Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 22
  1. #1
    Banned
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    2,158
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI

    A dieci anni esatti da quell'evento, apro questo thread per scoprirne le cause piuttosto anomale direi vista la latitudine ove l'onda si spinse non proprio consona anche se sia accaduto ma soprattutto per capirne la genesi o la causa che porto' a consolidarsi un promontorio piuttosto solido e duraturo. Forse un' index IOD particolarmente positivo. . ? Anche con un possibile raffronto col 2003 in Euromed. A voi le impressioni e commenti del caso. Puo' avere la genesi dall'immagine sotto del 2012 in Apr. o v'e' dell'altro

  2. #2
    Banned
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    2,158
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI


  3. #3
    Banned
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    26
    Messaggi
    2,158
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI


  4. #4
    Vento teso L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Età
    16
    Messaggi
    1,871
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI

    Citazione Originariamente Scritto da Kou Visualizza Messaggio
    A dieci anni esatti da quell'evento, apro questo thread per scoprirne le cause piuttosto anomale direi vista la latitudine ove l'onda si spinse non proprio consona anche se sia accaduto ma soprattutto per capirne la genesi o la causa che porto' a consolidarsi un promontorio piuttosto solido e duraturo. Forse un' index IOD particolarmente positivo. . ? Anche con un possibile raffronto col 2003 in Euromed. A voi le impressioni e commenti del caso.Immagine
    Puo' avere la genesi dall'immagine sotto del 2012 in Apr. o v'e' dell'altro
    Per quanto riguarda la caldissima estate del 2010 in Europa orientale, si concatenarono vari fattori che permisero di registrare un trimestre caldo e anomalo particolarmente in Russia, il cui scarto dalle medie nel mese di luglio raggiunsero valori dell'ordine di 6-7°C; nella capitale moscovita Luglio 2010 si concluse a +6,3°C dalla 81/10, mentre a San Pietroburgo il bilancio fu nello stesso mese di +5,8°C, più si procedeva ad est e maggiore era l'influsso diretto dell'alta orientale.
    Senza soffermarci alle anomalie, è importante capire quali fattori fisici abbiano causato questa subsidenza dell'alta siberiana durante il trimestre estivo.

    Innanzitutto mi sembra opportuno ribadire che l'indice WR/EA era rimasto effettivamente negativo dall'inverno, le cui conseguenze furono rilevanti dal punto di vista delle anomalie geopotenziali, vi era un netto divario fra Europa occidentale (bilancio negativo) ed Europa orientale (bilancio +), che solitamente lo scenario è invertito in quanto la circolazione è di tipo depressionaria nell'Europa dell'est, mentre l'Europa occidentale è spesso sede dell'hp in quanto geograficamente esposta all'alta delle Azzorre o all'alta africana.

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-east-atlantic-west-russian.png

    Avevamo un WR/EA -- mediamente

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-solitamente.png

    Questa mappa invece ci mostra l'esatto contrario, ovvero quello che succede quando la teleconnessione è positiva.

    Sono d'accordo con te per il fatto dello IOD, che avrebbe dato l'imput ad un'estate molto calda in Europa orientale.

    I periodi più caldi nel Mediterraneo occidentale sono favoriti da un ITCZ molto più settentrionale rispetto alla media, la cui fluttuazione verso nord è una delle cause responsabili dell'innalzamento medio della fascia anticiclonica che diventa invasiva per l'Europa. Una AMM+ positiva garantisce una maggior attività convettiva in Africa occidentale in quanto le ssta sono più alte, e per termoregolazione, si registrano così ingenti precipitazioni e un monsone di Guinea dinamico.

    Analogamente lo stesso succede nell'Africa nord orientale, il cui convogliamento delle acque calde dell'Oceano Indiano centrale, causa una maggiore evaporazione oceanica. Normalmente in presenza di IOD+ si verifica questo, ma nell'estate del 2010 non si parla affatto di IOD positivo:

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-iod1.png

    Escluderei a prescindere ogni potenziale risalita della zona di convergenza tropicale verso nord nell'Africa orientale essendo stata un'estate con IOD neutro-negativo e bassa attività tropicale a nord del d'Africa, anche perché:

    Luglio 2010

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-luglio-2010.jpeg


    Agosto 2010

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-agosto-2010.jpeg

    Solo giugno vide anomalie positive nell'Ovest Indiano

    Uno dei fattori che si mantenne negativo (e che influisce pesantemente sul comparto russo) fu la NAO, il cui indice si mantenne sui -0,82 mediamente, con anomalie mensili:

    2010/06 -0.82
    2010/07 -0.42
    2010/08 -1.22

    Sappiamo bene che una porta atlantica aperta, il cui flusso coinvolge bene l'Europa occidentale, talvolta anche centrale, è in grado di lasciare allo scoperto invece l'Europa orientale che finisce sotto l'azione anticiclonica di richiamo sub-tropicale per compensazione.

    Non a caso nel confronto con Maggio 2019, freddo in Europa centro-occidentale da N a S, ci fu un anticipo estivo dall'Egitto alla Russia

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-meteo-maggio-2019-freddo-maltempo-anomalie-clima-58839_1_1.jpg

    Invece nel 2010, d'estate, il bilancio negativo delle anomalie termiche era spostato più ad ovest, coinvolgeva anche la Penisola Iberica, mentre l'intero est Europa era infiammato.

    Definirei sufficiente come spiegazione.
    Ultima modifica di damiano23; 19/05/2020 alle 08:04
    Io sono già stato quello che voi siete, ma non so se voi sarete, e dico a tutti, quello che io sono.

  5. #5
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI

    Citazione Originariamente Scritto da damiano23 Visualizza Messaggio
    Per quanto riguarda la caldissima estate del 2010 in Europa orientale, si concatenarono vari fattori che permisero di registrare un trimestre caldo e anomalo particolarmente in Russia, il cui scarto dalle medie nel mese di luglio raggiunsero valori dell'ordine di 6-7°C; nella capitale moscovita Luglio 2010 si concluse a +6,3°C dalla 81/10, mentre a San Pietroburgo il bilancio fu nello stesso mese di +5,8°C, più si procedeva ad est e maggiore era l'influsso diretto dell'alta orientale.
    Senza soffermarci alle anomalie, è importante capire quali fattori fisici abbiano causato questa subsidenza dell'alta siberiana durante il trimestre estivo.

    Innanzitutto mi sembra opportuno ribadire che l'indice WR/EA era rimasto effettivamente negativo dall'inverno, le cui conseguenze furono rilevanti dal punto di vista delle anomalie geopotenziali, vi era un netto divario fra Europa occidentale (bilancio negativo) ed Europa orientale (bilancio +), che solitamente lo scenario è invertito in quanto la circolazione è di tipo depressionaria nell'Europa dell'est, mentre l'Europa occidentale è spesso sede dell'hp in quanto geograficamente esposta all'alta delle Azzorre o all'alta africana.

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-east-atlantic-west-russian.png

    Avevamo un WR/EA -- mediamente

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-solitamente.png

    Questa mappa invece ci mostra l'esatto contrario, ovvero quello che succede quando la teleconnessione è positiva.

    Sono d'accordo con te per il fatto dello IOD, che avrebbe dato l'imput ad un'estate molto calda in Europa orientale.

    I periodi più caldi nel Mediterraneo occidentale sono favoriti da un ITCZ molto più settentrionale rispetto alla media, la cui fluttuazione verso nord è una delle cause responsabili dell'innalzamento medio della fascia anticiclonica che diventa invasiva per l'Europa. Una AMM+ positiva garantisce una maggior attività convettiva in Africa occidentale in quanto le ssta sono più alte, e per termoregolazione, si registrano così ingenti precipitazioni e un monsone di Guinea dinamico.

    Analogamente lo stesso succede nell'Africa nord orientale, il cui convogliamento delle acque calde dell'Oceano Indiano centrale, causa una maggiore evaporazione oceanica. Normalmente in presenza di IOD+ si verifica questo, ma nell'estate del 2010 non si parla affatto di IOD positivo:

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-iod1.png

    Escluderei a prescindere ogni potenziale risalita della zona di convergenza tropicale verso nord nell'Africa orientale essendo stata un'estate con IOD neutro-negativo e bassa attività tropicale a nord del d'Africa, anche perché:

    Luglio 2010

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-luglio-2010.jpeg


    Agosto 2010

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-agosto-2010.jpeg

    Solo giugno vide anomalie positive nell'Ovest Indiano

    Uno dei fattori che si mantenne negativo (e che influisce pesantemente sul comparto russo) fu la NAO, il cui indice si mantenne sui -0,82 mediamente, con anomalie mensili:

    2010/06 -0.82
    2010/07 -0.42
    2010/08 -1.22

    Sappiamo bene che una porta atlantica aperta, il cui flusso coinvolge bene l'Europa occidentale, talvolta anche centrale, è in grado di lasciare allo scoperto invece l'Europa orientale che finisce sotto l'azione anticiclonica di richiamo sub-tropicale per compensazione.

    Non a caso nel confronto con Maggio 2019, freddo in Europa centro-occidentale da N a S, ci fu un anticipo estivo dall'Egitto alla Russia

    LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI-meteo-maggio-2019-freddo-maltempo-anomalie-clima-58839_1_1.jpg

    Invece nel 2010, d'estate, il bilancio negativo delle anomalie termiche era spostato più ad ovest, coinvolgeva anche la Penisola Iberica, mentre l'intero est Europa era infiammato.

    Definirei sufficiente come spiegazione.
    Sufficientissima ...ora sì che è tutto chiarissimo,come un DPCM contiano

  6. #6
    Vento teso L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Età
    16
    Messaggi
    1,871
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Sufficientissima ...ora sì che è tutto chiarissimo,come un DPCM contiano
    E allora è confusionaria
    Io sono già stato quello che voi siete, ma non so se voi sarete, e dico a tutti, quello che io sono.

  7. #7
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI

    Citazione Originariamente Scritto da damiano23 Visualizza Messaggio
    E allora è confusionaria
    No,è damianesca....decine di righe di giri di parole,roba che un bizantino vissuto a Ravenna levati proprio
    Ultima modifica di Josh; 19/05/2020 alle 09:36

  8. #8
    Vento teso L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Età
    16
    Messaggi
    1,871
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Np,è damianesca....decine di righe di giri di parole,roba che un bizantino vissuto a Ravenna levati proprio
    All'istituto tecnico che frequento, si usa scrivere tantissimo, è/è stato la base delle mie conoscenze e dei miei apprendimenti.
    Nei discorsi orali tendo a sintetizzare, invece quando faccio uno scritto mi immedesimo in un prosatore.
    Io sono già stato quello che voi siete, ma non so se voi sarete, e dico a tutti, quello che io sono.

  9. #9
    Josh
    Ospite

    Predefinito Re: LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI

    Citazione Originariamente Scritto da damiano23 Visualizza Messaggio
    All'istituto tecnico che frequento, si usa scrivere tantissimo, è/è stato la base delle mie conoscenze e dei miei apprendimenti.
    Nei discorsi orali tendo a sintetizzare, invece quando faccio uno scritto mi immedesimo in un prosatore.
    Comunque in Spagna non mi risulta che l'estate 2010 sia stata così fresca,eh.
    Per l'Aemet, abbiamo +0,7° a giugno, +0,9° a luglio, +0,6° ad agosto. E' vero che non ci fu alcun mese con più di grado sopra la 81/10 ma non ci furono neanche veri periodi freschi.
    Per Madrid Osservatorio è disponibile solo la 71/00: +1° a giugno, +1,1° a luglio, +0,5° ad agosto

  10. #10
    Vento teso L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Età
    16
    Messaggi
    1,871
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: LA FORTE ONDA CALDA DELL'ESTATE 2010 IN RUSSIA;GENESI e OSSERVAZIONI

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Comunque in Spagna non mi risulta che l'estate 2010 sia stata così fresca,eh.
    Per l'Aemet, abbiamo +0,7° a giugno, +0,9° a luglio, +0,6° ad agosto. E' vero che non ci fu alcun mese con più di grado sopra la 81/10 ma non ci furono neanche veri periodi freschi.
    Per Madrid Osservatorio è disponibile solo la 71/00: +1° a giugno, +1,1° a luglio, +0,5° ad agosto
    Non lo so, mi sono fidato evidentemente della mappa che aveva pubblicato Kou, ma purtroppo in base alle vere anomalie risulta imprecisa, se appunto a Madrid giugno-luglio-agosto chiusero sopra la media, e anche di molto, allora quella mappa è.....

    Ma aspetta! Ora che guardo la data della mappa clima fresco - flusso caldo è dell'Aprile 2012; a parte questo, sospettavo anche che nell'estate 2010 il dipolo indiano fosse stato positivo, ma su questo ero scettico, ho controllato e mi accorsi che fu uno IOD neutro-negativo

    Lui ha voluto fare il paragone fra le genesi. Ma è un po' fuori luogo il parallelismo in quanto Agosto 2012 fu terribilmente caldo in tutta Europa e fresco nell'Europa nord-occidentale nell'agosto 2010, mentre luglio 2010 fu ben più caldo in Europa occidentale, come mi confermano i dati, luglio 2012 il contrario.

    Invece a Roma vi è una quasi equivalenza fra Luglio 2010 e Luglio 2012, chiusi con la 2a massima più alta di sempre.
    Io sono già stato quello che voi siete, ma non so se voi sarete, e dico a tutti, quello che io sono.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •