Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 62

Discussione: Le Svalbard - Norvegia

  1. #51
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    4,271
    Menzionato
    166 Post(s)

    Predefinito Re: Le Svalbard - Norvegia

    .. ' Svalbard: l'entità del ghiaccio marino è molto maggiore della media a lungo termine, come mostra il seguente grafico dell Istituto meteorologico Norvegese'..


  2. #52
    Banned
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    2,158
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Le Svalbard - Norvegia

    Se solo andasse di conferma questa, s'avrebbe il record di scioglimento credo per giugno su quelle povere isole.

  3. #53
    Banned
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    2,158
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Le Svalbard - Norvegia

    Credo oramai da tempo che il periodo per "tastare" la situazione dei ghiacci piu' vera, visto che quello che maggiormente è d'interesse, ovvero la resistenza, sia fine agosto inizi di settembre. Basti vedere dove fosse l'ultimo settem. l'indice sul grafo per capirlo. Ora serve a poco, è la conservazione il vero indice, un valore che corrisponderebbe ad un minor riscaldamento planetario annuale. Non solo in winter time.

  4. #54
    Banned
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    2,158
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Le Svalbard - Norvegia

    Come ad esempio i monitoraggi del PNAS; lui è il direttore del Norvegian Polar Institute -
    Potrebbe spiegare in che cosa consiste il suo lavoro al Norwegian Polar Institute e di cosa si occupa questo Istituto?Mi chiamo Kim Holmen e sono il Direttore Internazionale del Norwegian Polar Institute (N.P.I.). Ricopro questa posizione da 7 anni; prima di questo incarico sono stato il Direttore della Ricerca dell'Istituto Polare per 6 anni, quindi, lavoro qui dal 2005. Parallelamente alle attività di ricerca sul cambiamento climatico, focalizzate su pressione atmosferica, oceani, ghiacciai marini e neve, il N.P.I ha dei gruppi di ricerca attivi in campo eco-tossicologico che occupano dell'inquinamento e dell’influenza delle sostanze chimiche sugli ecosistemi, le piante e gli animali; nel campo della biodiversità, gruppi di studio su mammiferi, uccelli, fiori e sulla geologia delle Svalbard. Quindi le nostre attività di ricerca sono relative a diversi ambiti. Il mio ambito, nella fattispecie, riguarda il clima, ma ho anche lavorato sull'inquinamento. Posso affermare che in questo momento il mio focus principale è il cambiamento climatico e, più specificamente, il cambiamento climatico causato dalle attività umane.

  5. #55
    Banned
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    2,158
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Le Svalbard - Norvegia

    Il N.P.I, attraverso il progetto MOSJ, raccoglie ed elabora dati sui fattori che hanno un impatto ambientale dell’arcipelago delle Svalbard e dell’isola Jan Mayen.. Come funziona il progetto e quali sono i suoi obiettivi? Si, attraverso il progetto MOSJ, acronimo di Environmental Monitoring of Svalbard and Jan Mayen, praticamente studiamo lo stato ambientale delle isole Svalbard e Jan Mayen e le specie che lo caratterizzano. Seguiamo il comportamento delle specie endemiche e lo colleghiamo ai cambiamenti che avvengono nell'ambiente circostante che sono per lo più cambiamenti climatici causati dall'inquinamento. Io ho lavorato qui per circa 30 anni, mentre l’Istituto Polare ha iniziato le attività in questo ambito negli anni '70. Da allora la situazione è drasticamente cambiata, ed io personalmente ho assistito, nei 30 anni che ho trascorso qui, a cambiamenti sostanziali e persino drammatici. Oggi, vedo cambiamenti ovunque si posi il mio sguardo: nel terreno, nell'aria, nell'oceano. Il fiordo, che un tempo in questo periodo era ricoperto di ghiaccio, adesso è ricoperto di acqua. I ghiacciai si stanno sciogliendo, nuove specie di uccelli popolano le isole, nuove specie di pesci le loro acque circostanti, e le specie artiche endemiche stanno perdendo il loro spazio vitale. Insomma, il cambiamento si sta verificando ovunque nelle Svalbard e nel Polo Nord, e non solo non sembra perdere di intensità, ma addirittura sta accelerando.

  6. #56
    Banned
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    2,158
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Le Svalbard - Norvegia

    La principale causa sono le temperature sempre più alte?Possiamo anche dirlo, ma in realtà la causa principale è costituita dai cambiamenti che il genere umano sta determinando nell'atmosfera e nella sua composizione chimica. L'innalzamento delle temperature atmosferiche rappresenta solo la più ovvia ed evidente conseguenza di questo processo di cambiamento. Sono riscontrabili anche cambiamenti nelle precipitazioni, nei venti e in tutto ciò che compone quello che definiamo "clima". La temperatura atmosferica è solo la cosa più facile da constatare e da sentire. Quale è la prospettiva delle isole Svalbard nel cambiamento globale? Per favore mi può parlare di questa regione e del perché si sta assistendo ad una "amplificazione" del riscaldamento globale? Quali sono le conseguenze più evidenti di questo processo chiamato "atlantificazione delle Svalbard"?Le acque artiche si stanno riscaldando e stanno diventando sempre più simili a quelle delle regioni atlantiche più meridionali. Questo processo interessa la temperatura dell'acqua, la sua salinità, e la fauna e la flora di queste acque. L'intero ecosistema ne risulta coinvolto, mostrando caratteristiche più simili alle zone limitrofe delle Isole Britanniche che non all'oceano artico che conosciamo. Identificare una data precisa in cui questo fenomeno ha avuto inizio non è possibile. Il cambiamento non è avvenuto in modo radicale da un giorno all'altro. Si tratta piuttosto di qualcosa a cui assistiamo da molto tempo e che negli ultimi decenni ha registrato una forte accelerazione. La conseguenza più grave di questo processo sarà lo sconvolgimento dell'ecosistema artico e la perdita dell’habitat delle specie che lo abitano. Plancton, pesci, balene, si stanno allontanando dalle acque artiche. Gli orsi polari si stanno spostando e nuove specie stanno popolando le acque delle Svalbard: il merluzzo atlantico ha preso il posto di quello artico, ad esempio. Le conseguenze, almeno nel breve periodo, possono comportare alcuni vantaggi, come una maggiore quantità di pesce nelle acque dell’Artico. Come in tutte le vicende di cambiamento le cose possono migliorare o peggiorare, ma per certo l'Artico sta registrando un allarmante peggioramento della sua situazione. E se attribuiamo un valore in sé all'ecosistema delle regioni artiche, noi siamo i principali responsabili delle sue perdite



  7. #57
    Banned
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    2,158
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Le Svalbard - Norvegia

    Anche questo penso sia un reportage che individui molto bene la reale situazione, che va' al di la' d'una temporanea crescita stagionale, che di per sé significa poco se non la si contestualizza in anni.

  8. #58
    Vento forte
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    4,271
    Menzionato
    166 Post(s)

    Predefinito Re: Le Svalbard - Norvegia

    ..“ I molluschi marini poco profondi oggi estinti vicino alle Svalbard, a causa del clima freddo, si trovano in depositi lì risalenti al primo olocene.

    La specie più esigente di calore trovata,
    Zirfaea crispata , ha attualmente un limite settentrionale di 1000 km più a sud, indicando che le temperature di agosto alle Svalbard erano più calde di 6 ° C a circa 10,2-9,2 cal. ka BP, quando questa specie viveva lì.

    Il mitilo blu, Mytilus edulis, è tornato alle Svalbard nel 2004 a seguito del recente riscaldamento e dopo quasi 4000 anni di assenza, escludendo una breve riapparizione durante il periodo caldo medievale 900 anni fa.

    Mytilus arrivò per la prima volta alle Svalbard alle 11 cal. ka BP, indicando che il clima era allora meno caldo del presente.

    Questo primo periodo caldo è durato dalle 11 alle 9 cal. ka BP ed è stato seguito da un periodo di temperature più basse 9–8,2 cal. ka BP.

    Dopo 8,2 cal. ka, il clima attorno alle Svalbard si è nuovamente riscaldato e, sebbene non abbia raggiunto lo stesso picco di temperature precedente ai 9 ka, era comunque più caldo di circa 4 ° C rispetto a quello presente tra 8,2 e 6 cal. ka BP.

    Successivamente, un raffreddamento graduale ha portato le temperature al livello attuale a circa 4,5 cal. ka BP. Il caldo clima di primo olocene intorno alle Svalbard è stato guidato principalmente da una maggiore insolazione e da un maggiore afflusso di acqua calda dell'Atlantico, ma i processi di feedback hanno ulteriormente influenzato il clima regionale. " ..

  9. #59
    Uragano L'avatar di giorgio1940
    Data Registrazione
    15/06/02
    Località
    Rimini
    Età
    79
    Messaggi
    24,307
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Le Svalbard - Norvegia

    Solo per dire che "scioglimento o sciogliere" spero sia castroneria dovuta ad una errata traduzione!
    Noi che abbiamo un po di "mani in pasta", non dovremmo usare o permettere che si usi "sciogliere" al posto di FONDERE!!!!!!
    Amante della Natura:Monti,meteo,mare,una piccola margherita.....
    Non posso che dir grazie a tanto Artefice!

  10. #60
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    3,780
    Menzionato
    60 Post(s)

    Predefinito Re: Le Svalbard - Norvegia

    Citazione Originariamente Scritto da phisician Visualizza Messaggio
    e' un po' fuori tema ma Oslo stamane con -2.2 ha battuto il precedente record 11 maggio 2010 di -1.910 gradi meno della media
    Ottima notizia per il thread Notizie dal Mondo o quello di Tromsoe/Norvegia

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •