Pagina 6 di 63 PrimaPrima ... 456781656 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 630
  1. #51
    Uragano L'avatar di Dream Designer
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli 249 mt / Cassano D'Adda (MI)
    Età
    32
    Messaggi
    18,002
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali

    Citazione Originariamente Scritto da ale97 Visualizza Messaggio
    La coperta è corta, difficile accontentare tutti purtroppo
    Però si, anche il nord-ovest avrebbe effettivamente bisogno di una perturbazione seria
    Diciamo il Piemonte, la parte estrema occidentale, perché qui in Lombardia veniamo da un estate piovosa e le aree che hanno bisogno di acqua sono ben altre.

    Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

  2. #52
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    2,447
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali

    Citazione Originariamente Scritto da Dream Designer Visualizza Messaggio
    Diciamo il Piemonte, la parte estrema occidentale, perché qui in Lombardia veniamo da un estate piovosa e le aree che hanno bisogno di acqua sono ben altre.

    Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk
    Le aree penalizzate, a livello di bilancio pluviometrico annuale, sono quelle che hanno visto deficit pluviometrici anche in giugno e sono prevalentemente concentrate all'estremo NW, anche se c'è poi qualche area a macchia di leopardo tra SE Piemonte e Oltrepo pavese...

  3. #53
    Vento moderato
    Data Registrazione
    08/11/19
    Località
    Arbus (SU) 370 m/ Torino
    Età
    22
    Messaggi
    1,067
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali

    Citazione Originariamente Scritto da Dream Designer Visualizza Messaggio
    Diciamo il Piemonte, la parte estrema occidentale, perché qui in Lombardia veniamo da un estate piovosa e le aree che hanno bisogno di acqua sono ben altre.

    Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

    Si si, intendevo il Piemonte in questo caso

  4. #54
    Uragano L'avatar di Dream Designer
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli 249 mt / Cassano D'Adda (MI)
    Età
    32
    Messaggi
    18,002
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali

    Per domani la vedo nera su alcune zone di Lazio, Umbria, Sardegna, Marche e Campania, diciamo carte finalmente ottime specie per il Lazio in penuria di precipitazioni in questi mesi ma OCCHIO:



    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!
    estremi dal 2001: -3.7 (2014) +38.1 (2007)


  5. #55
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    5,020
    Menzionato
    31 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali

    Pomeriggio sera pesante in queste zone
    #SAVETHEBEAR

  6. #56
    Vento forte L'avatar di Adriano90
    Data Registrazione
    12/01/11
    Località
    Roma (Montesacro)
    Messaggi
    3,131
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Pomeriggio sera pesante in queste zone
    Seppur gfs 06 abbia leggermente cambiato la traiettoria, che può essere agro romano-Marsica o agro pontino frusinate e Marsica meridionale e PNALM.
    Always looking at the sky.


  7. #57
    Uragano L'avatar di Dream Designer
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli 249 mt / Cassano D'Adda (MI)
    Età
    32
    Messaggi
    18,002
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali

    Nuovo peggioramento sullo stile di quello attuale ?



    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!
    estremi dal 2001: -3.7 (2014) +38.1 (2007)


  8. #58
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,776
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@ Visualizza Messaggio
    Più che altro il nesso logico che mi sfugge è questo: se partiamo dall'idea che condizioni AO- durante la prima parte del semestre freddo, favoriscano poi una condizione di Strong Polar Vortex nel trimestre invernale e se tale condizione è favorita da anomalie termiche e gpt al suolo di segno positivo, estese ed intense, in area polare, per quale bizzarra ragione tale condizione (vortice polare forte) non dovrebbe verificarsi con condizioni di partenza votate ad AO+, già nella prima parte dell'autunno... Quello che si può dire è che la tardiva maturazione del VPT favorisce statisticamente il fenomeno dello strat-cooling, ma lo ripeto ormai da anni, siamo sicuri che trimestri invernali, che hanno visto in atto gli effetti di uno SC, siano stati caratterizzati da Strong Polar Vortex, io se guardo agli inverni 2014/2015, 2017/2018, 2018/2019, qualche dubbio comincio ad avercelo... nessuno di questi rientra nella definizione "standard" di inverno con Strong Polar Vortex (AO trimestrale su valori di netta positività).

    Terminato l'ampio inciso sui (possibili) riflessi evolutivi di lungo periodo della situazione circolatoria emisferica io direi che la prima decade del mese di ottobre è ancora da definire nei suoi dettagli generali, per ora sembrerebbe imporsi un pattern di tipo Atl con zonalità bassa, ma non escluderei ancora una successiva evoluzuzione verso uno Scand+
    Penso sia legato ad una soppressione dei flussi di calore tropo/strato in condizioni di AO negativa agli esordi dell'autunno... Credo... Mat ootre8essere assai più dirimente...

  9. #59
    Burrasca L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    Altedo (BO)
    Età
    37
    Messaggi
    6,543
    Menzionato
    37 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali

    Buongiorno a tutti.
    Volevo fare un paio di considerazioni in merito alla situazione dei prossimi giorni... Al momento la convezione tropicale è attiva in fase 5 e localizzata nel continente marittimo e laddove è presenza un'ampia zona di divergenza in quota (verde):

    Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali-immagine1.jpg

    Come scritto anche nel report del NOAA, sarebbe lecito aspettarsi una progressione verso la fase 6 o comunque uno spostamento verso E dei centri convettivi, tuttavia lo sviluppo della Nina potrebbe apportare delle difficoltà affinchè in quanto i venti orientali ad essa associati rendono problematico lo spostamento della zona di convezione verso E...Tant'è che alcuni modelli vedono una riacutizzazione della fase 5 o una soppressione della stessa:

    Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali-ecmf_phase_manom_51m_small.gif Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali-emon_phase_manom_51m_small.gif

    Se non dovesse esserci uno sblocco immediato, la cosa potrebbe avere come conseguenza un perdurare della situazione sinottica che si intravvede nei prossimi giorni? Ovvero mediterraneo centro occidentale interessato da zone depressionarie e alta pressione di blocco sull'est Europa... Con tutti i rischi del caso legati a situazione di forte maltempo nei settori centro occidentali...

    Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali-ecm101-192.jpg

    Adesso non ho sottomano la mappa della fase 5 della Nina/MJO per ottobre ma più o meno dovrebbe essere simile

  10. #60
    Vento moderato
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    33
    Messaggi
    1,046
    Menzionato
    256 Post(s)

    Predefinito Re: Ottobre e Novembre 2020: analisi e discussione dei modelli autunnali

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@ Visualizza Messaggio
    Più che altro il nesso logico che mi sfugge è questo: se partiamo dall'idea che condizioni AO- durante la prima parte del semestre freddo, favoriscano poi una condizione di Strong Polar Vortex nel trimestre invernale e se tale condizione è favorita da anomalie termiche e gpt al suolo di segno positivo, estese ed intense, in area polare, per quale bizzarra ragione tale condizione (vortice polare forte) non dovrebbe verificarsi con condizioni di partenza votate ad AO+, già nella prima parte dell'autunno... Quello che si può dire è che la tardiva maturazione del VPT favorisce statisticamente il fenomeno dello strat-cooling, ma lo ripeto ormai da anni, siamo sicuri che trimestri invernali, che hanno visto in atto gli effetti di uno SC, siano stati caratterizzati da Strong Polar Vortex, io se guardo agli inverni 2014/2015, 2017/2018, 2018/2019, qualche dubbio comincio ad avercelo... nessuno di questi rientra nella definizione "standard" di inverno con Strong Polar Vortex (AO trimestrale su valori di netta positività).

    Terminato l'ampio inciso sui (possibili) riflessi evolutivi di lungo periodo della situazione circolatoria emisferica io direi che la prima decade del mese di ottobre è ancora da definire nei suoi dettagli generali, per ora sembrerebbe imporsi un pattern di tipo Atl con zonalità bassa, ma non escluderei ancora una successiva evoluzuzione verso uno Scand+
    Condivido pienamente, c'è stata una costante anomalia circolatoria in nord Atlantico e nord America (NAO e NAD) che si è manifestata a prescindere dalle vicende stratosferiche. Infatti anche quando ci sono stati dei cedimenti del VP ne ha beneficiato principalmente il sud e la Grecia.

    Aggiungo anche che la relazione tra AO autunnale e VP non mi sembra affatto evidente, nei primi anni 2000 gli anni con AO più negativa a ottobre sono stati 2002 e 2009, non certo seguiti da inverni con forte VP.

    Per ora mi sembra più interessante vedere cosa succede alle SSTA, sia in Pacifico sia in Atlantico. Una NAO autunnale negativa in questo potrebbe essere molto utile ad evitare una riemersione del famigerato dipolo in Atlantico (che al momento non si vede).

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •