Pagina 8 di 9 PrimaPrima ... 6789 UltimaUltima
Risultati da 71 a 80 di 88

Discussione: Estate 1540

  1. #71
    Burrasca
    Data Registrazione
    29/11/13
    Località
    Lentate s/S (MB)
    Messaggi
    6,965
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Estate 1540

    ...Peccato non avere le Mappe GFS del 1540.....Qui da me sara' stato HP e Foehn in continuazione...

  2. #72
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    35
    Messaggi
    9,936
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Estate 1540

    Citazione Originariamente Scritto da Cesare1952 Visualizza Messaggio
    ...Peccato non avere le Mappe GFS del 1540.....Qui da me sara' stato HP e Foehn in continuazione...

  3. #73
    Vento fresco L'avatar di Zlatan86
    Data Registrazione
    17/01/13
    Località
    Cisternino (BR)
    Età
    34
    Messaggi
    2,027
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Estate 1540

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    oddio
    in verità siamo andati enormente ot, anzi perdonami
    ti metto un paio di riferimenti per farmi perdonare

    ResearchGate

    ShieldSquare Captcha
    Grazie mille 😊 mi servirebbero per la tesi sicuro 😉

  4. #74
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,178
    Menzionato
    66 Post(s)

    Predefinito Re: Estate 1540

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    Credo sia quello che fece fuori un sacco di olivi al nord facendoli sparire fino ai nostri giorni.
    A dire il vero al Nord gli olivi ci sono sempre stati, solo che fruttificano (spero che sia il verbo giusto) esclusivamente in precise condizioni micro-climatiche come alcuni versanti collinari esposti a meridione, le sponde dei "grandi" laghi e la zona costiera ligure ed istriana. Certo negli ultimi 20-30 anni ci sono state condizioni favorevoli anche in altre aree, ma a differenza degli "antichi", noi non abbiamo pazienza: es. nel Basso Friuli, 2009 e 2010 fecero strage di alcune colture di ulivi di recente coltivazione.

  5. #75
    Bava di vento
    Data Registrazione
    03/11/17
    Località
    Alpignano (To) 372mt
    Età
    50
    Messaggi
    182
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Estate 1540

    Citazione Originariamente Scritto da Cesare1952 Visualizza Messaggio
    ...Peccato non avere le Mappe GFS del 1540.....Qui da me sara' stato HP e Foehn in continuazione...
    Cesare non è possibile perchè Cesare 1452 avrebbe avuto 90 anni per cui nisba, Cesare 1552 non era nato per cui nisba.......

  6. #76
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    2,521
    Menzionato
    92 Post(s)

    Predefinito Re: Estate 1540

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    A dire il vero al Nord gli olivi ci sono sempre stati, solo che fruttificano (spero che sia il verbo giusto) esclusivamente in precise condizioni micro-climatiche come alcuni versanti collinari esposti a meridione, le sponde dei "grandi" laghi e la zona costiera ligure ed istriana. Certo negli ultimi 20-30 anni ci sono state condizioni favorevoli anche in altre aree, ma a differenza degli "antichi", noi non abbiamo pazienza: es. nel Basso Friuli, 2009 e 2010 fecero strage di alcune colture di ulivi di recente coltivazione.
    Appunto, gli olivi vengono piantati per produrre olive e avevo letto che la produzione cessò con quelle gelate. Certo qualche albero qua e la o in aree vicino a mare o laghi ma in Pianura Padana da quanto tempo ci sono? Può anche essere che ricordo male, l'ho letto un sacco di tempo fa.

  7. #77
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,178
    Menzionato
    66 Post(s)

    Predefinito Re: Estate 1540

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    Appunto, gli olivi vengono piantati per produrre olive e avevo letto che la produzione cessò con quelle gelate. Certo qualche albero qua e la o in aree vicino a mare o laghi ma in Pianura Padana da quanto tempo ci sono? Può anche essere che ricordo male, l'ho letto un sacco di tempo fa.
    Forse ti riferisci a questo, esempio:

    Storia dell'Olivicoltura nel Parmense - Blog - Coppini Arte Olearia

    In effetti penso che ci siano stati anche fattori culturali ed economici, non necessariamente e solo climatici.

  8. #78
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Estate 1540

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Faccio una libera traduzione dello studio citato prima: (ShieldSquare Captcha)

    <<In questo studio, studiamo la probabilità che l'estate del 1540 sia stata più calda dell'estate estrema 2003 e delle estati medie degli ultimi 5 decenni. A tale scopo, utilizziamo un approccio che riguarda il NDD primavera-estate riportato alle temperature estive (TJJA) e temperature estreme (TXx) utilizzando simulazioni del modello climatico.Sulla base di queste analisi, possiamo affermare che i nostri risultati confermano che la grande siccità riportata nel 1540 implicava anche temperature estive superiori alla media nell'Europa centrale quell'estate, come suggerito da W14. Questo risultato è rilevante per la comunità dendrocronologica, dal momento che la maggior parte dei record sugli anelli degli alberi non mostrano caratteristiche eccezionali in quell'anno (B'ntgen et al 2015, Pfister et al 2015). È più difficile valutare se l'estate del 1540 sia stata più calda che nel 2003, che è stata l'estate dell'Europa centrale più calda del record di osservazione (Schàr et al 2004, Lutcher et al 2016). I risultati del modello suggeriscono una probabilità piuttosto elevata che questo fosse il caso di TXx (40%–70%), ma una probabilità inferiore (5%-10%) per TJJA. Tuttavia questa ipotesi non può essere esclusa.Abbiamo convalidato con successo il nostro approccio nella misura possibile confrontando le relazioni NDD-temperatura tra osservazioni e simulazioni di modelli climatici e applicando la metodologia per stimare le temperature attuali, ma rimangono alcune incertezze sottostanti nella derivazione delle distribuzioni di temperatura 1540. Questi includono (1) l'affidabilità dei record storici (NDD) e la loro bassa copertura geografica, (2) la dipendenza dei risultati dalle simulazioni con un unico modello climatico (3) il fatto che i 1540 numeri di NDD segnalati storica superano di gran lunga il massimo NDD simulato nel modello per il periodo storico rilevante (come nel caso di altri modelli climatici, W14). Date queste incertezze, valutiamo che i risultati quantitativi del nostro studio debbano essere considerati con media fiducia coerentemente con il linguaggio di incertezza dell'IPCC (ad esempio Mastrandrea et al 2010, Seneviratne et al 2012).Queste incertezze, e le incertezze altrettanto grandi in altre ricostruzioni delle temperature 1540 (W13, Pfister et al 2015),evidenziano quindi la necessità di analisi più dettagliate delle condizioni esatte che prevalevano nel 1540. Questa analisi interdisciplinare è un passo in questa direzione. Oltre alle attuali 1540 stime della temperatura estiva riassunte sopra, presentiamo un approccio indipendente per ottenere questi risultati combinando ricostruzioni paleoclimatologiche con simulazioni ESM per valutare le condizioni climatiche passate. Insieme alle stime precedenti e ad ulteriori analisi future, ciò contribuisce a ridurre l'incertezza generale nella descrizione di un evento estremo eventualmente di riferimento. La caratterizzazione di tale estate, e delle funzioni complessive del sistema climatico in queste condizioni estreme è particolarmente importante nel contesto del riscaldamento globale in base al quale il riscaldamento accelerato delle temperature calde sulla terra (Seneviratne et al 2016) potrebbe portare a una regolare ricorrenza di tali eventi estremi.>>

    Poi c'è anche questo studio del 2005 che fa una ricostruzione del clima della zona alpina, che assieme all'EU centrale dovrebbe essere il target principale delle anomalie del 1540: (Temperature and precipitation variability in the European Alps since 1500 | Semantic Scholar)

    Precipitazioni:
    Spicca la fortissima siccità del 1540.

    Lo studio dice che probabilmente 1540, 1921 e 2003 siano le annate più siccitose dell'ultimo mezzo millennio.

    Allegato 527237

    Temperature: A livello termico l'anno risulta molto caldo, in questa ricostruzione si è dovuto attendere fin quasi i giorni nostri per vederne di più caldi.
    L'estate tuttavia non spicca per nulla e viene superata persino dalla 1807. Notare il divario fortissimo presente con il 2003.
    Anche altri periodi citati come l'estate 1556 non risultano grandissima cosa a livello termico anche se forse quel periodo del XVI secolo ha visto estati più calde di quelle del XX secolo o parte di esso, però con quelle odierne siamo ancora sopra.
    Allegato 527238

    Non abbiamo la certezza, ma a quanto pare quindi non si è trattata di un'anomalia solo estiva, e contrariamente al riporto sui giornali del "1540 più caldo del 2003" l'anomalia sembra toccare principalmente le precipitazioni più delle temperature.
    E ovviamente se la siccità è estrema automaticamente c'è un influsso sulle temperature. A livello di picchi singoli giornalieri non sappiamo nulla, ma in queste condizioni non possiamo di certo escludere analogie con l'estate 2003, considerando la bassa probabilità che sia superata sulla media trimestrale, ma la probabilità media su singoli picchi.
    Eccellente ricostruzione

  9. #79
    Burrasca forte L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    8,987
    Menzionato
    451 Post(s)

    Predefinito Re: Estate 1540

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Ora arriva Burian a dire che da lui fu un mese in media...
    Io ricordo un mese di afa tirrenica invincibile ma zero picchi


    Con un ritardo di un giorno e mezzo sono arrivato

    Luglio 2006 fu in media qui, esatto. Con una 81/10 però molto più calda della 71/00.

    Luglio 2008 invece fu caldo, +1° sulla 81/10.

  10. #80
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Estate 1540

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio


    Con un ritardo di un giorno e mezzo sono arrivato

    Luglio 2006 fu in media qui, esatto. Con una 81/10 però molto più calda della 71/00.

    Luglio 2008 invece fu caldo, +1° sulla 81/10.
    Luglio 2006 un forno in tutt'Europa ma Brindisi-Ellade-Paese dei balocchi rispose ASSENTE

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •