Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 23456 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 56
  1. #31
    Bava di vento L'avatar di Tarcii
    Data Registrazione
    13/08/19
    Località
    Ambivere (BG)
    Età
    18
    Messaggi
    108
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La più grande sorpresa meteorologica della vostra vita

    Citazione Originariamente Scritto da basso_piave Visualizza Messaggio
    I temporali deboli non esistono! I temporali sono già forme estreme dell'atmosfera per smaltire contrasti importanti ed energia "accumulata"
    Hai ragione effettivamente, intendevo dire che comunque non ci si aspettava neanche minimamente quello che è successo.
    Anywhere, whenever. Apart but still together...

  2. #32
    Burrasca
    Data Registrazione
    29/11/13
    Località
    Lentate s/S (MB)
    Messaggi
    6,758
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: La più grande sorpresa meteorologica della vostra vita

    Sorprese qui nell'Atacama? Ma quando mai (Clima spesso da sbadigli)! Anzi una sola ma negativa!
    Il 27-28 Lug 2019: Allarme Arancio, in vista forti TS.......Risultato: Sulla Lombardia il nulla assoluto, salvo qualche spruzzata di pioggia isolata.
    Si ebbe solo nuvolaglia flebile e sterile, prima Marino, poi Foehn.
    Pagina nera della Meteorologia. La LP Ligure prevista non si era formata e la Perturbazione si spezzo' in due all'altezza delle Alpi Occidentali.

  3. #33
    Bava di vento
    Data Registrazione
    20/05/19
    Località
    Napoli
    Età
    20
    Messaggi
    59
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La più grande sorpresa meteorologica della vostra vita

    27 Febbraio 2018
    Il King di ogni evento meteo a sorpresa. Non scorderò mai quel giorno, dopo la nevicata del giorno precedente (che fu già epocale) sembrava tutto finito, la sera del 26 ICON fiutava qualcosa per la mattina del 27 ma era il solo ed in ogni caso non sembrava nulla più che una spolveratina. Mi addormentai sconsolato, pensando a chissà dopo quanto tempo avrei visto una nevicata simile a Napoli. La mattina dopo, mentre mi apprestavo a prepararmi per la scuola entrò mia madre in stanza e mi disse che stava nevicando; io chiesi quanto e lei rispose "più di ieri"... corsi immediatamente nel salotto dove le persiane erano alzate e ciò che vidi fu un qualcosa che mi lascio senza parole; paesaggio completamente bianco, come in una cartolina di montagna, con la neve che cadeva copiosa dal cielo, di qualità migliore di quella del giorno precedente, decisamente più fradicia, che continuò a cadere per diverse ore. Non c'è altro da dire, semplicemente irripetibile

    16 Giugno 2014
    All'epoca non seguivo ancora i modelli, di conseguenza vivevo la meteo molto più alla giornata. Mi ricordo che la giornata inizio semplicemente bigia, come tante altre giornate instabili di inizio estate. Destino vuole, era anche la giornata in cui avrei saputo se ero stato bocciato o no dopo un primo anno di liceo abbastanza difficoltoso. In tarda mattinata vengono affissi i quadri, io mi avvio verso la scuola, il cielo è ancora bigio ma non c'è nessuna avvisaglia di eventi particolari. Quando arrivo a scuola il cielo comincia a incupirsi verso ovest, intanto scopro di essere stato promosso, grande gioia. Sulla strada di ritorno il cielo diventa sempre più cupo, cominciano a udirsi tuoni. Quando arrivo a casa la situazione "degenera" molto velocemente, il cielo si scurisce come poche volte avevo visto in vita mia, erano le 13:00 e sembrava tarda serata, tuoni e lampi divennero fragorosi e comincio a levarsi un forte vento da Ovest. Finalmente dopo qualche minuto di attesa sulla città si abbatte di gran lunga il temporale più forte che abbia mai visto, con pioggia torrenziale, violente raffiche di downburst che superarono i 100 km/h e grandine che non fu particolarmente grande ma cadde fittissima. Il tutto durò per circa 10 minuti. Ho sempre trovato divertente che tale violento fenomeno atmosferico coincise esattamente con la catarsi della mia promozione.

    5 Settembre 2015
    Il più imponente temporale grandinigeno che abbia mai visto, roba degna delle plains. I prodromi furono molto simili a quelli dell'evento descritto sopra, ma invece di un Wet Downburst il temporale si manifestò con Chicchi di grandine dal diametro superiore ai 5 cm. Il frastuono che facevano non lo scorderò mai, sembrava che cadessero pietre dal cielo.

    9 Febbraio 2015
    Il Fratello molto minore (diciamo cugino lontano di terzo grado) del febbraio 2018. Ovviamente non c'è il minimo paragone fra i due eventi, ma all'epoca quell'inaspettata nevicata che seppur coreografica fu bella fitta mi sembrò davvero il massimo; se solo avessi saputo...

    31 Dicembre 2014
    Non Tanto per la neve, che ingenuamente davo per scontato, ma la gelata di quella mattina fu una cosa pazzesca, l'unica volta in cui da me sono gelate le tubature. Non posso mai scordare la facciata di un palazzo ricoperta di stalattiti di Ghiaccio, alla "The Day After Tomorrow", causati dallo scoppio di un tubo esterno che aveva riversato acqua ovunque. Nemmeno il gennaio 2017 mostrò scenari del genere (invero penso più per una tenuta migliore dei tubi che per le termiche, che se non erro furono più basse), e parlando del diavolo...

    MENZIONE DI DISONORE

    6-8 Gennaio 2017
    Una bella sorpresa in negativo; avevo aspettative enormi per quell'irruzione e alla fine fu un'i******a incredibile. Non fece un benamato cavolo, solo un freddo incredibile che, per carità, meglio di niente, ma se non accompagnato dalla sostanza non me ne faccio molto. Non tirò un filo di vento (da ventofilo mi pregustavo una bella tempesta di grecale, invece niente di niente) e il massimo della neve furono due fiocchetti inconsistenti. Col senno di poi oggi avrei saputo vedere che a parte le termiche per il napoletano non sarebbe stato niente di che, ma all'epoca, quando ero un'ingenuo neo-diciassettenne che gli bastava vedere il blu sulle carte di meteociel per gasarsi abbestia, fu una delusione così scottante che ancora mi fa male quando mi siedo.
    Ultima modifica di JippaLippa; 12/01/2020 alle 20:55

  4. #34
    Burrasca
    Data Registrazione
    29/01/14
    Località
    Alpignano(TO)
    Età
    25
    Messaggi
    6,860
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La più grande sorpresa meteorologica della vostra vita

    La mia più grande sorpresa meteorologica? Quando un anno chiuderà sottomedia termica 🤣🤣🤣

  5. #35
    Calma di vento
    Data Registrazione
    23/05/14
    Località
    Ripalimosani(CB)
    Messaggi
    46
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La più grande sorpresa meteorologica della vostra vita

    La mia è riferita ad un mese di aprile degli anni '80,tra 1981 e 1985 credo,vivevo ancora a casa dei miei in un paesino ai monti del Matese in provincia di Caserta a 467 slm.Al risveglio di quella mattina del tutto inaspettato ritrovai un paesaggio silenzioso e ammantato e di bianco,una ventina di cm tutti caduti durante la nottata,.Cosa insolita per quei territori anche negli inverni più nevosi.
    Ho visto ,dove vivo ora, Campobasso nevicate con accumuli eolici di tre metri di fronte casa mia ma nulla mi riporta alla mente la magia di quel giorno.

    Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk

  6. #36
    Calma di vento
    Data Registrazione
    23/05/14
    Località
    Ripalimosani(CB)
    Messaggi
    46
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La più grande sorpresa meteorologica della vostra vita

    Citazione Originariamente Scritto da Mike65 Visualizza Messaggio
    La mia è riferita ad un mese di aprile degli anni '80,tra 1981 e 1985 credo,vivevo ancora a casa dei miei in un paesino ai monti del Matese in provincia di Caserta a 467 slm.Al risveglio di quella mattina del tutto inaspettato ritrovai un paesaggio silenzioso e ammantato e di bianco,una ventina di cm tutti caduti durante la nottata,.Cosa insolita per quei territori anche negli inverni più nevosi.
    Ho visto ,dove vivo ora, Campobasso nevicate con accumuli eolici di tre metri di fronte casa mia ma nulla mi riporta alla mente la magia di quel giorno.

    Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk
    Gennaio 2017,non è stata accumulata dallo spazzaneve,ha fatto tutto Eolo!-img_20190721_153357_215.jpg

    Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk

  7. #37
    Uragano L'avatar di zione
    Data Registrazione
    15/06/02
    Località
    Sondrio 290 m. (SO)
    Età
    50
    Messaggi
    46,561
    Menzionato
    48 Post(s)

    Predefinito Re: La più grande sorpresa meteorologica della vostra vita

    Due su tutte direi, ed ovviamente sempre legate ad episodi nevosi (ma pensa... )

    28/10/2012 Parto con la piu' recente: il giorno prima un po' di pioggia (16 mm) ed anche piuttosto mite, visti gli estremi di +6.8°/+14.0°. I modelli davano per il giorno successivo la "chiusura" di un minimo quasi padano e qualche prp (scarsa, vista la sinottica) pure quassu' in mezzo alle Alpi, con pero' un discreto calo termico e quindi, ad essere stati ottimisti, magari qualche fiocco sino a 1000 m o poco piu' sotto. Vado a letto praticamente alla mezzanotte con circa +7° (+6.9° per la precisione, sara' la Tmax del 28/10....) ed ancora un po' di pioggia, ovviamente senza alcuna "pretesa" per quello che verra', al massimo speravo ancora in qualche mm... Mi svegliai verso le 07:00 del mattina causa rumore della pioggia sui velux/tetto (abito in mansarda), piuttosto stupito da tale "inaspettata" intensita' della pioggia mi alzo ed esco in salotto a vedere: stava piovendo forte e ventato, e vidi una "strana" nebbiolina a ridosso dei versanti, fin quasi al fondovalle..... Ancora mezzo "rinco" guardai meglio dalla finestra, era neve che stava incredibilmente scendendo poco sopra i 500 m di quota e non solo, fuori si vedevano gia' distintamente i primi "traccianti" tra la pioggia !! Guardai la console della Davis, c'erano circa +3° con T che scendeva quasi a vista d'occhio ! In conclusione, ci mise poco a trasformarsi totalmente in neve anche qui a Sondrio, verso le 08:00 era quasi una bufera, poi fu neve davvero intensa e vera con la T che scese in tarda mattinata sino a +0.3° !! Alla fine nevico' a tratti anche intensamente sino verso le 17:00, poi smise con gli ultimi fiocchetti dal cielo: l'accumulo pero' fu "solo" di 10 cm, arrivata a tale altezza infatti la neve si compatto' senza piu' crescere di spessore. Poco male, dati alla mano e' stata una delle nevicate piu' precoci e abbondanti qui almeno degli ultimi 40-50 anni (ma forse anche oltre...), quindi direi che la sorpresa e lo stupore furono enormi !

    21/12/1991 Evento che ho gia' citato piu' volte e che credo possa essere un qualche cosa di storico e con (forse...) tempi di ritorno secolari..... Era previsto favonio, visto l'arrivo di correnti molto tese da WNW, ed invece fece qui uno sfondamento a dir poco "epico", con circa 50 (cinquanta !!) cm di neve caduti dal primo mattino al tardo pomeriggio: se volete andate a rivedervi negli archivi delle mappe la configurazione che ci fu, e' quasi da non credere cosa accadde qui ! Ed io c'ero ed avevo quasi 22 anni, quindi l'ho vissuto appieno (a dirla tutta andando in giro tutto il giorno con la macchina e catene sulle gomme a far "traversi" in ogni dove, tant'e' che entro sera mi si ruppero le catene..... )



    Fabio Pozzoni (Socio Fondatore MeteoNetwork)

    I miei dati Meteo in real time su MyMnwPro, CML e WU

    E' meglio essere ottimisti ed aver torto piuttosto che pessimisti ed aver ragione Albert Einstein
    ______________________________
    Ciao Alessandro......

  8. #38
    Vento fresco L'avatar di OssolanoSfaticato
    Data Registrazione
    16/12/16
    Località
    Montecrestese, 280mslm (VB)
    Età
    26
    Messaggi
    2,195
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La più grande sorpresa meteorologica della vostra vita

    Che poi, senza andare chissà quanto indietro, una bellissima (anzi forse due) sorprese nevose, mi sono state regalate quest'inverno. Molto bello quando a metà novembre con circa una zero a 850hpa e molti (tra cui io), a credere che la neve potesse scendere nella notte fino nel fondovalle in maniera copiosa, le attese furono poi rispettate ed alla mattina aprendo le finestre speranzoso ho trovato 18cm di neve pesantissima. Ho passato molti inverni a sperare in questi eventi borderline rimanendone poi deluso, svegliandomi di notte senza sentire passare nessuno spartineve o la mattina trovando 1cm di schifo.

    Alla fine in questo inverno avaro è stato un bellissimo episodio.

    Sopresa negativa, sempre di questo inverno, veder fondere () metri di neve fino a quote impensabili ed in luoghi impensabili, già entro la fine di dicembre. Mai avrei creduto di avere 50-60cm di neve pesante (battuta poi sulla strada dalle motoslitte) in baita da me e di poterci arrivare senza problemi già prima di capodanno con la mia yaris. Ok l'esposizione a sud, ma eravamo a fine novembre non a marzo...
    "la putenza l'è nagòtt senza el cuntroll"

    Gite nevose: Alpe Aleccio, Crodo, 1480m

  9. #39
    Vento teso
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    1,871
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: La più grande sorpresa meteorologica della vostra vita

    La mia sorpresa invece sara' quando i mesi deputati a far da inverno non si saranno spostati a Marzo , Aprile o Maggio come lo scorso….

    e quando le estati non sapranno d'Africa interamente fino ad Ottobre.

  10. #40
    Vento fresco
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    34
    Messaggi
    2,031
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: La più grande sorpresa meteorologica della vostra vita

    Direi due eventi in particolare:

    31/1/2003 temporale nevoso a fiocchi enormi con tuoni e fulmini con una configurazione piuttosto anomala per la neve qui visto il poco freddo a 850hpa (circa -1/-2°). Ma fu proprio la forza precipitativa a far nevicare così intensamente che in mezz'ora caddero 3cm su suolo fradicio di pioggia e con temperature positive. Inutile dire che fu l'unico temporale nevoso a cui abbia mai assistito.


    18/12/2010 Una forte ondata fredda misto artico-continentale arriva il 17 in retrogressione sull'Italia con isoterme di -10/-12° a 850hpa sul centro Italia. La mattina del 18 dopo una minima di oltre -8° il cielo si copre e si mantiene coperto fino ad ora di pranzo con temperature che oscillavano attorno agli 0°/+1°. Verso le 14 inizia a nevicare per via di un sovrascorrimento umido che scarica 4/5cm di neve. Purtroppo dalla sera assisto, anche qui per la prima volta, al gelicidio con pioggia debole e temperatura di -1°. Quando si dice la tempistica perfetta, anche se poi la natura tende a fare come vuole, nel bene e nel male. Resterà comunque la nevicata a cui nessuno credeva, non scommettendoci nemmeno 1 centesimo.
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •