Pagina 471 di 662 PrimaPrima ... 371421461469470471472473481521571 ... UltimaUltima
Risultati da 4,701 a 4,710 di 6618
  1. #4701
    Vento forte L'avatar di alaska63
    Data Registrazione
    17/01/06
    Località
    Castel S. Pietro Sabino (RI) - 365 mt. slm
    Età
    57
    Messaggi
    4,184
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli gennaio 2021

    Citazione Originariamente Scritto da popov Visualizza Messaggio
    Questo supera pure Madri.ali (per chi se lo ricorda)


    FLASH dedicato all'ECCEZIONALE TREND di GENNAIO,
    con l'ITALIA a PICCO e di nuovo nel FREDDO, MALTEMPO,
    CICLONI, MEGA NEVICATE, PIOGGE da DILUVIO e
    episodi da TEMPO di LUPI, ancora il nostro PAESE
    e' IRRICONOSCIBILE e MALANDATO, come POCO si ricorda -
    Osservate anche in questo TRIS di MODELLI fisico
    binari, by ECMWF Europeo, come si distingua, che il nuovo
    FLUSSO del FREDDO, che ASSALTA l'ITALIA, proviene
    da EST, dal LOBO SIBERIANO, con un suo SPLIT in modo
    ECLATANTE RETROGRADO ed INUSUALE verso OVEST,
    determinato dall'EPOCALE STRATWARMING 4, SUPERLONGEVO
    ed INCISIVO come POCHI - Infatti e' ancora molto
    attivo nella nostra STRATOSFERA, con le sue RISONANZE
    ed EFFETTI anche sul sottostante VORTICE POLARE TROPOSFERICO,
    che oramai conosciamo tutti da DICEMBRE
    <BR>
    buona visione
    <BR>

    http://www.sierrapapa.it/stratwarming4_risonanze_sib2.htm
    https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=3918947671461156&id=488054474550510
    Mamma mia, l'ho visto pure io ieri.
    Siccome fb mi ha profilato la mia passione per la meteo mi propone tutte le pagine amatoriali possibili ed immaginabili e questo le supera tutte per farsi due risate (per non mettersi a piangere... ) e deduco anche io che i commenti entusiasti che riceve siano dei troll...
    La gnocca è come la precedenza...va data

  2. #4702
    Vento teso L'avatar di Sandro
    Data Registrazione
    05/08/20
    Località
    FE
    Messaggi
    1,803
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli gennaio 2021

    Citazione Originariamente Scritto da BoreaSik Visualizza Messaggio
    Inverno finito
    Ma no dai, non siamo pessimisti, con AO negativa può capitare ancora di tutto.

  3. #4703
    Calma di vento L'avatar di Matëlmaire
    Data Registrazione
    14/03/20
    Località
    Valle d'Aosta
    Messaggi
    41
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli gennaio 2021

    Avete già letto/postato questo articolo de L'Inkiesta sul gennaio 2021? Perche l’inverno glaciale di gennaio conferma il climate change - Linkiesta.it

    «Abbiamo scoperto – annuncia Claudia Pasquero – che a influenzare il vortice polare artico è l’alta temperatura dell’Oceano Pacifico, un Oceano che si sta scaldando molto più dell’Atlantico e in maniera disuniforme rispetto a tutti gli altri mari, su questo c’è accordo tra tutti i climatologi».

    Le acque particolarmente calde del Pacifico riscaldano l’aria fredda che giunge dalla Siberia favorendone la risalita e arrivando a modificare le condizioni stratosferiche. «Proprio questo potrebbe essere il legame tra il riscaldamento globale degli ultimi decenni e l’aumento degli eventi di freddo estremo nell’inverno boreale», concludono i tre scienziati. Il lavoro è solo all’inizio e la ricerca sta proseguendo. “C’è ancora tanto lavoro da fare. Noi abbiamo visto questo segnale ma quale sarà l’evoluzione è ancora da capire”.

  4. #4704
    Bava di vento
    Data Registrazione
    11/08/20
    Località
    Mestre (VE)
    Messaggi
    132
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli gennaio 2021

    Citazione Originariamente Scritto da Matëlmaire Visualizza Messaggio
    Avete già letto/postato questo articolo de L'Inkiesta sul gennaio 2021? Perche l’inverno glaciale di gennaio conferma il climate change - Linkiesta.it

    «Abbiamo scoperto – annuncia Claudia Pasquero – che a influenzare il vortice polare artico è l’alta temperatura dell’Oceano Pacifico, un Oceano che si sta scaldando molto più dell’Atlantico e in maniera disuniforme rispetto a tutti gli altri mari, su questo c’è accordo tra tutti i climatologi».

    Le acque particolarmente calde del Pacifico riscaldano l’aria fredda che giunge dalla Siberia favorendone la risalita e arrivando a modificare le condizioni stratosferiche. «Proprio questo potrebbe essere il legame tra il riscaldamento globale degli ultimi decenni e l’aumento degli eventi di freddo estremo nell’inverno boreale», concludono i tre scienziati. Il lavoro è solo all’inizio e la ricerca sta proseguendo. “C’è ancora tanto lavoro da fare. Noi abbiamo visto questo segnale ma quale sarà l’evoluzione è ancora da capire”.
    Chi è il pagliaccio (però climatologo) che ha scritto questa ennesima buffonata? Ovviamente un'ondata di gelo è causata dal riscaldamento globale!

  5. #4705
    Vento teso L'avatar di GiagiKarlo
    Data Registrazione
    31/12/19
    Località
    Gualdo Tadino (PG)
    Età
    16
    Messaggi
    1,732
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli gennaio 2021

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    Chi è il pagliaccio (però climatologo) che ha scritto questa ennesima buffonata? Ovviamente un'ondata di gelo è causata dal riscaldamento globale!
    Ma perché tutto questo astio?
    E' solo una ricerca che stanno conducendo, non hanno dato verità assolute come fanno i TG o i giornali che dicono che il gelo è conseguenza del GW. A me sembra, invece, una ricerca molto interessante e di tutto rispetto!
    Avatar: una data che sogno spesso la notte.
    PS: la neve caduta allora era più alta della mia altezza attuale.
    PPS: sì, è il 2005.

  6. #4706
    Vento teso L'avatar di Diego 14
    Data Registrazione
    11/01/17
    Località
    Sant'Ilario d'enza (RE)
    Età
    18
    Messaggi
    1,737
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli gennaio 2021

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    Chi è il pagliaccio (però climatologo) che ha scritto questa ennesima buffonata? Ovviamente un'ondata di gelo è causata dal riscaldamento globale!
    Stiamo comunque parlando di uno studio uscito su Nature quindi andrebbe analizzato.
    È dal 2014 che esiste il warm blob pacifico e ha avuto un'influenza notevole sul ridge pacifico

  7. #4707
    Tempesta
    Data Registrazione
    06/01/16
    Località
    PA
    Messaggi
    12,462
    Menzionato
    99 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli gennaio 2021

    A dopo con le ENS

  8. #4708
    Tempesta L'avatar di Fabry18
    Data Registrazione
    23/02/06
    Località
    Tagliacozzo (AQ)
    Messaggi
    11,764
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli gennaio 2021

    12z intrigante
    No spoken word....Just a scream

  9. #4709
    Vento teso L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Età
    28
    Messaggi
    1,634
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli gennaio 2021

    Citazione Originariamente Scritto da Matëlmaire Visualizza Messaggio
    Avete già letto/postato questo articolo de L'Inkiesta sul gennaio 2021? Perche l’inverno glaciale di gennaio conferma il climate change - Linkiesta.it

    «Abbiamo scoperto – annuncia Claudia Pasquero – che a influenzare il vortice polare artico è l’alta temperatura dell’Oceano Pacifico, un Oceano che si sta scaldando molto più dell’Atlantico e in maniera disuniforme rispetto a tutti gli altri mari, su questo c’è accordo tra tutti i climatologi».

    Le acque particolarmente calde del Pacifico riscaldano l’aria fredda che giunge dalla Siberia favorendone la risalita e arrivando a modificare le condizioni stratosferiche. «Proprio questo potrebbe essere il legame tra il riscaldamento globale degli ultimi decenni e l’aumento degli eventi di freddo estremo nell’inverno boreale», concludono i tre scienziati. Il lavoro è solo all’inizio e la ricerca sta proseguendo. “C’è ancora tanto lavoro da fare. Noi abbiamo visto questo segnale ma quale sarà l’evoluzione è ancora da capire”.
    L'articolo è anche discretamente sensato fin dove riesco a comprendere, ma non capisco proprio 'sta tendenza a sottolineare ogni volta che il GW sta sotto a tutto. Dato che è l'epoca climatica in cui ci troviamo, direi che si può anche smettere di dire che ogni fenomeno lo causa lui
    Tanto lo sappiamo che anche miliardi di eccezioni confermerebbero la regola, no?

  10. #4710
    Calma di vento
    Data Registrazione
    09/12/20
    Località
    Varallo (VC)
    Messaggi
    6
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli gennaio 2021

    In Italia[modifica | modifica wikitesto]


    La nevicata del 1956 a Roma.


    Alcuni sacerdoti scherzano durante la nevicata del 1956.

    La fase critica in Italia inizia il 1º febbraio 1956[3] ed il 2 febbraio[4] la Pianura Padana è sotto l'isoterma -15 °C a 850 hPa, mentre la -20 °C abbraccia interamente le Alpi e bufere di neve interessano tutto il nord con particolare violenza in Toscana ed in Emilia-Romagna. Il freddo fu intenso non solo al suolo ma anche in quota, con l'isoterma di -35 °C a 500 hPa che raggiunse Roma, responsabile di una nevicata divenuta storica. Anche la Sardegna fu interessata da bufere di neve su tutta la regione fin sulle zone costiere.
    Già il 4 febbraio[5] tutte le precipitazioni, in atto su buona parte dell'Italia, erano oramai nevose, e nuovi impulsi gelidi sulle regioni adriatiche (-40 °C a 500 hPa) raggiunsero il loro massimo il 7 febbraio[6], quando un potente nucleo gelido in quota colpì le regioni meridionali.
    Bufere e temperature gelide, gelo e neve flagellarono queste regioni anche il giorno successivo[7], quando un nuovo minimo depressionario fra la Corsica e la Toscana provocò ancora intense nevicate a Roma, su tutto il centrosud peninsulare e sulle Isole maggiori. In quei giorni diverse nevicate con accumuli si spingono fin sulle coste siciliane. A Palermo le temperature minime scesero fino a 0 °C e la città venne imbiancata diverse volte da alcuni cm di neve. Nevicate interessarono anche le coste meridionali della Sicilia e la stessa isola di Lampedusa.[8] [9]
    Il 13 febbraio[10] giunsero nuove correnti gelide dalla valle del Rodano determinando temperature rigidissime in quota che avvolsero tutto il nord e determinarono intense nevicate che colpirono particolarmente le Marche, l'Umbria, la Toscana e la Sardegna, spostandosi il giorno successivo[11] verso il sud, mentre il gelo dominava sulle regioni centro settentrionali.
    Il 15 febbraio[12] ad Anzola dell'Emilia la temperatura minima scese a -26,2 C°[13], dato che risulta il valore ufficiale nazionale italiano più basso registrato in località di pianura[14].
    Gelo e precipitazioni insistettero ancora nei giorni successivi e nuove nevicate si ripeterono in particolare il 18 febbraio[15] su tutto il centronord, ma nuovamente anche a Roma: la neve continuò fino al 20 febbraio[2].

    Siamo ancora in tempo direi



    Citazione Originariamente Scritto da BoreaSik Visualizza Messaggio

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •