Pagina 5 di 34 PrimaPrima ... 3456715 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 340
  1. #41
    Vento forte L'avatar di cut-off
    Data Registrazione
    15/10/05
    Località
    Trento Sud (m.190 s.
    Età
    54
    Messaggi
    3,699
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Qui a Trento Sud la 1^ decade si chiude con una media integrale di 2.1°c, in perfetta media decennale 2010-2019 (riferita però all'intero mese, mentre la 1^ decade dovrebbe essere un po' più fredda, anzi statisticamente la più fredda dell'anno, anche se non ho le medie precise); rispetto alla mia media storica di riferimento 1983-2005 invece (cioè 1.5°c) siamo sopra di 0.6°c, sempre con riferimento all'intero mese.

    Minime tutte negative (con oggi 11/1 siamo a 30 gelate da inizio stagione di cui 16 consecutive dallo scorso 27/12, più 29 brinate) ma senza valori eclatanti, tanto che finora non si è scesi sotto i -3.7°c del 7/1, un valore a malapena in linea con la vecchia media delle minime e molto modesto come minima assoluta (normalmente anche in questi ultimi inverni caldi a gennaio si arriva comunque almeno a -5°/-6°, con punte sui -10°c come nel 2017), considerando che come dicevo questa dovrebbe essere la decade più fredda dell'anno; il mese in ogni caso non è ancora a metà e le somme le tireremo alla fine. Le massime invece sono piuttosto miti con un picco di 14.4°c il giorno 5 dovuto al föhn e un altro over 10° a Capodanno, ma negli ultimi anni s'è visto anche di peggio sinceramente.

    Capitolo precipitazioni: presto detto, 0.0 mm e pluviometro ancora fermo dall'inizio del 2020, non s'è mosso nemmeno per la brina fusa contrariamente al mese scorso (in effetti le brinate di fine dicembre sono risultate molto più intense di quelle di questi primi giorni di gennaio, con l'aria che va man mano seccandosi).

    Per la precisione l'ultima pioggia qui si è avuta il 22/12/2019, per cui con oggi sono 20 giorni che non piove; anche in questo caso s'è visto di peggio in passato (fino ai picchi di 70-80 gg consecutivi senza prp negli orribili inverni a cavallo fra gli ultimi anni '80 e i primi '90), considerando che questo per il nostro clima è statisticamente il periodo più secco dell'anno, però viste le prospettive la serie è destinata certamente ad allungarsi ancora, spero non troppo.
    Saluti a tutti, Flavio

  2. #42
    Vento fresco L'avatar di Articorusso
    Data Registrazione
    04/08/07
    Località
    castiglione del lago(pg) 304 mt
    Età
    36
    Messaggi
    2,370
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Quì prima decade a +0,5 sulla fredda 61-90 e +0,2 sulla 81-10...merito delle minime che chiudono a -1.9 di media assoluta, mentre le massime chiudono a 11.5 cioè 2.6 gradi sopra la media 61-90.
    Anno 1830. A stento può credersi quanto incostante sia stata la stagione invernale, poichè dal novembre alla metà di febbraio corrente non si sono vedute due godibili giornate consecutive, mentre le nevi sono state replicatissime e magiori di quelle del 1790 e dei freddi del 1813 e 1814.


  3. #43
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona/Riviera (TI, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    3,203
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Prima decade caratterizzata da assenza di precipitazioni, picchi favonici di 16°C il 4 e 5, e un contesto anticiclonico inversionale.

    9 gelate su 10 ma tutte comprese tra +2°C e -4°C, resto perplesso di fronte a questi valori, perché sono la conferma di una cosa che sostengo.

    Ho come l'impressione che in inverno rispetto 10/15 anni fa (soprattutto a dicembre e gennaio) il freddo si crea in modo meno efficiente rispetto prima (mi sarei aspettato ad esempio minime fino a -6°C/-7°C) in queste condizioni, non è caldissimo in quota, eppure ad esempio a febbraio 2006, in condizioni sicuramente più favorevoli ma non tali da giustificare tutto, ho registrato notevoli picchi a -9°C con a malapena isoterme negative a 850 hPa. Sembra di appartenere ad un'altra era climatica.

    Dati alla mano, su base decennale si è assistito ad una riduzione generale dei picchi di freddo in condizioni medie come mostrato nel seguente conteggio del numero di gelate annue a <0°C/-5°C/-10°C:

    Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-7-.png

    Decade a circa +0.7°C sulla norma progressiva (che in gennaio è pure la mensile).


    Stazione Davis Vantage Pro 2 -> Dati live su altre piattaforme

  4. #44
    Brezza tesa L'avatar di Andrea92
    Data Registrazione
    13/02/10
    Località
    Falcone (ME)
    Età
    28
    Messaggi
    935
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Prima decade di Gennaio che qui chiude con una media integrale di +11.7°C, risultando così inferiore di -1.2°C rispetto alla mia media storica (2010-2019).
    Ridendo e scherzando, si piazza al 3° posto tra le 1° decadi più fredde di Gennaio, dietro al 2017 che chiuse con +8.8°C e il 2019 chiusa con +9.8°C.

    ESTREMI ASSOLUTI (dal 2010):

    Massima più alta: +43.1°C il 30/06/2017
    Minima più alta: +27.6°C il 10/07/2019
    Massima più bassa: +6.3°C il 07/01/2017
    Minima più bassa: +1.3°C il 07/01/2017
    Heat Index più alto: +44.3°C il 30/06/2017
    Windchill più basso: -5.3°C ​il 07/01/2017
    Dew Point più alto: +27.4°C il 08/08/2017
    Dew Point più basso: -8.8°C il 25/04/2013
    Accumulo maggiore in 24h: 44.5 mm il 09/10/2011
    Rain rate più alto: 218.4 mm/hr il 20/08/2018
    Livello pressione più alto: 1036.8 hPa il 17/03/2010
    Livello pressione più basso: 984.6 hPa il 23/03/2016
    Raffica di vento più forte: 119 km/h il 06/03/2013

  5. #45
    Vento forte L'avatar di kima
    Data Registrazione
    10/10/12
    Località
    Glarus Nord
    Età
    41
    Messaggi
    3,216
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Prima decade caratterizzata da assenza di precipitazioni, picchi favonici di 16°C il 4 e 5, e un contesto anticiclonico inversionale.

    9 gelate su 10 ma tutte comprese tra +2°C e -4°C, resto perplesso di fronte a questi valori, perché sono la conferma di una cosa che sostengo.

    Ho come l'impressione che in inverno rispetto 10/15 anni fa (soprattutto a dicembre e gennaio) il freddo si crea in modo meno efficiente rispetto prima (mi sarei aspettato ad esempio minime fino a -6°C/-7°C) in queste condizioni, non è caldissimo in quota, eppure ad esempio a febbraio 2006, in condizioni sicuramente più favorevoli ma non tali da giustificare tutto, ho registrato notevoli picchi a -9°C con a malapena isoterme negative a 850 hPa. Sembra di appartenere ad un'altra era climatica.

    Dati alla mano, su base decennale si è assistito ad una riduzione generale dei picchi di freddo in condizioni medie come mostrato nel seguente conteggio del numero di gelate annue a <0°C/-5°C/-10°C:

    Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-7-.png

    Decade a circa +0.7°C sulla norma progressiva (che in gennaio è pure la mensile).
    Sempre lucide le tue analisi AbeteBianco Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche
    Purtroppo qui sul versante nord alpino prosegue il sopramedia perpetuo, non mascherato dalle inversioni neanche nel fondovalle. Dico solo che qui a Glarona Nord stanotte non siamo scesi sotto i 4 gradi, e la max ha superato i +8...
    La stazione ufficiale di Glarona ha una media di +1,6 gradi, che vuol dire +1,4 dalla media mensile 10-19.
    Come già detto, da quest anno i confronti con la 81-10 e la 61-90 ve li e me li risparmio...

  6. #46
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,893
    Menzionato
    41 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    A Falconara aeroporto, grazie alle inversioni, prima decade che si chiude con una media di 4,7 a circa -0,6 rispetto alla 71/00

    Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche-schermata-2020-01-11-15.13.39.jpeg
    a livello regionale siamo a circa -0,8

    Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche-schermata-2020-01-11-15.18.14.jpeg


    Meno bene presso la mia stazione di Marina che, trovandosi sul pendio di una collina fronte mare, a circa 35 mt di altezza, ha goduto in maniera minore di tali inversioni, con minime spesso superiori anche di 2/3° rispetto al piano, e chiude perfettamente in media

    Ovviamente molto male parlando di precipitazioni, mese ancora completamente a secco

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    "La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile" (Mauro Capriccio)

    "Quando parli con me di raffronti tra stazioni "vicine" sappi che per me 50 metri sono troppi" (Mauro Capriccio)

  7. #47
    Vento fresco L'avatar di LucaTs
    Data Registrazione
    19/03/13
    Località
    Trieste
    Età
    23
    Messaggi
    2,553
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Prima decade a +0.9° sulla decadale 1994-2018

  8. #48
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,383
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Prima decade caratterizzata da assenza di precipitazioni, picchi favonici di 16°C il 4 e 5, e un contesto anticiclonico inversionale.

    9 gelate su 10 ma tutte comprese tra +2°C e -4°C, resto perplesso di fronte a questi valori, perché sono la conferma di una cosa che sostengo.

    Ho come l'impressione che in inverno rispetto 10/15 anni fa (soprattutto a dicembre e gennaio) il freddo si crea in modo meno efficiente rispetto prima (mi sarei aspettato ad esempio minime fino a -6°C/-7°C) in queste condizioni, non è caldissimo in quota, eppure ad esempio a febbraio 2006, in condizioni sicuramente più favorevoli ma non tali da giustificare tutto, ho registrato notevoli picchi a -9°C con a malapena isoterme negative a 850 hPa. Sembra di appartenere ad un'altra era climatica.

    Dati alla mano, su base decennale si è assistito ad una riduzione generale dei picchi di freddo in condizioni medie come mostrato nel seguente conteggio del numero di gelate annue a <0°C/-5°C/-10°C:

    Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-7-.png

    Decade a circa +0.7°C sulla norma progressiva (che in gennaio è pure la mensile).
    Non è il freddo a crearsi poco efficientemente, ma l'assenza di freddo nei bassi strati che consenta l'inversione.

    Nel Febbraio 2006 si veniva da Gennaio 2006...credo sia superfluo raccontare cosa vi accadde e quale fosse il deposito di aria fredda nei bassi strati.

    Qui in Puglia invece l'aria fredda giunta dai Balcani ha generato quel "potenziale" di freddo che con l'anticiclone ha dato vita a maestose inversioni. Due gelate di -1° a Lecce non sono frequentissime con simili termiche in quota e gpt. Indice quindi che i giorni precedenti hanno contato molto.

    Ora, l'ho fatta semplice, ma in realtà si dovrebbe parlare di capacità termica del suolo o di qualche altro parametro, più che di generico freddo nei bassi strati.

  9. #49
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona/Riviera (TI, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    3,203
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Non è il freddo a crearsi poco efficientemente, ma l'assenza di freddo nei bassi strati che consenta l'inversione.

    Nel Febbraio 2006 si veniva da Gennaio 2006...credo sia superfluo raccontare cosa vi accadde e quale fosse il deposito di aria fredda nei bassi strati.

    Qui in Puglia invece l'aria fredda giunta dai Balcani ha generato quel "potenziale" di freddo che con l'anticiclone ha dato vita a maestose inversioni. Due gelate di -1° a Lecce non sono frequentissime con simili termiche in quota e gpt. Indice quindi che i giorni precedenti hanno contato molto.

    Ora, l'ho fatta semplice, ma in realtà si dovrebbe parlare di capacità termica del suolo o di qualche altro parametro, più che di generico freddo nei bassi strati.
    Tutto nasceva dalle osservazioni al suolo e sta di fatto che io sto proprio notando una diminuzione del freddo a livello medio in inverno. Volutamente avevo portato il caso più eclatante di febbraio 2006 per rendere l'idea (ci sarebbe il caso ancora più clamoroso di gennaio 2002 di cui non ho dati).

    Mi pongo qualche domanda vedendo chiaramente come prima del 2010 circa 1 giornata su 3 vedeva gelate inferiori ai -5°C e nel decennio corrente quasi quasi è diventata 1 su 10 sia in dicembre che in gennaio (qua pure una tendenza alla diminuzione delle gelate 0°C). Tutto questo si inserisce nel contesto di una diminuzione generalizzata a livello annuo.

    Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-9-.pngGennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-10-.png

    Ora ci troviamo nel clou della stagione invernale, lavorano gli anticicloni e le inversioni, eppure noto minime veramente scarse (-1°C/-2°C/-4°C) che 15 anni fa vedevo... a novembre.

    Se vuoi analizzare qualcosa ti do in pasto la mia serie: Climatologie globale en decembre a Preonzo - Infoclimat


    Stazione Davis Vantage Pro 2 -> Dati live su altre piattaforme

  10. #50
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,383
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Tutto nasceva dalle osservazioni al suolo e sta di fatto che io sto proprio notando una diminuzione del freddo a livello medio in inverno. Volutamente avevo portato il caso più eclatante di febbraio 2006 per rendere l'idea (ci sarebbe il caso ancora più clamoroso di gennaio 2002 di cui non ho dati).

    Mi pongo qualche domanda vedendo chiaramente come prima del 2010 circa 1 giornata su 3 vedeva gelate inferiori ai -5°C e nel decennio corrente quasi quasi è diventata 1 su 10 sia in dicembre che in gennaio (qua pure una tendenza alla diminuzione delle gelate 0°C). Tutto questo si inserisce nel contesto di una diminuzione generalizzata a livello annuo.

    Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-9-.pngGennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche-graphique_infoclimat.fr-10-.png

    Ora ci troviamo nel clou della stagione invernale, lavorano gli anticicloni e le inversioni, eppure noto minime veramente scarse (-1°C/-2°C/-4°C) che 15 anni fa vedevo... a novembre.

    Se vuoi analizzare qualcosa ti do in pasto la mia serie: Climatologie globale en decembre a Preonzo - Infoclimat
    Gennaio 2002 si veniva da Dicembre 2001.

    Dovresti porre il confronto con mesi in cui non si veniva da alcuna ondata di freddo molto intensa, a parità di gpt e temperature in quota. Sono sicuro che non noteresti differenze nel caso.

    Sì, è diminuito il freddo invernale nelle tue lande, ma non perchè si autoproduce di meno, ma semplicemente perchè non vi arriva il carburante necessario perchè nelle notti successive, con alte pressioni, si verifichi freddo intenso.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •