Pagina 3 di 9 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 88
  1. #21
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,185
    Menzionato
    66 Post(s)

    Predefinito Re: Mesi, stagioni e anni dal 1860 al 1899 secondo Berkeley Earth: anomalie termiche in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    I dati coprono l'estensione territoriale attuale dell'Italia, quindi anche i territori facenti parte, un tempo, dell'Impero Asburgico sono inclusi nel perimetro del territorio analizzato e del quale sono calcolate le anomalie termiche.
    Eh però... Anche così, non è banale capire dove si arrivasse. Al di là del confine del 1861 - che escludeva anche Roma e la maggior parte del Lazio - ma ad esempio i territori acquisiti dall'Italia nel 1919, ma perduti nel 1947, sono inclusi o meno? Per andare proprio nelle curiosità storico-geografico, la media 1941-'43 dell'Italia include anche Lubiana e Spalato?

  2. #22
    Vento forte L'avatar di Federico Ogino
    Data Registrazione
    05/12/15
    Località
    Carmagnola (TO)
    Messaggi
    3,248
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Mesi, stagioni e anni dal 1860 al 1899 secondo Berkeley Earth: anomalie termiche in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Eh però... Anche così, non è banale capire dove si arrivasse. Al di là del confine del 1861 - che escludeva anche Roma e la maggior parte del Lazio - ma ad esempio i territori acquisiti dall'Italia nel 1919, ma perduti nel 1947, sono inclusi o meno? Per andare proprio nelle curiosità storico-geografico, la media 1941-'43 dell'Italia include anche Lubiana e Spalato?
    Non credo (mi pare che Perlecano abbia già risposto in merito) che vengano contate altre aree italiane al di fuori dei confini nazionali di OGGI. Senza dimenticare che tu hai citato parte dell'odierna Slovenia e della Croazia costiera che effettivamente furono per un po' di tempo parte dell'Italia. Ma se per questo potremmo considerare anche la Libia (1912-1947) l'Eritrea + Somalia (sin dalla fine dell'Ottocento) o l'Albania (sempre nel breve periodo 1939-45) cosa che ovviamente non avrebbe senso...

    Quindi non credo vengano contate le aree da te citate

  3. #23
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,185
    Menzionato
    66 Post(s)

    Predefinito Re: Mesi, stagioni e anni dal 1860 al 1899 secondo Berkeley Earth: anomalie termiche in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    Dicembre: +1,7 °C (dato sensazionale ma ho seri dubbi, l'incertezza è +/-1,5 °C, molto maggiore che per i mesi subito precedenti o successivi...).
    E' in linea col dato di Padova. Non è fuori scala come il dicembre 1826, ma ha comunque una media di +7.0°C che è circa 4-4.5°C sopra le medie coeve. Fu un periodo di grandi estremi a dicembre: 1872 +7.0°C, 1868 e 1876 +5.3°C (non così eccezionali, ma piuttosto miti anche oggi), ma anche 1871 -1.1°C, 1878 -1.1°C e 1879 -3.4°C di media assoluta che oggi parrebbero "marziani" come mesi (praticamente da 2°C a oltre 4°C sotto i mesi più freddi degli ultimi 35 anni, dicembre 2001 incluso).
    Ultima modifica di FilTur; 22/08/2020 alle 09:34

  4. #24
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,185
    Menzionato
    66 Post(s)

    Predefinito Re: Mesi, stagioni e anni dal 1860 al 1899 secondo Berkeley Earth: anomalie termiche in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da Federico Ogino Visualizza Messaggio
    Non credo (mi pare che Perlecano abbia già risposto in merito) che vengano contate altre aree italiane al di fuori dei confini nazionali di OGGI. Senza dimenticare che tu hai citato parte dell'odierna Slovenia e della Croazia costiera che effettivamente furono per un po' di tempo parte dell'Italia. Ma se per questo potremmo considerare anche la Libia (1912-1947) l'Eritrea + Somalia (sin dalla fine dell'Ottocento) o l'Albania (sempre nel breve periodo 1939-45) cosa che ovviamente non avrebbe senso...

    Quindi non credo vengano contate le aree da te citate
    No momento: le "colonie", anche se con status diversi, erano sicuramente fuori dal territorio metropolitano (la costa libica avrebbe dovuto divenire l'Algeria italiana, ma non ce ne fu il tempo). Lubiana e Spalato - e Cattaro - erano invece province del territorio nazionale. Comunque, per questo chiedo e trovo la domanda di @damiano23 giustificata: magari anche è stato effettuato un ricalcolo, negli anni post-1947 (post-1954).

  5. #25
    Vento forte L'avatar di Federico Ogino
    Data Registrazione
    05/12/15
    Località
    Carmagnola (TO)
    Messaggi
    3,248
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Mesi, stagioni e anni dal 1860 al 1899 secondo Berkeley Earth: anomalie termiche in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    No momento: le "colonie", anche se con status diversi, erano sicuramente fuori dal territorio metropolitano (la costa libica avrebbe dovuto divenire l'Algeria italiana, ma non ce ne fu il tempo). Lubiana e Spalato - e Cattaro - erano invece province del territorio nazionale. Comunque, per questo chiedo e trovo la domanda di @damiano23 giustificata: magari anche è stato effettuato un ricalcolo, negli anni post-1947 (post-1954).
    Ho trovato la risposta alla tua domanda nel post #10 (pagina 1)

  6. #26
    Burrasca forte L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    8,994
    Menzionato
    462 Post(s)

    Predefinito Re: Mesi, stagioni e anni dal 1860 al 1899 secondo Berkeley Earth: anomalie termiche in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da Federico Ogino Visualizza Messaggio
    Non credo (mi pare che Perlecano abbia già risposto in merito) che vengano contate altre aree italiane al di fuori dei confini nazionali di OGGI. Senza dimenticare che tu hai citato parte dell'odierna Slovenia e della Croazia costiera che effettivamente furono per un po' di tempo parte dell'Italia. Ma se per questo potremmo considerare anche la Libia (1912-1947) l'Eritrea + Somalia (sin dalla fine dell'Ottocento) o l'Albania (sempre nel breve periodo 1939-45) cosa che ovviamente non avrebbe senso...

    Quindi non credo vengano contate le aree da te citate
    Non mi dimenticare il Dodecaneso.

  7. #27
    Burrasca forte L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    8,994
    Menzionato
    462 Post(s)

    Predefinito Re: Mesi, stagioni e anni dal 1860 al 1899 secondo Berkeley Earth: anomalie termiche in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    No momento: le "colonie", anche se con status diversi, erano sicuramente fuori dal territorio metropolitano (la costa libica avrebbe dovuto divenire l'Algeria italiana, ma non ce ne fu il tempo). Lubiana e Spalato - e Cattaro - erano invece province del territorio nazionale. Comunque, per questo chiedo e trovo la domanda di @damiano23 giustificata: magari anche è stato effettuato un ricalcolo, negli anni post-1947 (post-1954).
    Nel fare il calcolo si sono ispirati ai "quadrati" geografici che grosso modo comprendevano l'Italia con confini post-1945 (includendo Trieste, che per i sofisti divenne italiana effettivamente negli anni 50 ).

  8. #28
    Vento forte L'avatar di Federico Ogino
    Data Registrazione
    05/12/15
    Località
    Carmagnola (TO)
    Messaggi
    3,248
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Mesi, stagioni e anni dal 1860 al 1899 secondo Berkeley Earth: anomalie termiche in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Non mi dimenticare il Dodecaneso.
    Giusto!

    Comunque, tornando al topic, senza avere le anomalie precise, ho visto che c'è stato anche un periodo caldo che comprende l'autunno 1898 e l'inverno 1898/99 fra qualche giorno vedremo come sarà e che anomalie avrà avuto...

  9. #29
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,185
    Menzionato
    66 Post(s)

    Predefinito Re: Mesi, stagioni e anni dal 1860 al 1899 secondo Berkeley Earth: anomalie termiche in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da Federico Ogino Visualizza Messaggio
    Ho trovato la risposta alla tua domanda nel post #10 (pagina 1)
    Ma non è la risposta che si chiede L'estensione territoriale dell'Italia cambia, lo ripeto, nel 1861, 1866, 1870, 1919, 1947, 1954... Ma, immagino, che siano stati presi i dati delle stazioni attualmente parte dell'Italia (quindi niente Nizza o Pola, ma sì a Trieste e Bolzano) e siano quindi state calcolate le medie annuali a partire dal XIX secolo: basterebbe avere conferma di questo.

  10. #30
    Vento fresco
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    23
    Messaggi
    2,178
    Menzionato
    429 Post(s)

    Predefinito Re: Mesi, stagioni e anni dal 1860 al 1899 secondo Berkeley Earth: anomalie termiche in Italia

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Ma non è la risposta che si chiede L'estensione territoriale dell'Italia cambia, lo ripeto, nel 1861, 1866, 1870, 1919, 1947, 1954... Ma, immagino, che siano stati presi i dati delle stazioni attualmente parte dell'Italia (quindi niente Nizza o Pola, ma sì a Trieste e Bolzano) e siano quindi state calcolate le medie annuali a partire dal XIX secolo: basterebbe avere conferma di questo.
    Direi proprio di sì, non ci sono sbalzi improvvisi di numero di stazioni entro il territorio nazionale in base ai cambiamenti dei confini che storicamente ci sono avuti... poi mi pare anche logico che abbiano tenuto conto di un fattore simile, non considerarlo sarebbe demenziale. Ma fai conto anche che per ogni Stato andatosi a costituire negli anni, come i nuovi stati dell'ex Jugoslavia o le ex Repubbliche Sovietiche, esistono dataset specifici e circoscritti al territorio delle nuove nazioni, quindi non sono lavori fatti a casaccio. Oltretutto (per ovvie ragioni) il caricamento informatico di certi dati risale agli ultimi decenni, non si sono messi a posteriori a creare una serie "balzellando" al di là e al di qua di certi confini mutevoli, creando discontinuità gravi e frequenti...
    Siete in ogni mio respiro, in ogni pulsazione del ventricolo, nell'inchiostro di questa biro.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •