Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,821
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito correlazione Ozono Stratosfera - circolazione dei venti

    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

  2. #2
    Vento moderato L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Messaggi
    1,416
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: correlazione Ozono Stratosfera - circolazione dei venti

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    Io invece nei giorni precedenti ho letto un articolo che controbatte quanto riporta la Repubblica, ovvero che lo strato di ozono si è fortemente assottigliato in questi mesi a causa delle insolite temperature basse per via della potenza del VP durante questo inverno, la Stratosfera essendo stata molto fredda (più volte numerosi Stratcooling) ha provocato un "effetto Antartide" distruggendo con un effetto a catena le molecole di O3, soprattutto al Polo Nord si nota una riduzione di circa il 90% a 18 chilometri di quota.
    Artico':' si e aperto un insolito buco dell'''ozono - la Repubblica

    I venti stratosferici solitamente trasportano l'ossigeno ad alte latitudini fino ai poli trascinando con l'ozono che è di solito maggiore al Polo che all'Equatore e permettendo anche gli scambi di calore, non a caso la stratosfera non scende mai sotto i -60 gradi per via di questa convezione atmosferica continua, mentre a quote più basse le temperature possono essere anche più basse di -50°C (ma questo più facilmente in Antartide che è una piattaforma continentale montuosa).

    Con la forte predominanza di venti antizonali e l'interruzione di queste correnti che salgono dalla bassa troposfera equatoriale fino alla stratosfera raggiungendo poi il Polo, l'ozono ovviamente non viene più trasportato e non c'è la rigenerazione della ozonosfera (parte dell'atmosfera dove è presente l'ozono).

    Inoltre uno dei fattori che influisce è la bassa umidità, non a caso in Antartide a temperature sui -50/-60 l'umidità è prossima allo 0% i cui Dew Point sono pari al punto di ebollizione dell'ozono il che tende ad essere instabile, esso è un gas serra particolare perché tende a formarsi in presenza di radiazione solare e a temperature più alte e cattura i raggi solari come la CO2 ma assorbendolo/filtrandola, non a caso è interposto fra una parte fredda dell'atmosfera che sta in basso alla fascia di ozono e fra una parte più calda dell'atmosfera che sta più in alto rispetto alla fascia di ozono e che quindi finisce colpita dai raggi UV.

    Ovviamente non posso dirti i valori di pressione atmosferica in cui si trova l'ozono, poiché l'atmosfera varia di spessore: più sottile ai Poli e spessa all'Equatore per via della temperatura e densità dell'aria, nella carte infatti quando avviene un'invasione fredda l'altezza della tropopausa è più bassa nella zona colpita rispetto alle altre aree con la stessa latitudine perché l'aria fredda dell'alta troposfera scende essendo più densa abbassando così l'altezza della tropopausa
    Adesso sembra volersi ripristinare la fascia di ozono, complice la retrocessione del VP, l'aumento della radiazione solare, l'avanzamento stagionale e l'aumento termico che fa incrementare i valori d'ozono.
    Per questa volta non siamo noi esseri umani a condizionare la natura come facemmo invece nel passato rilasciando clorofluorocarburi con lo smaltimento dei frigoriferi
    @Josh correggimi se sbaglio.
    Ultima modifica di damiano23; 08/04/2020 alle 11:38

  3. #3
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise/
    Messaggi
    18,020
    Menzionato
    152 Post(s)

    Predefinito Re: correlazione Ozono Stratosfera - circolazione dei venti

    Citazione Originariamente Scritto da damiano23 Visualizza Messaggio
    Io invece nei giorni precedenti ho letto un articolo che controbatte quanto riporta la Repubblica, ovvero che lo strato di ozono si è fortemente assottigliato in questi mesi a causa delle insolite temperature basse per via della potenza del VP durante questo inverno, la Stratosfera essendo stata molto fredda (più volte numerosi Stratcooling) ha provocato un "effetto Antartide" distruggendo con un effetto a catena le molecole di O3, soprattutto al Polo Nord si nota una riduzione di circa il 90% a 18 chilometri di quota.
    Artico':' si e aperto un insolito buco dell'''ozono - la Repubblica

    I venti stratosferici solitamente trasportano l'ossigeno ad alte latitudini fino ai poli trascinando con l'ozono che è di solito maggiore al Polo che all'Equatore e permettendo anche gli scambi di calore, non a caso la stratosfera non scende mai sotto i -60 gradi per via di questa convezione atmosferica continua, mentre a quote più basse le temperature possono essere anche più basse di -50°C (ma questo più facilmente in Antartide che è una piattaforma continentale montuosa).

    Con la forte predominanza di venti antizonali e l'interruzione di queste correnti che salgono dalla bassa troposfera equatoriale fino alla stratosfera raggiungendo poi il Polo, l'ozono ovviamente non viene più trasportato e non c'è la rigenerazione della ozonosfera (parte dell'atmosfera dove è presente l'ozono).

    Inoltre uno dei fattori che influisce è la bassa umidità, non a caso in Antartide a temperature sui -50/-60 l'umidità è prossima allo 0% i cui Dew Point sono pari al punto di ebollizione dell'ozono il che tende ad essere instabile, esso è un gas serra particolare perché tende a formarsi in presenza di radiazione solare e a temperature più alte e cattura i raggi solari come la CO2 ma assorbendolo/filtrandola, non a caso è interposto fra una parte fredda dell'atmosfera che sta in basso alla fascia di ozono e fra una parte più calda dell'atmosfera che sta più in alto rispetto alla fascia di ozono e che quindi finisce colpita dai raggi UV.

    Ovviamente non posso dirti i valori di pressione atmosferica in cui si trova l'ozono, poiché l'atmosfera varia di spessore: più sottile ai Poli e spessa all'Equatore per via della temperatura e densità dell'aria, nella carte infatti quando avviene un'invasione fredda l'altezza della tropopausa è più bassa nella zona colpita rispetto alle altre aree con la stessa latitudine perché l'aria fredda dell'alta troposfera scende essendo più densa abbassando così l'altezza della tropopausa
    Adesso sembra volersi ripristinare la fascia di ozono, complice la retrocessione del VP, l'aumento della radiazione solare, l'avanzamento stagionale e l'aumento termico che fa incrementare i valori d'ozono.
    Per questa volta non siamo noi esseri umani a condizionare la natura come facemmo invece nel passato rilasciando clorofluorocarburi con lo smaltimento dei frigoriferi
    @Josh correggimi se sbaglio.
    Damiano,non so dirti,non sono ferrato su questa cosa
    La mia prima fonte di informazioni meteo è stata rappresentata delle pagine del Televideo. Milano, Algeri, Belfast, Roma..

  4. #4
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,821
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: correlazione Ozono Stratosfera - circolazione dei venti

    Citazione Originariamente Scritto da damiano23 Visualizza Messaggio
    Io invece nei giorni precedenti ho letto un articolo che controbatte quanto riporta la Repubblica, ovvero che lo strato di ozono si è fortemente assottigliato in questi mesi a causa delle insolite temperature basse per via della potenza del VP durante questo inverno, la Stratosfera essendo stata molto fredda (più volte numerosi Stratcooling) ha provocato un "effetto Antartide" distruggendo con un effetto a catena le molecole di O3, soprattutto al Polo Nord si nota una riduzione di circa il 90% a 18 chilometri di quota.
    Artico':' si e aperto un insolito buco dell'''ozono - la Repubblica

    I venti stratosferici solitamente trasportano l'ossigeno ad alte latitudini fino ai poli trascinando con l'ozono che è di solito maggiore al Polo che all'Equatore e permettendo anche gli scambi di calore, non a caso la stratosfera non scende mai sotto i -60 gradi per via di questa convezione atmosferica continua, mentre a quote più basse le temperature possono essere anche più basse di -50°C (ma questo più facilmente in Antartide che è una piattaforma continentale montuosa).

    Con la forte predominanza di venti antizonali e l'interruzione di queste correnti che salgono dalla bassa troposfera equatoriale fino alla stratosfera raggiungendo poi il Polo, l'ozono ovviamente non viene più trasportato e non c'è la rigenerazione della ozonosfera (parte dell'atmosfera dove è presente l'ozono).

    Inoltre uno dei fattori che influisce è la bassa umidità, non a caso in Antartide a temperature sui -50/-60 l'umidità è prossima allo 0% i cui Dew Point sono pari al punto di ebollizione dell'ozono il che tende ad essere instabile, esso è un gas serra particolare perché tende a formarsi in presenza di radiazione solare e a temperature più alte e cattura i raggi solari come la CO2 ma assorbendolo/filtrandola, non a caso è interposto fra una parte fredda dell'atmosfera che sta in basso alla fascia di ozono e fra una parte più calda dell'atmosfera che sta più in alto rispetto alla fascia di ozono e che quindi finisce colpita dai raggi UV.

    Ovviamente non posso dirti i valori di pressione atmosferica in cui si trova l'ozono, poiché l'atmosfera varia di spessore: più sottile ai Poli e spessa all'Equatore per via della temperatura e densità dell'aria, nella carte infatti quando avviene un'invasione fredda l'altezza della tropopausa è più bassa nella zona colpita rispetto alle altre aree con la stessa latitudine perché l'aria fredda dell'alta troposfera scende essendo più densa abbassando così l'altezza della tropopausa
    Adesso sembra volersi ripristinare la fascia di ozono, complice la retrocessione del VP, l'aumento della radiazione solare, l'avanzamento stagionale e l'aumento termico che fa incrementare i valori d'ozono.
    Per questa volta non siamo noi esseri umani a condizionare la natura come facemmo invece nel passato rilasciando clorofluorocarburi con lo smaltimento dei frigoriferi
    @Josh correggimi se sbaglio.
    interessante quanto hai riportato

    il fatto è che l'articolo che citava Repubblica si riferiva al Polo Sud dove c'è da decenni un assottigliamento dello strato di ozono dovuto ai CFC, e proprio lì i ricercatori hanno trovato, a fronte di un miglioramento dello strato, un cambiamento dela circolazione atmosferica australe. Gli scienziati hanno sempre affermato che il miglioramento dello strato è dovuto al fatto delle politiche "ecologiche" intraprese contro i CFC
    che poi questi 2 eventi siano effettivamente correlati ce lo dirà il tempo

    al Polo Nord, è vero, quest'anno abbiamo avuto un VP all'ennesima potenza e di riflesso un peggioramento dello strato di ozono a causa delle temperature veramente basse in quota
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

  5. #5
    Vento moderato L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Messaggi
    1,416
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: correlazione Ozono Stratosfera - circolazione dei venti

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    interessante quanto hai riportato

    il fatto è che l'articolo che citava Repubblica si riferiva al Polo Sud dove c'è da decenni un assottigliamento dello strato di ozono dovuto ai CFC, e proprio lì i ricercatori hanno trovato, a fronte di un miglioramento dello strato, un cambiamento dela circolazione atmosferica australe. Gli scienziati hanno sempre affermato che il miglioramento dello strato è dovuto al fatto delle politiche "ecologiche" intraprese contro i CFC
    che poi questi 2 eventi siano effettivamente correlati ce lo dirà il tempo

    al Polo Nord, è vero, quest'anno abbiamo avuto un VP all'ennesima potenza e di riflesso un peggioramento dello strato di ozono a causa delle temperature veramente basse in quota
    Si sta chiudendo il buco dell'ozono in Artide, ove è avvenuto lo stesso fenomeno dell'Antartide, ma per quel che riguarda la distruzione dell'ozonosfera antartica ciò è causato da fattori antropici, difatti si ricollega al discorso dei clorofluorocarburi (CFC), dal 1974 si incominciò a capire il motivo i questo fenomeno e quali agenti potevano alterarne lo stato. Le politiche ecologiche come hai ben detto hanno vietato l'abbandono di oggetti/dispositivi che contengano questi idrocarburi al fine di non danneggiare l'atmosfera.

    correlazione Ozono Stratosfera - circolazione dei venti-q11-3.jpg

    Nel confronto 1970-2013 si nota un palese cambiamento e risanamento della fascia d'ozono ed un balzo dal 1989, anno in cui avvenne un accordo fra 197 Stati...

    N.B. Dobson UNIT in figura [DU] è un'unità di misura della quantità di un gas in una colonna verticale attraverso l'atmosfera terrestre.

    100 DU equivalgono a 1 mm di spessore di ozono.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •