Pagina 6 di 34 PrimaPrima ... 4567816 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 340
  1. #51
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona/Riviera (TI, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    3,203
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Gennaio 2002 si veniva da Dicembre 2001.

    Dovresti porre il confronto con mesi in cui non si veniva da alcuna ondata di freddo molto intensa, a parità di gpt e temperature in quota. Sono sicuro che non noteresti differenze nel caso.

    Sì, è diminuito il freddo invernale nelle tue lande, ma non perchè si autoproduce di meno, ma semplicemente perchè non vi arriva il carburante necessario perchè nelle notti successive, con alte pressioni, si verifichi freddo intenso.
    Ah io non avevo ancora tratto nessuna considerazione, stavo esponendo i dati . Quanto dici sul contesto preesistente è una cosa ovvia e giusta. Non è ancora spiegato tutto però, ora facciamo un confronto su quando abbiamo raggiunto una minima di -8°C (che è espressione di freddo di buona fattura, anche un contesto di gelo piuttosto forte).

    Mesi che sono riusciti a raggiungere -8°C:

    - Dal 2003 al 2010 (campione di 8 anni):
    Dicembre 2003, Gennaio 2004, Gennaio 2005, Marzo 2005, Novembre 2005, Dicembre 2005, Gennaio 2006, Febbraio 2006, Dicembre 2007, Gennaio 2008, Dicembre 2008, Dicembre 2009, Gennaio 2010, Dicembre 2010. 12 casi su 24 (50%) più due "fuori stagione".

    - Dal 2011 al 2019 (campione di 9 anni):
    Gennaio 2011, Febbraio 2012, Febbraio 2018. STOP! 3 casi su 27 (11%).


    Qua la questione è di lettura molto chiara: di fatto in questo decennio sembra diventata una cosa impossibile raggiungere quelle cifre senza andare a scomodare il buran, quando il decennio prima registrava queste forti gelate senza tanti patemi, e seguivo già allora la meteo, ho proprio notato come sia diventato più blando il freddo medio.

    Nel decennio scorso poi manco avevamo buran spettacolarizzati, erano tutte irruzioni che rendevano bene.

    Prendi anche una stagione mite come quella di dicembre 2007 o gennaio 2008, sono riusciti anche loro a registrare picchi forti. E non ci riesce un mese sfruttato bene come dicembre 2017 o il tanto decantato gennaio 2017?

    E poi anche il buran 2018 è riuscito solo per la porta di servizio a superare i -8°C perché anche lì non si stava mettendo bene la questione e da alcuni fu un flop (troppo föhn, qui è anche questione di come si posizionano le configurazioni... forse rendevano meglio una volta rispetto ora)
    Possibile che ora sembra di chiedere la luna? Parliamo veramente di una riduzione clamorosa, e tutto è collegato con quanto già esponevo prima.

    Una spiegazione è sicuramente quella dei contesti base freddi, difatti ora non se ne riesce mai a costruirne uno decente e tutto mi sa che è proporzionale anche in queste condizioni anticicloniche attuali, come nelle partite di calcio dove giochi con gli espulsi, non possiamo pretendere molto.


    Stazione Davis Vantage Pro 2 -> Dati live su altre piattaforme

  2. #52
    Vento fresco L'avatar di fabio03
    Data Registrazione
    09/11/13
    Località
    6 Km est di Mantova
    Messaggi
    2,489
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Prima decade di gennaio chiude a +1.0°C sulla mensile 61-90. Pioggia 1.2 mm da brina fusa.
    Neve inverno 2013: 45 cm. Neve inverno 2014: 0 cm. Neve inverno 2015: 5 cm. Neve inverno 2016: 2 cm. Neve inverno 2017: 0 cm. Neve inverno 2018: 17 cm. Neve inverno 2019: 1 cm.
    Estremi termici: +40.1°C (22/07/2015) -9.3°C (07/01/2017).

  3. #53
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,383
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Ah io non avevo ancora tratto nessuna considerazione, stavo esponendo i dati . Quanto dici sul contesto preesistente è una cosa ovvia e giusta. Non è ancora spiegato tutto però, ora facciamo un confronto su quando abbiamo raggiunto una minima di -8°C (che è espressione di freddo di buona fattura, anche un contesto di gelo piuttosto forte).

    Mesi che sono riusciti a raggiungere -8°C:

    - Dal 2003 al 2010 (campione di 8 anni):
    Dicembre 2003, Gennaio 2004, Gennaio 2005, Marzo 2005, Novembre 2005, Dicembre 2005, Gennaio 2006, Febbraio 2006, Dicembre 2007, Gennaio 2008, Dicembre 2008, Dicembre 2009, Gennaio 2010, Dicembre 2010. 12 casi su 24 (50%) più due "fuori stagione".

    - Dal 2011 al 2019 (campione di 9 anni):
    Gennaio 2011, Febbraio 2012, Febbraio 2018. STOP! 3 casi su 27 (11%).


    Qua la questione è di lettura molto chiara: di fatto in questo decennio sembra diventata una cosa impossibile raggiungere quelle cifre senza andare a scomodare il buran, quando il decennio prima registrava queste forti gelate senza tanti patemi, e seguivo già allora la meteo, ho proprio notato come sia diventato più blando il freddo medio.

    Nel decennio scorso poi manco avevamo buran spettacolarizzati, erano tutte irruzioni che rendevano bene.

    Prendi anche una stagione mite come quella di dicembre 2007 o gennaio 2008, sono riusciti anche loro a registrare picchi forti. E non ci riesce un mese sfruttato bene come dicembre 2017 o il tanto decantato gennaio 2017?

    E poi anche il buran 2018 è riuscito solo per la porta di servizio a superare i -8°C perché anche lì non si stava mettendo bene la questione e da alcuni fu un flop (troppo föhn, qui è anche questione di come si posizionano le configurazioni... forse rendevano meglio una volta rispetto ora)
    Possibile che ora sembra di chiedere la luna? Parliamo veramente di una riduzione clamorosa, e tutto è collegato con quanto già esponevo prima.

    Una spiegazione è sicuramente quella dei contesti base freddi, difatti ora non se ne riesce mai a costruirne uno decente e tutto mi sa che è proporzionale anche in queste condizioni anticicloniche attuali, come nelle partite di calcio dove giochi con gli espulsi, non possiamo pretendere molto.
    Ci sono vari fattori che entrano in gioco.

    Comunque esaminiamo tutte le date che hai elencato evidenziando le temperature a 850 hPa:

    • Dicembre 2003, le reanalisi mi portano una -8/-10 sulla Svizzera il 24, mica poco!
    • Gennaio 2004, in quota probabilmente c'era una -7
    • Gennaio 2005 e Febbraio 2005...non credo ci sia bisogno di controllare, comunque -12° sulla Svizzera a fine Gennaio e fino a -7/-8 a Febbraio
    • Gennaio 2006: -8° e aria continentale di pura fattura
    • Febbraio 2006: contesto gelido per l'irruzione di fine Gennaio, e inizio Febbraio con -6°
    • Dicembre 2007: credo sia superfluo, comunque una -8°
    • Gennaio 2008: freddo a inizio Gennaio con la -6°
    • Febbraio 2008: irruzione di magnitudo eccezionale, figurati che qui arrivò la -13°!
    • Dicembre 2009 e 2010 credo siano scontati
    • Gennaio 2010: -8 sulla Svizzera
    • Gennaio 2011: fece freddo anche qui, pensa che a Galatina -5°. Figuriamoci da te


    Dopo il 2011 ho visto una -8 nelle reanalisi sulla tua verticale solo nell'inverno 2011-12, nel 2013, a fine Dicembre 2014 (ma fugace), inizio Febbraio 2015 (molto fugace), Gennaio 2017 e Febbraio 2018. E basta!

    Non ho trovato altre irruzioni. Il numero si è come vedi drasticamente ridotto! Inoltre scommetto che non tutte le configurazioni che portano da te la -8 siano di per sè sufficienti per avere gelo intenso: ad esempio qui la -8 potrebbe tradursi in una cosa sterile e insignificante al suolo a causa del vento dal mare, tale che nemmeno ce ne accorgiamo.
    Credo da te c'entri il fohn, sicuramente.
    Negli inverni del decennio scorso c'era più dinamicità a Occidente, cosa che ora manca. Inoltre le stesse irruzioni duravano di più, solo nel 2017 è rimasta aria fredda per più di 36 h tra le irruzioni post-2012.

  4. #54
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona/Riviera (TI, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    3,203
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Ci sono vari fattori che entrano in gioco.

    Comunque esaminiamo tutte le date che hai elencato evidenziando le temperature a 850 hPa:

    • Dicembre 2003, le reanalisi mi portano una -8/-10 sulla Svizzera il 24, mica poco!
    • Gennaio 2004, in quota probabilmente c'era una -7
    • Gennaio 2005 e Febbraio 2005...non credo ci sia bisogno di controllare, comunque -12° sulla Svizzera a fine Gennaio e fino a -7/-8 a Febbraio
    • Gennaio 2006: -8° e aria continentale di pura fattura
    • Febbraio 2006: contesto gelido per l'irruzione di fine Gennaio, e inizio Febbraio con -6°
    • Dicembre 2007: credo sia superfluo, comunque una -8°
    • Gennaio 2008: freddo a inizio Gennaio con la -6°
    • Febbraio 2008: irruzione di magnitudo eccezionale, figurati che qui arrivò la -13°!
    • Dicembre 2009 e 2010 credo siano scontati
    • Gennaio 2010: -8 sulla Svizzera
    • Gennaio 2011: fece freddo anche qui, pensa che a Galatina -5°. Figuriamoci da te


    Dopo il 2011 ho visto una -8 nelle reanalisi sulla tua verticale solo nell'inverno 2011-12, nel 2013, a fine Dicembre 2014 (ma fugace), inizio Febbraio 2015 (molto fugace), Gennaio 2017 e Febbraio 2018. E basta!

    Non ho trovato altre irruzioni. Il numero si è come vedi drasticamente ridotto! Inoltre scommetto che non tutte le configurazioni che portano da te la -8 siano di per sè sufficienti per avere gelo intenso: ad esempio qui la -8 potrebbe tradursi in una cosa sterile e insignificante al suolo a causa del vento dal mare, tale che nemmeno ce ne accorgiamo.
    Credo da te c'entri il fohn, sicuramente.
    Negli inverni del decennio scorso c'era più dinamicità a Occidente, cosa che ora manca. Inoltre le stesse irruzioni duravano di più, solo nel 2017 è rimasta aria fredda per più di 36 h tra le irruzioni post-2012.
    Bravo per essere andato a cercare tutto . Sì, il fatto che entrano isoterme meno fredde e mancano ondate di freddo medio/forti è noto e ne avevamo parlato. A questo si aggiunge la problematica situazione a livello configurativo, la NAO+ qua è penalizzante, una Francia sede di HP al posto di LP pure, ecc.
    Per vedere girare l’inverno qua serve anche una certa interazione tra est ed ovest, cosa che ora manca, si meridianizzano troppo le dinamiche e poi succedono quei mesi deleteri orograficamente con correnti perenni da nord o sud che non rendono.
    Per il nord delle Alpi abbiamo dicembre 2019 da primavera, per il sud abbiamo gennaio 2017, 2019 e maggio 2019, questi sono stati buoni in quota ma scarsi al piano e soprattutto molto secchi per motivi di föhn. Anche eventi stile fine dicembre 2014 sono passati per inesistenti qua.

    Quello che mi chiedevo inizialmente è come la situazione anticiclonica odierna di questi giorni si sarebbe potuta verificare un decennio fa. Probabilmente con un contesto inerziale di base migliore si sarebbero registrati picchi più bassi (perché quelli odierni come già quelli di dicembre 2015 sono veramente insulsi).

  5. #55
    Vento fresco L'avatar di appassionato_meteo
    Data Registrazione
    01/09/14
    Località
    Artegna (UD) 191 mslm
    Messaggi
    2,575
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Ecco il primo riepilogo del 2020 ad Udine:


    • Media minime -1.9°C, -1.8°C dalla media 1992/2019, estremi -4.6°C/0.2°C, ottavo posto su 29 tra le più fredde, otto valori negativi.
    • Media medie 3.8°C, -0.1°C dalla media, estremi 1.1°C/6.2°C, 14° posto tra le più fredde, due valori sopra i cinque gradi.
    • Media massime 11°C, +3°C dalla media, estremi 7.7°C/13°C, nuova media record (battuto il 2014 di un decimo), sette valori in doppia cifra.
    • Escursione termica giornaliera media 12.9°C, +4.9°C dalla media, estremi 9.2°C/15.6°C, secondo posto tra le più alte.
    • Radiazione solare media 5860 KJ\mq, +1998 dalla media, estremi 4538/6889 KJ\mq, quinto posto tra le più soleggiate.
    • Pressione media 1016.1 hPa, +9.7 hPa dalla media 1994/2019, estremi 1010.9/1019.5 hPa, secondo posto su 27 tra le più alte.
    • Media ad 850 hPa 3.2°C, +3.5°C dalla media 1991/2019, estremi -0.7°C/7°C, secondo posto su 39 tra le più calde insieme al 1983, due valori negativi e tre sopra i cinque gradi.
    • Quota media ZT 2413 metri, +847 dalla media, estremi 1415/3285 metri, nuova media record (battuto il 2005 di 98 metri), quattro valori sotto i duemila metri (di cui uno sotto i 1500) ed undici sopra i 2500 (di cui un paio sopra i tremila).


    Stanteil bel tempo quasi indisturbato e l'assenza di irruzioni fredde, abbiamo avuto una situazione diversa a seconda di quale grandezza consideriamo: la media delle minime è stata discretamente bassa e, complice le giornate ancora molto brevi, pure la media delle medie.
    Molto caldo invece di giorno ed in quota; alti pure l'escursione termica, il soleggiamento e la pressione al suolo; inverno vero che continua a dormire.
    Discussione che raccoglie medie e statistiche sulle grandezze in quota (principalmente medie ad 850 hPa, quota ZT, geopotenziali a 500 hPa) di Udine:
    http://forum.meteotriveneto.it/showt...tiche-in-quota

  6. #56
    Vento forte L'avatar di kima
    Data Registrazione
    10/10/12
    Località
    Glarus Nord
    Età
    41
    Messaggi
    3,216
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Bravo per essere andato a cercare tutto . Sì, il fatto che entrano isoterme meno fredde e mancano ondate di freddo medio/forti è noto e ne avevamo parlato. A questo si aggiunge la problematica situazione a livello configurativo, la NAO+ qua è penalizzante, una Francia sede di HP al posto di LP pure, ecc.
    Per vedere girare l’inverno qua serve anche una certa interazione tra est ed ovest, cosa che ora manca, si meridianizzano troppo le dinamiche e poi succedono quei mesi deleteri orograficamente con correnti perenni da nord o sud che non rendono.
    Per il nord delle Alpi abbiamo dicembre 2019 da primavera, per il sud abbiamo gennaio 2017, 2019 e maggio 2019, questi sono stati buoni in quota ma scarsi al piano e soprattutto molto secchi per motivi di föhn. Anche eventi stile fine dicembre 2014 sono passati per inesistenti qua.

    Quello che mi chiedevo inizialmente è come la situazione anticiclonica odierna di questi giorni si sarebbe potuta verificare un decennio fa. Probabilmente con un contesto inerziale di base migliore si sarebbero registrati picchi più bassi (perché quelli odierni come già quelli di dicembre 2015 sono veramente insulsi).
    Temo che quello che è già successo per la primavera, l estate, e l autunno, adesso stia succedendo anche per l inverno.

  7. #57
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona/Riviera (TI, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    3,203
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da kima Visualizza Messaggio
    Temo che quello che è già successo per la primavera, l estate, e l autunno, adesso stia succedendo anche per l inverno.
    Anche te in fatto di racconti invernali sei messo malissimo.
    Se come dicevo, il sud delle Alpi quando fa freddo su mezza Europa viene penalizzato, in compenso talvolta è stata la zona meno peggio, vedi ad esempio gennaio 2018, dicembre 2019 dove il fulcro fu al nord.

  8. #58
    Vento moderato L'avatar di tarcisio
    Data Registrazione
    31/08/14
    Località
    Campobasso - 640 slm
    Messaggi
    1,452
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Prima decade del nuovo anno ( Campobasso - alt. 640 m circa ):

    TMax media: 10 °C
    Tmin media: 1,1 °C

    Precipitazioni mensili: 0 mm

    Anomalia temperature massime: +2,5 °C circa
    Anomalia temperature minime: in media
    "Quando incontrerete le prime ulivelle magre, solitarie, in bilico sui dirupi, coi rami stenti tormentati dalla bufera, sarete nel Contado di Molise" - F. Iovine

    Webcam streaming Piazza Municipio a Campobasso - 701 mslm http://www.meteoinmolise.com/webcam-campobasso-live/

  9. #59
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    13/01/15
    Località
    Avezzano (AQ)
    Messaggi
    622
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Comunque, il mese continua a veleggiare su valori termici medi sottomedia e soddisfacenti, per i primi 13 giorni di Gennaio siamo a 0.3 di media, poco più di un grado sotto la media.

  10. #60
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    32
    Messaggi
    23,869
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Gennaio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    01-12 Gennaio 2020

    Media massime: +10,7°
    Media minime: -1,1°
    Media grezza: +4,8° (+4,2°)
    Pioggia: 0.0mm

    Sopramedia over 4°C e non piove da 22 giorni. Tutto è tornato nella normalità finalmente, mi stavo già preoccupando
    Lou soulei nais per tuchi

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •