Pagina 34 di 43 PrimaPrima ... 243233343536 ... UltimaUltima
Risultati da 331 a 340 di 421

Discussione: Il tempo di Istanbul

  1. #331
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    29
    Messaggi
    21,113
    Menzionato
    270 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo di Istanbul

    Citazione Originariamente Scritto da kima Visualizza Messaggio
    Ciao GiagiKarlo, in merito alla tua ultima frase, credo che facendo così tu commetta un errore...
    Tu sei giovane, e rappresenti il nostro futuro, e la tua generazione deve essere migliore della mia... Non fermarti a come le cose te le fanno vedere, ma vai a vederle con i tuoi occhi, per poi solo dopo giudicare. Farlo prima vuol dire cadere nel pregiudizio, e questa piaga i giovani come te devono superarla. Non farlo vorrebbe dire aver buttato al vento almeno gli ultimi 30 anni.
    Viaggiare, imparare lingue, conoscere gli altri, ma sforzandosi di farlo con i loro occhi, dalla loro prospettiva, sarà questa la vostra grande sfida.
    Che non si vincerà su Google... Su Google non c'è il Mondo. Il tempo di Istanbul
    ma non c'entra niente con il discorso Turchia, perdonami. Io non regalo un euro a chi tenta di sterminare popoli, anche se basta la CI per entrare....
    non dono un euro a chi ti perseguita se non gli vai a genio, a chi fa colpi di stato (o prova a farli....), a chi elimina fisicamente la concorrenza politica (e ideologica)... e non vale solo per la Turchia, ma per tutti gli stati come lei e sono diversi.
    all'opposto, la chiusura mentale per me è quella di chi a tutti i costi deve andare a vedere da turista una realtà democraticamente aberrante.
    a quel punto, i miei occhi possono anche fare a meno di vederla, sono certo che la mia vita rimane quella che è.
    il Mondo è enorme, e pensare di vederlo tutto in una vita (a meno che tu non sia un triliardario, allora ok) è follia, se devo quindi fare una cernita evito come la peste i paesi dove non c'è libertà di parola o dove vietano (o tentano di farlo) l'aborto nel 2021, anche se sei rimasta incinta post stupro (Polonia).
    preferisco andare laddove posso esprimere il mio pensiero liberamente anche su internet senza avere quel briciolo di paura che mi vengano a cercare o che lo usino contro di me non appena possibile.
    Si vis pacem, para bellum.

  2. #332
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    29
    Messaggi
    21,113
    Menzionato
    270 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo di Istanbul

    Citazione Originariamente Scritto da kima Visualizza Messaggio
    Anche adesso ci entri solo con la CI e puoi starci fino a 3 mesi per turismo, non serve il visto. Per i turchi che vengono in Italia invece è richiesto il visto...
    Sottoscrivo le tue impressioni, vado al mare da 12 anni a questa parte non lontano da Antalya, anch io mai avuto problemi di nessun tipo, sempre tanta cordialità, disponibilità, rispetto, posti bellissimi, cibo divino (lo street food turco non si batte), spazi e divertimenti ideali per chi va con la famiglia.
    Certo anche io mi muovo con rispetto, come si conviene a un ospite, conosco la loro storia, mentalità e cultura, la apprezzo e la rispetto, senza pregiudizi, e soprattutto senza smanie di superiorità, che non hanno fondamento di esistere visto che non c'è nessuna superiorità da parte mia ne verso di loro ne verso nessun altro.
    Unica nota stonata... Il caldo!!! Il tempo di Istanbul A volte per me davvero insopportabile l afa estiva della costa meridionale.
    anche l'Indonesia ha posti meravigliosi, paradisi sperduti dove però a pochi KM in linea d'aria magari stanno lapidando una donna.
    mi vergognerei ad essere lì beato da turista, sinceramente eh. faccio uno sforzo in più e vado in Australia, dove non ti lapidano se sei troppo svestita.
    Si vis pacem, para bellum.

  3. #333
    Burrasca L'avatar di naiva
    Data Registrazione
    04/05/03
    Località
    Merano/Maia Bassa.
    Messaggi
    6,617
    Menzionato
    50 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo di Istanbul

    Citazione Originariamente Scritto da kima Visualizza Messaggio
    Anche adesso ci entri solo con la CI e puoi starci fino a 3 mesi per turismo, non serve il visto. Per i turchi che vengono in Italia invece è richiesto il visto...
    Sottoscrivo le tue impressioni, vado al mare da 12 anni a questa parte non lontano da Antalya, anch io mai avuto problemi di nessun tipo, sempre tanta cordialità, disponibilità, rispetto, posti bellissimi, cibo divino (lo street food turco non si batte), spazi e divertimenti ideali per chi va con la famiglia.
    Certo anche io mi muovo con rispetto, come si conviene a un ospite, conosco la loro storia, mentalità e cultura, la apprezzo e la rispetto, senza pregiudizi, e soprattutto senza smanie di superiorità, che non hanno fondamento di esistere visto che non c'è nessuna superiorità da parte mia ne verso di loro ne verso nessun altro.
    Unica nota stonata... Il caldo!!! Il tempo di Istanbul A volte per me davvero insopportabile l afa estiva della costa meridionale.
    Si ,il caldo é veramente forte già a Giugno con punte che possono arrivare a 40 gradi.
    Ricordo con il minibus turistico andammo a visitare oltre il piccolo centro storico, delle belle cascate ,con salti nel mare spettacolari.
    Ad un certo punto non andò più il climatizzatore, e in pochi minuti ,il pulmino diventò un vero forno.
    Concordo con il mangiare, ottimo tutto ,con all inclusive mangiavo esagerato,ma come facevo a rinunciare?!


    Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

  4. #334
    Vento forte L'avatar di kima
    Data Registrazione
    10/10/12
    Località
    Glarus Nord
    Età
    42
    Messaggi
    3,807
    Menzionato
    62 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo di Istanbul

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    anche l'Indonesia ha posti meravigliosi, paradisi sperduti dove però a pochi KM in linea d'aria magari stanno lapidando una donna.
    mi vergognerei ad essere lì beato da turista, sinceramente eh. faccio uno sforzo in più e vado in Australia, dove non ti lapidano se sei troppo svestita.
    Magari il mio vicino di casa è uno spacciatore... Magari il bagno dove vai al mare è gestito dalla mafia... Magari lo stato dove vivi vende armi a quelli che lapidano le donne... Magari adesso qualcuno in qualche città d Europa starà stuprando e accoltellando una donna... Magari "mio cuggino" sta pagando una minorenne in Thailandia per ottenere certi servizi... O magari lo sta facendo l altro "mio cuggino" sulla Binasco... Magari in Indonesia stanno lapidando una donna... O magari lo stanno facendo in Yemen... O magari chissà dove... Mentre tu ed io stiamo passando un allegra serata a cena con gli amici...
    Non solo mi vergognerei di essere un turista in Indonesia... ma mi vergognerei proprio di essere un membro del genere umano...
    Però...non capisco cosa tutto questo c'entri con quello che avevo scritto io sulla Turchia e che tu mi hai quotato... Il tempo di IstanbulIl tempo di Istanbul

  5. #335
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    29
    Messaggi
    21,113
    Menzionato
    270 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo di Istanbul

    Citazione Originariamente Scritto da kima Visualizza Messaggio
    Magari il mio vicino di casa è uno spacciatore... Magari il bagno dove vai al mare è gestito dalla mafia... Magari lo stato dove vivi vende armi a quelli che lapidano le donne... Magari adesso qualcuno in qualche città d Europa starà stuprando e accoltellando una donna... Magari "mio cuggino" sta pagando una minorenne in Thailandia per ottenere certi servizi... O magari lo sta facendo l altro "mio cuggino" sulla Binasco... Magari in Indonesia stanno lapidando una donna... O magari lo stanno facendo in Yemen... O magari chissà dove... Mentre tu ed io stiamo passando un allegra serata a cena con gli amici...
    Non solo mi vergognerei di essere un turista in Indonesia... ma mi vergognerei proprio di essere un membro del genere umano...
    Però...non capisco cosa tutto questo c'entri con quello che avevo scritto io sulla Turchia e che tu mi hai quotato... Il tempo di IstanbulIl tempo di Istanbul
    è per farti capire perché secondo me è sbagliato il dover andare in un posto necessariamente, a prescindere da tutto.
    comunque, l'hai buttata in caciara, non è una risposta di merito quella. certe sono cose che non puoi scegliere (che tu nasca in uno stato che vende armi) e non sai (che il bagno dove vai al mare è gestito dalla mafia), certe altre le sai (che la Turchia stermini i Kurdi lo sai, che non c'è libertà di espressione pure) ma volgi lo sguardo dall'altra parte, alias ci vai da turista perché i posti sono indiscutibilmente belli...
    comunque siamo OT, decisamente
    Si vis pacem, para bellum.

  6. #336
    Vento teso L'avatar di GiagiKarlo
    Data Registrazione
    31/12/19
    Località
    Gualdo Tadino (PG)
    Età
    16
    Messaggi
    1,776
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo di Istanbul

    Citazione Originariamente Scritto da kima Visualizza Messaggio
    Ciao GiagiKarlo, in merito alla tua ultima frase, credo che facendo così tu commetta un errore...
    Tu sei giovane, e rappresenti il nostro futuro, e la tua generazione deve essere migliore della mia... Non fermarti a come le cose te le fanno vedere, ma vai a vederle con i tuoi occhi, per poi solo dopo giudicare. Farlo prima vuol dire cadere nel pregiudizio, e questa piaga i giovani come te devono superarla. Non farlo vorrebbe dire aver buttato al vento almeno gli ultimi 30 anni.
    Viaggiare, imparare lingue, conoscere gli altri, ma sforzandosi di farlo con i loro occhi, dalla loro prospettiva, sarà questa la vostra grande sfida.
    Che non si vincerà su Google... Su Google non c'è il Mondo. Il tempo di Istanbul
    Guarda @kima, grazie del pensiero, veramente
    Io amo viaggiare, infatti nella mia breve vita ho già visitato un po' di paesi esteri e tutte le regioni italiane. Io, sempre personalmente, amerei vedere la Turchia. Sono appassionato di storia e l'Anatolia, che è stata terra di Ittiti, Assiri, Persiani, Greci, Romani, Bizantini, Arabi ecc. è una regione che sarebbe davvero fantastica da vedere.
    Quella delle immagini su Google era più una battuta, sono altamente consapevole che vedere una cosa coi propri occhi non è solo più bello, ma da proprio un'altra percezione rispetto a vedere la stessa cosa su internet.
    Il mio problema con la Turchia è che è un paese governato da una persona che non concede tutte le libertà considerate indispensabili in un paese. Io là non potrei starci molto tempo, non riuscirei ad andarci in Erasmus se mai ne avessi la possibilità, però la potrei (e vorrei) visitare.
    Forse hai leggermente frainteso ciò che ho scritto ed anche ciò che ho scritto era fraintendibile in effetti. Io lì non ci vivrei, ma se dovessi visitarla una settimana per dire, io ne sarei contentissimo. Se ci dovessi stare due mesi, rifiuterei
    Il fatto è che, per mie convinzioni, non riesco minimamente a tollerare i paesi dittatoriali ed anche le "democrature" come la Turchia. Se un giorno questo fantastico paese tornerà alla situazione già solo di 15 anni fa, ti garantisco che sarei in coda per un aereo per Ankara.
    Avatar: una data che sogno spesso la notte.
    PS: la neve caduta allora era più alta della mia altezza attuale.
    PPS: sì, è il 2005.

  7. #337
    Tempesta violenta L'avatar di Knopflertemporalesco
    Data Registrazione
    23/10/09
    Località
    Istanbul/Tunisi
    Età
    27
    Messaggi
    13,534
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo di Istanbul

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Eh, amara riflessione...io scrissi a S.Valentino quanto brutto fosse che dopo un'ora e mezza tutta la neve fosse scomparsa...fa parte del clima mediterraneo purtroppo.
    Devi sfruttare il momento durante la nevicata, spesso anche durante la stessa nevicata la fusione inizia e quando è terminata non vedi che le vestigia di quel che fu.


    Idem
    Il problema è che, come ho detto, sabato e domenica è coprifuoco totale, e la multa è di 350 euro. Ha iniziato sabato sera, dando il massimo da domenica pomeriggio. Mi sono azzardato una uscita una mezz'ora domenica sera, ma c'era polizia ovunque e mi sono sentito un po' a rischio. Ho sfruttato da lunedì, anche se avrei voluto uscire da domenica, malgrado in centro la neve era poca a differenza delle mie zone,

  8. #338
    Tempesta violenta L'avatar di Knopflertemporalesco
    Data Registrazione
    23/10/09
    Località
    Istanbul/Tunisi
    Età
    27
    Messaggi
    13,534
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo di Istanbul

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Come mai ami così tanto Tunisi? E' una cosa che mi son sempre chiesto.
    E' stata la mia prima esperienza fuori dal continente europeo, sognavo da anni di immergermi nella cultura del Medio Oriente, poi ho imparato a capire quella non è zona araba bensi di matrice berbera, seppur facente parte dell'antico impero ottomano, anche se i Bey regnavano con una certa indipendenza dal governo di costantinopoli (poi istanbul).

    Ero carico di stereotipi, anche se non troppi, e vedere con i miei occhi quella cultura così diversa, soprattutto il suono degli adhan (i richiami alle preghiere, ho vissuto 5 mesi attaccato a una moschea, non vi dico che risvegli alle 5 del mattino, peggio di un treno che ti passa davanti).

    La prima volta che mi sono addentrato nella medina ho assaporato quel sapore di Medio Oriente che qui a Istanbul è perso per sempre. Ho notato tante somiglianze con i centri storici di Otranto, Nardò, ma anche Marzala del Vallo e tanti altri comuni siciliani, infatti in Sicilia si vede ancora il fatto che li c'erano gli arabi e hanno lasciato tracce nella pianificazione edilizia. Il perdersi nei dedali della medina, con vie strette e tortuose, un via vai di suoni, luci, colori, odori e puzze, una continua scoperta ad ogni angolo. E poi via verso il grande sud, attraversando cittadine che nemmeno gli abitanti sanno il nome, tra strade polverose, sabbia, cespugli tra le dune, quel senso di noncuranza e disinteresse ai problemi della società delle persone, centinaia di uomini a spasso senza far niente a fumare narghile nei caffe per soli uomini (aspetto che infatti non viene rimarcato positivamente dalle donne tunisine ed europee, un certo grado di disparità tra uomini e donne). Recarmi a sud, tra canyon, dune, deserti sassosi e cespugliosi, isolate moschee e paesini nel mezzo del nulla, ma proprio del nulla assoluto, poi distese interminabili di venditori illegali di benzina non raffinata importata dalla Libia. Gente semplice, povera, che se ti deve offrire un the alla menta o un caffe berbero te lo offrono senza problemi, gente che ti apre le loro case polverose, dove non si dorme sui letti ma su tappeti e coperte ammassate una sopra l'altra.

    Gli aromi, le lunghe traversate da Kairouan a Tozeur, la Touzer cantata da Franco Battiato, le oasi nel deserto come Ksar Ghilane, Chenini, Tamerza, Chebika, i tantissimi minuscoli paesi ammassati alle porte del deserto poco a sud di Douz, dove ho vissuto la migliore ospitalità della mia vita, pareggiata forse da quella che ho visto a Mardin qui in Turchia, unico posto che si accosta alla bellezza senza tempo della Tunisia.

    Il trovarmi la notte di capodanno a Nefta, davanti all'Algeria, i set di Star Wars, i caffe dove o si beve caffe o solo the, ma soprattutto quelle strade polverosissime, sabbiose, con scritte arabo, segnaletiche stradali di attenzione ai cammelli, case bianche, donne poverissime con il velo che ti offrono continuamente da bere e da mangiare solo se gli chiedi una banale indicazione.

    La medina di Kairouan, la più bella città del mondo arabo a mio modo di vedere (forse se la gioca con Yazd e Shiraz in Iran) dove non c'è NIENTE di europeo, dove nessuno parla lingue differenti dal dialetto tunisino berbero, dove c'è il più importante luogo di culto di tutto il Nord Africa, dove le strade sono lastricate di pietra liscia e le case sono ricoperte da maioliche colorate.

    Ci sono un miliardi di altre ragioni per la quale la Tunisia per me batte la Turchia 1000 a 0, ma posso assicurarvi che, aldilà della mia passione personale e dell'amore per la Tunisia, Istanbul è sul serio la città più bella del mondo.

    Nella foto, la medina di Tunisi al tramonto (secondo giorno della mia vita tunisina) davanti alla Moschea Al Zitouna, l'unica moschea della Tunisia con muezzin a voce senza uso di altoparlanti.
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Il tempo di Istanbul-ddddd.jpg  
    Ultima modifica di Knopflertemporalesco; 20/02/2021 alle 13:47

  9. #339
    Tempesta violenta L'avatar di Knopflertemporalesco
    Data Registrazione
    23/10/09
    Località
    Istanbul/Tunisi
    Età
    27
    Messaggi
    13,534
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo di Istanbul

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    non capisco come si possa, da occidentale libero, anche solo lontanamente pensare di vivere in un posto così, per me aberrante. per quanto bello eh, ci mancherebbe. Cioè, sei consapevole che è potenzialmente pericoloso che tu scriva determinate cose pubblicamente a riguardo, vero?
    ma anche il "devi farti i fatti tuoi".... non è da 1984, ma medioevo

    ero a Samos 3 anni fa, c'era la possibilità di fare una gita in Turchia a vedere non ricordo cosa.
    Appena mi hanno detto che mi avrebbero SEQUESTRATO il documento di identità durante la permanenza su suolo turco, rilasciandomi una sorta di lasciapassare temporaneo, ho detto immediatamente di no.
    e se per caso perdevi il lasciapassare, non ti avrebbero permesso di rientrare e non ti avrebbero riconsegnato il documento. per averlo bisognava per forza passare per un consolato o l'ambasciata.

    Come "atto di protesta", ho deciso che non andrò in Turchia fino a che c'è quel folle a governarla.

    In Tunisia ci sono già stato, due volte, e ci tornerei altre 100 volte. Sono come il giorno e la notte proprio, per quanto bella la Turchia è per me un posto da croce nera sulla cartina.
    Idem l'Egitto da un po' a questa parte, o anche gli USA da quando Trump ne ha rivelato la vera essenza.
    si ne sono consapevole, infatti ho cercato di non essere molto diretto, anche quando ho scritto che i muri possono sentire.

    In ogni modo, se un turista viene qui e si fa i fatti suoi, non c'è nessun pericolo.

    Sul chi scrive che questa sia una ditt****a, lo si scopre solo se si prova ad andare a fondo, ma se uno chiude gli occhi (non io, non sono quel tipo di persona, non per niente studio relazioni internazionali) questo è un paese come un altro.

  10. #340
    Tempesta violenta L'avatar di Knopflertemporalesco
    Data Registrazione
    23/10/09
    Località
    Istanbul/Tunisi
    Età
    27
    Messaggi
    13,534
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il tempo di Istanbul

    Citazione Originariamente Scritto da Knopflertemporalesco Visualizza Messaggio
    E' stata la mia prima esperienza fuori dal continente europeo, sognavo da anni di immergermi nella cultura del Medio Oriente, poi ho imparato a capire quella non è zona araba bensi di matrice berbera, seppur facente parte dell'antico impero ottomano, anche se i Bey regnavano con una certa indipendenza dal governo di costantinopoli (poi istanbul).

    Ero carico di stereotipi, anche se non troppi, e vedere con i miei occhi quella cultura così diversa, soprattutto il suono degli adhan (i richiami alle preghiere, ho vissuto 5 mesi attaccato a una moschea, non vi dico che risvegli alle 5 del mattino, peggio di un treno che ti passa davanti).

    La prima volta che mi sono addentrato nella medina ho assaporato quel sapore di Medio Oriente che qui a Istanbul è perso per sempre. Ho notato tante somiglianze con i centri storici di Otranto, Nardò, ma anche Marzala del Vallo e tanti altri comuni siciliani, infatti in Sicilia si vede ancora il fatto che li c'erano gli arabi e hanno lasciato tracce nella pianificazione edilizia. Il perdersi nei dedali della medina, con vie strette e tortuose, un via vai di suoni, luci, colori, odori e puzze, una continua scoperta ad ogni angolo. E poi via verso il grande sud, attraversando cittadine che nemmeno gli abitanti sanno il nome, tra strade polverose, sabbia, cespugli tra le dune, quel senso di noncuranza e disinteresse ai problemi della società delle persone, centinaia di uomini a spasso senza far niente a fumare narghile nei caffe per soli uomini (aspetto che infatti non viene rimarcato positivamente dalle donne tunisine ed europee, un certo grado di disparità tra uomini e donne). Recarmi a sud, tra canyon, dune, deserti sassosi e cespugliosi, isolate moschee e paesini nel mezzo del nulla, ma proprio del nulla assoluto, poi distese interminabili di venditori illegali di benzina non raffinata importata dalla Libia. Gente semplice, povera, che se ti deve offrire un the alla menta o un caffe berbero te lo offrono senza problemi, gente che ti apre le loro case polverose, dove non si dorme sui letti ma su tappeti e coperte ammassate una sopra l'altra.

    Gli aromi, le lunghe traversate da Kairouan a Tozeur, la Touzer cantata da Franco Battiato, le oasi nel deserto come Ksar Ghilane, Chenini, Tamerza, Chebika, i tantissimi minuscoli paesi ammassati alle porte del deserto poco a sud di Douz, dove ho vissuto la migliore ospitalità della mia vita, pareggiata forse da quella che ho visto a Mardin qui in Turchia, unico posto che si accosta alla bellezza senza tempo della Tunisia.

    Il trovarmi la notte di capodanno a Nefta, davanti all'Algeria, i set di Star Wars, i caffe dove o si beve caffe o solo the, ma soprattutto quelle strade polverosissime, sabbiose, con scritte arabo, segnaletiche stradali di attenzione ai cammelli, case bianche, donne poverissime con il velo che ti offrono continuamente da bere e da mangiare solo se gli chiedi una banale indicazione.

    La medina di Kairouan, la più bella città del mondo arabo a mio modo di vedere (forse se la gioca con Yazd e Shiraz in Iran) dove non c'è NIENTE di europeo, dove nessuno parla lingue differenti dal dialetto tunisino berbero, dove c'è il più importante luogo di culto di tutto il Nord Africa, dove le strade sono lastricate di pietra liscia e le case sono ricoperte da maioliche colorate.

    Ci sono un miliardi di altre ragioni per la quale la Tunisia per me batte la Turchia 1000 a 0, ma posso assicurarvi che, aldilà della mia passione personale e dell'amore per la Tunisia, Istanbul è sul serio la città più bella del mondo.
    ecco cosa intendo io per concetto di Medio Oriente, che non è quello per turisti da compatta al collo e borsello sul fianco e occhiali da sole...

    Posto 15 foto, promettendovi di aprire un thread a parte se l'argomento vi piace, tutto su Tunisia e Turchia, in cui possa mettere delle foto magari nella stanza fotografica, per poi tornare ad aggiornarvi sulle condizioni meteo di Istanbul come da titolo dell'argomento.

    Le foto sono da telefono, quelle con la reflex pesano 70 megabyte l'una, ma rendono l'idea.

    Foto 1: il deserto dall'oasi di Ghilissia, a Sud di Douz. Oltre questo scenario, dune per quasi 2000 km fino al prossimo centro urbano, che è ghadames nel sud-est dell'Algeria.

    Foto 2: strada apparentemente privo di senso fotografico a Douz, con motorini scassati e polvere.

    Foto 3: i tetti della città di Douz dalla piazza delo Souk.

    Foto 4: avvicinandomi alla città di Tamezret.

    Foto 5: il villaggio di Toujane, diretto all'oasi di Chenini.

    Foto 6: avvicinandomi al centro del villaggio di Toujane.

    Foto 7: scatto notturno al massimo degli ISO al villaggio di Chenini.

    Foto 8: il villaggio di Chenini, il luogo più bello che abbia mai visto in vita mia, nella quale sono tornato 3 volte.

    Foto 9: una casa berbera a Chenini.

    Foto 10: la medina di Nabeul, sulla costa NE, da dove partono quasi tutti i barconi per Lampedusa (e ne ho conosciuti mica pochi di tunisini, libici, nigeriani... che magari la notte stessa si sarebbero imbarcati. Con alcuni di essi, una decina, ho condiviso un narghile e delle birre sul ciglio della strada a Tamerza, al confine con l'Algeria. L'indomani sarebbero partiti per Zarzis alla volta di Lampedusa. Una settimana dopo mi è arrivata la notizia che erano annegati a pochi chilometri dalle coste della Tunisia durante una tempesta, nessun sopravvissuto. Immaginate come una persona si possa sentire nel sapere queste notizie, quando poche ore prima erano davanti a me allegri, spensierati e pieni di speranze per una vita migliore, che se la meritavano anche).

    Foto 11: la bellissima medina di Sousse, patrimonio UNESCO, enorme e piena di scorci epici.

    Foto 12: uno dei miliardi di angoli della medina di Kairouan.

    Foto 13: scatto rubatissimo ad un tunisino urlante nella medina di Kairouan.

    Foto 14: i tetti della medina di Tunisi dalla casa in cui ero ospitato.

    Foto 15: strada polverosa e sabbiosa alle porte del deserto di Zaafrane.


    Poi venitemi a dire che a Istanbul, tra strade tirate a lucido, grattacieli alti anche 280 metri, mezzi che passano ogni 5 minuti spaccati ed efficienza alla pari di quella che ho visto a Norimberga o del Giappone, sia il vero Medio Oriente.
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Il tempo di Istanbul-img_20191013_070927.jpg   Il tempo di Istanbul-img_20191013_103017.jpg   Il tempo di Istanbul-img_20191013_101837.jpg   Il tempo di Istanbul-img_20191013_124848.jpg  

    Il tempo di Istanbul-img_20191013_165712.jpg   Il tempo di Istanbul-img_20191013_170238.jpg   Il tempo di Istanbul-img_20191014_003806.jpg   Il tempo di Istanbul-img_20191014_093122.jpg  

    Il tempo di Istanbul-img_20191014_111451.jpg   Il tempo di Istanbul-img_20191016_093813.jpg   Il tempo di Istanbul-img_20191023_102143.jpg   Il tempo di Istanbul-img_20191023_170044.jpg  

    Il tempo di Istanbul-img_20191024_084904.jpg   Il tempo di Istanbul-img_20200111_092415.jpg   Il tempo di Istanbul-img_20200112_131959.jpg  
    Ultima modifica di Knopflertemporalesco; 20/02/2021 alle 13:26

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •