Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 25
  1. #11
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    51
    Messaggi
    7,366
    Menzionato
    36 Post(s)

    Predefinito Re: Un'occhiata all'autunno

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio

    Ps. mi è venuto pure un dubbio, guardando il plotting 2010, che il segnale IOD non fosse proprio del tutto improntato alla negatività rispetto invece agli altri 2 anni (1970/1973) ove invece non vi erano oscillazioni in tal senso.
    E infatti sono emerse questi dati rispetto la sezione west (50/70E) :

    2010 0.507 0.610 0.718 0.724 0.435 0.351 0.367 0.308 -0.002 0.097 -0.094 -0.135

    prevalentemente negativi ma con il mese di ottobre virato verso il segno +

    e questi rispetto la sezione est (90/110E):


    2010 0.148 0.507 0.160 0.279 0.385 0.377 0.271 0.258 0.160 0.375 0.277 0.007

    sostanzialmente positivi
    Matteo



  2. #12
    Vento moderato
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    33
    Messaggi
    1,046
    Menzionato
    251 Post(s)

    Predefinito Re: Un'occhiata all'autunno

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Più che condivisibili le tue perplessità soprattutto per le ragioni ingrassettate.
    Nel guardare le anomalìe tuttavia del plotting separato del 2010 vedo molte più similitudini, benché stemperate dai fattori ricordati, che differenze.
    Cito solo per chiarezza:

    • il dipolo negativo della semipermanente pacifica ( e PNA negativo) con invece frequente intrusione del promontorio nello Stretto di Bering
    • una tendenza ad ATH - per dipolo NP/NATL -/+
    • conseguente NAO tendenzialmente negativa
    • Raffreddamento (precoce) delle latitudini artiche e subartiche del continente eurasiatico

      ps. l'IPO- indotto da una condotta media del segnale La Nina like dal 2012/2013 direi segnatamente fino al 2015/2016 (anno del big Nino che ha ibridato il segnale e l'indice IPO) è l'indiziato principale (unitamente al Gw che ha influito sull'amplificazione delle anomalìe positive delle SST tropico/equatoriali pacifiche) del big warm blob del NP e del dipolo delle SSTA +/- NP/NATL con evidente forzatura sul segnale della NAO

      Allegato 536970Allegato 536971

      Il riscaldamento sarebbe da attribuire al trasporto da parte della Corrente del Giappone delle acque riscaldate dai forti alisei a ridosso del continente marittimo.
    Sono d'accordo sul fatto che i tre inverni abbiano molte somiglianze, però il fatto che il centro delle anomalie sia spostato sull'Europa occidentale è molto rilevante, visto che non è un caso isolato bensì una costante da quando è cambiata di segno la fase AMO. Troviamo anomalie GPT negative spostate verso l'Europa occidentale in quasi tutti gli anni di niña entrante dopo il 1995 (1998, 2005, 2007, 2010, fa parzialmente eccezione il 2016) con l'Europa orientale soggetta a richiami caldi più o meno intensi.

    Anche se guardiamo le correlazioni, per quanto sia approssimativo questo strumento, si nota una netta occidentalizzazione delle zone di correlazione positiva (quindi con anomalie negative associate alle fasi di niña) che si spostano dall'Europa orientale a quella meridionale. Sulla Russia europea il segno si inverte, anche se resta comunque debole.

    Un'occhiata all'autunno-nino_corr_nh_octnov_amo-.gif

    Un'occhiata all'autunno-nino_corr_nh_octnov_amo-.gif

    Questo è abbastanza coerente con la tendenza ad una maggiore meridianizzazione delle dinamiche in Atlantico associata con le fasi AMO positive, anche se potrebbero esserci cause diverse.

    Poi secondo me anche il 2010 ha il difetto di inserirsi in una fase NAO- di lungo periodo, passare di colpo ad una fase NAO fortemente negativa mi stupirebbe molto, ma questo è un discorso diverso.
    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Ps. mi è venuto pure un dubbio, guardando il plotting 2010, che il segnale IOD non fosse proprio del tutto improntato alla negatività rispetto invece agli altri 2 anni (1970/1973) ove invece non vi erano oscillazioni in tal senso.
    E infatti sono emerse questi dati rispetto la sezione west (50/70E) :

    2010 0.507 0.610 0.718 0.724 0.435 0.351 0.367 0.308 -0.002 0.097 -0.094 -0.135

    prevalentemente negativi ma con il mese di ottobre virato verso il segno +

    e questi rispetto la sezione est (90/110E):


    2010 0.148 0.507 0.160 0.279 0.385 0.377 0.271 0.258 0.160 0.375 0.277 0.007

    sostanzialmente positivi
    Il 2010 non è fortemente negativo, però nel nuovo millennio è uno dei più negativi, negli ultimi anni con il trend crescente di quell'indice è difficile fare di meglio e anche quest'anno non credo sarà molto diverso.

    https://psl.noaa.gov/gcos_wgsp/Times....had.long.data
    Ultima modifica di snowaholic; 08/09/2020 alle 17:29

  3. #13
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    51
    Messaggi
    7,366
    Menzionato
    36 Post(s)

    Predefinito Re: Un'occhiata all'autunno

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Sono d'accordo sul fatto che i tre inverni abbiano molte somiglianze, però il fatto che il centro delle anomalie sia spostato sull'Europa occidentale è molto rilevante, visto che non è un caso isolato bensì una costante da quando è cambiata di segno la fase AMO. Troviamo anomalie GPT negative spostate verso l'Europa occidentale in quasi tutti gli anni di niña entrante dopo il 1995 (1998, 2005, 2007, 2010, fa parzialmente eccezione il 2016) con l'Europa orientale soggetta a richiami caldi più o meno intensi.

    Anche se guardiamo le correlazioni, per quanto sia approssimativo questo strumento, si nota una netta occidentalizzazione delle zone di correlazione positiva (quindi con anomalie negative associate alle fasi di niña) che si spostano dall'Europa orientale a quella meridionale. Sulla Russia europea il segno si inverte, anche se resta comunque debole.

    Un'occhiata all'autunno-nino_corr_nh_octnov_amo-.gif

    Un'occhiata all'autunno-nino_corr_nh_octnov_amo-.gif

    Questo è abbastanza coerente con la tendenza ad una maggiore meridianizzazione delle dinamiche in Atlantico associata con le fasi AMO positive, anche se potrebbero esserci cause diverse.

    Poi secondo me anche il 2010 ha il difetto di inserirsi in una fase NAO- di lungo periodo, passare di colpo ad una fase NAO fortemente negativa mi stupirebbe molto, ma questo è un discorso diverso.

    Il 2010 non è fortemente negativo, però nel nuovo millennio è uno dei più negativi, negli ultimi anni con il trend crescente di quell'indice è difficile fare di meglio e anche quest'anno non credo sarà molto diverso.

    https://psl.noaa.gov/gcos_wgsp/Times....had.long.data
    Non saprei....


    Climate Driver Update

    Un'occhiata all'autunno-screenshot_20200908_184340.jpg
    Ultima modifica di mat69; 08/09/2020 alle 17:47
    Matteo



  4. #14
    Vento moderato
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    33
    Messaggi
    1,046
    Menzionato
    251 Post(s)

    Predefinito Re: Un'occhiata all'autunno

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Non saprei....


    Climate Driver Update

    Un'occhiata all'autunno-screenshot_20200908_184340.jpg
    Può essere che esca un dato record per il nuovo millennio, vedremo.
    Però se facesse -0,4 come vede il BOM non sarebbe così diverso dal -0,3 di un 2016 o 2010. Con un indice la cui importanza tende a svanire nel corso della stagione mi sembra difficile che sia quello a fare la differenza, a meno che non tiri fuori valori estremi come lo scorso anno.

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

  5. #15
    Bava di vento
    Data Registrazione
    09/08/20
    Località
    pozza di fassa
    Età
    35
    Messaggi
    69
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Un'occhiata all'autunno

    Citazione Originariamente Scritto da robertino Visualizza Messaggio
    un altra divergenza rispetto a quel periodo prima meta' degli anni '70

    decennio in cui iniziava il ventennio con elevata attivita' Solare fra gli anni '70 e anni '90
    con il piu elevato numero di macchie Solari , intenso vento Solare

    che gradualmente hanno contribuito a riscaldare gli Oceani , con il primo climate step tra il 1976 e 1977

    e la serie di El Nino in assoluto i piu intensi tra gli anni '80 e '90 , coadiuvati , tra gli anni '90 e 2000 , anche dal caldo nord Atlantico , periodi associati ENSO/AMO +
    Oceani adesso mediamente piu caldi

    per cui l' attuale periodo climatico e ben diverso rispetto a circa 50 anni fa
    Gli oceani non è che accumulano calore..accumulano energia interna..

  6. #16
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/08/20
    Località
    Locri- Reggio Calabria
    Età
    29
    Messaggi
    137
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Un'occhiata all'autunno

    Ritiro su questo thread per porre una domanda alla luce degli ultimi aggiornamenti modellistici; cioè visto che il pattern ormai bloccato con cut off iberico/ marocchini ed alta pressione sul suo fianco orientale pare sostanzialmente proseguire anche in terza decade del mese senza alcuno scossone, ritenete ancora possibile il realizzarsi di un drastico cambio in quel periodo o magari si potrebbe dover aspettare Ottobre affinché cambi qualcosa? In questo caso quali sarebbero i motivi del mancato sblocco? Grazie per le risposte

  7. #17
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,166
    Menzionato
    66 Post(s)

    Predefinito Re: Un'occhiata all'autunno

    Penso che a grandi linee si possa ancora ben sperare in uno sblocco entro fine mese e in un "crollo" dell'attuale configurazione barica per ottobre. Il mio augurio in ottica personale, è che possiamo vedere un bimestre ottobre-novembre in linea con le medie di riferimento e quindi almeno fresco, invece che dominato da correnti meridionali (perturbate o anticicloniche che siano) come nel 2018-2019 e nel 2012-2013-2014. Va detto che nell'ultimo decennio si sono alternati periodi nella norma 1981-2010, come 2015-2016-2017 o 2010-2011, a quelli molto miti sopra citati, almeno per quanto riguarda il Veneto; piuttosto manca un novembre freddo, da tanto tempo (2001 per un buon sotto-media, 1988 per uno davvero freddo).

  8. #18
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/08/20
    Località
    Locri- Reggio Calabria
    Età
    29
    Messaggi
    137
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Un'occhiata all'autunno

    Gli ultimi aggiornamenti modellistici propongono un’evoluzione per la prima decade di ottobre votata a grandi linee alla presenza di un forte anticiclone di blocco su Est Europa e Russia (che andrebbe ad interessare anche il meridione d’Italia con deciso sopramedia) ed Anticiclone delle Azzorre abbastanza defilato in Atlantico; alla luce di ciò e dei più recenti indici teleconnettivi, la tendenza dall’outlook per il prossimo mese è confermata o potrebbe mutare?

  9. #19
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    51
    Messaggi
    7,366
    Menzionato
    36 Post(s)

    Predefinito Re: Un'occhiata all'autunno

    Citazione Originariamente Scritto da Manto91 Visualizza Messaggio
    Gli ultimi aggiornamenti modellistici propongono un’evoluzione per la prima decade di ottobre votata a grandi linee alla presenza di un forte anticiclone di blocco su Est Europa e Russia (che andrebbe ad interessare anche il meridione d’Italia con deciso sopramedia) ed Anticiclone delle Azzorre abbastanza defilato in Atlantico; alla luce di ciò e dei più recenti indici teleconnettivi, la tendenza dall’outlook per il prossimo mese è confermata o potrebbe mutare?
    Non sono stati emessi outlook per i mesi autunnali ma solo delineate delle prospettive che mi sentirei di avvalorare tutt'oggi rispetto quanto già detto.
    Aggiungerei anche una possibile prossima fase (parliamo quindi di ottobre) riassunta nelle previsioni di esordio della convezione tropico equatoriale.
    La Mjo batte a magnitudo variabile in fase 5

    Un'occhiata all'autunno-nina_5_ott_ok.jpg

    Evidenziando, quale possibile tendenza, quella di un blocco altopressorio su Europa settentrionale e parte della Mitteleuropa a fare da spartiacque rispetto ad un flusso di correnti umide, capitanate da una corrente a getto costretta a biforcarsi in prossimità del vecchio continente, in direzione dell'Europa meridionale e a un progressivo consistente raffreddamento del continente asiatico non solo diretto verso le latitudini artiche ma anche verso le pianure siberiane.
    L'assetto del getto polare sul Pacifico evidenzia una sempre più marcata tendenza ad ondulare fino a costringere il PNA a toccare anche valori negativi.
    Il dipolo della semipermante aleutinica con intrusione calda nello Stretto di Bering è caratteristica distintiva del coupling oceano/atmosfera del segnale de La Nina.

    Matteo



  10. #20
    Calma di vento
    Data Registrazione
    02/09/20
    Località
    Fonte (TV)
    Età
    26
    Messaggi
    17
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Un'occhiata all'autunno

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Penso che a grandi linee si possa ancora ben sperare in uno sblocco entro fine mese e in un "crollo" dell'attuale configurazione barica per ottobre. Il mio augurio in ottica personale, è che possiamo vedere un bimestre ottobre-novembre in linea con le medie di riferimento e quindi almeno fresco, invece che dominato da correnti meridionali (perturbate o anticicloniche che siano) come nel 2018-2019 e nel 2012-2013-2014. Va detto che nell'ultimo decennio si sono alternati periodi nella norma 1981-2010, come 2015-2016-2017 o 2010-2011, a quelli molto miti sopra citati, almeno per quanto riguarda il Veneto; piuttosto manca un novembre freddo, da tanto tempo (2001 per un buon sotto-media, 1988 per uno davvero freddo).
    L'ultimo novembre sotto media in Veneto è stato il 2017, per sotto media più netti sì, bisogna tornare al 2001 o anche 2005 o 98. Non che ottobre abbia fatto registrare bei sotto media termici in Veneto negli ultimi anni, anzi...
    Il bimestre ottobre-novembre è da molto tempo che non fa sotto media apprezzabili purtroppo..

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •