Pagina 13 di 34 PrimaPrima ... 3111213141523 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 340
  1. #121
    Vento teso L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,520
    Menzionato
    200 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Be, Perlecano: se chi è poco avvezzo alla matematica, un Robertino facciamo (nome assolutamente a caso ), vedesse i dati, direbbe che ci siamo scaldati dal 1980 di +1,5/2°. Forse è bene non enfatizzare nessuna delle due posizioni, onde evitare distorsioni della realtà in chi appunto non ha molta praticità con la matematica
    mmhh "enfatizzare" è un termine ingeneroso in casi come questo, in cui una interpretazione è la verità e l'altra è un'idiozia: il fatto è che aver guadagnato mediamente 0,35/0,40 °C a decennio è la verità (non è una posizione basata su considerazioni surrettizie), mentre pensare di essersi scaldati di appena 0,35 °C nell'arco di trent'anni parimenti non sarebbe una posizione ma, all'opposto della prima asserzione, sarebbe proprio un grave errore concettuale. (ho apprezzato il riferimento puramente casuale ).
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  2. #122
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,396
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    mmhh "enfatizzare" è un termine ingeneroso in casi come questo, in cui una interpretazione è la verità e l'altra è un'idiozia: il fatto è che aver guadagnato mediamente 0,35/0,40 °C a decennio è la verità (non è una posizione basata su considerazioni surrettizie), mentre pensare di essersi scaldati di appena 0,35 °C nell'arco di trent'anni parimenti non sarebbe una posizione ma, all'opposto della prima asserzione, sarebbe proprio un grave errore concettuale. (ho apprezzato il riferimento puramente casuale ).
    Diciamo che +0,3 per decennio almeno non li toglie nessuno come trend. Volevo appunto scrivere che sarebbe meglio parlare in trend su decennio piuttosto che per trentennali. Altrimenti se da un lato è falso che si sia avuto un incremento di +0,36°, dall’altro è altrettanto falso che si sia avuto un +2 di incremento come un Robertizio qualsiasi potrebbe “dedurre” .

  3. #123
    Vento forte L'avatar di kima
    Data Registrazione
    10/10/12
    Località
    Glarus Nord
    Età
    41
    Messaggi
    3,217
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Mi viene in mente il pollo di Trilussa.

    Statisticamente invece è così, ci siamo scaldati di +0,36°; praticamente negli anni recenti però viaggiamo a +1 dagli anni 80
    Si ma stai confrontando due serie che sono uguali per i due terzi (due decadi su tre)... il che, in presenza di un trend stabile e soggetto alle sole variazioni stocastiche non desterebbe problemi, ma visto che ci stiamo muovendo su un trend di temperatura monotono crescente, diventa importante il parametro di discretizzazione. Chiaramente non va bene l anno, anche il decennio può essere troppo breve. Okay, prendiamo il trentennio: ma allora devi aspettare che si completi quello in corso e poi lo devi confrontare con quello precedente.

  4. #124
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    28
    Messaggi
    16,186
    Menzionato
    89 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da kima Visualizza Messaggio
    Viste così le differenze tra le due trentennali possono non sembrare gran cosa. Se però consideriamo che la 81-10 e la 91-20 hanno in comune due decadi, 91-00 e 01-10, e che quindi la loro differenza è dovuta alla differenza tra la decade 81-90 e la decade 11-20, divisa per 3...il discorso cambia.
    Secondo me andare a „leggere“ il trend climatico in atto usando le trentennali progressive non permette di osservare la reale velocità del riscaldamento in atto. Per questo personalmente sto iniziando a ragionare per decadi, e se proprio devo confrontare due trentenni, vado a prenderne due consecutivi, senza sovrapposizioni, come ad esempio sarà il 91-20 con il 61-90.
    quotone megagalattico. Peccato che il 90% delle persone non sia in grado di comprenderlo matematicamente parlando, è un dato DISARMANTE.
    Si vis pacem, para bellum.

  5. #125
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    28
    Messaggi
    16,186
    Menzionato
    89 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da kima Visualizza Messaggio
    Si ma stai confrontando due serie che sono uguali per i due terzi (due decadi su tre)... il che, in presenza di un trend stabile e soggetto alle sole variazioni stocastiche non desterebbe problemi, ma visto che ci stiamo muovendo su un trend di temperatura monotono crescente, diventa importante il parametro di discretizzazione. Chiaramente non va bene l anno, anche il decennio può essere troppo breve. Okay, prendiamo il trentennio: ma allora devi aspettare che si completi quello in corso e poi lo devi confrontare con quello precedente.
    anche qui, sembra di una banalità disarmante ma non entra in testa alle persone, ciononostante.
    Si vis pacem, para bellum.

  6. #126
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,396
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da kima Visualizza Messaggio
    Si ma stai confrontando due serie che sono uguali per i due terzi (due decadi su tre)... il che, in presenza di un trend stabile e soggetto alle sole variazioni stocastiche non desterebbe problemi, ma visto che ci stiamo muovendo su un trend di temperatura monotono crescente, diventa importante il parametro di discretizzazione. Chiaramente non va bene l anno, anche il decennio può essere troppo breve. Okay, prendiamo il trentennio: ma allora devi aspettare che si completi quello in corso e poi lo devi confrontare con quello precedente.
    Certo, hai ragione. Il confronto tra le trentennali non rende altro che il trend per decennio, ed è per questo che lo ritengo importante. Come dicevo, il concetto di trentennali progressive non è errato, ma dovrebbe essere chiamato con un altro nome, cioè "trend per decennio in quei 30 anni di intervallo"

    Questo perchè considerando diverse trentennali, il trend per decennio cambia. Tra 61/90 e 91/20 per esempio il trend per decennio verrebbe differente, infatti si tratterebbe di un trend su 30 anni, e non renderebbe la situazione e come sta evolvendo negli ultimi anni. A "brevi distanze" è meglio il confronto tra trentennali progressive (coincidenti per due terzi) perchè rende il trend per decennio sul breve termine. Non so se mi sono spiegato...
    Questo trend infatti dipende dai due periodi di 30 anni che si prendono in osservazione.

  7. #127
    Vento teso
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,938
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Intanto il mese in corso, giunto ormai a quasi 2/3 della sua durata, si mantiene attorno ai +1,9°C dall'unica media disponibile, considerando che seppure corta (15 anni) è recentissima (2004/2019) la differenza mi sembra abbastanza significativa... attorno ai 2°C di anomalia anche nella fascia costiera genovese e savonese (Genova Sestri +2,1°C sulla 1981/2010), qualcosa di meno (tra 1 e +1,5°C) nell'estremo Ponente (Imperiese), nello Spezzino e nelle aree di fondovalle dei versanti padani. Le anomalie più importanti si collocano probabilmente nell'intervallo tra i 500 e i 2000 m, specificamente nelle zone di pendio e crinale, ma i dati sono troppo scarsi per fornire un quadro plausibile anche se sono significativi (Poggio Fearza, a 1840 m sulle Alpi Liguri imperiesi, viaggia a quasi +4°C sulla 2004/2019)
    Ultima modifica di galinsog@; 20/01/2020 alle 09:40

  8. #128
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    32
    Messaggi
    23,869
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    01-19 Gennaio 2019

    Media massime: +9,7°
    Media minime: -1,4°
    Media grezza: +4,1° (+2,4°)
    Precipitazioni: 20.8mm (-61,0%)
    Neve mensile: 2cm
    Neve stagionale: 45cm

    Venerdì/sabato possibile ancora qualche spruzzata, e domani giornata non calda. Altre speranze non ce ne sono.
    Lou soulei nais per tuchi

  9. #129
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,396
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Vicinissimi in Puglia ai record di pressione atmosferica più alta dal 1960 (data di inizio degli archivi delle rilevazioni barometriche).

    A Brindisi Casale 1038 hPa. Il record assoluto è 1039 hPa, quello di Gennaio 1038,4 hPa.

    A Bari Palese 1038,6 hPa e il record di Gennaio è di 1039. Quello assoluto 1040 hPa.

    Si va per annientarli.

  10. #130
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,396
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    A Lecce battuto il record di Gennaio, con 1038,3 hPa adesso stando al SYNOP delle 22. Il record assoluto (1038.7 hPa, risalenti al 31 Dicembre 2006) è a portata di mano.

    A Brindisi nuovo record assoluto: 1039,0 hPa.

    A Bari nuovo record di Gennaio: 1039,5 hPa. Mancano pochi decimali al record assoluto.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •