gg su 31, un po’ com’era successo in agosto. Unici fenomeni di rilievo due episodi pluvio-temporaleschi il 15 e 21/10 con rispettivamente 21.4 e 16.4 mm di pioggia, che da soli han prodotto più di metà della pioggia mensile; non pervenuta la neve sui monti cittadini, con qn ancora ai livelli dei ghiacciai.
    Estremi termici 5.6°/25.7° con 3 temporali (per 43 fulminazioni), nessuna grandinata, 15 giorni con pioggia di cui 1 senza accumulo e altri 3 con accumulo di rugiada, 14 minime sotto i 10°c, 0 min oltre i 20°c (notti tropicali), 20 max over 20°, 1 max over 25°, 0 medie giorn. sotto i 10°c (min di 11.1°c il 4/10) e 0 m.g. over 20°c (max di 19.8°c l’1/10).
    ***VOTO: 5,5

    NOVEMBRE – media integrale 6.9°c (-0.6°), prp 402.8 mm (+278.7 mm)
    A differenza dell’anonimo ottobre si è trattato di un mese da record storico per le prp almeno dal 1982, sia come accumulo assoluto che nel singolo mese (precedente 388.0 mm del novembre 2002) e anche come n° di giorni di pioggia mensile da 1 mm in su con 20 gg, eguagliando il valore del nov.2000. A livello termico invece a dispetto della media integrale leggermente inferiore alla norma recente (ma a +0.6°c dalla media storica) soprattutto per via delle max basse a causa del poco sole, ho registrato la totale assenza di gelate per la 2^ volta dal 1977; l’altra volta accadde nel 2014. Nel corso del mese ci sono stati 12 episodi superiori ai 10 mm, 7 oltre i 30 mm e ben 5 superiori ai 30 mm giornalieri, con picchi di 80.6 mm il 15/11, 49.8 il 3/11 e 46.8 mm il 17/11; da segnalare anche 3 gg con temporale, cosa non troppo frequente a novembre. Tranne l’episodio di inizio mese la neve si è sempre mantenuta sotto i 2000 m, scendendo fino a quote collinari e con fiocchi marci pure in città il 12 e 15/11 e con accumuli notevolissimi in quota (per esempio al Passo Tonale a circa 1800 m a fine mese c’erano 185 cm al suolo con 418 cm di accumulo mensile), creando diversi problemi come slavine o alberi abbattuti per la neve pesante; alla fine anche in molte località montane questo mese ha battuto i record storici di neve per novembre, così come quelli di pioggia più a valle.
    Estremi termici 0.9°/15.5° con 3 temporali (per 26 fulminazioni), un breve episodio di graupeln l’11/11, 20 giorni con pioggia da 1 mm in su e 25 oltre 0.2 mm, 17 minime sotto i 5°c ma 0 gelate, 1 min oltre i 10°c, 15 max over 10°, 1 max over 15°, 7 medie giorn. sotto i 5°c (min di 2.9°c il 15/11) e 4 m.g. over 10°c (max di 11.6°c l’1/11); di <invernale> restano ancora da segnalare 3 brinate e come già detto due brevi episodi di fiocchi marci fra la pioggia il giorno 12 e poi il 15, oltre naturalmente al botto di neve che ha fatto alle quote medio alte e che di questi tempi non è poco.
    ***VOTO: 8,5 (avrei dato un voto più alto se fosse nevicato con accumulo anche a fv.)

    DICEMBRE – media integrale 3.4°c * (+1.3°), prp 86.4 mm (+ 20.5 mm) * *(al 26/12) A pochi giorni dalla fine questo dicembre a due facce sta mostrando il suo volto peggiore stile GW, con una lunga serie di giornate estremamente miti da metà mese in poi, prima piovose e poi a tratti favoniche ed una serie forse da record (non ho verificato in verità) di giorni consecutivi senza gelate, 8 fra il 16 e il 23/12 e 10 negli ultimi 11 gg. La prima metà del mese invece era stata meno anomala anche grazie alle inversioni, con un episodio piovoso nei primi 2 giorni (19.4 mm in tutto) e neve oltre i 700 m con qualche fiocco fra la pioggia pure in città nel finale, seguito da una serie di giornate fresche con 13 gelate di fila, alcune brinate e una nevicata da 5 cm il 13/12, rimasta al suolo per 3 giorni (e con un breve antipasto di fiocchi sparsi senza accumulo il giorno prima). A metà mese la media integrale risultava addirittura leggermente sotto la media con 1.7°c contro gli attesi 2.1°, ma da lì in avanti è iniziato lo scempio sia in valle che più in quota con buona parte della neve sparita sotto i 1500 m, cui in parte ha posto rimedio l’ultima nevicata fin sugli 800-1000 m del 22/12, ma roba da 5-10 cm, massimo 15 nella migliore delle ipotesi. E come da tradizione ormai consolidata nell’ultimo decennio, dalla Vigilia di Natale si è aperta la sagra del föhn, tuttora pienamente in corso…
    In attesa dei dati definitivi estremi termici finora -4.1°/11.3°, 10 giorni con pioggia da 0.2 mm in su oltre a 2 gg con brina fusa, solo 15 gelate (ad oggi 27/12), 16 brinate, 3 giorni con neve di cui uno con accumulo di 5 cm (il 13/12) rimasti per 3 gg al suolo e 6 episodi di föhn che certamente aumenteranno in questi ultimi 5 giorni del mese.
    VOTO: 5,5 (se non era per la neve anche meno, e mancano gli ultimi gg per fare ancora peggio, specie se com’è possibile dovesse esserci qualche grossa scaldata favonica…)

    VOTO FINALE 2019: 6 (come semplice media aritmetica dei singoli mesi)

    Migliori 5: NOV (8.5), APR e MAG (8), LUG (7), SET (6.5)

    Peggiori 5: GIU (3), MAR (4), FEB (5-), OTT e DIC (5.5)



    Dimenticavo: con l’attuale media integrale di dicembre aggiornata al 26/12, cioè 3.4°c, l’anno chiuderebbe a 13.5°c di media, al 4° posto come anno più caldo dietro a 2014 e 2018 (13.8°), al 2011 (13.6°) e a pari merito col 2015 (13.5°).
    Saluti a tutti, Flavio

  3. #13
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Pavia (PV) 82 m/ Ferrara (FE) 9 m
    Età
    28
    Messaggi
    34,073
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: I (vostri) record/estremi del 2019

    Allora...

    Gennaio: -0,4 dalla media 1996/2015, 46 mm su 34 di media. Neve caduta: tracce.
    Il primo mese del 2019 è stato il classico mese a luci e ombre, con una prima decade sinceramente ottima, malgrado l'assenza di neve l'ho apprezzata molto perchè ha fatto assaporare tre giorni di inversione d.o.c. con nebbioni e galaverna, due giornate di ghiaccio mancate per un soffio (ma con T media giornaliera negativa); a questa prima decade ottima però ha fatto seguito una seconda decade orribile, con episodi favonici e massime molto alte per Gennaio, infine nella terza decade si sono manifestati diversi episodi perturbato/freddi a carattere polare-marittimo i quali però non hanno dato vere e proprie soddisfazioni nevose, il massimo è stato appunto un accumulo di tracce il giorno 23. Mese complessivamente da sufficienza, meglio del Gennaio 2017 ma si poteva fare di più.
    VOTO: 6

    Febbraio: +2,0 dalla media 1996/2015, 21 mm su 38 di media. Neve: nulla.
    Febbraio 2019 è il classico mese degli ultimi 3 inverni che manda a meretrici un bilancio termico per gli altri 2/3 soddisfacente. Neanche tanto la prima decade ma soprattutto la seconda e la terza, con un monologo anticiclonico sull'Europa occidentale pressochè unico e con un record di caldo secolare sfracellato, quello del 27 per la massima assoluta (+22, battuto il 1990) hanno contribuito ad un Febbraio che x Ferrara nulla ha da invidiare ai vicini di casa 2017, 2016 e 2014. Aggiungiamo a questo che, tolta la perturbazione di inizio mese, per il resto non si è visto nulla di nulla sotto il lato precipitativo, e infatti il mese ha chiuso con un deficit marcato. Noia totale.
    VOTO: 3

    Marzo: +1,3 dalla media 1996/2015, 19 mm su 43 di media.
    Valgono le stesse considerazioni fatte per Febbraio, con la differenza che questo mese, essenzialmente grazie agli ultimi 18-19 giorni (più o meno in media), ha chiuso meno caldo del suo predecessore di un po'. Se possibile, però, la scarsità di dinamismo e il seccume sono stati anche più intensi, tanto che la poca pioggia caduta si è concentrata quasi tutta nel solo episodio del 26 Marzo, che di fatto è stato quello più interessante del mese grazie anche alle spaventose raffiche di Bora che l'hanno accompagnato,con punte di 77 km/h . Complessivamente finisce nel dimenticatoio.

    VOTO: 4

    Aprile: -0,1 dalla media 1996/2015, 66 mm su 58 di media.
    Finalmente si inizia a ragionare, mese che parte caldo ma che si aggiusta termicamente già a partire dal 4, con una perturbazione che scarica 32 mm e porta un discreto abbassamento termico, il mese fino alla metà proseguirà con temperature moderatamente sotto media benchè i passaggi perturbati non risultino prolifici.
    Nella seconda metà del mese prenderà invece piede fino al 26 una circolazione maggiormente anticiclonica (interrotta dal passaggio perturbato del 22-23 Aprile con altri 15 mm) e piuttosto mite, finchè poi gli ultimi giorni del mese una decisa irruzione nord-atlantica porterà un nuovo abbassamento delle temperature e nevicate anche a quote medie. Dinamico, moderatamente più piovoso della norma e termicamente in linea. Non male per nulla.

    VOTO: 6,5

    Maggio: -3,2 dalla media 1996/2015, 183 mm su 60 di media.
    Che dire? Sicuramente il miglior mese del 2019 con larghissimo margine sui competitor. Penso sia letteralmente impossibile, e non solo in tempi di GW, fare meglio di quello che ha fatto Maggio nel 2019 da queste parti. Si inizia già i primi giorni del mese (il 5) con una poderosa discesa artica e neve che scende fino a 200 metri in Emilia, a 800 metri cadono 30-35 cm, nevicata vissuta in prima persona , oltre che 45 mm nel suo complesso. A questa discesa artica ne segue una seconda il giorno 12, con altro generoso apporto di mm e una terza a cavallo tra 15 e 16 Maggio, con successivamente una perturbazione da W che se fosse stato inverno...sta di fatto che al 20 il mese è a quasi -3 sulla 1971/00 progressiva,un risultato mostruoso di sti tempi. L'ultima decade riporta un po' di normalità Maggiolina ma ancora altre piogge. Il mese chiude come il Maggio più piovoso del dopoguerra e il 5° più freddo dal 1951 ad oggi, nonchè il più freddo in assoluto come anomalia dopo il 2012.

    VOTO: 10.

    Giugno: +2,9 dalla media 1996/2015, 12 mm su 58 di media.
    La nemesi di Maggio. Se il mese precedente è stato la perfezione, questo ovviamente - per compensare - riesce ad essere il disastro più assoluto. Si piazza dietro soltanto al 2003 e pure di pochi decimi ! La terza decade è quella peggiore, un inferno autentico con anomalia che sfiora i +6 dalla 1971-00 e con due record caduti, minima e massima più alte dal dopoguerra rispettivamente il 28 e il 27. Un incubo autentico, vissuto a Milano, che va a mettersi vicino al famigerato Luglio 2015 nella classifica dei peggiori mesi estivi di sempre.

    VOTO: 3 (se non c'era il 2003 ad aver fatto peggio era un 2).

    Luglio: +1,3 dalla media 1996/2015, 50 mm su 48 di media.
    Unico mese estivo dei tre che riesce un po' a salvarsi da queste parti. Lo salva soprattutto il fatto di aver avuto 2 passaggi temporaleschi piuttosto interessanti, quello del 13 Luglio e quello del 27-28 Luglio, che riescono a far chiudere in media. Termicamente parlando il mese parte ovviamente malissimo, raccogliendo l'eredità pesante della terza decade di Giugno da incubi, poi però sembra raddrizzarsi, e infatti la seconda decade chiude addirittura in moderato sotto media sulla 1971/00, peccato che poi - tanto per non farci mancare la costante dei mesi del 2019 da Giugno in poi - la terza decade sia nuovamente da film horror, con massime sui 37/38 gradi per svariati giorni e dunque il mese chiude di nuovo bello caldo. Complessivamente insufficiente, ma non pessimo.

    VOTO: 5,5

    Agosto: +1,3 dalla media 1996/2015, 19 mm su 63 di media.
    Il mese parte anche bene, con il temporale del 2 e con una prima decade tutto sommato salvabile. Poi però dal 17 in avanti l'ennesima fase bella calda con +4/+5 costanti sulla media per un po' di tempo manda in rovina tutto, e a ciò va aggiunta una cosa che come sapete pesan nel mio giudizio su Agosto, che è un po' diverso dagli altri mesi per me, ovvero: durante il periodo delle mie ferie (10-17), il tempo non è stato molto clemente, ha pure piovuto un giorno e altri due giorni sono stati coperti e maccajosi. Nota stonata che abbassa il voto, al contrario del 2017 dove invece lo aveva alzato.

    VOTO: 4

    Settembre: +0,6 dalla media 1996/2015, 54 mm su 57 di media.
    Mese piuttosto dinamico e scorrevole, se non fosse stato per gli ultimi 4-5 giorni peraltro poteva pure chiudere in media termica con la 1996/2015 e comunque come risultato termico non è malvagio. Decente anche dal lato precipitativo, seppur soprattutto grazie al signor temporale del 6. Mese senza infamia e senza lode insomma, accettabile.

    VOTO: 6

    Ottobre: +1,8 dalla media 1996/2015, 51 mm su 71 di media.
    No, decisamente non ci siamo. Ennesimo mese del 2019 che parte con discreti propositi, prima decade in media termica 1971/00 e con buone precipitazioni, ma poi si perde completamente per strada, tirando fuori dal cilindro una terza decade ancora una volta brutale come anomalie termiche positive e peraltro con una serie di passaggi perturbati totalmente improduttivi, tanto che appunto chiude sotto media nonostante i 38 mm della prima decade. Malissimo, uno dei peggiori mesi del 2019.

    VOTO: 3,5

    Novembre: +1,3 dalla media 1996/2015, 190 mm su 71 di media.
    Questo mese era quello che ci voleva, se non si fosse ancora una volta perso per strada lato termico nell'ultima decade (fino al 18 eravamo in linea con la progressiva 1996-2015), sarebbe stato perfetto. Piogge abbondanti e ben distribuite, con perturbazioni atlantiche a catena, senza sosta praticamente fino all'ultimo giorno. Notevolissimi i peggioramenti del 12-13 e del 16-17 Novembre, con circa 45-50 mm cadauno. In montagna abbondanti nevicate non soltanto a quote alte bensì a tratti anche in basso, specialmente nell'episodio del 16-17 dove in Appennino la neve si spinge fino a 300 m. Decisamente un Novembre come si deve, peccato solo il lato termico.

    VOTO: 7,5

    Dicembre: +2,5 dalla media 1996/2015 (per ora), 80 mm su 48 di media. Neve caduta: cm 2,5.
    Nonostante la cattivissima fama che si sta guadagnando sotto il lato termico non riesco a essere del tutto negativo con questo mese, per due motivi fondamentali:
    1) il dinamismo non è affatto mancato, malgrado tutto, e in montagna ha prodotto ancora diverse nevicate, sebbene a quote alte per la stagione;
    2) (soprattutto questo) pur in assenza di freddo è riuscito a partorire una nevicata da 2-3 cm, che negli scorsi mesi di Dicembre - ben più freddi di questo - non aveva fatto manco per sbaglio. Io personalmente apprezzo molto i mesi in cui il freddo è poco ma viene ben sfruttato. Inoltre una nevicata con accumulo è sempre apprezzabile.
    Di conseguenza, nonostante si tratterà con ogni probabilità del Dicembre più mite da 66 anni a questa parte, non mi sento di essere così pesante nel giudizio.

    VOTO: 5,5.

    Voto del 2019: 5,5 come media aritmetica dei mesi.
    Avatar: Bei tempi che non torneranno più.

  4. #14
    Brezza tesa L'avatar di Daniel92
    Data Registrazione
    27/01/19
    Località
    Polverigi - AN - 140 mslm
    Età
    27
    Messaggi
    567
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: I (vostri) record/estremi del 2019

    Provo a fare un resoconto VALUTATIVO spicciolo e breve:

    - Gennaio 7
    - Maggio 7
    - Luglio 6
    - Settembre 6
    - Marzo 5
    - Aprile 5
    - Febbraio 4
    - Agosto 4
    - Giugno 4
    - Ottobre 4
    - Novembre 3
    - Dicembre (parziale) 3

    Media arrotondata a un 5 scarso

    Un'annata quella del 2019 in generale calda, su 12 mesi 10 tutti sopramedia, esclusi Gennaio e Maggio. A livello pluviometrico siamo quasi nella norma, anche se la pioggia è stata comunque distribuita male. Ci sono stati eventi estremi, ricordo un paio di TS mostruosi ed epici a Luglio, il caldo esagerato di Giugno e Agosto (+40,2° il picco assoluto registrato il 12 Agosto). L'autunno mediamente caldo fuori stagione, secco nella prima parte e umido-oceanico di stampo atlantico nella seconda parte. Purtroppo qua il SW favonico non ha dato mai tregua per due mesi filati, lasciando quasi in perenne ombra questa zona. Salverei Gennaio per le sue numerose incursioni fredde con buone precipitazioni, in appennino ci furono ottimi apporti nevosi a quote decenti basse.. e infine Maggio estremamente variabile, piovoso, fresco, un toccasana per le falde!!
    Ultima modifica di Daniel92; 28/12/2019 alle 17:19

  5. #15
    Vento teso
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,980
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: I (vostri) record/estremi del 2019

    Gennaio: 6--
    Febbraio: 5-
    Marzo: 2
    Aprile: 6,5
    Maggio: 7
    Giugno: 2
    Luglio 5+
    Agosto: 4,5
    Settembre: 3
    Ottobre: 5 (mese piovosissimo nella sua seconda metà ma termicamente piuttosto caldo).
    Novembre: 6,5 (francamente mi sarei accontentato anche di 1/5 della sua piovosità ma termicamente è il novembre meno lontano dalla media degli ultimi 11 anni);
    Dicembre: 5 (forse i primi 15 gg a una piena sufficienza ci arrivavano, il resto del mese oscillerebbe tra 3 e 4 di voto finale).

  6. #16
    Vento fresco L'avatar di LucaTs
    Data Registrazione
    19/03/13
    Località
    Trieste
    Età
    23
    Messaggi
    2,655
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: I (vostri) record/estremi del 2019

    Voti del mese per me qui a Trieste

    Gennaio: 6.5. Termicamente in perfetta media, ma con una bella nevicata il 23

    Febbraio: 3. Da salvare solo la nevicatona in montagna i primi giorni del mese, vissuti in prima persona i ben 188cm in 48h sul Canin

    Marzo: 3. Schifo, nulla di che

    Aprile: 7. Bel mese piovoso e in media

    Maggio: 9.5. Poco da dire, spettacolare e basta. Il più freddo dopo il 1991

    Giugno: 2+. Bollente e secco

    Luglio: 6. Chiuso in media e normalmente piovoso, bene dai

    Agosto: 5. Più caldo del normale

    Settembre: 5.5. Bene la prima decade, calda la seconda.

    Ottobre: 5. Non mi ricordo una mazza, quindi sicuro non è successo niente di bello.

    Novembre: 8. Il mese più piovoso della storia di Trieste osmer dal 1994. Spettacolo. Peccato un po' troppo caldino.

    Dicembre: 4. Sarà il secondo o il terzo più caldo di sempre, però il 12 ha nevicato fino a 200m e in Carso ha fatto un 4cm visti in prima persona.

    Anno: 4.9

  7. #17
    Vento teso L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,571
    Menzionato
    237 Post(s)

    Predefinito Re: I (vostri) record/estremi del 2019

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Allora...

    Gennaio: -0,4 dalla media 1996/2015, 46 mm su 34 di media. Neve caduta: tracce.
    Il primo mese del 2019 è stato il classico mese a luci e ombre, con una prima decade sinceramente ottima, malgrado l'assenza di neve l'ho apprezzata molto perchè ha fatto assaporare tre giorni di inversione d.o.c. con nebbioni e galaverna, due giornate di ghiaccio mancate per un soffio (ma con T media giornaliera negativa); a questa prima decade ottima però ha fatto seguito una seconda decade orribile, con episodi favonici e massime molto alte per Gennaio, infine nella terza decade si sono manifestati diversi episodi perturbato/freddi a carattere polare-marittimo i quali però non hanno dato vere e proprie soddisfazioni nevose, il massimo è stato appunto un accumulo di tracce il giorno 23. Mese complessivamente da sufficienza, meglio del Gennaio 2017 ma si poteva fare di più.
    VOTO: 6

    Febbraio: +2,0 dalla media 1996/2015, 21 mm su 38 di media. Neve: nulla.
    Febbraio 2019 è il classico mese degli ultimi 3 inverni che manda a meretrici un bilancio termico per gli altri 2/3 soddisfacente. Neanche tanto la prima decade ma soprattutto la seconda e la terza, con un monologo anticiclonico sull'Europa occidentale pressochè unico e con un record di caldo secolare sfracellato, quello del 27 per la massima assoluta (+22, battuto il 1990) hanno contribuito ad un Febbraio che x Ferrara nulla ha da invidiare ai vicini di casa 2017, 2016 e 2014. Aggiungiamo a questo che, tolta la perturbazione di inizio mese, per il resto non si è visto nulla di nulla sotto il lato precipitativo, e infatti il mese ha chiuso con un deficit marcato. Noia totale.
    VOTO: 3

    Marzo: +1,3 dalla media 1996/2015, 19 mm su 43 di media.
    Valgono le stesse considerazioni fatte per Febbraio, con la differenza che questo mese, essenzialmente grazie agli ultimi 18-19 giorni (più o meno in media), ha chiuso meno caldo del suo predecessore di un po'. Se possibile, però, la scarsità di dinamismo e il seccume sono stati anche più intensi, tanto che la poca pioggia caduta si è concentrata quasi tutta nel solo episodio del 26 Marzo, che di fatto è stato quello più interessante del mese grazie anche alle spaventose raffiche di Bora che l'hanno accompagnato,con punte di 77 km/h . Complessivamente finisce nel dimenticatoio.

    VOTO: 4

    Aprile: -0,1 dalla media 1996/2015, 66 mm su 58 di media.
    Finalmente si inizia a ragionare, mese che parte caldo ma che si aggiusta termicamente già a partire dal 4, con una perturbazione che scarica 32 mm e porta un discreto abbassamento termico, il mese fino alla metà proseguirà con temperature moderatamente sotto media benchè i passaggi perturbati non risultino prolifici.
    Nella seconda metà del mese prenderà invece piede fino al 26 una circolazione maggiormente anticiclonica (interrotta dal passaggio perturbato del 22-23 Aprile con altri 15 mm) e piuttosto mite, finchè poi gli ultimi giorni del mese una decisa irruzione nord-atlantica porterà un nuovo abbassamento delle temperature e nevicate anche a quote medie. Dinamico, moderatamente più piovoso della norma e termicamente in linea. Non male per nulla.

    VOTO: 6,5

    Maggio: -3,2 dalla media 1996/2015, 183 mm su 60 di media.
    Che dire? Sicuramente il miglior mese del 2019 con larghissimo margine sui competitor. Penso sia letteralmente impossibile, e non solo in tempi di GW, fare meglio di quello che ha fatto Maggio nel 2019 da queste parti. Si inizia già i primi giorni del mese (il 5) con una poderosa discesa artica e neve che scende fino a 200 metri in Emilia, a 800 metri cadono 30-35 cm, nevicata vissuta in prima persona , oltre che 45 mm nel suo complesso. A questa discesa artica ne segue una seconda il giorno 12, con altro generoso apporto di mm e una terza a cavallo tra 15 e 16 Maggio, con successivamente una perturbazione da W che se fosse stato inverno...sta di fatto che al 20 il mese è a quasi -3 sulla 1971/00 progressiva,un risultato mostruoso di sti tempi. L'ultima decade riporta un po' di normalità Maggiolina ma ancora altre piogge. Il mese chiude come il Maggio più piovoso del dopoguerra e il 5° più freddo dal 1951 ad oggi, nonchè il più freddo in assoluto come anomalia dopo il 2012.

    VOTO: 10.

    Giugno: +2,9 dalla media 1996/2015, 12 mm su 58 di media.
    La nemesi di Maggio. Se il mese precedente è stato la perfezione, questo ovviamente - per compensare - riesce ad essere il disastro più assoluto. Si piazza dietro soltanto al 2003 e pure di pochi decimi ! La terza decade è quella peggiore, un inferno autentico con anomalia che sfiora i +6 dalla 1971-00 e con due record caduti, minima e massima più alte dal dopoguerra rispettivamente il 28 e il 27. Un incubo autentico, vissuto a Milano, che va a mettersi vicino al famigerato Luglio 2015 nella classifica dei peggiori mesi estivi di sempre.

    VOTO: 3 (se non c'era il 2003 ad aver fatto peggio era un 2).

    Luglio: +1,3 dalla media 1996/2015, 50 mm su 48 di media.
    Unico mese estivo dei tre che riesce un po' a salvarsi da queste parti. Lo salva soprattutto il fatto di aver avuto 2 passaggi temporaleschi piuttosto interessanti, quello del 13 Luglio e quello del 27-28 Luglio, che riescono a far chiudere in media. Termicamente parlando il mese parte ovviamente malissimo, raccogliendo l'eredità pesante della terza decade di Giugno da incubi, poi però sembra raddrizzarsi, e infatti la seconda decade chiude addirittura in moderato sotto media sulla 1971/00, peccato che poi - tanto per non farci mancare la costante dei mesi del 2019 da Giugno in poi - la terza decade sia nuovamente da film horror, con massime sui 37/38 gradi per svariati giorni e dunque il mese chiude di nuovo bello caldo. Complessivamente insufficiente, ma non pessimo.

    VOTO: 5,5

    Agosto: +1,3 dalla media 1996/2015, 19 mm su 63 di media.
    Il mese parte anche bene, con il temporale del 2 e con una prima decade tutto sommato salvabile. Poi però dal 17 in avanti l'ennesima fase bella calda con +4/+5 costanti sulla media per un po' di tempo manda in rovina tutto, e a ciò va aggiunta una cosa che come sapete pesan nel mio giudizio su Agosto, che è un po' diverso dagli altri mesi per me, ovvero: durante il periodo delle mie ferie (10-17), il tempo non è stato molto clemente, ha pure piovuto un giorno e altri due giorni sono stati coperti e maccajosi. Nota stonata che abbassa il voto, al contrario del 2017 dove invece lo aveva alzato.

    VOTO: 4

    Settembre: +0,6 dalla media 1996/2015, 54 mm su 57 di media.
    Mese piuttosto dinamico e scorrevole, se non fosse stato per gli ultimi 4-5 giorni peraltro poteva pure chiudere in media termica con la 1996/2015 e comunque come risultato termico non è malvagio. Decente anche dal lato precipitativo, seppur soprattutto grazie al signor temporale del 6. Mese senza infamia e senza lode insomma, accettabile.

    VOTO: 6

    Ottobre: +1,8 dalla media 1996/2015, 51 mm su 71 di media.
    No, decisamente non ci siamo. Ennesimo mese del 2019 che parte con discreti propositi, prima decade in media termica 1971/00 e con buone precipitazioni, ma poi si perde completamente per strada, tirando fuori dal cilindro una terza decade ancora una volta brutale come anomalie termiche positive e peraltro con una serie di passaggi perturbati totalmente improduttivi, tanto che appunto chiude sotto media nonostante i 38 mm della prima decade. Malissimo, uno dei peggiori mesi del 2019.

    VOTO: 3,5

    Novembre: +1,3 dalla media 1996/2015, 190 mm su 71 di media.
    Questo mese era quello che ci voleva, se non si fosse ancora una volta perso per strada lato termico nell'ultima decade (fino al 18 eravamo in linea con la progressiva 1996-2015), sarebbe stato perfetto. Piogge abbondanti e ben distribuite, con perturbazioni atlantiche a catena, senza sosta praticamente fino all'ultimo giorno. Notevolissimi i peggioramenti del 12-13 e del 16-17 Novembre, con circa 45-50 mm cadauno. In montagna abbondanti nevicate non soltanto a quote alte bensì a tratti anche in basso, specialmente nell'episodio del 16-17 dove in Appennino la neve si spinge fino a 300 m. Decisamente un Novembre come si deve, peccato solo il lato termico.

    VOTO: 7,5

    Dicembre: +2,5 dalla media 1996/2015 (per ora), 80 mm su 48 di media. Neve caduta: cm 2,5.
    Nonostante la cattivissima fama che si sta guadagnando sotto il lato termico non riesco a essere del tutto negativo con questo mese, per due motivi fondamentali:
    1) il dinamismo non è affatto mancato, malgrado tutto, e in montagna ha prodotto ancora diverse nevicate, sebbene a quote alte per la stagione;
    2) (soprattutto questo) pur in assenza di freddo è riuscito a partorire una nevicata da 2-3 cm, che negli scorsi mesi di Dicembre - ben più freddi di questo - non aveva fatto manco per sbaglio. Io personalmente apprezzo molto i mesi in cui il freddo è poco ma viene ben sfruttato. Inoltre una nevicata con accumulo è sempre apprezzabile.
    Di conseguenza, nonostante si tratterà con ogni probabilità del Dicembre più mite da 66 anni a questa parte, non mi sento di essere così pesante nel giudizio.

    VOTO: 5,5.

    Voto del 2019: 5,5 come media aritmetica dei mesi.
    eccellente resoconto!! molto puntuale ed esaustivo! noto che a Ferrara l'anno 2019 si appresta a chiudere a +0,93 °C circa dalla già di per sè molto calda media 1996-2015... davvero una bella botta! sai dirmi quali sono gli anni, sempre a Ferrara, che finora hanno avuto uno scarto dalla ventennale superiore a quello di quest'anno?
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  8. #18
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Pavia (PV) 82 m/ Ferrara (FE) 9 m
    Età
    28
    Messaggi
    34,073
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: I (vostri) record/estremi del 2019

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    eccellente resoconto!! molto puntuale ed esaustivo! noto che a Ferrara l'anno 2019 si appresta a chiudere a +0,93 °C circa dalla già di per sè molto calda media 1996-2015... davvero una bella botta! sai dirmi quali sono gli anni, sempre a Ferrara, che finora hanno avuto uno scarto dalla ventennale superiore a quello di quest'anno?
    Sto iniziando a fare i calcoli ma ti posso dire già ora che il 2018 riesce a battere quest' anno seppur non di moltissimo, avendo chiuso a +1,03 sulla 1996-2015. Il 2017 e soprattutto il 2016, due annate tanto vituperate all'epoca, sembrano gelide a confronto avendo chiuso rispettivamente con +0,32 e +0,20.

    Finora sono andato a ritroso fino al 2015 (chiuso invece a +0,47) nel fare i calcoli, appena aggiorno con gli altri ti dico (un sospetto di primo ordine è il 2014).
    Avatar: Bei tempi che non torneranno più.

  9. #19
    Vento teso L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,571
    Menzionato
    237 Post(s)

    Predefinito Re: I (vostri) record/estremi del 2019

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Sto iniziando a fare i calcoli ma ti posso dire già ora che il 2018 riesce a battere quest' anno seppur non di moltissimo, avendo chiuso a +1,03 sulla 1996-2015. Il 2017 e soprattutto il 2016, due annate tanto vituperate all'epoca, sembrano gelide a confronto avendo chiuso rispettivamente con +0,32 e +0,20.

    Finora sono andato a ritroso fino al 2015 (chiuso invece a +0,47) nel fare i calcoli, appena aggiorno con gli altri ti dico (un sospetto di primo ordine è il 2014).
    mi stupiscono gli scarti (relativamente ridotti) di 2015 e 2016! non mi stupisce invece il dato del 2017, in quanto il Nord-Est fu forse la zona che ebbe le anomalie positive meno pronunciate, specialmente in rapporto alle annate più recenti, che proprio al Settentrione hanno visto in media un riscaldamento più possente che altrove.
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  10. #20
    Vento fresco L'avatar di fabio03
    Data Registrazione
    09/11/13
    Località
    6 Km est di Mantova
    Messaggi
    2,502
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: I (vostri) record/estremi del 2019

    Salvo variazioni importanti degli ultimi due giorni, l'anno 2019 chiude a +1.68°C sulla 61-90. Pioggia 994 mm, per un pelo non abbiamo superato i 1000. Quindi surplus di 360 mm, dato che la media è di 634 mm.
    Minima più bassa: -7.8°C il 26/01, minima più alta: 24.4°C il 28/06.
    Massima più bassa: 0.4°C il 8/01, massima più alta: 39.6°C il 1/07.
    Giorno più piovoso: 107.4 mm il 6/09 (record assoluto della stazione e della zona!), neve 3 cm il 12/12.

    Gennaio mese freddo, 0.5°C meno freddo del 2017. Freddo e secco. In media.
    Febbraio mese primaverile, unica fase piovosa i primi due giorni con 43 mm. Ben sopramedia.
    Marzo mese desertico. 1.4 mm accumulati e bassa UR complessiva. Poco sopramedia.
    Aprile mese primaverile dinamico, quasi il doppio della pioggia caduta. Quasi in media.
    Maggio mese continuativo poco più caldo di aprile, chiuso a -2.2°C, pioggia 185 mm. Uno dei mese di maggio più pietosi che abbia vissuto.
    Giugno mese storico, chiuso a +4.0°C sulla mensile 61-90, record assoluto di minima della mia stazione, record assoluto per la massima (anche della mia città), record assoluto della mia stazione per gli 0.0 mm accumulati. Secondo solo al 2003 (e non penso anche di tanto).
    Luglio mese caldo ma con un paio di temporali. Chiuso con circa le stesse temperature di giugno. Ben sopramedia.
    Agosto mese fotocopia di agosto, caldo ma con temporali. Ben sopramedia.
    Settembre mese di transizione all'autunno. Temporale autorigenerante con pioggia per tutto il giorno 6 con 107.4 mm. Poi altri temporali. Poco sopramedia.
    Ottobre mese caldo e umido. Over 100 mm accumulati e temperature ben sopramedia.
    Novembre mese piovoso, 209 mm accumulati e record di accumulo mensile della mia stazione. Zero minime negative, solo una brinata. Sopramedia.
    Dicembre mese umido e ben sopramedia. Unico evento nevoso il 12/12 con 3 cm. Parte centrale del mese follemente sopramedia. Complessivamente ben sopramedia.

    Inverno 2018/2019 complessivamente freddo e poco piovoso. Primavera a due facce. La prima secca e poco sopramedia, la seconda all'opposto. Quasi 60 giorni senza accumuli over 2 mm complessivi. Estate storica, sale di diritto sul podio, forse solo dietro alla 2012 (o forse solo direttamente dietro alla 2003), ma con qualche temporale notevole. Autunno tra i più piovosi di sempre, 454 mm nei tre mesi autunnali.

    Complessivamente un'annata degli estremi, sia termici che pluviometrici. Fasi siccitose notevoli con fasi piovose notevoli.

    Termicamente parlando, anno che chiude dietro al 2018 (+1.85°C) e dietro al 2015 (+1.54°C), partendo dall'acquisizione dei dati a partire dall'anno 2015. 2016 e 2017 ben distanziati (anomalia inferiore al 1.1°C).
    Neve inverno 2013: 45 cm. Neve inverno 2014: 0 cm. Neve inverno 2015: 5 cm. Neve inverno 2016: 2 cm. Neve inverno 2017: 0 cm. Neve inverno 2018: 17 cm. Neve inverno 2019: 1 cm.
    Estremi termici: +40.1°C (22/07/2015) -9.3°C (07/01/2017).

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •