Pagina 6 di 11 PrimaPrima ... 45678 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 110
  1. #51
    Tempesta L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    26
    Messaggi
    12,154
    Menzionato
    636 Post(s)

    Predefinito Re: Le nuove medie climatiche 1991-2020

    Citazione Originariamente Scritto da Alfredo89 Visualizza Messaggio
    No nessun astio ci mancherebbe. Solo uno spunto di discussione su un comportamento quantomeno sospetto a prima vista. Ti andrebbe di condividere i tuoi studi? Sono appassionato di serie climatiche

    Ti sei limitato a prendere i dati grezzi o hai applicato dei filtri, tipo il Craddock o il Mann-Kendall test? È un lavorone eh... Se lo hai fatto chapeau
    Nono, nessun metodo .
    Ho eseguito un confronto empirico, che non sarà quei test, ma credo sia altrettanto valido.
    Ho praticamente:
    • valutato singolarmente, mese dopo mese, tutti i dati a mia disposizione dal Gennaio 1951 al Gennaio 2006 (data dalla quale osservo i dati dell'aeroporto ogni giorno a ogni mezz'ora)
    • valutato singolarmente, giorno dopo giorno, i dati dei radiosondaggi per vedere se le rilevazioni al suolo corrispondevano nella maggioranza dei casi ai dati triorari aeroportuali che avevo a disposizione su Infoclimat
    • valutato giorno dopo giorno se la differenza "temperature in quota a 850 hPa - temperature al suolo" era identica a oggi, cioè se a parità di condizione ci fossero differenze tali da ipotizzare sovrastime o sottostime eventuali
    • valutato, se ci fossero differenze, quali condizioni avrebbero potuto causarle
    • confrontato i dati con quelle di stazioni limitrofe nei limiti di tale pratica (Lecce Galatina ad esempio è sempre più fredda nelle minime di Brindisi, e le massime hanno una particolare differenza che varia tra inverno ed estate; lo stesso con Bari Palese)
    • se notavo valori troppo bassi, li correggevo (nella serie ad esempio c'è un errore a Luglio 2000, poi dati scritti male nel Novembre 2000 o 2001, e un altro nel Gennaio 1989 che causano una forte sottostima delle medie di quei mesi
    • dopo il 2006 ho sempre vissuto controllando ogni mezz'ora i METAR , quindi stai tranquillo che da allora non sono accadute sottostime o sovrastime o me ne sarei accorto (infatti è accaduto nel periodo Gennaio-Marzo 2016, e qualche rara volta in altre occasioni; tutto sistemato quando ho fatto la revisione di quei dati nell'ultimo anno)
    • dal 2014 esistono delle stazioni meteorologiche amatoriali in periferia, e ho spesso usato quelle come confronto. Sempre dal 2014 circa esiste anche una stazione delle rete idrografica


    Non sono quei test, ma fare tutto questo mi ha richiesto un sacco di tempo.

    Questo articolo è del 2010, e il commento lo scrissi io (era il lontano 2016, a testimonianza che è un lavoro che ho fatto da anni):
    Un Brindisi al clima | Climatemonitor

    I dati del 2000 sono sospetti come vedi anche per loro, ma dal confronto con i radiosondaggi non sono mal rilevati, e il tutto è spiegabile con il particolare pattern di quegli anni che vide l'opposto dei tempi recenti. All'epoca a essere sfavorito era il Sud-est italico, e non il NW nello specifico, tanto che tutti i record di caldo, eccetto per Aprile e per Settembre, risalgono al 2000-2003.

  2. #52
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Le nuove medie climatiche 1991-2020

    Citazione Originariamente Scritto da Alfredo89 Visualizza Messaggio
    A sto punto si dovrebbe abbassare il pre 2004-05 (lì è successo qualcosa. Staratura? Cambio sensori?) che ha introdotto un cambiamento di natura non climatologica. È più comodo adeguare il post che il pre solo per comodità ma l'importante è mantenere la stessa modalità di rilevamento.

    Ci sta anche una minima componente configurativa che spiega il minore coinvolgimento di quell'area nel warming, ma non mezzo grado
    È tantissimo
    In effetti non fa mezza piega ciò che dici

  3. #53
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Le nuove medie climatiche 1991-2020

    Citazione Originariamente Scritto da Alfredo89 Visualizza Messaggio
    No ma non c'entra il singolo dato. È che a prescindere bisogna usare serie omogenee, se no confrontiamo patate e piselli

    Può essere poi che non abbia gelato nel 2002, magari per contingenze dovute alla nuvolosità
    Esatto

  4. #54
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    35
    Messaggi
    11,082
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Le nuove medie climatiche 1991-2020

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Esatto
    sì ma io ho capito che si stava parlando di un dato puntuale non di serie (omogenee o meno)
    cioè l'occorrenza di minime sottozero in alcune località litoranee o prossime al mare durante gli episodi di cui sono state riportate le reanalisi
    è stata citata Brindisi e allora per fare un confronto ho preso Bari
    C'ho la falla nel cervello


  5. #55
    Tempesta L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    26
    Messaggi
    12,154
    Menzionato
    636 Post(s)

    Predefinito Re: Le nuove medie climatiche 1991-2020

    Giugno è il mese che si è riscaldato di più a Brindisi assieme ad Agosto. Ecco perchè questa specifica analisi sulle nuove medie climatiche 1991-2020 assume un particolare significato, e merita un interessante approfondimento.

    Partiamo con l'enunciazione delle nuove medie a Brindisi Casale:

    media min: 19,1°
    media max: 27,1°
    media delle medie: 23,1°

    La media di Giugno 91/20 è dunque +0,35° superiore alla media 81/10
    La media max, in particolare, è +0,3° dalla 81/10.
    La media min è invece +0,4° dalla 81/10.

    Pesano tantissimo in questo aumento i mesi di Giugno degli anni 10, primi tra tutti 2012, 2017 e 2019, chiusi a 24° (2012), e 24,4° di media (2017, 2019), ovvero rispettivamente a +1,3° e +1,7° dalla vecchia 81/10.
    Con il passaggio dalla 81/10 alla 91/20, infatti, si perde il decennio '80 ma si acquista quello degli anni '10, per cui la differenza tra le due trentennali nasce dal fatto che gli anni 10, appunto, sono stati più caldi degli anni 80.
    Il contrasto con gli anni 80 è davvero marcato, considerando che solo il 1982 compensa uno degli anni 10 (essendo ai livelli, praticamente, del 2012) e che ci furono tre mesi di Giugno davvero freddi (1983, 1984, 1989) che invece non si ritrovano nell'ultimo decennio.


    Inutile dire come il mese si sia sfigurato: dell'intero trentennio 1991-2020, solo due anni (2013 e 2020) hanno chiuso sotto l'arcaica 51-90 (le due trentennali 51/80 e 61/90 sono infatti identiche), e solo il 2006 in media 51/90.
    C'è stato dunque un netto cambiamento iniziato proprio con gli anni 90. Ecco perchè, se considerassimo come cut-off il 1990, avremmo due ere climatiche a Giugno:

    • l'era pre-1990, in cui la media era 21,7°
    • l'era post-1990 in cui la media è 23,1°

    Tra le due, un incredibile salto di ben +1,4°!

    Per capire come si è dispiegato questo warming così netto e deciso in così poco tempo, è interessante esaminare nel dettaglio la media di ogni decennio dagli anni 50 in avanti. E le sorprese, credetemi, non mancano.

    1951-1960
    media min: 17,6°
    media max: 26,6°
    media tot: 22,1°

    1961-1970
    media min: 17,5°
    media max:
    25,7°
    media tot: 21,6°

    1971-1980
    media min:
    17,2°
    media max:
    25,7°
    media tot: 21,5°


    1981-1990
    media min: 18°
    media max: 26°
    media tot: 22°

    1991-2000
    media min: 18,9°
    media max:
    27,2°
    media tot: 23,1°


    2001-2010
    media min: 19,1°
    media max: 27,1°
    media tot:
    23,1°

    2011-2020
    media min:
    19,3°
    media max: 26,9°
    media tot: 23,1°


    Ed ecco la sorpresa.
    Sì, perchè fino a ieri credevo che il trend fosse in costante ascesa, in linea con il GW. Invece abbiamo raggiunto repentinamente e improvvisamente una nuova media (il tutto è avvenuto al passaggio tra anni 80 e 90, e vi dirò di più, è possibile identificare il gradino definitivo tra passato e presente nel 1993, primo anno con un Giugno con una media molto alta da cui non si è tornati più indietro), attorno al quale oscilliamo nonostante l'aumento delle temperature globali!

    Se dovessimo dar retta a questi dati, nei prossimi decenni la media di Giugno dovrebbe restare attorno alla 91/20, stabilizzandosi .
    Analizzando lo scostamento delle anomalie brindisine da quelle nazionali, scopriamo questo quadro:

    • negli anni 90, Brindisi ha avuto anomalie leggermente più alte che a livello italico (+0,1°)
    • negli anni 2000, Brindisi ha avuto anomalie inferiori al quadro italico (-0,5°)
    • negli anni 2010, Brindisi ha avuto anomalie inferiori al quadro italico (-0,7°)



    E' davvero incredibile. A quanto pare il warming si è arrestato mentre prosegue imperterrito nel resto della penisola.
    Non so se questo quadro sia imputabile a un maggiore riscaldamento del Nord, come ho l'impressione sia avvenuto.
    Ho infatti il sentore, da diversi anni, che il Giugno degli anni 90 abbia costituito per il Sud un drastico cambiamento che al Nord non è stato avvertito: le anomalie italiche quindi sono state tenute a bada, in quel decennio, dal Nord che ancora viveva eventi freschi di rilievo, mentre il Sud sperimentava situazioni improvvisamente molto più calde della media del tempo, e degne di oggi, magari a causa di prefrontali.

    Negli anni 2000 le isoterme che progressivamente andavano a espandersi dalle latitudini africane verso nord, e che già avevano conquistato il Sud nel decennio precedente, hanno invaso anche il Nord. L'espansione non è stata seguita, tuttavia, da un'accentuazione delle isoterme medie al Sud.
    In effetti, analizzando i radiosondaggi di Brindisi (a 850 hPa, lo strato più prossimo al suolo), le medie decennali sono cambiate in questo modo negli ultimi tre decenni:

    1991-2000: 14,5°
    2001-2010: 14,8° (+0,3)
    2011-2020: 14,8° (=)

    I valori degli ultimi due decenni sono identici persino nei decimali!
    Questo conferma in quota quanto già si vede al suolo: un violento step verso l'alto negli anni 90, e poi una stabilizzazione sulla nuova media.

    Negli anni 2010 il trend si è confermato. Inoltre la posizione orientale pugliese, esposta a correnti fredde e sottovento al mare, potrebbe aver esaltato ulteriormente il divario che si sta creando.
    Sarebbe interessante, in proposito, se l'analisi di altre stazioni storiche del Meridione confermasse il trend di stasi o leggero aumento che ho notato per Brindisi.

    @Perlecano, che ne pensi? Sei tu l'esperto.
    Empiricamente ho notato che le medie 61-90 e 71-00 in molte stazioni AM del Nord, infatti, sono pressocchè invariate.
    Diverso dal Sud e dalla Sicilia, dove c'è una differenza anche di +0,5, segno che il riscaldamento era già partito in quarta negli anni 90.



    L'avvenuto warming è evidenziabile anche da altri parametri:

    • dal 1951 al 1993, solo 6 minime erano state superiori a 23°. Ora ne accadono 2 all'anno di media
    • dal 1951 al 2002, solo 3 minime erano state superiori a 24° (2 nel 1994, solo una dunque nei 43 anni precedenti!). Ora se ne verifica una ogni due o tre anni. Escludo il 2003 che da solo ha fatto più min over 24° che nei restanti 69 anni della serie!
    • nel 2019, 8 min sopra i 24° in ultima decade
    • la prima minima tropicale nel trentennio 51-80 si verificava il 17/6. Nel 91/20 si verifica l'8/6 di media. Interessante che nonostante questo dalla 81/10 abbiamo anticipato solo di un giorno.
    • siamo passati da 5 minime tropicali (≥ 20°) nella 51-80 e 61-90, a 11-12 nella 91-20.
    • il numero di giornate di calore è aumentato da 3 (51-90) a 5 (81-10 e 91-20)



    In sintesi: cosa aspettarsi per i prossimi anni? Una stabilizzazione? O un ulteriore aumento?
    Io credo ci sarà un aumento, ma sarà molto più lento di quello visto nei decenni e nelle trentennali passate.
    Ma siamo qui per scoprirlo, ed è questo il bello della meteorologia!

    Le nuove medie climatiche 1991-2020-evoluzione-termica-dei-decenni-brindisi-1951-2020.png
    Ultima modifica di burian br; 05/07/2020 alle 19:30

  6. #56
    Burrasca forte L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    24
    Messaggi
    9,882
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Le nuove medie climatiche 1991-2020

    Riepilogo del mese di MAGGIO

    Per Fasano (stazione meteo della protezione civile)

    Media 1971-2000

    Temperature minime: 15.08°C
    Temperature massime: 22.36°C
    Media: 18.72°C

    Piogge: 29 mm
    Giorni piovosi (accumulo > 1 mm): 4.9

    Media 1981-2010

    Temperature minime: 15.88°C
    Temperature massime: 23.12°C
    Media: 19.50°C

    Piogge: 33 mm
    Giorni piovosi (accumulo > 1 mm): 4.9

    Media 1991-2020

    Temperature minime: 16.10°C
    Temperature massime: 23.40°C
    Media: 19.75
    °C

    Piogge: 36 mm
    Giorni piovosi (accumulo > 1 mm): 5.1


    Nel confronto con le varie medie trentennali, emerge un elemento di novità rispetto ai primi 4 mesi analizzati, e cioè l'aumento delle piogge per il mese di maggio, a fronte di un lievissimo aumento delle giornate piovose. Dal punto di vista termico, maggio recupera 1°C nelle medie trentennali.
    Avatar: la mia splendida micia

  7. #57
    Burrasca forte L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    24
    Messaggi
    9,882
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Le nuove medie climatiche 1991-2020

    Ho fatto, come per i mesi precedenti, lo stesso lavoro sulle medie decennali

    Anni 1970-1979

    Temperature minime: 14.05°C
    Temperature massime: 22.25°C
    Media: 18.38°C

    Piogge: 26 mm
    Giorni piovosi (accumulo >1 mm): 4.7

    Anni 1980-1989

    Temperature minime: 14.87°C
    Temperature massime: 22.03°C
    Media: 18.45°C

    Piogge: 31 mm
    Giorni piovosi (accumulo >1 mm): 5.3

    Anni 1990-1999

    Temperature minime: 15.52°C
    Temperature massime: 22.43°C
    Media: 18.98°C

    Piogge: 30 mm
    Giorni piovosi (accumulo >1 mm): 4.8

    Anni 2000-2009

    Temperature minime: 17.33°C
    Temperature massime: 24.94°C
    Media: 21.14°C

    Piogge: 35 mm
    Giorni piovosi (accumulo >1 mm): 4.5

    Anni 2000-2019

    Temperature minime: 15.49°C
    Temperature massime: 22.82°C
    Media: 19.16°C

    Piogge: 43
    Giorni piovosi (accumulo >1 mm): 6.3

    A corredo vi lascio i due grafici relativi all'andamento decennale termico e pluviometrico
    Le nuove medie climatiche 1991-2020-termico-decennale-maggio.png
    Le nuove medie climatiche 1991-2020-pluviometrico-decennale-maggio.png

    Come vedete, il decennio più caldo per maggio non è quello trascorso, che invece ha visto una battuta d'arresto e un ritorno (quasi) ai valori degli anni '90. Il decennio più caldo è il primo degli anni 2000, con mesi come maggio 2000, 2003 e 2009 che sono sul podio. Nell'ultimo decennio si registra invece la media del maggio 2019, risultato il più freddo dal maggio 1991, che attualmente resta record.
    A livello pluviometrico si evidenzia un netto balzo della piovosità, con l'ultimo decennio che, merito di anni come 2016, 2019 e 2010 (i primi tre per piovosità dal 1970), risulta il più piovoso. I meno piovosi risultano gli anni '70.

    Vi lascio infine i due grafici che presentano l'andamento generale dal 1970 al 2020
    Le nuove medie climatiche 1991-2020-maggio-1970-2020-termo-.png
    Le nuove medie climatiche 1991-2020-maggio-1970-2020-pluvio-.png

    Conclusione: Maggio negli ultimi 50 anni è divenuto molto più piovoso, dal punto di vista termico ha recuperato circa 2°C, in linea con aprile.
    Avatar: la mia splendida micia

  8. #58
    Burrasca forte L'avatar di Graziano Patruno
    Data Registrazione
    16/07/04
    Località
    Conversano 220mt
    Età
    37
    Messaggi
    8,195
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Le nuove medie climatiche 1991-2020

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Giugno è il mese che si è riscaldato di più a Brindisi assieme ad Agosto. Ecco perchè questa specifica analisi sulle nuove medie climatiche 1991-2020 assume un particolare significato, e merita un interessante approfondimento. Immagine


    Partiamo con l'enunciazione delle nuove medie a Brindisi Casale:

    media min: 19,1°
    media max: 27,1°
    media delle medie: 23,1°

    La media di Giugno 91/20 è dunque +0,35° superiore alla media 81/10
    La media max, in particolare, è +0,3° dalla 81/10.
    La media min è invece +0,4° dalla 81/10.

    Pesano tantissimo in questo aumento i mesi di Giugno degli anni 10, primi tra tutti 2012, 2017 e 2019, chiusi a 24° (2012), e 24,4° di media (2017, 2019), ovvero rispettivamente a +1,3° e +1,7° dalla vecchia 81/10.
    Con il passaggio dalla 81/10 alla 91/20, infatti, si perde il decennio '80 ma si acquista quello degli anni '10, per cui la differenza tra le due trentennali nasce dal fatto che gli anni 10, appunto, sono stati più caldi degli anni 80.
    Il contrasto con gli anni 80 è davvero marcato, considerando che solo il 1982 compensa uno degli anni 10 (essendo ai livelli, praticamente, del 2012) e che ci furono tre mesi di Giugno davvero freddi (1983, 1984, 1989) che invece non si ritrovano nell'ultimo decennio.


    Inutile dire come il mese si sia sfigurato: dell'intero trentennio 1991-2020, solo due anni (2013 e 2020) hanno chiuso sotto l'arcaica 51-90 (le due trentennali 51/80 e 61/90 sono infatti identiche), e solo il 2006 in media 51/90.
    C'è stato dunque un netto cambiamento iniziato proprio con gli anni 90. Ecco perchè, se considerassimo come cut-off il 1990, avremmo due ere climatiche a Giugno:

    • l'era pre-1990, in cui la media era 21,7°
    • l'era post-1990 in cui la media è 23,1°

    Tra le due, un incredibile salto di ben +1,4°! Immagine


    Per capire come si è dispiegato questo warming così netto e deciso in così poco tempo, è interessante esaminare nel dettaglio la media di ogni decennio dagli anni 50 in avanti. E le sorprese, credetemi, non mancano.

    1951-1960
    media min: 17,6°
    media max: 26,6°
    media tot: 22,1°

    1961-1970
    media min: 17,5°
    media max:
    25,7°
    media tot: 21,6°

    1971-1980
    media min:
    17,2°
    media max:
    25,7°
    media tot: 21,5°


    1981-1990
    media min: 18°
    media max: 26°
    media tot: 22°

    1991-2000
    media min: 18,9°
    media max:
    27,2°
    media tot: 23,1°


    2001-2010
    media min: 19,1°
    media max: 27,1°
    media tot:
    23,1°

    2011-2020
    media min:
    19,3°
    media max: 26,9°
    media tot: 23,1°


    Ed ecco la sorpresa. Immagine

    Sì, perchè fino a ieri credevo che il trend fosse in costante ascesa, in linea con il GW. Invece abbiamo raggiunto repentinamente e improvvisamente una nuova media (il tutto è avvenuto al passaggio tra anni 80 e 90, e vi dirò di più, è possibile identificare il gradino definitivo tra passato e presente nel 1993, primo anno con un Giugno con una media molto alta da cui non si è tornati più indietro), attorno al quale oscilliamo nonostante l'aumento delle temperature globali!

    Se dovessimo dar retta a questi dati, nei prossimi decenni la media di Giugno dovrebbe restare attorno alla 91/20, stabilizzandosi Immagine
    .
    Analizzando lo scostamento delle anomalie brindisine da quelle nazionali, scopriamo questo quadro:

    • negli anni 90, Brindisi ha avuto anomalie leggermente più alte che a livello italico (+0,1°)
    • negli anni 2000, Brindisi ha avuto anomalie inferiori al quadro italico (-0,5°)
    • negli anni 2010, Brindisi ha avuto anomalie inferiori al quadro italico (-0,7°)



    E' davvero incredibile. A quanto pare il warming si è arrestato mentre prosegue imperterrito nel resto della penisola.
    Non so se questo quadro sia imputabile a un maggiore riscaldamento del Nord, come ho l'impressione sia avvenuto.
    Ho infatti il sentore, da diversi anni, che il Giugno degli anni 90 abbia costituito per il Sud un drastico cambiamento che al Nord non è stato avvertito: le anomalie italiche quindi sono state tenute a bada, in quel decennio, dal Nord che ancora viveva eventi freschi di rilievo, mentre il Sud sperimentava situazioni improvvisamente molto più calde della media del tempo, e degne di oggi, magari a causa di prefrontali.

    Negli anni 2000 le isoterme che progressivamente andavano a espandersi dalle latitudini africane verso nord, e che già avevano conquistato il Sud nel decennio precedente, hanno invaso anche il Nord. L'espansione non è stata seguita, tuttavia, da un'accentuazione delle isoterme medie al Sud.
    In effetti, analizzando i radiosondaggi di Brindisi (a 850 hPa, lo strato più prossimo al suolo), le medie decennali sono cambiate in questo modo negli ultimi tre decenni:

    1991-2000: 14,5°
    2001-2010: 14,8° (+0,3)
    2011-2020: 14,8° (=)

    I valori degli ultimi due decenni sono identici persino nei decimali!
    Questo conferma in quota quanto già si vede al suolo: un violento step verso l'alto negli anni 90, e poi una stabilizzazione sulla nuova media.

    Negli anni 2010 il trend si è confermato. Inoltre la posizione orientale pugliese, esposta a correnti fredde e sottovento al mare, potrebbe aver esaltato ulteriormente il divario che si sta creando.
    Sarebbe interessante, in proposito, se l'analisi di altre stazioni storiche del Meridione confermasse il trend di stasi o leggero aumento che ho notato per Brindisi.

    @Perlecano, che ne pensi? Sei tu l'esperto. Immagine

    Empiricamente ho notato che le medie 61-90 e 71-00 in molte stazioni AM del Nord, infatti, sono pressocchè invariate.
    Diverso dal Sud e dalla Sicilia, dove c'è una differenza anche di +0,5, segno che il riscaldamento era già partito in quarta negli anni 90.



    L'avvenuto warming è evidenziabile anche da altri parametri:

    • dal 1951 al 1993, solo 6 minime erano state superiori a 23°. Ora ne accadono 2 all'anno di media
    • dal 1951 al 2002, solo 3 minime erano state superiori a 24° (2 nel 1994, solo una dunque nei 43 anni precedenti!). Ora se ne verifica una ogni due o tre anni. Escludo il 2003 che da solo ha fatto più min over 24° che nei restanti 69 anni della serie!
    • nel 2019, 8 min sopra i 24° in ultima decade
    • la prima minima tropicale nel trentennio 51-80 si verificava il 17/6. Nel 91/20 si verifica l'8/6 di media. Interessante che nonostante questo dalla 81/10 abbiamo anticipato solo di un giorno.
    • siamo passati da 5 minime tropicali (≥ 20°) nella 51-80 e 61-90, a 11-12 nella 91-20.
    • il numero di giornate di calore è aumentato da 3 (51-90) a 5 (81-10 e 91-20)



    In sintesi: cosa aspettarsi per i prossimi anni? Una stabilizzazione? O un ulteriore aumento?
    Io credo ci sarà un aumento, ma sarà molto più lento di quello visto nei decenni e nelle trentennali passate.
    Ma siamo qui per scoprirlo, ed è questo il bello della meteorologia!

    Le nuove medie climatiche 1991-2020-evoluzione-termica-dei-decenni-brindisi-1951-2020.png
    ottimo lavoro, ma perchè escludere a priori l'eventualità di una calo delle temperature?
    Graziano Patruno
    Redazione & Ideatore www.MeteoMurge.it sito meteo Puglia e Basilicata
    Stazione Meteo Conversano http://stazione3.meteomurge.it/Conversano.htm



  9. #59
    Tempesta L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    26
    Messaggi
    12,154
    Menzionato
    636 Post(s)

    Predefinito Re: Le nuove medie climatiche 1991-2020

    Citazione Originariamente Scritto da Graziano Patruno Visualizza Messaggio
    ottimo lavoro, ma perchè escludere a priori l'eventualità di una calo delle temperature?
    E' possibile, certamente, ma vedendo il contesto globale e il trend degli ultimi anni ne dubito fortemente...

  10. #60
    Burrasca forte L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    24
    Messaggi
    9,882
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Le nuove medie climatiche 1991-2020

    Riepilogo del mese di GIUGNO

    Per Fasano (stazione meteo della protezione civile)

    Media 1971-2000

    Temperature minime: 19.04°C
    Temperature massime: 26.57°C
    Media: 22.80°C

    Piogge: 24 mm
    Giorni piovosi (accumulo > 1 mm): 2.7

    Media 1981-2010

    Temperature minime: 19.77°C
    Temperature massime: 27.23°C
    Media: 23.50°C

    Piogge: 24 mm
    Giorni piovosi (accumulo > 1 mm): 3

    Media 1991-2020

    Temperature minime: 20.46°C
    Temperature massime: 27.84°C
    Media: 24.15
    °C

    Piogge: 21 mm
    Giorni piovosi (accumulo > 1 mm): 2.7

    Nel confronto con le varie trentennali, emerge un andamento piuttosto stabile della piovosità, con un leggero calo nell'ultimo trentennio. Dal punto di vista termico la 91/20 è a +1,35°C dalla 71/00, è il più grande divario fra le trentennali dei mesi finora analizzati.
    Avatar: la mia splendida micia

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •