Pagina 10 di 22 PrimaPrima ... 8910111220 ... UltimaUltima
Risultati da 91 a 100 di 215
  1. #91
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Pavia (PV) 82 m/ Ferrara (FE) 9 m
    Età
    28
    Messaggi
    34,248
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Maggio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Beh GFS nello 06 non è molto diverso da ECMWF ad onor del vero, non vedo ste differenze così nette GEM in questo senso è meno fresco di entrambi.

    Idem dicasi per le ENS di ECMWF: la media è identica all'ufficiale praticamente come T 850 Hpa previste.
    Avatar: Bei tempi che non torneranno più.

  2. #92
    Vento teso
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    23
    Messaggi
    1,870
    Menzionato
    362 Post(s)

    Predefinito Re: Maggio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Beh GFS nello 06 non è molto diverso da ECMWF ad onor del vero, non vedo ste differenze così nette GEM in questo senso è meno fresco di entrambi.

    Idem dicasi per le ENS di ECMWF: la media è identica all'ufficiale praticamente come T 850 Hpa previste.
    sì, vero. resta a mio avviso probabile una spanciata leggermente anticipata rispetto al previsto (tendo a fidarmi molto delle ens di GFS, praticamente il 50% del tempo dedicato ai modelli lo dedico allo studio di quelle ens e della distribuzione geografica dei loro spread).
    Siete in ogni mio respiro, in ogni pulsazione del ventricolo, nell'inchiostro di questa biro.

  3. #93
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    35
    Messaggi
    9,828
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Maggio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    il passaggio del medio termine per me sarà complesso anche per le ens
    basta vedere come sono variate in meno di 24h






    attualmente lo 06 è decisamente estremo ma non escludo ci siano ulteriori limate per riportarsi vicini alla media europea
    quello che è veramente fuoriscala è gem al moment


  4. #94
    Uragano L'avatar di Dream Designer
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli 249 mt / Cassano D'Adda (MI)
    Età
    32
    Messaggi
    17,434
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Maggio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Siamo saliti a +2.0 sulla media progressiva del mese. E' un mese caldo, non v'è dubbio, un vero peccato rovinare una primavera, almeno qui, fin'ora perfettamente normale. In ogni caso questi sono i giorni più caldi, l'anomalia dovrebbe cedere un pochino.


    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!
    estremi dal 2001: -3.7 (2014) +38.1 (2007)


  5. #95
    Burrasca forte L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,849
    Menzionato
    343 Post(s)

    Predefinito Re: Maggio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    La decade che si sta per concludere sarà ECCEZIONALE in quota. Non ho nulla da aggiungere.

    Una decade che sarebbe stata più calda persino della media di Agosto e della terza decade di Luglio (le più calde dell'anno) sia a 850 hPa, sia a 700 hPa. Dunque nei primi 3000 metri della colonna d'aria.

    La decade sarebbe stata poco sotto la media invece a 500 hPa e anche per lo ZT, ma credetemi, non tantissimo. Addirittura sopra l'intera media di Giugno e anche della terza decade di Agosto.
    In sintesi: una decade pienamente estiva in quota.

    Sono senza parole. E' stata la settimana più calda di sempre a Maggio a tutte le quote. Poco da aggiungere.
    Vi darò un report dettagliato di questa decade che ha stravolto OGNI RECORD il 20 Maggio.
    Come piccola chicca posso anticiparvi che i 25° raggiunti il 15 Maggio ai radiosondaggi 00Z costituiscono la più alta temperatura a 850 hPa dal 10 Agosto 2017.
    Incredibile, si è riusciti a fare meglio del Giugno 2019 come picco! E ad arrivare a un mostro quale Agosto 2017.

  6. #96
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: Maggio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Citazione Originariamente Scritto da Dream Designer Visualizza Messaggio
    Siamo saliti a +2.0 sulla media progressiva del mese. E' un mese caldo, non v'è dubbio, un vero peccato rovinare una primavera, almeno qui, fin'ora perfettamente normale. In ogni caso questi sono i giorni più caldi, l'anomalia dovrebbe cedere un pochino.
    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    La decade che si sta per concludere sarà ECCEZIONALE in quota. Non ho nulla da aggiungere.

    Una decade che sarebbe stata più calda persino della media di Agosto e della terza decade di Luglio (le più calde dell'anno) sia a 850 hPa, sia a 700 hPa. Dunque nei primi 3000 metri della colonna d'aria.

    La decade sarebbe stata poco sotto la media invece a 500 hPa e anche per lo ZT, ma credetemi, non tantissimo. Addirittura sopra l'intera media di Giugno e anche della terza decade di Agosto.
    In sintesi: una decade pienamente estiva in quota.

    Sono senza parole. E' stata la settimana più calda di sempre a Maggio a tutte le quote. Poco da aggiungere.
    Vi darò un report dettagliato di questa decade che ha stravolto OGNI RECORD il 20 Maggio.
    Come piccola chicca posso anticiparvi che i 25° raggiunti il 15 Maggio ai radiosondaggi 00Z costituiscono la più alta temperatura a 850 hPa dal 10 Agosto 2017.
    Incredibile, si è riusciti a fare meglio del Giugno 2019 come picco! E ad arrivare a un mostro quale Agosto 2017.
    A livello europeo,la distribuzione delle anomalie di questo mese è simile a quella di agosto 2017,sbilanciata a carico del sud Europa(soprattutto Mediterraneo Centrale e Balcani).

  7. #97
    Burrasca forte L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,849
    Menzionato
    343 Post(s)

    Predefinito Re: Maggio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Come promesso, è il momento di analizzare per bene i dettagli dell'ondata di caldo appena terminata, che definire storica è persino troppo semplificativo.
    Eventi così intensi, e in grado di stracciare diversi record sia in quota sia al suolo e sia di durata sia come picco, sono eccezionali. Spesso si parla di evento storico per molto meno, per qualche episodio che strappa qualche primato o lo avvicina, ed è anche corretto. Ma l'ondata di calore (dove si intende proprio la definizione tecnica: massa d'aria calda a tutte le quote, con superamento della soglia dei 20° alla quota isobarica degli 850 hPa) in questione rientra nella ancor più ristretta cerchia di accadimenti meteorologici che lasciano più di un segno negli annali, qualificandosi al livello di mostri quali l'ondata gelida del Gennaio 2017, o la canicola in Europa occidentale del Giugno-Luglio 2019.
    L'unica differenza è stata l'estensione geografica, ben più limitata, e circoscritta al Sud, alla Sicilia, ai Balcani meridionali e alla Turchia.

    L'ondata di caldo è stata notevole anche in Puglia e su Brindisi, riscrivendo diverse classifiche storiche e battendo alcuni record al suolo, ma soprattutto in quota.
    La differenza tra il suolo, rinfrescato dalle salvifiche brezze adriatiche, e la colonna atmosferica, è stata stavolta più incredibile che mai, a sottolineare come ancora una volta anche se tutte le carte si dispongono in versi eccezionali, la brezza di mare rimane sempre il fattore decisivo.


    Di seguito le medie di questa seconda decade di Maggio a Brindisi Casale (rispetto alla mensile 81/10, che grosso modo dovrebbe corrispondere alla decadale):

    media min: 16,1° (+1,3° dalla 81/10)
    media max: 25,3° (+2,5° dalla 81/10)
    media delle medie: 20,7° (+1,9° dalla 81/10)

    La media complessiva è stata alta, al punto che si classifica al quinto posto tra le più calde seconde decadi di Maggio, a pari merito con il 1969.
    Meno rilevanti le altre medie: settimo posto per la media min, e sesto posto per la media max.
    La media min è stata dietro al 1968, 1969, 1992, 1999, 2000, 2003. Pari merito con il 2001.
    La media max dietro al 1994, 1999, 2000, 2003, 2015.

    La giornata decisamente più incredibile è stata il 14 Maggio, che rimarrà nella storia.
    Iniziamo dalla massima.
    I 31.5° registrati il 14/5 rappresentano la quinta max più precoce sopra i 31°, nonchè tra le prime 10-15 massime così precoci sopra i 30°.
    Non solo, una massima così alta a Maggio non si raggiungeva dal 2015, e come valore assoluto rappresenta la 13esima max più alta della storia di Maggio, anche se 19 volte si erano registrate giornate di Maggio con massime maggiori o uguali.

    Inoltre sono stati battuti i record sia di minima sia di max della giornata del 14 Maggio. In altre parole è stato il 14 Maggio più caldo dal 1951, per tutte le medie (max, min, giornaliera).

    Ancora, la media complessiva del 14/5 (25°) risulta la più precoce media giornaliera ≥ 25° della storia di Brindisi, e al secondo posto come più calda media giornaliera della seconda decade di Maggio dietro solo al 20/5/2006.

    Eccezionale anche l'umidità relativa al suolo di quella giornata , che ha toccato appena il 7%.
    In tutta la mia vita non avevo MAI visto una temperatura a Brindisi superiore ai 30° con un dew point sottozero. MAI!
    E' stata una sorpresa inaspettata, non voluta ma decisamente entusiasmante!
    Al momento più estremo, il METAR segnava 31° con dp -7°! Sbalorditivo! Aria secca da deserto, accompagnata da un vento intenso (raffiche di libeccio fino a 63 km/h e media oraria sui 40 km/h).

    La fila di record che quella giornata si è portata appresso non finisce qui, ma ha uno strascico nella notte compresa tra 14 e 15. Si è trattata infatti della prima notte tropicale della storia di Brindisi in seconda decade di Maggio, e di conseguenza la più precoce notte tropicale dal 1951, con 20,4°.
    In sè, è stata anche la seconda notte tropicale più calda di Maggio.
    Il 15 Maggio però non ha strappato il record nell'arco delle 24 h, a seguito del calo serale che ha portato a rilevare una minima nelle 24 h di 18.8°, addirittura inferiore a quella del 15/5/2003 (19°) impedendole di battere anche questo record giornaliero.


    Questi i dati dell'aeroporto, ma molto interessante è il confronto con una stazione più lontana dal mare. Ho scelto la stazione meteonetwork della zona industriale, a circa 2,5 km dalla costa e che risente dunque maggiormente dei venti da meridione.
    Le medie sono state 15,4/26,4, per una media grezza di 20,9°. La media è paragonabile a quella dell'aeroporto, ma si notano una media minime più bassa (-0,7°) e una media max molto più alta (+1,1°). La brezza di mare arrivava anche qui, ma le differenze si sentono data la maggiore distanza dalla costa



    Di un altro capitolo necessitano i radiosondaggi.
    La decade ha abbattuto come birilli una caterva di record storici in quota.
    Queste sono state le medie alle varie quote geopotenziali:

    • 850 hPa: 18,4° (+8,8° dalla 81/10 decadale)
    • 700 hPa: 7,3° (+8° dalla 81/10 decadale)
    • 500 hPa: -13,3° (+4° dalla 81/10 decadale)
    • ZT: 4084 m (+930 m dalla 81/10 decadale)


    Non ci sono parole per esprimere queste anomalie eclatanti.
    Non so nemmeno se possano rappresentare i record di sempre in termini di anomalie positive e/o in valore assoluto, perchè ricercarlo mi richiederebbe una mole di lavoro incommensurabile.
    Posso immaginare con relativa sicurezza tuttavia che si sia trattato di una delle decadi più anomale della serie dei radiosondaggi di Brindisi.
    Sostenere una media a 850 hPa pari a +9° dalla decadale è un'impresa che non richiede solo picchi estremi, ma anche una costanza e durata difficili da realizzare. Ma è accaduto.

    Come valori in sè, i primi 3000 metri della colonna d'aria (fino a 700 hPa) sarebbero risultati sopra la media 81/10 anche nel periodo più caldo dell'estate, tra la terza decade di Luglio e la seconda di Agosto.
    Sarebbero stati sotto media i valori alle quote superiori (che includono lo ZT e i 500 hPa), ma comunque superiori ai valori dell'intero mese di Giugno e della terza decade di Agosto.



    Fino a 4000 metri l'ondata di caldo ha annientato ogni confronto con i mesi del passato. Ha battuto TUTTO:

    • record a 850 hPa: raggiunti i 25° alle 00Z del 15/5. Fatto a pezzi il precedente record di appena 5 anni prima, 23.6°. Tra l'altro è stato pure sbeffeggiato venendo ribattuto un giorno dopo il 16 Maggio, con 24.4°. I primi due valori più alti della serie storica di Maggio li possiede dunque il 2020
    • record a 700 hPa: si sono sfondati per la prima volta gli 11°, con estremo 11.4° a 3172 m. Senza parole.
    • secondo valore più alto per lo ZT: ai radiosondaggi 12Z del 14/5 con 4423 metri. Mostruoso. E' probabile che nell'intervallo tra due radiosondaggi si sia distrutto anche il vecchio record (4460 m), ma non abbiamo certezze
    • record per quota gpt a 500 hPa: 5900 m alle 12Z del 16/5, che pareggia il precedente primato (ancor più incredibile considerando la data!) del 1° Maggio 2003
    • decade più calda della storia di Maggio a 850 hPa
    • decade più calda della storia di Maggio a 700 hPa
    • decade con lo ZT più alto della storia di Maggio (anche se nel 2006 lo ZT medio è stato di poco più basso, ma era terza decade)
    • secondo posto per più alta media decadale a 500 hPa, dietro alla terza decade del 2006 e a pari merito con la seconda del 1999.


    Potrei proseguire con tanti piccoli particolari sui valori in quota, come le ancora più alte medie settimanali, o i 32° rilevati dai radiosondaggi 00Z del 15/5 fino ai 915 hPa (800 m). Ma credo diverrei ancor più prolisso.


    Spero di aver reso l'assoluta unicità di questa decade di Maggio che per sè ha richiesto un resoconto che normalmente dedico con questa attenzione solo a mesi eccezionali.
    La terza decade di Maggio pare voler riprendere il normale corso, e sono curioso di vedere, dopo due decadi che al suolo si compensano, come si concluderà il mese. In quota sono sicuro sarà storico. Per compensare anomalie del genere bisognerebbe tornare indietro a Gennaio, ed è impossibile.
    Ultima modifica di burian br; 20/05/2020 alle 22:26

  8. #98
    Vento teso L'avatar di Ivan 72
    Data Registrazione
    11/06/18
    Località
    L'Aquila Roio Piano792mt
    Età
    47
    Messaggi
    1,561
    Menzionato
    3 Post(s)

    Thumbs down Re: Maggio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    L'Aquila Roio Piano (abitazione) seconda decade maggio 2020 anomalia termica positiva +3,9° sopra media su base decadale maggio periodo 1968-2019

    L'Aquila Roio Piano temperature medie seconda decade maggio 2020 :

    min +10,4° max +23,9° media +17,1°

    L'Aquila Roio Piano temperature medie seconda decade maggio periodo 1968-2019 :

    min +6,5° max +19,9° media +13,2°
    Nato a Roma, trasferito da Roma zona Garbatella a L'Aquila Roio Piano il 17/12/2011. Min assoluta L'Aquila Roio Piano-Piana di Roio 770 metri slm -24,2° il 15/02/2012 e Roma Ciampino -11° il 12/01/1985.

  9. #99
    Uragano L'avatar di baccaromichele
    Data Registrazione
    07/11/07
    Località
    Rimini / Montechiarugolo (PR) 110m
    Età
    24
    Messaggi
    16,135
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Maggio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    Seconda decade molto calda con ben +1.8°C sulla 81-10 (+2.6°C sulla 61-90). Nel decennio 2011-20 solo la seconda decade di maggio 2015 riuscì a fare un poco di più.

    La progressiva del mese è a +1.2°C sulla 81-10 (+2.0°C sulla 61-90 e +2.4°C sulla 51-80 che ho iniziato a calcolare perché è quella che utilizza di default la NASA nelle sue mappe)

    Aspetto pluviometrico del tutto eccezionale, una siccità di portata secolare come minimo, con questo ennesimo peggioramento flop il totale dal 1 gennaio sale a 88mm e a meno di cambiamenti nelle prospettive di qui a fine mese non ci sono possibilità di andare tanto oltre. Il precedente record dal 1958 a Rimini per il periodo gennaio-maggio era 136mm pari nel 1970 e 1993.
    Massima: +38,7°C 23/7/2009 e 8/8/2013
    Minima: -8,3°C 21/12/2009
    Neve: 2008=1.0cm 2009=6.5cm 2010=74.0cm 2011=1.5cm 2012=78.0cm 2013​=19.5cm 2014=5.0cm 2015=0.0cm 2016=0.0cm
    http://climarimini.altervista.org/index.html

  10. #100
    Vento teso
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    23
    Messaggi
    1,870
    Menzionato
    362 Post(s)

    Predefinito Re: Maggio 2020: anomalie termiche e pluviometriche

    In Italia le prime due decadi di maggio sono risultate, nel complesso, superiori di circa 0,95 °C alla norma 1981-2010 relativa al mese di maggio intero. Non è certo poco. Vediamo comunque come evolverà la situazione.
    Siete in ogni mio respiro, in ogni pulsazione del ventricolo, nell'inchiostro di questa biro.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •