Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Pavia (PV) 82 m/ Ferrara (FE) 9 m
    Età
    28
    Messaggi
    34,068
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito EA, NAO ed Anomalie Termiche Italiane: che relazione esiste?

    Buonasera.

    In queste ultime settimane ho messo a posto i dati e ho ricavato finalmente delle conclusioni in merito alle relazioni che esistono tra EA Index e anomalie termiche italiane, così come tra la NAO e le anomalie termiche in Italia.

    La domanda a cui volevo rispondere era: è vero che l'EA index e la NAO sono correlati positivamente con le anomalie termiche in Italia nel periodo invernale? E' vero che la NAO tende ad avere invece correlazione negativa con le anomalie termiche italiane nel semestre caldo? E soprattutto con che intensità c'è correlazione?

    Al contempo scopo dello studio è quello di verificare, zona per zona, come varia tale correlazione.

    Ho preso i dati dalle seguenti fonti:

    NAO: https://www.cpc.ncep.noaa.gov/produc...nt.ascii.table

    EA: ftp://ftp.cpc.ncep.noaa.gov/wd52dg/d...s/ea_index.tim

    Anomalie termiche italiane: Anomalie termiche in Italia

    A breve vi posto i risultati ottenuti.
    Avatar: Bei tempi che non torneranno più.

  2. #2
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    31/12/19
    Località
    Gualdo Tadino (PG)
    Età
    15
    Messaggi
    472
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: EA, NAO ed Anomalie Termiche Italiane: che relazione esiste?

    Bell'idea, sono curioso.

  3. #3
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Pavia (PV) 82 m/ Ferrara (FE) 9 m
    Età
    28
    Messaggi
    34,068
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: EA, NAO ed Anomalie Termiche Italiane: che relazione esiste?

    Ho preso le anomalie termiche dal 1951 ad oggi per l'Italia. Questa è la correlazione, per quanto riguarda la NAO e per quanto riguarda l'EA rispettivamente con le anomalie termiche dalla 1981-2010 sul quadro Italia pèr ciascuno dei singoli mesi.

    Per ora, ecco i dati, a voi...domani mattina, quando avrò più tempo, ci metterò anche dei commenti.

    CORRELAZIONE EA- ANOMALIE NAO-ANOMALIE
    GENNAIO 0,572477 0,257253
    FEBBRAIO 0,808066 0,224605
    MARZO 0,453705 0,097335
    APRILE 0,532811 0,112058
    MAGGIO 0,621624 0,08574
    GIUGNO 0,383274 -0,20089
    LUGLIO 0,458471 -0,04372
    AGOSTO 0,663705 -0,05908
    SETTEMBRE 0,627242 0,118421
    OTTOBRE 0,511237 -0,26776
    NOVEMBRE 0,551983 -0,03496
    DICEMBRE 0,467655 0,235086
    Avatar: Bei tempi che non torneranno più.

  4. #4
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    32
    Messaggi
    789
    Menzionato
    142 Post(s)

    Predefinito Re: EA, NAO ed Anomalie Termiche Italiane: che relazione esiste?

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Ho preso le anomalie termiche dal 1951 ad oggi per l'Italia. Questa è la correlazione, per quanto riguarda la NAO e per quanto riguarda l'EA rispettivamente con le anomalie termiche dalla 1981-2010 sul quadro Italia pèr ciascuno dei singoli mesi.

    Per ora, ecco i dati, a voi...domani mattina, quando avrò più tempo, ci metterò anche dei commenti.

    CORRELAZIONE EA- ANOMALIE NAO-ANOMALIE
    GENNAIO 0,572477 0,257253
    FEBBRAIO 0,808066 0,224605
    MARZO 0,453705 0,097335
    APRILE 0,532811 0,112058
    MAGGIO 0,621624 0,08574
    GIUGNO 0,383274 -0,20089
    LUGLIO 0,458471 -0,04372
    AGOSTO 0,663705 -0,05908
    SETTEMBRE 0,627242 0,118421
    OTTOBRE 0,511237 -0,26776
    NOVEMBRE 0,551983 -0,03496
    DICEMBRE 0,467655 0,235086
    Ottima idea!
    Faccio un commento al volo poi approfondirò meglio. Il confronto tra i due indici è problematico perché l'EA a differenza della NAO ha una forte correlazione con le temperature globali in tutte le stagioni, quindi una parte sostanziale di quella correlazione potrebbe essere spuria.
    Per valutare questo problema in maniera relativamente semplice potresti provare a replicare l'analisi su un periodo più breve e con minor trend di fondo (ad esempio dal 1998) oppure rendere stazionarie tutte le variabili eliminando il trend lineare e vedere cosa succede. Non sono soluzioni esenti da problemi ma potrebbero dare qualche indizio su cosa produce questa correlazione.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

  5. #5
    Brezza tesa L'avatar di dude79
    Data Registrazione
    06/11/07
    Località
    Bologna sud-est
    Età
    40
    Messaggi
    700
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: EA, NAO ed Anomalie Termiche Italiane: che relazione esiste?

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Ottima idea!
    Faccio un commento al volo poi approfondirò meglio. Il confronto tra i due indici è problematico perché l'EA a differenza della NAO ha una forte correlazione con le temperature globali in tutte le stagioni, quindi una parte sostanziale di quella correlazione potrebbe essere spuria.
    Per valutare questo problema in maniera relativamente semplice potresti provare a replicare l'analisi su un periodo più breve e con minor trend di fondo (ad esempio dal 1998) oppure rendere stazionarie tutte le variabili eliminando il trend lineare e vedere cosa succede. Non sono soluzioni esenti da problemi ma potrebbero dare qualche indizio su cosa produce questa correlazione.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Sono d'accordo. L'idea è molto interessante ma buona parte della correlazione che trovi con la EA è sporcata dal trend di riscaldamento globale. Prova a togliere il trend lineare su entrambe le serie e a ricalcocalre la correlazione, vedrai valori sicuramente più bassi, sebbene, mi aspetto, ancora significativi.
    Climate is what you expect
    Weather is what you get

  6. #6
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,767
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: EA, NAO ed Anomalie Termiche Italiane: che relazione esiste?

    ottima idea Federico

    riporto in parte delle considerazioni che avevo inserito a suo tempo nel td dedicato alla lunga fase positiva dell'EA
    ci sono varie componenti che hanno contribuito negli ultimi anni a rinforzare il trend di tale indice e quindi contribuiscono a minor variabilità configurativa e alla persistenza di certe condizioni
    la continuità delle anomalie del ciclo nao sotto il mixed layer, il rinforzo del gradiente che questo comporta, l'aumento medio di gpt e il treno d'onda
    tendenzialmente è da credere sia una correlazione che funziona meglio per i settori di ponente ma in ogni caso valida

    il periodo clou dell'EA è stato coincidente con la fine dell'inverno 14 quando si diede il via alla peculiare distribuzione delle anomalie nel nord pacifico pacifico che ha dato il via al ciclo atlantico
    è seguita poi la fase di forte nino che ha rafforzato ulteriormente il segnale della pdo
    treno d'onda perché?
    il motivo è che la pdo+ va a stimolare una disposizione dell'onda pacifica addossata alla w coast e quindi produce un'ondulazione atlantica sfavorevole alla reattività meridiana dell'alta azzorriana mentre favorisce la zonalità, al netto della variabilità interna della colonna polare
    per far capire in termini "grafici" plotto le anomalie gpt tra fasi pdo/enso+ amo+ contro pdo- negli ultimi anni e in un periodo a parità di tlc del passato







    come si vede nel momento in cui c'è una disposizione del genere è evidente che a prescindere dall'incidenza media geopotenziale i massimi pressori in atlantico tenderanno a slittare verso levante
    certo nel secondo plot c'è una traslazione verso sud delle anomalie negative ma questo fa parte dell'aspetto termico/gpt che esula dal discorso teleconnettivo

  7. #7
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    17,659
    Menzionato
    123 Post(s)

    Predefinito Re: EA, NAO ed Anomalie Termiche Italiane: che relazione esiste?

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Buonasera.

    In queste ultime settimane ho messo a posto i dati e ho ricavato finalmente delle conclusioni in merito alle relazioni che esistono tra EA Index e anomalie termiche italiane, così come tra la NAO e le anomalie termiche in Italia.

    La domanda a cui volevo rispondere era: è vero che l'EA index e la NAO sono correlati positivamente con le anomalie termiche in Italia nel periodo invernale? E' vero che la NAO tende ad avere invece correlazione negativa con le anomalie termiche italiane nel semestre caldo? E soprattutto con che intensità c'è correlazione?

    Al contempo scopo dello studio è quello di verificare, zona per zona, come varia tale correlazione.

    Ho preso i dati dalle seguenti fonti:

    NAO: https://www.cpc.ncep.noaa.gov/produc...nt.ascii.table

    EA: ftp://ftp.cpc.ncep.noaa.gov/wd52dg/d...s/ea_index.tim

    Anomalie termiche italiane: Anomalie termiche in Italia

    A breve vi posto i risultati ottenuti.
    Mi sembrano deduzioni corrette.Chiaramente la NAO su valori estremamente negativi in inverno è favorevole soprattutto all'Europa centrale ed al nord Italia,come abbiamo evidenziato molte volte ma chiaramente dobbiamo poi leggerla in combinato con altri indici. Come hai detto, fra la NAO e le anomalie termiche italiane vi è una spiccata correlazione inversa e questo stavolta vale un poco per tutte le aree del sud Europa,tranne una parte della penisola iberica(Portogallo in primis e parte della Spagna settentrionale ed occidentale).
    La mia prima fonte di informazioni meteo è stata rappresentata delle pagine del Televideo. Milano, Algeri, Belfast, Roma..

  8. #8
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Pavia (PV) 82 m/ Ferrara (FE) 9 m
    Età
    28
    Messaggi
    34,068
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: EA, NAO ed Anomalie Termiche Italiane: che relazione esiste?

    Vi ringrazio per l'idea. A breve proverò allora a fare un'analisi partendo solo dallo step climatico del 1998 per l'EA e vediamo come va.

    Nel frattempo, per quanto riguarda la NAO abbiamo dati piuttosto interessanti e in alcuni casi sorprendenti.

    La correlazione pare esserci nei mesi invernali ma non così forte, a Gennaio il picco massimo di correlazione. Questo discorso andrebbe approfondito verificando su base locale. Per farlo ho preso i dati delle anomalie termiche di Ferrara su base 1996-2015 e ho fatto lo stesso identico lavoro calcolando lo scarto di tutti i mesi dal Gennaio 1996 al Dicembre 2019 sulla media 1996-2015 per Ferrara.

    Questi i dati delle anomalie mese per mese sulla media 1996-2015 a Ferrara:

    ANOMALIE FERRARA 1996-2015
    1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019
    GENNAIO 0,57 0,22 0,87 0,22 -1,78 1,32 -1,83 -0,23 -0,68 -1,23 -1,38 2,52 2,02 -1,08 -1,58 -0,58 -1,53 0,02 3,02 1,07 0,92 -1,38 2,92 -0,38
    FEBBRAIO -1,85 0,60 2,20 -1,15 0,50 1,10 1,35 -1,90 -0,70 -1,75 -0,10 2,40 0,95 0,10 -0,20 0,35 -3,60 -1,45 2,65 0,50 2,40 1,50 -1,30 2,05
    MARZO -2,46 1,64 -0,46 -0,01 0,24 1,39 1,64 0,29 -1,36 -0,66 -1,31 1,04 0,09 -0,46 -1,41 -0,11 2,49 -2,11 1,49 0,09 0,24 2,39 -2,11 1,24
    APRILE -0,16 -2,06 -0,61 -0,01 1,14 -1,31 -0,51 -1,56 -0,26 -0,86 0,64 2,79 -0,51 0,54 -0,06 2,19 -0,71 -0,11 1,24 0,14 0,69 0,59 2,59 -0,06
    MAGGIO -0,61 -0,11 -0,81 0,24 1,34 1,29 -0,11 1,89 -1,86 0,44 -0,36 1,19 -0,31 1,64 -0,86 0,84 -0,86 -2,06 -0,96 0,04 -1,31 -0,11 1,39 -3,16
    GIUGNO -0,37 -1,77 0,13 -0,97 0,43 -1,42 0,58 3,53 -0,37 0,58 0,13 0,18 -0,22 -0,32 -0,52 -0,22 1,23 -0,77 -0,12 0,33 -0,67 1,73 0,73 2,88
    LUGLIO -2,04 -1,59 0,21 -0,29 -1,79 -0,69 -1,04 1,11 -0,29 0,11 1,96 0,66 0,31 0,46 1,16 -1,09 1,41 0,46 -1,69 2,61 0,91 0,71 1,36 1,31
    AGOSTO -1,73 -0,78 0,67 -0,28 0,52 0,62 -0,98 3,72 0,17 -2,43 -2,43 -0,88 0,72 1,92 -1,08 1,57 2,42 -0,23 -1,93 0,42 -0,93 1,32 1,57 1,32
    SETTEMBRE -3,45 1,00 -0,60 1,50 0,55 -2,30 -1,10 -0,50 0,00 0,55 1,75 -0,75 -0,45 1,00 -1,15 3,20 0,35 0,45 -0,35 0,30 1,65 -1,65 1,90 0,60
    OTTOBRE -1,00 -0,25 -0,50 -0,10 0,35 2,15 -0,10 -2,15 1,55 -0,65 1,55 -0,60 1,45 -0,50 -1,75 -1,00 0,05 0,30 1,60 -0,45 -1,25 0,00 1,65 1,80
    NOVEMBRE 0,68 -0,52 -2,02 -2,27 1,03 -2,27 2,28 0,93 -0,17 -1,42 0,53 -1,17 0,58 0,68 0,43 -1,62 1,18 0,78 2,28 0,03 0,08 -0,92 1,88 1,33
    DICEMBRE 0,02 0,68 -1,98 -1,23 1,53 -2,63 1,88 1,08 1,68 -0,88 2,13 -0,33 0,43 -0,93 -2,18 0,38 -2,13 0,13 1,93 0,43 -0,33 -0,18 -0,38 2,13

    Questi i valori della NAO nello stesso periodo:

    NAO GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE
    1996 -0,12 -0,07 -0,24 -0,17 -1,06 0,56 0,67 1,02 -0,86 -0,33 -0,56 -1,41
    1997 -0,49 1,7 1,46 -1,02 -0,28 -1,47 0,34 0,83 0,61 -1,7 -0,9 -0,96
    1998 0,39 -0,11 0,87 -0,68 -1,32 -2,72 -0,48 -0,02 -2 -0,29 -0,28 0,87
    1999 0,77 0,29 0,23 -0,95 0,92 1,12 -0,9 0,39 0,36 0,2 0,65 1,61
    2000 0,6 1,7 0,77 -0,03 1,58 -0,03 -1,03 -0,29 -0,21 0,92 -0,92 -0,58
    2001 0,25 0,45 -1,26 0 -0,02 -0,2 -0,25 -0,07 -0,65 -0,24 0,63 -0,83
    2002 0,44 1,1 0,69 1,18 -0,22 0,38 0,62 0,38 -0,7 -2,28 -0,18 -0,94
    2003 0,16 0,62 0,32 -0,18 0,01 -0,07 0,13 -0,07 0,01 -1,26 0,86 0,64
    2004 -0,29 -0,14 1,02 1,15 0,19 -0,89 1,13 -0,48 0,38 -1,1 0,73 1,21
    2005 1,52 -0,06 -1,83 -0,3 -1,25 -0,05 -0,51 0,37 0,63 -0,98 -0,31 -0,44
    2006 1,27 -0,51 -1,28 1,24 -1,14 0,84 0,9 -1,73 -1,62 -2,24 0,44 1,34
    2007 0,22 -0,47 1,44 0,17 0,66 -1,31 -0,58 -0,14 0,72 0,45 0,58 0,34
    2008 0,89 0,73 0,08 -1,07 -1,73 -1,39 -1,27 -1,16 1,02 -0,04 -0,32 -0,28
    2009 -0,01 0,06 0,57 -0,2 1,68 -1,21 -2,15 -0,19 1,51 -1,03 -0,02 -1,93
    2010 -1,11 -1,98 -0,88 -0,72 -1,49 -0,82 -0,42 -1,22 -0,79 -0,93 -1,62 -1,85
    2011 -0,88 0,7 0,61 2,48 -0,06 -1,28 -1,51 -1,35 0,54 0,39 1,36 2,52
    2012 1,17 0,42 1,27 0,47 -0,91 -2,53 -1,32 -0,98 -0,59 -2,06 -0,58 0,17
    2013 0,35 -0,45 -1,61 0,69 0,57 0,52 0,67 0,97 0,24 -1,28 0,9 0,95
    2014 0,29 1,34 0,8 0,31 -0,92 -0,97 0,18 -1,68 1,62 -1,27 0,68 1,86
    2015 1,79 1,32 1,45 0,73 0,15 -0,07 -3,18 -0,76 -0,65 0,44 1,74 2,24
    2016 0,12 1,58 0,73 0,38 -0,77 -0,43 -1,76 -1,65 0,61 0,41 -0,16 0,48
    2017 0,48 1 0,74 1,73 -1,91 0,05 1,26 -1,1 -0,61 0,19 0 0,88
    2018 1,44 1,58 -0,93 1,24 2,12 1,09 1,39 1,97 1,67 0,93 -0,11 0,61
    2019 0,59 0,29 1,23 0,47 -2,62 -1,09 -1,43 -1,17 -0,16 -1,41 0,28 1,2


    La correlazione presenta i valori seguenti:

    GENNAIO 0,1435
    FEBBRAIO 0,2303
    MARZO 0,5733
    APRILE 0,5066
    MAGGIO 0,6002
    GIUGNO -0,009
    LUGLIO -0,255
    AGOSTO 0,03
    SETTEMBRE 0,381
    OTTOBRE -0,0897
    NOVEMBRE -0,1874
    DICEMBRE 0,3314

    Come si può notare Ferrara i valori invernali tendono ad essere, al contrario di quanto mi sarei aspettato, abbastanza simili a quelli nazionali, ovvero correlazione sostanzialmente debole (più forte in Dicembre, più blanda in Gennaio, pressochè identica a Febbraio). Questo mi fa anche pensare che l'effetto della NAO sulle anomalie termiche dipenda non tanto e non solo da un discorso di latitudine ma anche da un discorso di predisposizione alle inversioni o meno: laddove le inversioni sono più forti, l'effetto della NAO sulle temperature tende a diminuire.

    In sostanza, e vi chiedo pertanto se riuscite a integrare questo thread con i vostri dati regionali proprio perchè sarebbe interessante il risultato, viene da pensare che l'effetto della NAO incida maggiormente sulle anomalie termiche in Italia:
    1) spostandosi da Sud verso Nord;
    2) spostandosi da zone fortemente inversionali a zone scarsamente inversionali.
    Dunque le zone più soggette potrebbero essere quelle alpine e prealpine del settentrione, mentre le zone in cui la NAO ha meno influenza sulle T invernali potrebbero essere quelle di pianura del sud soggette a inversione (ad esempio il brindisino @burianbr ?).


    Questa conclusione è rafforzata dal fatto che la correlazionein Italia tende a scemare nettamente in primavera, dove fondamentalmente è molto bassa/nulla, ma a Ferrara avviene esattamente il contrario: i mesi primaverili hanno una correlazione abbastanza elevata (a Marzo per esempio, di tutti i mesi chiusi sotto la media solamente il 2004 ha avuto NAO+ e di quelli chiusi sopra media solamente il 2001 ha avuto NAO-). Questo potrebbe voler dire che quando le inversioni (che hanno il loro picco di intensità a cavallo tra fine Dicembre e Gennaio) mollano la presa il loro effetto di calmierante delle anomalie positive di T in caso di NAO+ scompare e di conseguenza solo il fattore latitudine tende ad avere importanza.

    In Estate, a dispetto dell'idea abbastanza in voga che la NAO- estiva sia tremenda, solamente Giugno presenta una modesta correlazione negativa, mentre a Luglio e Agosto il segno della NAO non ha di fatto alcuna importanza nel determinare le temperature: possono esserci mesi sopra media sia con NAO+ che con NAO- (e questo direi tra l'altro che lo abbiamo visto bene nelle ultime Estati, dove la 2018 ha presentato tutti e tre i mesi con NAO+ ed è stata comunque una delle più calde dal dopoguerra).

    Qua come vedete Ferrara segue abbastanza bene il dato nazionale. Giugno e Luglio in verità sono invertiti, ma non cambia moltissimo al lato pratico.

    Mi lascia un po' perplesso il dato autunnale: avrei immaginato valori positivi simili a quelli invernali, mentre a quanto pare la correlazione è nulla nel suo complesso ma moderatamente negativa ad Ottobre. Come vedete anche a Ferrara in questo caso situazione non troppo diversa. Stupisce pure il dato di Settembre, unico mese con correlazione positiva nel semestre Giugno/Novembre. Sinceramente qua non so darmi molte spiegazioni.

    Integrate con i vostri dati, che viene fuori un bel thread.
    Avatar: Bei tempi che non torneranno più.

  9. #9
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,830
    Menzionato
    111 Post(s)

    Predefinito Re: EA, NAO ed Anomalie Termiche Italiane: che relazione esiste?

    Bellissimo intervento Friedrich!

    Provvederò a raccogliere le anomalie medie pugliesi allora, appena avrò tempo posterò i risultati

    Così, ad occhio, posso dire che non penso i risultati saranno molto dissimili da Ferrara per le correlazioni termiche, ma chissà, magari avremo sorprese

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •